ECCHIME

Almanacco de quando me pare

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 98
 

 

 

 

« Giornata mondiale della ...70 La nascita »

Due gocce d'acqua

Post n°1699 pubblicato il 04 Aprile 2016 da jigendaisuke

La Warkawater Tower è un’eccellenza italiana. Il suo
ideatore e creatore è Arturo Vettori, che assieme al suo team
di Architecture and Vision, ha costruito una struttura
inverosimile che spicca dal paesaggio etiope. È alta circa 9
metri e larga 4, fatta di bambù munito di grata e rivestito
con rete in poliestere arancione.

Warka-Water-Village

La struttura è progettata per captare le piccole particelle
di acqua presenti nell’aria,
fornendo una fonte sostenibile di
acqua per i paesi in via di sviluppo. L’impianto, oltre alla pioggia,
‘strizza’ la nebbia e la rugiada. Sulla base di test effettuati nel
laboratorio italiano, l’azienda sostiene che, a oggi, ogni
Warkawater può raccogliere dai 13 ai 26,4 litri di acqua
al giorno.

Numeri che potrebbero sembrare ininfluenti se si considera che
sono inferiori ai litri che la maggior parte della gente occidentale
utilizza tirando lo sciacquone ogni giorno. In realtà in un paese
come l’Etiopia, in cui circa 60 milioni di persone non hanno
nemmeno acqua potabile, non sono per niente irrilevanti.

Il nuovo prototipo, rispetto ai precedenti, ha grandi novità:
l’esterno è di bambù e non più di giunco, la parte superiore della
torre ha pezzi riflettenti per tenere lontano gli uccelli e la struttura
è più ampia (largo 4 metri circa, contro i 2 di quelle progettate
precedentemente).
Un WarkaWater avrà un costo di circa $ 1.000 per produrre
senza richiedere l’elettricità.
L’obiettivo pratico è di rendere
le torri efficienti 24 ore su 24.
Inoltre, costellare il paesaggio
con queste strane infrastrutture è qualcosa di più di una semplice
sfida funzionale: si tratta anche di architettura.
Vettori ha pensato a qualcosa di iconico, che mira a connettersi
all’aspetto socio-culturale dello stato africano. Con tettoie in tessuto
che si estendono come una morbida gonna di seta, le torri potrebbe
essere addirittura un posto dove le persone si riuniscono per passare
del tempo e cercare riparo dal sole, proprio come farebbero sotto un
grandissimo albero frondoso Warka.

http://caterpillar.blog.rai.it/2016/03/23/eco-torre-acqua/

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

INFO


Un blog di: jigendaisuke
Data di creazione: 05/11/2006
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

jigendaisukesurfinia60Cherryslmaps.14amabed_2016ditantestellecassetta2massimocoppaMetr0polseveral1ossimorapartime3QuartoProvvisorioITALIANOinATTESAroby.floyd