Creato da LaDonnaCamel il 16/09/2006
Il diario intimo della Donna Camèl con l'accento sulla èl
 

 

« Capitolo terzo: Io e luiSono un genio del marketing »

Capitolo quarto: Quando il gioco si fa duro

Post n°50 pubblicato il 29 Novembre 2006 da LaDonnaCamel
 
Foto di LaDonnaCamel

(Le puntate precedenti nel box in alto a sinistra)

Si sa che il deserto reclama il suo tributo, e quando il gioco si fa duro… dopo una estenuante discussione seguita a due giornate particolarmente pesanti, il gruppo tristemente prese atto dell'entità dell'impresa che ci stavamo accingendo a compiere e tutti quelli che non si erano adeguatamente preparati furono costretti a mollare.

Contati i superstiti, ridistribuiti gli equipaggi (eravamano rimasti solo in sei dei dieci partiti da Milano, più gli inossidabili tedeschini) puntammo ulteriormente a Sud. Tutti gli altri si dispersero nel tentativo di raggiungere la riva del mare.
Di loro non abbiamo saputo piu' nulla.

H e Ml si erano preparati bene, invece. Cibo, acqua, ricambi per l'auto, ma non solo: avevano pale, picconi e persino le piastre per la sabbia, utilissime in caso l'auto si fosse impantanata. Noi veramente non avevamo contemplato questa eventualità, visto che la strada fino a Tamanrasset avrebbe dovuto essere tutta asfaltata, ma loro, con insolita autoironia, sorridendo dicevano "Germans are always well organized!". Non male per due ragazzini di diciotto anni… anzi, H non li aveva nemmeno compiuti e non aveva la patente, sebbene desse regolarmente il cambio alla guida, almeno fuori dai centri abitati.

Troppo giovani? Anche noi lo eravamo.

Il 31 luglio compivo ventiquattro anni, e li festeggiammo a El Golea, oasi lussureggiante di palme da dattero, in una specie di campeggio dove ci eravamo fermati a rifocillarci prima dell'ultimo tratto desertico che ci separava dalla nostra meta. Sarà stato il caldo, o la stanchezza, o gli scorpioni (ne avevamo trovato uno grosso come il mio dito e lungo almeno 20 cm), ma eravamo tutti un po' nervosi. Fino a quel momento B era stato leader indiscusso per acclamazione: a parte il fatto che conosceva il posto, ci sapeva fare con le persone e riusciva sempre ad essere convincente, o almeno suadente. Le sue proposte sembravano ragionevoli, come non seguirlo? Sarà stato perché era portato per i rapporti umani, o forse perché studiava da avvocato… comunque M si sentiva sempre un po' in competizione con lui e questo provocava dei mugugni inespressi che, alle condizioni estreme alle quali eravamo sottoposti, si riversavano nella nostra coppia. Così passai la sera del mio compleanno a piangere.

Non mi ricordo in particolare i motivi di dissidio, probabilmente sciocchezze esasperate dal caldo e dalla fatica. Eravamo una comitiva piuttosto eterogenea: alla partenza noi conoscevamo solo B e J, avevamo già fatto delle vacanze insieme e andavamo abbastanza d'accordo, ma comunque ognuno faceva per se'. Per esempio, i pasti venivano consumati insieme ma ognuno mangiava la sua roba: salvo qualche rara volta, non abbiamo mai cucinato per tutti.
Nei trasferimenti il posto di capofila, molto piu' impegnativo specialmente di notte, era occupato a turno da una delle auto. La strada era asfaltata, però spesso montagne di sabbia a causa del vento invadevano la carreggiata e bisognava evitarle per non restare impantanati. Mi ricordo di una sera, partiti a mezzanotte dopo aver cenato abbondantemente (e bevuto altrettanto), ero di turno alla guida e toccava a noi stare davanti. Dopo duecento metri mi trovai incastrata in una duna di sabbia enorme e ridevo come un'oca senza riuscire a scendere dalla macchina. (M aveva appena finito di dirmi di stare attenta…) Hanno sollevato di peso la cinquecento con me dentro, con grande imbarazzo di M.

A lui seccava se io davo ragione a B o se per caso restavamo indietro e dovevamo essere aspettati o se non riuscivamo a rapportarci in modo perfetto al gruppo. Si può capire: non voleva mettersi in condizione di essere criticato e non voleva essere da meno. La competizione esisteva, non posso negarlo, ma io la vedevo in modo diverso, cercavo di sottolineare la collaborazione e l'amicizia, mi intenerivo all'idea che ognuno di noi avrebbe fatto qualsiasi cosa per salvare gli altri da una situazione pericolosa. Anche tra le ragazze c'era una certa rivalità, ma molto piu' subdola e io non me ne rendevo conto. A volte ci rimanevo male per certi apprezzamenti un po' caricati che si facevano tra loro e che mi facevano sentire sminuita, anche se non capivo perché. Ci sono voluti anni e anni prima che mettessi su una crosta adeguata, ma questa e' tutta un'altra storia.
(continua)

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

Area personale

 

Ultimi commenti

Ultime visite al Blog

LaDonnaCamelofftopiconlyemotions71depa10salamandrafantropoeticoSEMPLICE.E.DOLCEAmicaLillinatini.cristiano67UnUomo.Imperfettofroddymauriziocamagnacall.me.IshmaelNuvola_vola
 

Cara AGCOM, se dovessi disgraziatamente e inavvertitamente violare il diritto d'autore in queste pagine, avvisami con una mail a ladonnacamel@gmail.com prima di chiudermi il blog in cinque giorni, di prepotenza e senza processo: ti prometto che tolgo subito le cose che ti offendono.

 

My spiritual guidance

More about Il diario intimo di Sally Mara

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Quaderno degli EDS #1: i sensi

Il quaderno degli EDS è un libro e un epub. Compralo su Amazon o su lulu!

 

Le avventure di Nonugo

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 39
 


ias

 

Chi può scrivere sul blog

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Scrivere è il mio gioco preferito

L'occhio del coniglio

Libro, mobi, epub come vuoi tu, compralo su Amazon o su lulu!

Da oggi anche su Anobii

 

 

Alcuni aneddoti dal mio futuro

Caricamento...
 

Angie

Caricamento...
 

Bartelio

Caricamento...
 

Calikanto

Caricamento...
 

Capitano mio capitano

Caricamento...
 

Coniglio della moda

Caricamento...
 

Coniglio Mannaro

Caricamento...
 

La linea d'Hombre

Caricamento...
 

Mai Maturo

Caricamento...
 

Michele per caso

Caricamento...
 

Ora e qui

Caricamento...
 

Poco mossi gli altri mari

Caricamento...
 

Pendolante

Caricamento...
 

Singlemama

Caricamento...
 

Solo testo

Caricamento...
 

Sputa il rospo

Caricamento...
 

Tapirullanza

Caricamento...
 

Transmission

Caricamento...
 

Un pezzo di Milano che cammina con gli occhiali

Caricamento...
 

Vanamonde

Caricamento...
 

Vibrisse

Caricamento...