« siamo sotto esamecatastrofista? no realista »

l'amicizia virtuale

Post n°1672 pubblicato il 24 Giugno 2020 da ormalibera
 

Da diversi anni ho compreso che gli amici e amiche virtuali non sono da meno di quelli che conosciamo fisicamente. Anzi. Forse ci leghiamo a loro, li amiamo più di quanto possiamo renderci conto.

Quando segui una persona per tanto tempo, ma, a volte, non è il tempo ma la comunicazione che riusciamo ad avere, ti entra nel cuore.

Leggi i suoi post, i suoi commenti e sai che la sincerità, grazie alla tendina dell'anonimato, si è mostrata a te, e tu a lei o lui. Impari a conoscerla per quella che veramente è, e così si crea un legame che va ben oltre quello che alcuni possono immaginare.

Le amicizie virtuali, delle quali ho saputo l'abbandono mi hanno fatto piangere, lacrime che non avrei immaginato di poter piangere. E porto ancora nel cuore il passaggio delle loro anime su questa dimensione. 

Ho saputo della scomparsa di Nina (Monamour) e il mio cuore si è intristito.

Queste presenze virtuali sono capaci di lasciare un vuoto, un vuoto vero nei cuori di chi ha saputo vederle con gli occhi dell'amore. 

Qualche giorno fa sono andata a visitare tutti i blog che avevo messo nella lista amici per non perderli. Alcuni sono stati rimossi, altri sono silenti da molti anni. Avrei voluto cancellarli per lasciare posto ad altri più attivi. Non l'ho fatto.

Mi sono chiesta se sono ancora vivi, se hanno solo abbandonato il loro blog senza un cenno di saluto. Sono felici, stanno bene?

Di molti ho ancora l'eco nel mio cuore dei loro bellissimi post, di quanta ricchezza hanno dato alla mia vita.
Persone speciali. Non li ho cancellati perché non voglio abbandonare la speranza che ritornino a scrivere. Che possano ricordarsi di avere una loro finestra personale che si affaccia sul mondo, in questo caso virtuale.

E penso a cosa è capace di fare la tecnologia. I nostri scritti, se non chiudiamo il blog, ma anche in altri social, restano imperituri, fino a che qualcuno non li cancellerà da quei mastodontici server che custodiscono i segreti, i sogni, la collera, la paura, le speranze di miliardi di esseri umani. Noi compresi. I nostri scritti resteranno, a dispetto del nostro abbandono.

Voglio chiudere un post con un sorriso, un sorrido d'amore e di gioia, quella solo quella forse ci porteremo al di là di questa vita.

Un grande abbraccio a tutti coloro che si affacciano su questi balconi chiamati blog per incontrarci anche se siamo lontani nello spazio ma vicini nel tempo.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

il mio racconto

il mio racconto

 

Ultime visite al Blog

ditantestelleshadow_15124hfukrlCherryslninograg1moon_Iormaliberaprolocoserdianaellyslscassetta2cmfdaviddolcesettembre.1Roberta_dgl8amici.futuroierie_d_e_l_w_e_i_s_sil_tempo_che_verra
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 126
 

Chi può scrivere sul blog

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi e commenti in questo Blog.
 
 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

che splendido segnale stradale

Il mondo è nelle mani di coloro che hanno il coraggio di sognare e di corre il rischio di vivere i propri sogni ciascuno con il proprio talento

 

"L’unico vero “peccato”  è morire prima d’esser morti consegnandosi alla speranza evanescente di un “altro mondo”,
perchè l’unico significato, l’unica verità sta nel Verbo della Vita:

 

 

da ricordare

vivere con amore è occuparsi delle cose quotidiane con infinita tenerezza".

 

Ognuno di noi ha un paio d'ali,ma solo chi sogna impara a volare.

 

preso da un'amico

Strana Maestra, la Vita: ciò che ti insegna ti serviva sempre molto tempo prima

 

Crescere vuol dire accettare di abbandonare quel che ci è servito ieri, oggi solo un peso,

inutile zavorra

 

credere non è sapere, informazione non è conoscenza

 

da ricordare

vivi come se fosse l'ultimo giorno, pensa come se fossi eterno, perchè il sonno della ragione genera mostri

 

da un giovane amico

Cerca qualcuno che ti faccia sorridere, non ridere, perché ci vuole solo un sorriso per far sembrare brillante una giornata buia.

 

Ultimi commenti

questa non è una testata giornalistica

questo blog non rappresenta una testata giornalistica perché aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/01. Ove ci fossero immagini o testi che violino i diritti d'autore, su richiesta saranno rimossi immediatamente.

 

 

 

considerazioni da un blog amico

Il CREDERE tranquillizza,ma in modo superficiale,percio si ha bisogno di tante persone per rafforzarlo. E'la più potente DROGA, altera la realta,con le proprie fantasie,soltanto perchè si e paurosi dell"IMMENSITA DELLA VITA

 
Profezia degli Indiani Cree
Solo dopo che l'ultimo albero sarà stato abbattuto.
Solo dopo che l'ultimo fiume sarà stato avvelenato.
Solo dopo che l'ultimo pesce sarà stato catturato.
Soltanto allora scoprirai che il denaro non si mangia
 

La legge della montagna: aiuta il tuo prossimo ma solo dopo aver messo in sicurezza te stesso.