Creato da: giampi1966 il 13/03/2006
Questo blog si propone di promuovere la politica come servizio e la coerenza dei politici con gli obbiettivi programmatici. Troppo spesso l'agire del politico è distante anni luce dal suo programma e da ciò che professa. Per poter rinascere la politica deve sapersi imporre alle varie pressioni e deve guardare lontano.

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Tag

 

Ultime visite al Blog

amistad.siempreamici.futuroierimaresogno67jigendaisukegiampi1966aliasnoveArianna1921marabertowiltuocognatino1allegri.frprefazione09acer.250cassetta2MAGNETHIKA
 

OGM NO GRAZIE

 

SE TI PIACE QUESTO BLOG VOTALO CLICCANDO NELL'ICONA SOTTOSTANTE

classifica siti

 

vota il blog

vota blog

 

Area personale

 

Qui sotto alcuni dei messaggi del blog che a mio parere meritano di essere letti. Ringrazio i visitatori che usufruendo di questa funzione dimostrano un approccio non superficiale al blog.

Mi raccomando date un'occhiata anche ai Tags

 

I MITICI INDIANI

 

IL VALORE DELLA LAICITA'

 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 86
 

EL PUEBLO UNIDO

 

Ultimi commenti

..anche perché non vedo alternative a contrastare la deriva...
Inviato da: maresogno67
il 07/01/2023 alle 17:56
 
Intanto spero che ora la salute sia ok, per il resto il...
Inviato da: jigendaisuke
il 02/01/2023 alle 19:13
 
Vi ringrazio per i molti messaggi, come vi avevo già detto...
Inviato da: giampi1966
il 02/01/2023 alle 16:12
 
Tutto ok?
Inviato da: jigendaisuke
il 20/09/2021 alle 04:00
 
:(
Inviato da: elyrav
il 22/07/2021 alle 08:22
 
 

CARMELA

carmela

 
 

BLOG DI SINISTRA

 

 

 
« COSTITUZIONE ITALIANA PA...SCUOLA E BIBLIOTECA NUOVA »

Pubblica Istruzione, cultura, comunicazione, relazione assessore

Post n°3 pubblicato il 14 Marzo 2006 da giampi1966
 
Foto di giampi1966

 Ringrazio Gianni per la foto

Pubblico questa relazione perchè sono orgoglioso di quello che ho fatto, rimanendo coerente con le mie idee ed affrontando infinite difficoltà politiche, di bilancio, organizzative, strutturali e personali.

 Premetto che questo elenco di cose fatte non ha certo la pretesa di essere esaustivo per l’impossibilità di ricordarsi tutto e per la circostanza che ho dato le dimissioni nell’aprile del 2005 va pertanto integrato dal Sindaco, dalla Giunta e in particolare dall’Attuale Assessore, inoltre è da considerare che questo lavoro è un po’ artificioso poiché oltre alla circostanza (ma questo vale per tutti gli assessorati) che la competenza è di tutta la giunta, i settori di cui mi sono occupato hanno molte interrelazioni con gli altri assessorati pertanto i punti sotto elencati vanno condivisi con gli altri assessorati ed integrati dagli stessi (ho cercato di ritagliare ciò che era di mia stretta competenza ma naturalmente non è facile). Ho ritenuto utile fare un documento scritto per poter essere utilizzato nel futuro volantino e per non dimenticare delle cose che magari potevano essere utili.

 

ISTRUZIONE

 Le linee di intervento relative a questo importante settore (la cui importanza strategica è stata sottolineata nel nostro programma), considerata la criticità della situazione ereditata, hanno interessato tutti gli aspetti che direttamente o indirettamente toccano la scuola, dalle strutture, alla strumentazione, agli arredi, alla didattica, all’immagine, al sostegno degli alunni disagiati, al servizio mensa, al centro estivo e al pre e post scuola ed infine all’istruzione degli adulti.

·        Strutture: si è collaborato affinché le nuove sedi, rispondano alle esigenze degli alunni e del corpo insegnanti, comprendano gli spazi e le strutture adeguate e siano posizionate in luoghi opportuni, si precisa che l'intervento del mio assessorato è stato decisivo affinchè non si adottasse l'inadeguato progetto presentato dall'allora assessore ai Lavori Pubblici e alla soluzione adottata (spostamento delle sedi scolastiche) che ha permesso un novevole guadagno in termini sia di tempo che di denaro

·        Strumentazione ed arredi: si sono rese funzionali le aule di informatica, con la collaborazione di Biella e con l’acquisto di nuovo materiale informatico, si è installato l’allarme nella segreteria, si è provveduto all’informatizzazione dei sevizi di segreteria SISSI, si sono installate nell’auditorium le apparecchiature necessarie per proiezioni e/o iniziative sonore, si sono acquistati 2 pianoforti (prima si pagava un cospicuo affitto) ed infine si è provveduto all’acquisto di un buon quantitativo di arredi scolastici e di segreteria.

·        Didattica: è l’ambito dove il Comune ha (giustamente) minori competenze e dove esistono problemi legati alla qualità del corpo insegnanti. Tuttavia anche in questo campo si è cercato di intervenire spingendo affinché il vecchio dirigente (pazzo) si trasferisse, instaurando buoni rapporti con la dirigenza, spingendo la dirigenza ad approntare corsi di aggiornamento per gli insegnanti e nel contempo sollecitando una maggiore vigilanza sulla didattica (abbiamo ottenuto in questo modo l’allontanamento di un professore di matematica), approntando una serie di iniziative comunali (laboratori nell’ambito di coscienza, educazione ambientale, iniziative in corrispondenza delle ricorrenze, concorso di poesia, mostre aperte alle classi, la biblioteca ha effettuato molte iniziative per favorire la lettura e la conoscenza della biblioteca ecc…) e sostenendo criticamente i molteplici laboratori presentati dalla scuola, infine avrà un notevole riflesso positivo anche sulla didattica la scelta di separare l’istituto da Ronco infatti ciò offre al dirigente la possibilità di occuparsi solo di Carnate inoltre le risorse investite dal Comune sull’istituto andranno tutte a favore degli studenti carnatesi, il progetto relativo al Consiglio Comunale dei ragazzi era in fase molto avanzata di realizzazione ma non si è concretizzato per la mancata conferma dell’insegnante responsabile (prof. Russo), del Dirigente scolastico, per la non disponibilità di altre insegnanti e per il parere negativo espresso dalle insegnanti riguardo alla possibilità che la professoressa Russo, che aveva risposto positivamente alla mia richiesta (in accordo con l’attuale Dirigente), si occupasse ugualmente del progetto, comunque ritengo che in futuro il progetto sia realizzabile vista la disponibilità dell’attuale dirigenza.

·        Immagine: molta cura è stata prestata a questo aspetto considerata l’ingiusta fama di cui gode la nostra scuola, oltre agli aspetti legati ad un miglioramento sostanziale della scuola, sono stati attuati una serie di interventi legati alla comunicazione in particolare è stata sollecitata la pubblicazione di articoli sull’informatore, è stato offerto un link sul sito, si è finanziata la pubblicazione del POF a colori e Pignatel ha fornito un aiuto concreto per migliorarne la grafica, si è cercato di comunicare anche ai genitori un messaggio positivo anche con la diffusione dei dati che evidenziano i buoni risultati ottenuti dagli studenti usciti dalla nostra scuola , è stato distribuito un modulo di segnalazione, sul sito l’ufficio P.I. ha intensificato le informazioni pubblicate (moduli, iniziative, P.d.S. ecc...), anche in questo ambito la separazione da Ronco potrà apportare dei notevoli benefici, infine anche l’idea del concorso di poesie è stata portata avanti anche per i notevoli riflessi positivi sull’immagine della scuola.

·        Sostegno alunni disagiati: Rispetto alla precedente amministrazione sono aumentati notevolmente i fondi destinati all’assistenza ad personam, è stata introdotta la figura del facilitatore e del mediatore culturale, sono raddoppiate le borse di studio legandole ai risultati conseguiti ma soprattutto al reddito (ISEE) è stata sostituita la figura della psicopedagogista con una ottima figura di psicologa, si è cercato di venire incontro ai genitori ed al dirigente per affrontare eventuali particolari situazioni di disagio di singoli alunni.

·        Servizio mensa: è stato notevolmente riformato il regolamento della commissione, è stato approntato (e diffuso) un modulo mediante il quale gli insegnati e gli alunni possono segnalare alla commissioni problemi o proposte, sono aumentati i sopralluoghi, è stato aggiornato varie volte il menù adeguandolo alle esigenze degli utenti, ai consigli dell’A.S.L. e ai miglioramenti nutrizionali proposti dalla commissione, sono stati intensificati i rapporti con la Sodexo, infine tutti i verbali sono stati pubblicati sul sito. La nota dolente viene dal prezzo che gli utenti devono sostenere per il “buono pasto” che, sotto la nostra amministrazione, è aumentato almeno del 30% per tutti, mentre per le fasce più deboli è aumentato molto di più, grazie alla drastica riduzione degli sconti legati all’ISEE che visto il notevole aumento del buono pasto andavano invece ampliati (migliorando nel contempo la lotta contro “l’evasione”), stesso discorso vale per il trasporto scolastico.

·        Centro estivo: è stato parzialmente condizionato dai lavori sulle strutture scolastiche, si è ereditato un centro estivo con gravissimi problemi evidenziati da molti genitori, con la nuova gestione la qualità del servizio sembra garantita.

·        Pre e post scuola: è stato istituito il servizio di pre scuola ed è stato reso possibile agli studenti delle medie che volessero usufruire della mensa nei giorni corti di poterlo fare con la sorveglianza degli insegnanti.

·        Educazione degli adulti: è proseguita la collaborazione con il CTP al fine di fornire corsi di inglese e di italiano per stranieri, è stata fatta pressione (con successo) sulla Pinamonte affinché si organizzassero dei corsi di informatica nel nostro comune, sono state inserite delle iniziative all’interno delle varie manifestazioni culturali o anche a parte (ad es. corso sui diritti) configurate come corsi (ad es. corso di storia dell’arte), era in avanzato stato di studio la costituzione di una piccola università popolare.

  

CULTURA

 Anche questo settore è tra quelli evidenziati come prioritari nel nostro programma, gli obbiettivi che intendevamo perseguire nel periodo da noi amministratore erano i seguenti: distribuire iniziative culturali lungo tutto l’arco dell’anno, realizzare iniziative di qualità, coinvolgere il maggior numero di cittadini e realizzare un collegamento tra il settore cultura e quello della P.I.

Gli obbiettivi sopra citati sono stati perseguiti attraverso la creazione delle seguenti manifestazioni culturali:

·        Liberamente: è la prima nuova realizzazione di questa amministrazione ed è la principale delle manifestazioni culturali, contiene al suo interno iniziative culturali che spaziano su tutti i campi dal teatro alla musica dalla storia alla pittura, è un po’ trascurata la scienza (anche se in molte occasioni è stata inserita) poiché esiste una manifestazione apposita (Coscienza), si svolge nel mese di ottobre ma spesso straborda nei mesi contigui – Costo iniziativa 2500 ÷ 3500 €. –

·        Coscienza: è una manifestazione tematica dedicata esclusivamente alla scienza, è realizzata in collaborazione con l’Assessorato alla P.I., dura circa 2 settimane e si svolge nel mese di marzo  – Costo iniziativa 1000 ÷ 1500 €.–

·        Sabato non solo musei: nasce dall’idea di far conoscere i musei (anche scientifici) e i monumenti della nostra zona, si svolge il sabato pomeriggio periodo che solitamente si utilizza per fare la spesa, offre un pacchetto completo (trasporto, guide, biglietti ecc…) – Costo iniziativa 100 ÷ 200 €.–

·        Carnate a teatro: nasce dall’esigenza di fornire un servizio di qualità non disponibile dai cittadini sul nostro territorio, si offre un pacchetto completo (trasporto, biglietti, accompagnamento ecc…)  – Costo iniziativa 100 ÷ 200 €.–

·        Carnarte: concorso internazionale di pittura biennale, si differenzia dagli altri concorsi per la particolarità organizzativa che cerca di coinvolgere la cittadinanza, cercando di creare una commistione tra arte, artisti e cittadinanza (questa idea ha riscosso molti consensi). Inoltre si è cercato di realizzare un concorso con una certa valenza per farlo diventare in prospettiva futura un elemento identitario per il Comune. Comunque sul concorso ci sarebbe da dire molto di più di quello che si può dire in questa sede – Costo iniziativa 5000 ÷ 5500 €. La foto ritrae l'opera che si è classificata al quinto posto del concorso, il titolo dell'opera è "riflessi" e l'artista è Emanuela Montorro

·        Commissione artistica: è una commissione, fornita di apposito regolamento, che svolge una funzione di supporto all’assessorato, di emissione di pareri e proposte sulle questioni legate all’arte e di nucleo principale per le varie giurie artistiche (vedi regolamento concorso Carnarte). E’ stata creata anche per evitare che l’accesso degli artisti alla sala mostre sia legata a scelte clientelari effettuate dall’assessorato e per favorire l’accesso democratico degli artisti di valore anche non affermati e pubblicizzati. Infine, ma questo era solo in fase di progetto e di colloqui preliminari, si auspicava la costituzione di una sala mostra permanente “modulare” che rappresentasse un punto di riferimento stabile per i carnatesi, una specie di alternativa intelligente ai negozi che sono carenti nel nostro comune.

·        Iniziative varie: rientrano in questo punto le svariate iniziative non collocabili nelle sopra citate manifestazioni, tra queste possiamo annotare anche iniziative di una certa valenza come la serie di conferenze sui diritti e le varie iniziative organizzate in occasione del 25 aprile.

 

Bisogna infine fare un bilancio delle iniziative sopra riportate, senza voler entrare nel dettaglio (ma se mi viene richiesto posso anche farlo), si possono riassumere i dati relativi all’affluenza nel seguente modo:

4 iniziative hanno richiamato centinaia di persone (2 mostre, 2 concorsi);

ad almeno 10 iniziative hanno partecipato oltre 100 persone;

almeno 30 iniziative hanno attratto oltre 50 persone;

mentre le iniziative che hanno richiamato meno di 15 persone sono al massimo 15;

Sabato non solo musei e Carnate a Teatro hanno quasi sempre conseguito il tutto esaurito.

Ai lusinghieri risultati di pubblico si accompagna (ma questo è un parere del tutto personale, anche se supportato dai giudizi, purtroppo verbali, espressi da chi ha partecipato) un buon risultato per quanto riguarda la qualità del prodotto offerto.

Va infine sottolineato l’ottimo lavoro svolto dalla biblioteca le cui iniziative sono state spessissimo coordinate con le sopra citate manifestazioni.

 

INFORMAZIONE

Questo è un settore che è stato un po’ trascurato tuttavia anche in questo settore sono stati apportati degli importanti cambiamenti: è stato completamente riformato il regolamento dell’informatore comunale che ha contribuito alla discreta qualità del prodotto ed è stato completamento rifatto il sito che è diventato di 2° livello (è cioè possibile scaricare documentazione) è sufficientemente aggiornato e contiene una buona quantità di notizie è stata infine sperimentata con un discreto successo la comunicazione tramite e-mail e SMS.

Tuttavia molte cose si potrebbero ancora fare e considerata l’importanza che la comunicazione ha acquisito nella società moderna auspico che, come ho più volte sollecitato (anche quando avevo la delega), questo settore venga affidato ad un altro assessorato in quanto le deleghe affidato all’attuale assessore sono deleghe molto pesanti da gestire in termini di tempo.

 

BIBLIOTECA

 Un capitolo a parte merita la biblioteca, per tradizione la biblioteca a Carnate è sempre stata una istituzione importante ed ha sempre rappresentato il fulcro della cultura carnatese, è per questa ragione che le varie amministrazioni hanno dedicato un’attenzione particolare a questa realtà. Questa attenzione prestata dall’amministrazione, la passione degli utenti e la professionalità del personale ha portato la biblioteca di Carnate ad occupare il secondo posto assoluto, dietro Vimercate, considerando i vari indici di qualità che vengono usati per valutare le biblioteche che tengono conto di vari parametri tipo: numero di prestiti, qualità della sede, iniziative organizzate, libri acquistati ecc.. (comunque l’ approfondimento su questi temi è già stato affrontato con un articolo pubblicato sull’informatore e con vari documenti distribuiti al nostro interno).

Ad aprile la situazione della biblioteca era caratterizzata da luci ed ombre: senz’altro positiva è la soluzione trovata dall’Amministrazione (proposta dall'assessorato ed inizialmente bollata come "stravagante" ) di posizionare la biblioteca nella mensa perché rappresenta una sede adeguata in termini di spazi, posizionamento, illuminazione, accessibilità ed estetica, ha inoltre il notevole pregio di costare relativamente poco (la nuova sede della mensa è più spartana) , di essere disponibile in breve tempo e di non richiedere l’individuazione di un nuovo terreno da edificare. Sono inoltre estremamente positive le varie iniziative che la biblioteca ha continuato a realizzare in questi anni e il sostegno che la biblioteca fornisce all’attività della scuola.

Detto questo si spera che, come avevo già precedentemente sostenuto, non si stia confezionando una splendida scatola vuota, infatti esistono degli aspetti negativi apportati dalla nostra amministrazione: drastica riduzione delle risorse destinata all’acquisto di libri, riduzione delle risorse destinate alle iniziative (che avevamo incrementato nei primi 2 anni), staticità (che significa sostanziale riduzione) delle risorse destinate alle attrezzature, sottovalutazione del personale e della commissione (come peraltro dimostrato da un verbale redatto nel 2004 della stessa commissione).

Si auspica pertanto una maggiore attenzione all’attività della biblioteca che dalla nuova sede può ricevere un benefico impulso per tornare ad occupare la posizione che ha sempre occupato nel sistema bibliotecario del Vimercatese.

                                                                                  

 

                                                                                             

 

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog