**TEST**
Creato da neopensionata il 10/03/2009

PENSIERI LIBERI

Il mio Io in piena sintonia con me stessa

 

Nonno e nipote nel futuro......

Post n°901 pubblicato il 05 Aprile 2020 da neopensionata

- Nonno, mi racconti la favola di quelli che si salutavano dandosi la mano?
- Tesoro, l’hai sentita mille volte…
- Dai, dai dai…
- E va bè… c’era un tempo in cui ci si salutava stringendosi la mano destra, e alcuni più in confidenza si baciavano sulle guance.
- Ahahaha, mi fai morire nonno.
- Si facevano un sacco di feste, e nei cinema, teatri e ristoranti, i posti erano uno accanto all’altro, così che potevi capitare accanto a uno sconosciuto col virus.
- Ma così non morivano tutti, nonno?
- No, per secoli si visse senza virus, con gli autobus pieni, uno pigiato sull’altro con borseggiatori e palpeggiatori.
- I borseggiatori erano quelli che toccavano i culi, nonno?
- No, quelli erano i palpeggiatori. I borseggiatori ti fregavano il portafoglio.
- Senza guanti?
- Senza.
- Ma con l’amuchina, no?
- No, nemmeno. Allora c’era meno diffidenza di oggi, negli aerei c’erano sei posti per ogni fila, e un sacco di mariti e di mogli avevano gli amanti.
- E che ci facevano con gli amanti, si stringevano le mani?
- Si, non solo… ma per questo sei piccolo. Era un tempo in cui se ti tamponavano al semaforo poteva succedere che ci si pigliasse a botte…
- A meno di un metro, nonno?
- Si, a metro zero.
- Come la verdura?
- Si, ma non mi fare confondere, nipote. Allora, come ti dicevo esistevano locali dove la gente andava proprio per stare con gli altri, e più gente c’era, più ci si andava.
- Assurdo, nonno!
- C’erano le discoteche…
- Dove andavi e prendevi un disco in prestito, nonno?
- No, dove si andava a ballare ascoltando musica.
- Allora pure nelle biblioteche si ballava ascoltando libri?
- Ma perché non dormi, adesso, tesoro? È tardi…
- No, continua… Dimmi di quando per protesta si andava tutti in piazza uno addosso all’altro!
- Si, c’era anche un movimento che si chiamava Le Sardine, proprio perché volevano stare uno vicino all’altro come le sardine in scatola.
- Senza autocertificazione, nonno?
- Senza.
- Nonno, mi piace un sacco la tua fantasia. Domani mi racconti quella del signore fiorentino che ha fatto cadere il governo che sosteneva e poi ha fatto vincere Salvino?
- No, nipote. Quella è ancora una ferita aperta. Adesso dormi, piccolo.
- Grazie nonno. Mi mandi un bacio da lontano?
- Si, tesoro. Anche un abbraccio.
- Virtuale però, nonno. Che tu sei vecchio e puoi schiattare.
- Si, tesoro, anche io ti voglio bene. Buonanotte.
- Buonanotte nonno.


Morte del nonno in sinistro nipote diritto al risarcimento

 
 
 

★ ★ ★ ★ ★ ★ ★ ★

Post n°900 pubblicato il 03 Aprile 2020 da neopensionata

C’è un assordante silenzio,in questo rumore del nulla che racchiude tutte le assenze.L’udito fatica a percepire la mancanza del motore,il sottofondo del clacsone quel fastidio senza nome.Suoni nuovi per nuove orecchie,una tortora in lontananza un piccione che tuba felice e il cigolio di una bici.Sento gli odori, guardo i colori ascolto perfino i miei pensieri.Fanno rumore, adesso lo sento.E ascolto, su tutto, il rumore del nulla:altro non è che il suono dei baci non dati,di tutte le parole non dette,degli amori soffocati,dei sentimenti non manifestati.C’è un Ti Amo taciuto,una carezza non fatta,uno schiaffo trattenuto,financo un sorriso silenzioso.Fa rumore anche lui,in questo enorme,colossale,innaturale silenzio.

 
 
 

★ ★ ★ ★ ★ ★ ★ ★

Post n°897 pubblicato il 01 Aprile 2020 da neopensionata

Questa situazione di assoluta e inedita emergenza, crea un’amplificazione a dismisura delle sensazioni, forse anche dei sentimenti, di ciascuno di noi.

Almeno nel mio caso è così.
È come se tutto venisse osservato attraverso una grande lente di ingrandimento.
Viene amplificata la paura, l’amore, la solidarietà, perfino la cattiveria o la diffidenza.
Per questo motivo non ho grandissime aspettative sul dopo, ma di questo ci sarà tempo per parlarne. L’adesso è fatto di esagerazioni, a volte anche nell’odio tra cittadini presunti colpevoli di non rispettare i divieti, altre in un colossale volemose bene generale.

Però siamo fondamentalmente, e direi adesso anche amplificatamente, individui egoisti, prigionieri, oltre che delle nostre mura, del nostro punto di vista.
È come se non ci fosse un grandissimo NOI a dominare il terrore per il presente e il prossimo futuro, ma tanti giganteschi IO.
Pochissimi immaginano sé stessi come potenziali untori, magari anche portatori sani di infezione, ma tutti immaginiamo possa essere l’altro il contenitore camminante di corona virus. Ci dobbiamo difendere dal nemico invisibile, e non ci viene in mente che prendendo in trentamila i treni per il sud, il nemico invisibile lo portiamo con noi in cuccetta.
È una gara a chi biasima il prossimo, canzonandolo perché vuole andare a correre, che se ne stia a casa, il cialtrone, o quello perché ha il cane e quindi presunti diritti più di noi, perfino il fumatore che perché non muore di cancro, invece di andare al tabacchino liberamente.
Noi ci autoassolviamo da qualsiasi colpa.

La lente ingrandisce il disagio, l’ansia, le preoccupazioni e quindi anche il nervosismo, proiettato sempre verso l’altro. Stiamo attraversando la fase più difficile, il picco della sopportazione sta per arrivare, ma non sappiamo se poi scenderemo o lo manterremo costante.
Certo, la lente amplifica anche il lavoro dei volontari, gli eroi della quotidianità, la compenetrazione nelle storie strazianti di vittime sole, la pena infinita e l’angoscia dello sconosciuto.
Proviamo a pensare che gli altri siamo noi, come diceva il poeta, magari ne usciremo un po’ meno induriti


La Depressione: il male dei nostri tempi che si può sconfiggere ...


 
 
 

★ ★ ★ ★ ★ ★ ★ ★

Post n°896 pubblicato il 30 Marzo 2020 da neopensionata

C’è un assordante silenzio,

in questo rumore del nulla
che racchiude tutte le assenze.
L’udito fatica a percepire
la mancanza del motore,
il sottofondo del clacson
e quel fastidio senza nome.

Suoni nuovi per nuove orecchie,
una tortora in lontananza
un piccione che tuba felice
e il cigolio di una bici.

Sento gli odori, guardo i colori
ascolto perfino i miei pensieri.
Fanno rumore, adesso lo sento.
E ascolto, su tutto, il rumore del nulla:
altro non è
che il suono dei baci non dati,
di tutte le parole non dette,
degli amori soffocati,
dei sentimenti non manifestati.

C’è un Ti Amo taciuto,
una carezza non fatta,
uno schiaffo trattenuto,
financo un sorriso silenzioso.

Fa rumore anche lui,
in questo enorme,
colossale,
innaturale
silenzio.

silenzio assordante - Analisi - Wattpad

 
 
 

Storica implorazione di Papa Francesco

Post n°895 pubblicato il 28 Marzo 2020 da neopensionata


STORICA IMPLORAZIONE DI PAPA FRANCESCO IN UN PIAZZA SAN PIETRO DESERTA. 


Un evento che finirà dritto dritto sui libri di storia. Si è da poco conclusa la 

benedizione “Urbi et Orbi” di Papa Francesco sul sagrato della Basilica San 

Pietro con la Piazza vuota: un momento voluto dallo stesso Pontefice che 

ha invitato i cattolici di tutto il mondo a riunirsi in preghiera a cui è stata 

concessa l’indulgenza plenaria. Sua Santità, sotto una pioggia fitta, ha 

elevato la supplica per la fine della pandemia: «Da settimane sembra 

che sia scesa la sera. Fitte tenebre si sono addensate sulle nostre piazze, 

strade e città. Si sono impadronite delle nostre vite riempiendo tutto di 

un silenzio assordante e di un vuoto desolante che paralizza ogni cosa 

al suo passaggio: si sente nell’aria, si avverte nei gesti, lo dicono gli sguardi». 

«Ci siamo resi conto di trovarci sulla stessa barca, tutti fragili e disorientati, 

ma nello stesso tempo importanti e necessari, tutti chiamati a remare insieme, 

tutti bisognosi di confortarci a vicenda», ha detto.Nel cancello centrale della 

Basilica Vaticana sono stati collocati l’immagine della Salus Populi Romani e 

il Crocifisso di San Marcello, baciato da Papa Bergoglio che successivamente 

si è spostato nell’atrio per una meditazione. Il Santissimo Sacramento è stato 

esposto in Piazza dal Pontefice che ha benedetto i quattro punti cardinali.



 


 
 
 
 
Successivi »
 

rosa

 
orologio e temperatura Palermo
 
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Aprile 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

I MIEI BLOG AMICI

- Orchidea rosa - Elvira
- Carpe Diem - Luca
- Le mie montagne -Ingrid
- WINDOW ON THE WORLD - Mario
- @Ascoltando il Mare@ -- virgola
- IL MONDO DI VETRO - Pasq
- DOLCI MOMENTI -Grazia
- AZAHAR -Laura
- INFINITY - Estelle
- gioiadivivere - Franca
- I miei hobby - Nonno Renzo
- buone notizie - paperino61to
- IL MIO MONDO BLOG . simona_77rm
- Afroditemagica - Stella
- La riva dei pensieri- Gian
- Londa &egrave; il mare---coluci
- DON CAMILLO - CAMILLO
- Lamicizia &egrave; gioia-Antonio
- Giuseppe Catanzaro - Pino
- Channelfy - Francy
- Ali Della Fantasia - Ellen . Nrlly
- Anima_silente
- Sentimentalmente-Giovanna
- The Art Is Japan
- Setoseallegorie - das.silvia
- Le Mie Emozioni...- donadam
- Lamicizia per voi! Apungi
- ETERNAMENTE IO - Vittorio
- MAPPAMUNDI - Patty
- Dono damore - Nunzio
- TORMENTI - Satanona - Asia
- FERMATI..- Federica
- Wonderwall - Francesca
- Bisbigli donde Silvia
- DI TUTTO UN PO - Laura
- alidellaliberta - Giulia
- LA FACCIA NERA .Cardia Vincenzo
- Biagio Antonacci - miss.sorriso
- Il cielo in 1 stanza---elyrav
- Dolce_eternity/nuvola-vola/Francy
- SENZA PRETESE - Licia
- pensieri in libert&agrave;--Tina
- La Venere desnuda - Poison
- Amore e luce
- Io, me e Priscilla
- EMOZIONARMI - Lucy
- sognando te - Agnese
- SAL&amp;ALLEGRABAND
- OCHIDEA BLU
- Piacevole Ascolto...alba.estate
- ...Strega...cindy
- comunicare-maria teresa.savino
- Saggezza Indiana
- Aida
- la sete verde - bluaquilegia
- love in music - Marco
- &quot;Ricomincio da 0&quot; - Cristina
- Jacotte
 

ULTIME VISITE AL BLOG

elyravgianor1neopensionataprolocoserdianaROSSA.LUNA40QuartoProvvisoriogabbiano642014scivolare.sultuovisovolami_nel_cuore33olgy120tantaamoreITALIANOinATTESAalf.cosmossaverio.anconaalba.estate2012
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
N.B.:Questo Blog non rappresenta una testata giornalistica, come prevede la normativa n.62 del 2001. Le foto e i testi di questo Blog e del relativo Profilo sono state reperite sul web. Ove fosse stato violato il diritto di copyright, prego i proprietari di darmene avviso, per la relativa rimozione.