Creato da francy_62 il 23/10/2008
pensieri in libertà

IL MIO NUOVO BLOG (sbagliato) SU VIRGILIO

 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2009 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

AMICI PRESENTI AL PRANZO DI DOMENICA 15-4-12

Francy_62
nuovavita2011
vogliorivivere1
gattoficcanaso (e gentile signora)
pennydog
bionda66
dolceelfa75
germano.capoverde

 

BRAZIR

Haiku:

occhi al cielo
cercando una strega
vidi la rana

 

ISRY

Parodia:

 occhi al letto
cercando una rana
vidi un pi ci

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2009 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 87
 

TRAFFICO

 

 

RADIO DG.VOICE

 

Messaggi di Ottobre 2009

TUTTI A SCUOLA!

Post n°110 pubblicato il 27 Ottobre 2009 da francy_62

Tutti a scuola. Già. Ma chi?
La cultura è importante, si sa. Sia che si viva in un piccolo stagno, sia che si soggiorni in una immensa "paludopoli".

Io però, ora come ora, vorrei bandire qualcuno dalle scuole. Qualcuno che la sta facendo da padrone! Ormai se ne parla da un pezzo... e parla oggi, parla domani, eccoci qui... è arrivata! Lei... la regina delle regine... Cosa? Chi? Ma sì, dai.... l'infuenza suina!

Ormai nella scuola media di mio figlio, un terzo degli alunni è a casa. Influenzati o solo timorosi di esserlo? Ah! Saperlo. Psicosi? Allarmismo? E che ne so... Qualche caso accertato dall'USL c'è stato, ma ora? Chi tiene a casa i figli sani perchè non si ammalino, conta di tenerceli fino a febbraio, quando prevedono che il contagio sarà finito?

Intanto si stanno predisponendo anche i vaccini, specie per le persone a rischio, vuoi per problemi di salute preesistenti, vuoi perchè operatori sociali.
Io ci casco dentro doppiamente: sia come insegnante e sia per un mio deficit (no, non intellettivo... quello può anche darsi ci sia, ma ancora un vaccino che mi renda immune dall'ignoranza non lo hanno inventato! Ahahahahah! Eppure farebbero soldi a camionate..... ). Quindi io dovrei essere in una botte di ferro... ma si sa, le botti di ferro se messe in acqua, fan la ruggine e, cosa ancora più grave, vanno a fondo. Infatti a scuola mi è già arrivato l'avviso che se voglio mi vaccineranno gratuitamente... peccato che i vaccini non ci siano... forse a gennaio se ne parla... Che dite? Conterà? Ahahahahah!

Allora io vorrei bandire dalla scuola l'influenza suina. In fondo, sono anni che ci battiamo contro l'influenza asinina... ma di somari ne sforniamo ogni anno. Ehehehehehhh... Ci manca pure che iniziamo a sfornar maiali! Va bene che bisogna espandersi, rinnovarsi e stare all'avanguardia, però.... mi pare un po' troppo!!!

Buona influen....hem... no buona giornata, tanto l'influenza ce la beccheremo tutti. Uff... Cra cra cra!

 

PS: tutti a scuola! Ma tutti chi? Tutti i reduci e gli incontaminati, ovvio!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

DECODER E DIGITALE TERRESTRE

Post n°109 pubblicato il 23 Ottobre 2009 da francy_62

Sarà... sarà che sono solo una ranocchia, ma non trovo giusto che molte famiglie, per continuare a guardare i programmi RAI, di cui pagano l'abbonamento, siano costretti ad acquistare un decoder o una televisione nuova, solo perchè stanno cambiando in tutt'Italia il sistema di trasmissione.
E chi soldi da spendere non ne ha e gli andava ben benino la vecchia tv e il vecchio sistema?
Come minimo, non dovrebbero più pagare il canone.... 
Mi pare un'assurdità...
Ma io forse, ne capisco poco.

Notte nottina a tutti e buon fine settimana. Cra cra cra!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

MISSING

Post n°108 pubblicato il 21 Ottobre 2009 da francy_62

Se per caso dovessi sparire di colpo dal mio blog o non mi vedete più transitare nel vostro, non andate a "Chi l'ha visto"... mica perdono tempo a cercare una ranocchia!

Se mi eclisso dal blog le possibili cause potrebbero essere:
1- Ho incontrato un vero principe azzurro e sono fuggita sul suo bianco destriero. Mah... Allora credo che mi vedrete qui nei secoli dei secoli. Amen!
2- Ho problemi con il pc o con l'adsl, ma in questo caso la mia assenza potrebbe essere solo temporanea perchè in qualche modo mi farei viva, andando in un internet point, come già mi è accaduto.
3- Sono stata rapita. In quel caso tutti i notiziari e i quotidiani nazionali ed internazionali, nonchè le reti internet, riporteranno la notizia del riscatto che una banda di squinternati ha chiesto per rilasciare una ranocchia. E qui potrei salvarmi, perchè qualche ristoratore potrebbe pagare il riscatto. Per poi farmi finire nell'olio bollente. Mmmm... ma allora sarei di nuovo da capo... No, questa causa non vale. Non leggetela nemmeno! Ehehehehh!
4- Sono andata all'altro mondo o sono fracassata in ospedale tentando di non andarci dopo un frontale. Oggi in effetti l'ho rischiato e sfiorato per un soffio, perchè ho lampeggiato e l'auto è rientrata senza effettuare il sorpasso. Comunque per un attimo ho visto la mia fine e tra i tanti pensieri che in una frazione di secondo mi sono balenati in testa, oltre a mio figlio, ai miei  ecc... ho pensato anche a voi e a cosa avreste pensato se di punto in bianco io non avessi più risposto ad alcun commento o messaggio...

Va beh... per stavolta non vi siete ancora liberati di me. Ma potrebbe anche accadere. Nel caso: io non ne ho colpa e se posso, verrò a darvi i numeri del lotto in sonno (per il resto, i numeri di do già abitualmente di mio! Ah ah ah!).

Notte nottina a tutti... e stanotte niente numeri fortunati! Cra cra cra!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

CENERENTOLA DOC

Post n°107 pubblicato il 19 Ottobre 2009 da francy_62

Ed io che pensavo di essere una ranocchia, scopro invece di essere una Cenerentola. Ma nemmeno la classica Cenerentola, con tanto di scarpetta di cristallo che non riesce ad infilare nessuna (e qui potrei anche esserlo, dal momento che calzo un 36 scarso...) e che alla fine incontra quel fatidico principe... Ah, beh... no... ora che ci penso, meglio di no... tanto poi finirei nel cadere nell'altra fiaba (e le cadute fan sempre male... ehehehehh) e trasformare in rospo anche quello! Io ho già dato! Uno mi basta, lascio il posto alle altre dolci donzelle!

Stavo dicendo che sono una Cenerentola, ma solo per quel che riguarda la prima parte della fiaba. Ricordate la scena in cui lei, china sul pavimento, munita di secchio e spazzola, si fa in quattro per pulirlo?
Ecco... appunto! Quel tipo di Cenerentola! Grrr.....

E non è una battuta. Avete presente quei bei pavimenti in monocottura, dove tra una piastrella e l'altra c'è una fuga larga un dito? E avete sempre presente, come si possono ridurre le fughe in una cucina? Ma accidenti alle fughe! Perchè non fanno il loro dovere, e fuggono un po' via o fanno fuggir lo sporco? Ufff.....

Comunque, poichè in un pavimento chiaro, la fuga nera non ci sta affatto bene (io mica sono juventina...), periodicamente mi cimento in una delle mie performance meglio riuscite: mi armo di ginocchiere, secchio, spazzola di ferro, acido muriatico, tanto olio di gomito e via andare! Vai col lisssssio! Un-due-tre... un-due-tre... Potrebbero assumermi per un musical!
Senza contare che nel frattempo, faccio anche delle belle inalazioni! Tutta salute... sì, tutta salute che se ne va!!!

Allora chiedo alle altre Cenerentole della rete, o ai probabili Cenerentoli (che magari non ne sanno di pavimenti, ma di prodotti chimici o di fughe di cemento sì) se esiste in commercio un prodotto che pulisca queste maledette fughe, senza doversi spaccare la schiena, le ginocchia, le braccia ed intossicarsi!

In caso contrario...................................cercasi manovalanza!!!! Ah ah ah ah!

Vi saluto... vado a terminare il lavoro. Cra cra cra!

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

DISAGIO

Post n°106 pubblicato il 15 Ottobre 2009 da francy_62

Ecco... ci ricasco sempre! Uffa...

Meglio mentire e/o tacere una verità scomoda, o parlare e compromettere un'amicizia o un rapporto di lavoro?
Giuro... non verrò mai a capo di questo dilemma.
Mentire mi è pressochè impossibile, tacere altrettanto. Se lo faccio,non mi sento a posto e ci sto male... Così immancabilmente finisco per essere me stessa e... per rovinare tutto.
Tra i tanti difetti che ho, questo credo sia il peggiore.

Un saluto velato di tristezza.... Cra cra cra!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

TEPORE D'AUTUNNO

Post n°105 pubblicato il 14 Ottobre 2009 da francy_62

Tepore? Seeeeee! Ma dove?!?!
Qui di botto siamo passati da giornate quasi estive (qualcuno in spiaggia c'era ancora con i piedi a mollo) all'umidità che ti entra nelle ossa e a tamperature nordiche! Uff... Come al solito, i cambi graduali di stagione non esistono più. Un po' come chi va dalla parrucchiera con i capelli lunghi e anzichè farsi dare solo una spuntatina, zac! Taglio netto...

E allora io il tepore me lo creo... riprendo un rito serale, fatto di gesti dolci e magici che ormai da anni mi accompagna (ehm... no... non quello.... quello l'ho abbandonato da una vita, perchè mi metteva addosso del gelo... ma questa è un'altra storia).

Sto parlando della mia stufa.
Dai... adesso vi spiego. Nel mio soggiorno, un angolo è rimasto per parecchio tempo vuoto, con un vecchio mobile provvisorio, in attesa di trovare il giusto pezzo d'arredamento. Ma non trovavamo nulla che si adattasse al divano (blu) e agli altri mobili (una credenza alta, una bassa e un tavolo a tiro, tutto in stile romagnolo).
Ci sarebbe stato bene un bel camino grande, ma ero contraria, se non altro per lo sporco che comporta e, onde evitare la tentazione futura di costruirlo, non avevamo progettato nemmeno la canna fumaria.
Poi, anni fa, visitando la casa di una mia carissima collega solita trascorrere le vacanze a Moena, scroprii l'esistenza di strufe particolari, tutte fatte in pietra refrattaria e rivestite di maioliche. Era un capolvoro. Sono stufe in muratura, costruite in loco su apposito progetto e mi venne la tentazione di averla. Sentito il prezzo, diedi della pazza alla mia amica e mi passò del tutto la tentazione. La sua all'epoca era costata circa 16 milioni di lire.

Ma... mai dire  mai! E gira, frulla e pirulla... quell'angolo del soggiorno era sempre vuoto, la mia testa sempre più piena dell'idea di una stufa di quel tipo e.... arrivò la stufa!

Lo so... lo so.... starete pensando la stessa cosa che pensai io... ma tant'è!
A rigor di cronaca, devo dire che sono stufe molto particolari, perchè basta caricarle una volta al giorno (ed io lo faccio di sera) con poca legna, che loro riscaldano tutto l'ambiente e rimangono calde fino alla carica successiva. Alla fin fine, noi stiamo ammortizzando la spesa, sia perchè per tali tipi di stufe lo stato dà un rimborso del 30% (per il risparmio energetico e perchè non inquinano), sia perchè al piano terra, il riscaldamento è acceso solo nel bagno e riscaldiamo circa 80 mq con una spesa di circa 200 euro per inverno. Se qualcuno fosse interessato, vada sul sito della Thun  www.stufeoriginalithun.it/ita/22.asp a rendersi conto del genere.

Questa divagazione, per farvi capire che io amo la mia stufa, mi piace guardarla... ma ancor più mi piace adesso, accovacciarmi sui cuscini vicino a lei e accenderla.
La apro... sistemo qualche foglio di quotidiano appallottolato, un po' di bastoncini fini e con l'accendino appicco il fuoco. La fiammella pian piano percorre la carta, lambisce i legnetti e si sprigiona la prima vera fiamma. A quel punto aggiungo la legna... non tanta, non ce ne vuole tanta... e aspetto.... aspetto che prenda bene... ammiro la fiamma che cresce... ascolto il crepitio della legna... mi lascio avvolgere dal primo tepore  (eccolo, il tepore!!! eheheh) che emana... mi perdo a guardare le evoluzioni delle fiamme, che scappano, si rincorrono... le stupende sfumature del fuoco... assaporo il profumo della legna che brucia, quel lieve odorino di fumo... vado con la mente a pensieri e ricordi piacevoli (oddio, non sempre... uffa!)... mi perdo proprio ad osservare lo spettacolo del fuoco.... mmmmm... me la godo proprio! Va beh... certo... se fossi davanti ad un caminetto acceso, in una baita di montagna, con al fianco un bell'uomo sarebbe meglio... ma meglio accontentarsi, no?

Mi piace compiere questi semplici gesti. Mi riportano a quando da bambina, venivo in inverno a casa da mia nonna... Lei non aveva i caloriferi e accendeva il camino in sala e la stufa in cucina. Era una banale stufa laccata bianca, quelle che fungevano da cucina economica, con annesso il forno... Ricordi di un tempo molto passato... eppure.... Eppure son vecchia! Altrochè! Mi par di essere mia nonna quando raccontava... grrrrr!
Va beh... la ruota gira.

Ora mi godo la mia stufa. Anche adesso, in questo preciso momento, se allungo la mano, ne sento il tepore (sempre lui!) perchè l'ho voluta far costruire passante, cioè a cavallo tra due stanze: ho sfondato il muro tra soggiorno e studio ed è a fianco della mia scrivania. Mmmmmm.... che goduria!

Vi abbraccio tutti... chissà se vi giunge un po' del mio... sì, proprio quello: TEPORE!!! Cra cra cra!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

DUBBIO

Post n°104 pubblicato il 12 Ottobre 2009 da francy_62

(Voce impostata alla Gassman, please!).
"Essere............. o non............. essere, questo è il dilemma!"
...... mmmmm..... no..... questo è il dubbio di qualcun altro.
Il mio è diverso, di sicuro meno nobile..... mmmmm...... vediamo come riuscirlo ad esperimere senza... senza... beh, leggendolo, capirete la mia difficoltà....

Dunque: l'uomo, parlando di una donna che c'è stata o non c'è stata con lui, di solito dice: "Me l'ha data" o "Non me l'ha data".
E da qui nasce il mio dubbio... anzi, ora che ci penso, più d'uno.

1- Ma cosa diamo? Se io do qualcosa di mio, poi ne resto senza, o me ne rimane di meno. Invece pare che mi rimanga, che sia di mia esclusiva proprietà... Al massimo la presto, la metto in società, la condivido... ma poi la rivoglio!!! O no?

2- Forse la si può "dare" e non averla più indietro, solo la prima volta. A parte il bisturi che fa miracoli (già, sembra che oltre a tagliare, serva anche a.... chiudere!!! Ehehehhehehhh).

3- Ma siamo sicuri che "la si dia"? Non è piuttosto che, in quelle occasioni,  "lo si prenda"?

Per cui riferendoci a quello, forse, l'uomo piuttosto che dire "non me l'ha data" sarebbe più corretto se dicesse " non lo ha voluto prendere"! Ehehehehehhhh

Meditate rospi, meditate! Ahahahahahhhhh

Buona settimana a tutti. Cra cra cra!

PS 1: lo so, l'argomento esula un po' dal mio solito, ma anche le ranocchie nel loro piccolo.... ehm.... hanno dei dubbi! Eh eh eh... Illuminatemi d'immenso!!!

PS 2: a seguito dei commenti ricevuti, voglio ribadire un concetto: dietro una donna che "la dà" c'è la stessa donna che "lo prende" e lo vuole fare. Un po' come all'epoca degli uomini primitivi, quando non esistevano le monete e tutto si basava solo sullo scambio...

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

LA MIA PRIMA VOLTA...

Post n°103 pubblicato il 10 Ottobre 2009 da francy_62

Ebbene sì... stasera vi parlerò della mia prima volta. Con un po' di imbarazzo, lo devo ammettere.
Non ci sono arrivata molto presto: devo confessare che ero già una rana matura, se così si può dire. Non è stato molto semplice farlo e anche quando mi ero decisa a compiere quel passo, sono passati vari giorni prima che ci riuscissi, giorni in cui l'impazienza l'aveva fatta da padrona.
Non so se qualcuno di voi ha vissuto la mia stessa esperienza, ma non credo. Nel caso, mi piacerebbe potermi confrontare con voi, qui  nel mio blog o, se proprio l'imbarazzo vi blocca, anche tramite messaggi privati.

Ebbene sì

.

.

.

pochi giorni fa

.

.

.

per la prima volta in vita mia

.

.

.

ho finalmente

.

.

.

letto un libro di un autore che conosco!!!

Ah ah ah ah ah!!! Ma cosa stavate pensando? Ma cosa credevate vi raccontassi? Siete proprio ben maliziosetti, eh! Spero almeno che il vostro primo pensiero sia stato: la ranocchia è impazzita! Nello stagno devono averle versato delle scorie radioattive e allucinogene! Eh eh eh eh... Mi dispiace per voi, ma se volete leggere qualcosa di piccante con me, non avete altra alternativa se non dare un bel morso ad un peperoncino rosso. Ehehehehheh...!

Va beh, torniamo seri.
Di libri ne ho letti molti, ma non mi era mai successo di conoscerne l'autore. Invece sabato scorso mi è capitato tra le mani il libro di uno di voi (oddio, capitato... mica mi è piovuto dal cielo... l'ho cercato ed ordinato...). Infatti, tra le persone con le quali ho da tempo uno scambio di commenti sui blog, vi è anche eric65v che ha scritto e pubblicato un libro. Ne parla nel suo blog da tempo ed ora che è uscito, ho voluto leggerlo.

"Il volo della farfalla" (questo il titolo) non è un romanzo di fantasia, ma il diario di un determinato e tormentato periodo della sua vita, nel quale vive momenti di grande disagio interiore. Una relazione particolare mette in crisi la sua esistenza fino ad allora impeccabile ed integerrima. Egli stesso si condanna e si giudica con severità.

Avendo letto tanti suoi post e conoscendolo per quello che pensa e scrive, vi assicuro che leggere il suo libro non è stato semplice, perchè non era la storia di un anonimo, ma di uno di voi... e come vi ho già manifestato, ritengo di aver incontrato qui delle persone speciali a cui mi sono affezionata. Per cui, toccare con mano il suo malessere, il suo disagio... beh... mi ha colpito profondamente.
Ho letto il suo libro tutto di un fiato... immedesimandomi nella sua situazione... provando forti emozioni. E mentre lo leggevo, avrei davvero preferito ignorare chi ne fosse l'autore... Ufff... Si patisce quando si sa che qualcuno che conosci sta male. Almeno, per me è così....

La sua vicenda ci può far capire quanto il nostro animo sia fragile e quanto nessuno di noi sia esente dal rischio di comportasi in modo diametralmente diverso da quanto abbiamo fatto per tutta la nostra vita, in barba ai nostri più sani principi. 

Credo che dietro tanta sofferenza, ci sia comunque un animo nobile, al di là della sbandata vissuta e raccontata, anche con alcune pagine forti. Nessuno di noi si può permettere di giudicare l'agire di un'altra persona, perchè nessuno di noi può prevedere come potrebbe comportarsi se la vita ci mettesse di fronte a certe situazioni che mai avremmo immaginato. Mai dire mai (mmmm.... mi pare di averlo già sentito... voi che dite? ....).

Ciao Enzo, spero che tu riesca a riacquistare pienamente la tua serenità.
Notte nottina a tutti. Cra cra cra!

PS: se qualcuno si fosse incuriosito, può trovare qualche notizia andando nel suo profilo o nel blog ESISTENZIALISMO, dove ne parla in vari post. Comunque il libro è: "Il volo della farfalla" di Eric, Altromondo editore, prenotabile solo via internet tramite la casa editrice (ehi, Enzo!!! Ma ti sto facendo della pubblicità!!! Poi voglio una percentuale sulle vendite! Ahahahahahhh!)

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

LA METAMORFOSI DELLA FARFALLA

Post n°102 pubblicato il 07 Ottobre 2009 da francy_62

C'era una volta un bruco...
Piccolo, brutto e goffo. Per tutta la sua vita, non aveva fatto altro che strisciare, allontanandosi solo di pochi centimetri da dove era nato.
Vedeva attorno a sè, un mondo meraviglioso e infiniti insetti che attorno a lui svolazzavano felici, godendosi la maestosità della natura. Li invidiava molto ed avrebbe voluto essere come loro, solo che per sua indole e natura, non riusciva ad essere diverso: poteva solo strisciare e brucare (mica per niente era un bruco!) la foglia su cui si trovava.

Si trovò poi ad attraversare il periodo più brutto e buio della sua vita: si sentì soffocare, rinchiuso in una gabbia piccola, stretta ed asfissiante. Ora, non solo non poteva godere del mondo vome avrebbe sempre voluto fare, ma nemmeno lo poteva ammirare, rinchiuso com'era nel suo bozzolo.

Passò un tempo che per lui parve interminabile, durante il quale la sua mente pensò che era ormai giunta la fine e si rassegnò apaticamente ad essa.

Ad un certo punto, ormai scoraggiato completamente, sentì che qualcosa stava cambiando: un filo d'aria fresca lo destò, un raggio di luce illuminò ancora i suoi occhi e un dolce tepore lo pervase.
Pian piano si svegliò dal suo torpore, e con sua grande sorpresa, tornò a vedere il mondo. Era ancora molto intontito, stanco, senza forze... non si rendeva ancora ben conto di quanto fosse accaduto... ma una strana sensazione lo pervase perchè si sentiva diverso. Decise allora di uscire dal bozzolo e di guardare ancora il mondo. Gli venne voglia di camminare un po', ma con sua immensa sorpresa e gioia, si ritrovò due spendide ali e riuscì a spiccare il volo, assaporando tutte quelle bellezze della natura che prima credeva gli fossero precluse.

Credo che molte persone nascano un po' bruchi e che, per varie ragioni, passino un periodo nero, rinchiusi in se stessi.

Per oltre 40 anni, io son stata bruco... Poi ho trascorso il mio lungo periodo rinchiusa nel bozzolo...  Ora a fatica, ne sono uscita... anzi, ne sto uscendo, ma non sarò mai una farfalla. Anche perchè non si è mai sentito che ad una rana spuntassero le ali! Ahahahahahhhhh! E poi, io mica bevo Reb Bull!!!

Auguro a tutti di traformarvi in crisalide, di uscire dal bozzolo e di dischiudere le ali, volando dove vi porta il cuore.

Un abbraccio dallo stagno. Cra cra cra!

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

CRESIMA

Post n°101 pubblicato il 04 Ottobre 2009 da francy_62

Nel mio stagno nulla gira, o meglio, nuota nel senso giusto. Spesso mi chiedo se ciò che accade quotidianamente a me, possa capitare anche ad altri esseri viventi normali... ma ho dei seri dubbi al riguardo.

Bene, ieri pomeriggio c'è stata la Cresima di mio figlio. Non eravamo in tanti, solo il minimo sindacale: noi, tutti i nonni, mio cognato con la sua donna.

Dopo la cerimonia, si era deciso di andare a mangiar fuori ed avevamo scelto un posto dove si potesse mangiare carne, pesce o pizza, proprio per venire incontro alle esigenze e ai gusti di tutti, anche in virtù del fatto che vi erano 4 persone anziane che di sera, magari preferiscono stare un po' leggeri.

Di solito il problema è mia mamma, che soffrendo di depressione, spessissimo non vuol nemmeno uscire di casa. Invece stavolta era contenta di venire, sosprattutto per stare vicino al nipote. Chi non voleva venire invece, era mia suocera, perchè essendo di sera, sarebbe stato buio e non voleva far tardi. A fatica, si era convinta.

Comunque, dopo la cerimonia e dopo un po' di rinfresco, entrambe le nonne avevano deciso di andare a casa: mia mamma aveva mangiucchiato qualcosa e al ristorante non avrebbe ordinato nulla, mia suocera temeva il buio e voleva essere a casa prima che imbrunisse, mio babbo pensava al cane da solo in casa per troppe ore, mio suocero non voleva farci spendere inutilmente dei soldi, mio cognato, pur senza dirlo, non vedeva l'ora di essere libero di stare solo con la sua morosa, mio marito che stava zitto.

Morale: ognuno a casa propria!
E siamo andati a cena solo noi...
A me pare proprio che di normale nella cerchia del mio parentado, ci sia ben poco... Mah!
Spiegatemi se questa è la norma e sono solo io a stupirmi e a restarci male (oltre a mio figlio, soprattutto!). Ufff.... Non che sia obbligatorio festeggiare al ristorante... ma era la Cresima, un'occasione unica anche per mio figlio di stare tutti assieme avendo la fortuna di avere ancora i quattro nonni in vita.

Va beh... da me le cose vanno così.

Qui stagno, a voi la linea.
La vostra inviata (poco) speciale vi saluta. Cra cra cra!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

DA PARTE DI UN ROSPO SPECIALE...

"Ho fatto una prova improvvisando un pezzetto di un minuto e mezzo, sinceramente non so se è roba mia o una riminiscenza di qualche pezzo che facevo ai tempi che furono. 
Il risultato mi sembra soddisfacente tanto che vorrei dedicarlo a Francy, un po' perchè è tra le poche che mi apprezza come mariachi de noialtri, un po' perchè è probabilmente la persona a cui sono più legato qui dentro, nonostante affettuosamente la tratto sempre male."

 

FRANCY CRA CRA

Un regalo prezioso di un amico prezioso (post 296 del 7 gennaio 2011) (pubblicato da francy cra cra su youtube il 27 gennaio 2012: cra cra )

GRAZIE!!!

 

 

BACHATA

SAGGIO SALSA

 

 

ARCHIVIO POST 2008

ARCHIVIO POST 2009

 

ARCHIVIO POST 2010

LE MIE RICETTE

fOCACCIA RIPIENA DI
SCAROLA E PORRI
post n° 696

QUADRUCCIOLI AGLI SPINACI
post n° 645

TAGLIATELLE, CIPOLLA, PANNA
E SPECK
post n° 645

OLIVE VERDI SOTT'OLIO
post n° 628

OLIVE VERDI IN SALAMOIA
post n° 626

STINCO DI MAIALE AL FORNO
post n° 617

INVOLTINI
post n° 607

CROSTINO TOSCANO
post n°  599

YOGURT ALLA CANNELLA
(per regolarizzare la glicemia)
post n°  597

FRIGGIONE
post n°  591

RAGU' BIANCO ALLA UMBRA
post n° 588

TORTA DI ALBUMI
post n°  581

ZUPPA INGLESE
post n° 544

STROZZAPRETI VONGOLE E ASPARAGI
post n° 544

CIABATTE VELOCI
post n° 523

PANINI DI PASTA DURA
post n° 519

CASTAGNOLE ALLA RICOTTA
post n° 516

 

...segue...

CANTUCCI
post n°  493

PASTA E BROCCOLETTI
post n°  475

PEPERONI RIPIENI
post n°  459

SALE AROMATIZZATO
post n°  430

FICHI CARAMELLATI
post n°  427

VERDURE GRATINATE AL FORNO
post n° 423

BARCHETTE DI MELANZANE
post n° 408

FUNGHI E RUCOLA
post n° 390

IL MIO RISOTTINO PRIMAVERA
post n° 369

RISOTTO AGLI ASPARAGI SELVATICI
post n° 354

ZEPPOLE DI SAN GIUSEPPE
post n° 336

GATTEAU DI PATATE
post n° 322

CIME DI RAPA ALLA CRA CRA
post n° 304

 

...segue...

TORTA PAESANA
post n°  288

MARMELLATA DI MELONE BIANCO
post n°  266

SEMIFREDDO DI CACHI
post n°  263

MARMELLATA DI CASTAGNE
post n° 263

FICHI CARAMELLATI
post n° 217

VERDURE PASTELLATE 
post n° 237

PASSATA DI POMODORO
post n° 224

CIAMBELLA
post n° 228

DOLCE AL CAFFE'
post n° 196

AGNOLOTTI
post n 130

CHIACCHIERE DI CARNEVALE
post n° 142

ANGUILLA IN FOGLIE DI VITE
post n°242

PIADINA
post n° 132

 

Ultime visite al Blog

arw3n63CiaoGi_57francy_62isrysagredo58estinetteesynkro2007fosco6masaneta2vivodipanciaisab.72chiarastella770dannatamentefollempt2003IrrequietaD
 
 

MIA MARTINI

Il video di una canzone che amo a ricordo della stupenda artista che era e dei 15 anni trascorsi dalla sua scomparsa:

 

 

ALLELUIA

  

 

Ultimi commenti

*___*
Inviato da: francy_62
il 23/10/2017 alle 15:43
 
basta che la cucini bene bene che ho lo stomaco delicato AH...
Inviato da: isry
il 22/10/2017 alle 21:39
 
Te la do io, la zucca!!!!!
Inviato da: francy_62
il 22/10/2017 alle 16:29
 
anche sulle zucche di halloween AH AH AH
Inviato da: isry
il 20/10/2017 alle 22:56
 
Sale? Certo. Soprattutto Ŕ utile metterlo sulla coda dei...
Inviato da: francy_62
il 20/10/2017 alle 20:13
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova