CORRIERE DELLA SERA: Il ritorno del COVID – La tragedia del Meir Medical Center in Israele

Medical staff work at the COVID-19 isolation ward of Meir Medical Center in Kfar Saba, near the Israeli coastal city of Tel Aviv, on September 9, 2020. (Photo by GIL COHEN-MAGEN / AFP)

ISRAELE: 1 PAZIENTE VACCINATO MA POSITIVO HA DATO IL VIA A UN FOCOLAIO CHE HA INFETTATO 41 PERSONE CHE ERANO TUTTE VACCINATE CON PFIZER ( TRANNE 3 NON-VACCINATI ) – 5 PAZIENTI CON MALATTIE PREGRESSE SONO MORTI, GLI OPERATORI SANITARI INVECE SONO RISULTATI POSITIVI MA ASINTOMATICI

Mascherine e vaccini anti Covid non sono bastati a evitare un importante focolaio che si è verificato nel luglio 2021 in un ospedale in Israele. A raccontarlo è uno studio pubblicato su Eurosurveillance, la rivista europea sulla sorveglianza, l’epidemiologia, la prevenzione e il controllo delle malattie infettive.

Quel che è successo al Meir Medical Center è emblematico: un anziano paziente in dialisi, non testato per Covid al suo ingresso, ma poi risultato positivo, ha contagiato altre 41 persone tra pazienti, personale ospedaliero (che indossava la mascherina) e familiari. Ben 39 dei contagiati (il 96%) erano completamente vaccinati, tutti da oltre cinque mesi.

Il Meir Medical Center è un ospedale di Kfar Saba, in Israele. È il settimo complesso ospedaliero più grande del paese e fa parte di una rete di ospedali di proprietà e gestiti da Clalit Health Service.

Sui pazienti è stata condotta un’analisi filogenetica e quattro casi avevano una sequenza genetica diversa pertanto è stato riconosciuto un unico focolaio composto da 42 casi: 38 completamente vaccinati con doppia dose di Pfizer, 1 con singola dose dopo la guarigione dal Covid e 3 non-vaccinati.

«Nonostante la popolazione esposta al virus fosse altamente vaccinata l’infezione si è diffusa molto rapidamente – scrivono gli autori – e molti casi sono diventati sintomatici entro due giorni dall’esposizione , con carica virale elevata». Dal momento che sembra ormai confermato che il vaccino sia meno efficace contro l’infezione da Delta e l’immunità cali nel tempo è allo stesso tempo opinione diffusa che il mix tra vaccini e mascherine possa bastare per proteggersi dalla malattia da Covid. Tuttavia, nel caso del’ospedale di Israele tutte le trasmissioni tra pazienti e personale si sono verificate tra individui con mascherina e vaccinati. ( Fonte: Corriere della Sera )

APPROFONDIMENTI SU CORRIERE DELLA SERA ( DAGOSPIA ): https://www.dagospia.com/rubrica-29/cronache/ritorno-covid-israele-paziente-vaccinato-ma-positivo-ha-dato-285314.htm

 

Vaccini

Vaccini News

https://www.vaccini.net
COVID: la protezione per il vaccino Pfizer-BioNTech cala 4 mesi dopo la vaccinazione. I regimi a due dosi dei vaccini a mRNA ( RNA messaggero ) Moderna e Pfizer …

La vaccinazione per fasce d’età

A partire dai 65 anni, la vaccinazione anti-influenzale è …

Immunogenicità dei vaccini

Immunogenicità dei vaccini a mRNA per COVID-19 nelle …

Focus

AIFA: Come si trattano le trombosi dei seni venosi cerebrali o del …

Vaccinazione anti-influenzale

Segnalazioni di reazioni avverse dopo vaccinazione anti …

Le vaccinazioni per fascia d’età

Le novità sui Vaccini. Vaccini.net. Vaccini batterici e virali …

Vaccinazioni per i soggetti di

Vaccinazioni per i soggetti di età uguale o superiore a 65 anni …

Virus

La FDA ha approvato Comirnaty, il primo vaccino contro il COVID …

Sito di iniezione e il rischio di

Sito di iniezione e il rischio di reazioni locali al vaccino …

Vaccino meningococcico

Mencevax: ri-vaccinazione dei soggetti che rimangono ad alto …

Sicurezza e immunogenicità di

Sicurezza e immunogenicità di un nuovo vaccino multivalente …

 

 

CORRIERE DELLA SERA: Il ritorno del COVID – La tragedia del Meir Medical Center in Israeleultima modifica: 2021-10-10T12:00:07+02:00da tiberis1

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.