« articolo che mi rispecchiaesperienze »

riflessioni

Post n°1748 pubblicato il 23 Giugno 2021 da ormalibera
 

Mi sto godendo la casa piena di persone che amo, non c'è più ricchezza dell'amore. Stanno per partire e questo mi mette davanti all'impermanenza. Tutto fugge via e noi possiamo solo goderci ogni attimo come sorsate di acqua fresca nell'assolato deserto.


Non sono più nella verde età, il conto alla rovescia si fa sempre più serrato. Ma non mi dispiace tornare a "casa" ma è quello che lascio che mi inquieta.

Ciascuno di noi ha il diritto dovere di lasciare la propria eredità a chi potrà utilizzarla per proseguire il cammino evolutivo. Eredità di esperienza ricevuta e accumulata con la propria vita. 

Viviamo in una società che non ha più nulla di umano, o quasi. Poliziotto che colpisce un pazzo africano che brandisce un macete, indagato per eccesso di legittima difesa.

Milioni di individui che vivono in mezzo a folle oceaniche ma che in verità sono soli. Una capillare distruzione dell'ambiente, e della ricchezza spirituale e di conoscenze accumulate dai nostri avi.

Anche questa è una esperienza, ma nessun politico, potente economico o religioso potrà salvare i mondo, traghettarci in un mondo sano, se ciascuno di noi non offrirà il proprio contributo.

Dopo aver affrontato le paludi, le inondazioni, le frane, gli incendi dobbiamo andare in una lavanderia e ripulirci dello sporco.

Diventare individui liberi in grado di creare comunità solidali, dove non c'è un capo che può imporci una mascherina, un vaccino, una vita da miserabile, una limitazione del pensiero. 
Dobbiamo togliere il potere che viene dal denaro e dalla religione. Renderlo come foglie secche in autunno. E può farlo ciascuno di noi, non disobbedendo apertamente alle leggi ma non riconoscendo più il potere accentrato in un manipolo di inconsapevoli.

Sta a ciascuno di noi creare il bene, e riportare l'equilibrio fra l'oscurità e la luce. 
Essere un gruppo e, allo stesso tempo, individui liberi.
Solidarietà e indipendenza. Riprendendo su di sé le responsabilità fin qui delegate a individui senza scrupoli.

Oggi, sì, davvero, non abbiamo più tempo. 

Auguro a chi è in marcia di giungere a vedere il nuovo mondo. Io non so se ci riuscirò, ma vederlo anche da lontano mi renderebbe immensamente felice.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

il mio racconto

il mio racconto

 

Ultime visite al Blog

QuartoProvvisorioelyravamici.futuroieriCherryslPRONTALFREDOsurfinia60ormaliberacassetta2alf.cosmoscardiavincenzoArianna1921rinok2Lavoro_Rinoun_uomonormale0
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 129
 

Chi può scrivere sul blog

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi e commenti in questo Blog.
 
 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

che splendido segnale stradale

Il mondo è nelle mani di coloro che hanno il coraggio di sognare e di corre il rischio di vivere i propri sogni ciascuno con il proprio talento

 

"L’unico vero “peccato”  è morire prima d’esser morti consegnandosi alla speranza evanescente di un “altro mondo”,
perchè l’unico significato, l’unica verità sta nel Verbo della Vita:

 

 

da ricordare

vivere con amore è occuparsi delle cose quotidiane con infinita tenerezza".

 

Ognuno di noi ha un paio d'ali,ma solo chi sogna impara a volare.

 

preso da un'amico

Strana Maestra, la Vita: ciò che ti insegna ti serviva sempre molto tempo prima

 

Crescere vuol dire accettare di abbandonare quel che ci è servito ieri, oggi solo un peso,

inutile zavorra

 

credere non è sapere, informazione non è conoscenza

 

da ricordare

vivi come se fosse l'ultimo giorno, pensa come se fossi eterno, perchè il sonno della ragione genera mostri

 

da un giovane amico

Cerca qualcuno che ti faccia sorridere, non ridere, perché ci vuole solo un sorriso per far sembrare brillante una giornata buia.

 

questa non è una testata giornalistica

questo blog non rappresenta una testata giornalistica perché aggiornato senza alcuna periodicità, pertanto non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/01. Ove ci fossero immagini o testi che violino i diritti d'autore, su richiesta saranno rimossi immediatamente.

 

 

 

considerazioni da un blog amico

Il CREDERE tranquillizza,ma in modo superficiale,percio si ha bisogno di tante persone per rafforzarlo. E'la più potente DROGA, altera la realta,con le proprie fantasie,soltanto perchè si e paurosi dell"IMMENSITA DELLA VITA

 
Profezia degli Indiani Cree
Solo dopo che l'ultimo albero sarà stato abbattuto.
Solo dopo che l'ultimo fiume sarà stato avvelenato.
Solo dopo che l'ultimo pesce sarà stato catturato.
Soltanto allora scoprirai che il denaro non si mangia
 

La legge della montagna: aiuta il tuo prossimo ma solo dopo aver messo in sicurezza te stesso.