Creato da neopensionata il 10/03/2009

PENSIERI LIBERI

Il mio Io in piena sintonia con me stessa

 

Se tu mi dimentichi - Pablo Neruda

Post n°753 pubblicato il 21 Agosto 2019 da neopensionata

La conoscete già? L'avete mai dedicata? Pensate di dedicarla?Leggetela e fatemi sapere che cosa vi trasmette...che cosa 

ne pensate...  

SE TU MI DIMENTICHI (P. NERUDA)

Voglio che tu sappia
Una cosa.
Tu sai comè questa cosa:
se guardo
la luna di cristallo, il ramo rosso
del lento autunno alla mia finestra,
se tocco
vicino al fuoco
limpalpabile cenere
o il rugoso corpo della legna,
tutto mi conduce a te,
come se cio che esiste
aromi, luce, metalli,
fossero piccole navi che vanno
verso le tue isole che mattendono.

Orbene,
se a poco a poco cessi di amarmi
cesser damarti poco a poco.
Se dimprovviso
mi dimentichi,
non cercarmi,
chè già ti avr dimenticata 

Se consideri lungo e pazzo
il vento di bandiere
Che passa per la mia vita
e ti decidi
a lasciarmi sulla riva
del cuore in cui ho le radici,
pensa
che in quel giorno,
in quellora,
lever in alto le braccia
e le mie radici usciranno
a cercare altra terra.

Ma 
se ogni giorno,
ogni ora
senti che a me sei destinata
con dolcezza implacabile.
Se ogni giorno sale
alle tue labbra un fiore a cercarmi,
ahi, amor mio, ahi mia,
in me tutto quel fuoco si ripete,
in me nulla si spegne né si dimentica,
il mio amore si nutre del tuo amore, amata,
e finchè tu vivrai starà tra le tue braccia
senza uscire dalle mie.

Risultati immagini per pablo neruda

 
 
 

Preghiera indiana

Post n°751 pubblicato il 20 Agosto 2019 da neopensionata

L'immagine può contenere: testo

 
 
 

CHIEDO SILENZIO

Post n°750 pubblicato il 19 Agosto 2019 da neopensionata

CHIEDO SILENZIO

Pablo Neruda

Ora, lasciatemi tranquillo.
Ora, abituatevi senza di me.
Io chiuderò gli occhi
E voglio solo cinque cose,
cinque radici preferite.
Una è l’amore senza fine.
La seconda è vedere l’autunno.
Non posso vivere senza che le foglie
volino e tornino alla terra.
La terza è il grave inverno,
la pioggia che ho amato, la carezza
del fuoco nel freddo silvestre.
La quarta cosa è l’estate
rotonda come un’anguria.
La quinta cosa sono i tuoi occhi.
Matilde mia, beneamata,
non voglio dormire senza i tuoi occhi,
non voglio esistere senza che tu mi guardi:
io muto la primavera
perché tu continui a guardarmi.
Amici, questo è ciò che voglio.
E’ quasi nulla e quasi tutto.
Ora se volete andatevene.
Ho vissuto tanto che un giorno
dovrete per forza dimenticarmi,
cancellandomi dalla lavagna:
il mio cuore è stato interminabile.
Ma perché chiedo silenzio
non crediate che io muoia:
mi accade tutto il contrario:
accade che sto per vivere.
Accade che sono e che continuo.
Non sarà dunque che dentro
di me cresceran cereali,
prima i grani che rompono
la terra per vedere la luce,
ma la madre terra è oscura:
e dentro di me sono oscuro:
sono come un pozzo nelle cui acque
la notte lascia le sue stelle
e sola prosegue per i campi.
E’ che son vissuto tanto
e che altrettanto voglio vivere.
Mai mi son sentito sé sonoro,
mai ho avuto tanti baci.
Ora, come sempre, è presto.
La luce vola con le sue api.
Lasciatemi solo con il giorno.
Chiedo il permesso di nascere.

 
 
 

DONNE INTUITIVE

Post n°749 pubblicato il 18 Agosto 2019 da neopensionata

Esistono donne che si lasciano guidare dall’intuito,
dal magico "sesto senso", una facoltà dell'anima
che fa sentire cose che devono ancora accadere,
che fa andare oltre i limiti delle apparenze
e delle conoscenze razionali.
Donne avvolte di magia e sacralità
che sanno cogliere l'essenza delle persone
e riconciliarsi con l’anima,
vivendo intensamente ogni sentimento,
ogni emozione, che vedono cose
che non possono essere descritte
ma solo sentite dall’intuito, dall’occhio dell’anima.
Perché le donne intuitive,
vivono di percezioni, sensazioni d’anima,
conoscono e attraversano le porte del tempo,
amano respirare il futuro.
Sono consapevoli che prima che la ragione
riesca a vedere e a capire,
la magia dell’intuito è già riuscita a “sentire”,
a capire l’essenza di ogni cosa.
Perché le donne intuitive
hanno il più potente ed umile dei sensi,
che è suggerimento angelico,
facoltà divina, voce dell’anima.


L'immagine può contenere: una o più persone e spazio all'aperto

 
 
 

DONNE TENERAMENTE COMPLICATE

Post n°748 pubblicato il 14 Agosto 2019 da neopensionata

Era insicura ed introversa, 
fatta di silenzi,
sorrisi a sorpresa,
difetti, vulnerabilità,
sbalzi d’umore,
improvvisi entusiasmi.
Diceva alle altre 
di essere forti, 
di credere in sé stesse 
ed essere orgogliose,
ma lei era fragile come il cristallo. 
Sarebbe bastata l’ennesima delusione 
e la sua anima 
si sarebbe frantumata in mille pezzi.
Perché lei era così,
umorale, delicata, vulnerabile, 
teneramente complicata,
fatta di sogni color nostalgia
e di sorrisi profumati come arcobaleni.


 
 
 
Successivi »
 

rosa

 
orologio e temperatura Palermo
 
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

maggie777dolcemiele22fedeagoskikko.66longo_stefydivinacreatura59call.me.Ishmaelmaandraxcruelangelscagnololungodonadam68g1b9prolocoserdianaidamaria.lalumiaapungi1950_2
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
N.B.:Questo Blog non rappresenta una testata giornalistica, come prevede la normativa n.62 del 2001. Le foto e i testi di questo Blog e del relativo Profilo sono state reperite sul web. Ove fosse stato violato il diritto di copyright, prego i proprietari di darmene avviso, per la relativa rimozione.
 

ANDRE' RIEU - TRISTESSE VIOLIN