Creato da LaDonnaCamel il 16/09/2006
Il diario intimo della Donna Camèl con l'accento sulla èl
 

 

« I fiori li ho avutiLa nutria - Prequel »

Le avventure di Nonugo 4/n

Post n°476 pubblicato il 02 Agosto 2011 da LaDonnaCamel
 
Tag: Nonugo

E’ domenica mattina. Il cielo è velato, più bianco che grigio. Nonugo annusa l’aria ferma, non arriva la brezza dal mare, oggi sarà una giornata calda, si capisce già da adesso. Si è fermato un momento per asciugarsi la fronte con il fazzoletto, si è appoggiato al bastone della falce e sta lì a pensarci su. Ha quasi finito il prato davanti, vale la pena di fare anche dietro oppure per oggi basta,  è meglio fare subito il bagno e andare a messa? C’è un silenzio che anche i grilli sembrano smorti. Non arrivano voci dalla strada, gli uccelli non si sentono. Eppure è chiaro da un pezzo.
Guarda in alto e con la coda dell’occhio vede dona Angelica già in mezzo al sentiero di pietre bianche. Avanza pian pianino, regge un vassoio con le due mani tenendolo scostato in avanti. Le corre incontro e in tre salti è lì. Le prende il peso, c’è un bicchiere d’acqua gelata per lui. Il vassoio è d’argento e sotto il bicchiere, un centrino di pizzo.
Come si fa, pensa Nonugo, con queste cortesie a non finire il lavoro subito, presto e bene?
Vuota il bicchiere in un sorso solo, sotto gli occhi di lei che sorride e fa sì con la testa. Ha un cappello di paglia e un vestito azzurro lungo fino alle caviglie, ha lasciato il suo bastone vicino alla porta. Nonugo parte in corsa per andare a prenderlo, con una irruenza che le fa volare la seta della gonna.
“Cosa ha letto di bello ieri sera?” gli chiede accettando il bastone.
“Ho iniziato quel libro che mi ha dato. Bellissimo, non è nemmeno troppo difficile.”
“Martin Fierro. Già già. E’ molto argentino, per essere nella biblioteca di mio marito.”
“Eh, ho visto che ci sono più libri in inglese e francese che”
“Lei non legge l’inglese?”
“Sì. No. Lo leggerei, ma fino a che sono qui”
“Già.”
La conversazione è finita all’improvviso. Dona Angelica si volta verso il patio. Nonugo non si muove. La guarda camminare e gli viene in mente la lumaca della fata turchina, con quella schiena curva e la gonna che sfiora le erbe ancora alte ai lati del sentiero. Aspetta coi muscoli che gli guizzano nelle braccia, quando finalmente la vede scomparire dentro casa si decide a posare vassoio e bicchiere sul tavolo del patio. Si mette a correre per niente intorno al prato, raccoglie la falce e ricomincia a tagliare di lena. La flemma di questo paese non gli appartiene.

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

Area personale

 

Calendario

blocco dello scrittore

 

Ultimi commenti

Ma grazie!
Inviato da: LaDonnaCamel
il 03/08/2018 alle 10:03
 
Tanti AUGURI baci
Inviato da: gattoselavatico
il 31/07/2018 alle 15:50
 
L'incontro con Paolo nel momento in cui lui era ancora...
Inviato da: LaDonnaCamel
il 08/07/2017 alle 11:52
 
Dieta e palestra anche io che bisogna :) ma talent scout...
Inviato da: Amico.Dario
il 07/07/2017 alle 17:53
 
Ma anche io ne dico poche e solo quelle inutili, che le...
Inviato da: LaDonnaCamel
il 26/04/2017 alle 21:34
 
 

Ultime visite al Blog

surfinia60Desert.69graffio_di_tigre.itMarion20Miele.Speziato0Giareaacer.250sbaglisignorailmondodiisideeterna47cassetta2moon_IChattorino44_manfin_che_ci_sonosimona_77rm
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Le avventure di Nonugo

Archivio messaggi

 
 << Dicembre 2023 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 39
 


ias

 

Chi pu scrivere sul blog

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2023Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963