Creato da neopensionata il 10/03/2009

PENSIERI LIBERI

Il mio Io in piena sintonia con me stessa

Messaggi di Giugno 2019

Donne in malinconia

Post n°717 pubblicato il 30 Giugno 2019 da neopensionata

Hanno gli occhi velati di malinconia,
le donne che soffrono nell’anima.
Le riconosci subito, le senti,
anche quando per pudore 
si nascondono a se stesse.
Pochi le capiscono e molti le giudicano.
Sorridono senza convinzione
e piangono senza motivo,
le donne prigioniere del mal di vivere,
che toglie ogni energia,
che porta ad odiare la solitudine 
ma anche a cercarla.
Vivono con la nebbia nell’anima,
la speranza addormentata
e la vita che sfugge di mano.
Soffrono con dignità e non si lasciano mai andare,
perché non si dimenticano 
della loro generosità,
delle troppe responsabilità verso gli altri.
Conoscono solo giorni bui 
e albe che sembrano non arrivare più.
L’umore è un’onda marina
che si infrange contro gli scogli dell’anima
Le donne prigioniere di se stesse, 
della loro emotività,
non hanno più energie per sognare.
Hanno un solo desiderio, 
attraversare il loro tunnel per rivedere la luce.
Per tornare a viversi.






 
 
 

♠️ ♣️ ♠️ ♣️ ♠️ ♣️ ♠️ ♣️

Post n°716 pubblicato il 29 Giugno 2019 da neopensionata

Hanno gli occhi velati di malinconia,
le donne che soffrono nell’anima.
Le riconosci subito, le senti,
anche quando per pudore 
si nascondono a se stesse.
Pochi le capiscono e molti le giudicano.
Sorridono senza convinzione
e piangono senza motivo,
le donne prigioniere del mal di vivere,
che toglie ogni energia,
che porta ad odiare la solitudine 
ma anche a cercarla.
Vivono con la nebbia nell’anima,
la speranza addormentata
e la vita che sfugge di mano.
Soffrono con dignità e non si lasciano mai andare,
perché non si dimenticano 
della loro generosità,
delle troppe responsabilità verso gli altri.
Conoscono solo giorni bui 
e albe che sembrano non arrivare più.
L’umore è un’onda marina
che si infrange contro gli scogli dell’anima
Le donne prigioniere di se stesse, 
della loro emotività,
non hanno più energie per sognare.
Hanno un solo desiderio, 
attraversare il loro tunnel per rivedere la luce.
Per tornare a viversi.



 
 
 

♠️ ♣️ ♠️ ♣️ ♠️ ♣️ ♠️ ♣️

Post n°715 pubblicato il 28 Giugno 2019 da neopensionata

“Non ha nessuna importanza


se possediamo poche cose

e siamo poco appariscenti. 

Perché è ciò che siamo dentro 

e soprattutto ciò che doniamo agli altri 

che possono renderci persone speciali. 

Non serve brillare, 

quando si è luminosi dentro.”


 
 
 

Donne disilluse

Post n°714 pubblicato il 27 Giugno 2019 da neopensionata

Le donne che la vita ha reso disilluse,
sembrano spregiudicate, talvolta arrabbiate.
Sono quelle stanche di subire delusioni, 
che hanno imparato a non farsi più ferire
dai tanti uomini superficiali 
ed eternamente immaturi che incontrano. 
Non ne hanno più paura, 
perché ne conoscono debolezze e limiti. 
Riescono ad essere affettuose e dolci con il loro gatto,
quanto disincantate con il partner di turno. 
Sono le donne che non credono più ai “principi azzurri”,
agli “amori per sempre” 
e vogliono vivere emozioni forti “quella” sera. Quell’istante…
Sanno muoversi in modo spregiudicato,
tanto da sembrare ciniche
e non hanno paura di andare contromano ai loro stati d’animo, buttandosi senza fiato nelle situazioni più improbabili.
Non temono più gli scontri diretti con i loro sentimenti. 
Hanno imparato a vivere 
con le emozioni coperte dagli occhiali scuri
e i sogni ammaccati ben nascosti 
sotto il trucco pesante ed il rimmel.



 
 
 

DONNE COME POESIA

Post n°713 pubblicato il 25 Giugno 2019 da neopensionata

Lei era essenza di poesia,
intensa, elegante, delicata,
silenziosa e magica, 
improvvisa e misteriosa presenza.
Non si sapeva da dove proveniva, 
né fin dove poteva arrivare.
Era fatta di parole solitarie 
che si attraevano reciprocamente,
che insieme creavano ritmo, 
leggerezza, colore, musica.
Lei era poesia, parole con un’anima,
voce dei battiti del cuore,
trasmetteva sentimenti ed emozioni.
Si cercava talvolta nelle parole 
ancora da scrivere per curarsi le ferite,
illuminare i suoi angoli bui
e armonizzare i suoi opposti.
Le piaceva illuminarsi di meraviglia,
ritrovarsi nel silenzio che respirava,
nella semplicità e nell’essenza delle cose.
Lei era respiro e volo d’anima,
profumo di poesia,
anima che respirava 
musica silenziosa.



 
 
 

rosa

 
orologio e temperatura Palermo
 
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Giugno 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

NonnoRenzo0mariateresa.savinomivendoxamoreSeiprofumo_dellavitadivinacreatura59licsi35peoltrelenuvole60das.silvianeopensionatagianor1ROSSA.LUNA40bluiceeeapungi1950fiordistella3
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
N.B.:Questo Blog non rappresenta una testata giornalistica, come prevede la normativa n.62 del 2001. Le foto e i testi di questo Blog e del relativo Profilo sono state reperite sul web. Ove fosse stato violato il diritto di copyright, prego i proprietari di darmene avviso, per la relativa rimozione.
 

ANDRE' RIEU - TRISTESSE VIOLIN