Nefrologia:aggiornamenti e novità terapeutiche da Xagena

Newsletter Xagena

Aggiornamento in Medicina

Empagliflozin rallenta la progressione della malattia renale negli adulti con diabete di tipo 2

I nuovi dati dello studio EMPA-REG OUTCOME hanno mostrato che l’inibitore SGLT2 Empagliflozin ( Jardiance ) è associato a più lenta progressione della malattia renale e a un minor numero di eventi ren …


Gli antiacidi della classe degli inibitori della pompa protonica possono causare insufficienza renale cronica

Due nuovi studi hanno mostrato che i farmaci utilizzati per il trattamento del reflusso acido e dei bruciori di stomaco possono danneggiare i reni, aumentando il rischio di malattia renale cronica. …

Mediexplorer.it


Lisinopril più Telmisartan non più efficace di Lisinopril nel trattamento del rene policistico autosomico dominante

L’impiego di due farmaci non ha prodotto una maggiore efficacia rispetto a un singolo farmaco nel rallentare la progressione della malattia nelle persone con malattia del rene policistico autosomica d …


Nintedanib presenta efficacia paragonabile a Sunitinib, ma una minore incidenza di eventi avversi nel carcinoma a cellule renali

Da uno studio di fase II è emerso che Nintedanib presenta una efficacia simile a Sunitinib ( Sutent ) nei pazienti non-trattati in precedenza con carcinoma renale avanzato, ma una più bassa frequenza …


Micofenolato mofetile più efficace della Ciclofosfamide per via endovenosa per la terapia di induzione nella nefrite lupica

Rimane una questione controversa stabilire se il Micofenolato mofetile ( CellCept ) sia superiore a Ciclofosfamide ( Endoxan ) come terapia di induzione per la nefrite lupica.Ricercatori del China Med …

Xapedia.itNuovi farmaci in oncologia


Insufficienza renale terminale: mortalità associata alla Digossina

La Digossina ( Lanoxin ) è stata utilizzata per decenni nel trattamento delle malattie cardiovascolari. Nel 1997, la FDA ( Food and Drug Administration ) ha approvato la Digossina per il trattamento d …


CMS: i farmaci stimolanti l’eritropoiesi possono creare gravi problemi nei pazienti nefropatici con anemia

Un Panel di nefrologi ha concluso che ci sono gravi rischi nell’uso dei farmaci stimolanti l’eritropoiesi ( ESA ) nel trattamento della malattia renale cronica nei pazienti con anemia. Inoltre, c’è un …

Nefrologia:aggiornamenti e novità terapeutiche da Xagenaultima modifica: 2020-03-04T07:39:42+01:00da tiberis1

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.