Creato da atapo il 15/09/2007
Once I was a teacher

DOVE VORREI TORNARE

IL VIAGGIO DI LUGLIO


NAPOLI

 

ASCOLTA...

 

RECHERCHE DU TEMPS PERDU 1

 

RECHERCHE DU TEMPS PERDU 2

RECHERCHE DU TEMPS PERDU 3

RECHERCHE DU TEMPS PERDU 4

RECHERCHE DU TEMPS PERDU 5

RECHERCHE DU TEMPS PERDU 6

GATTI DI FAMIGLIA

 



BETO


 
CHILLY

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 75
 

Ultimi commenti

 

Ultime visite al Blog

Serbis46NonnoRenzo0atapoivri98piccololMarco_Olivaresallegri.frmag.maticagreggiomassimofriccard42fedele.belcastrosurfinia60dony686amici.futuroierielyrav
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

Tag

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
 

Contatta l'autore

Nickname: atapo
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 71
Prov: FI
 

 

« DOVE VORREI TORNAREPROGETTI ? »

MA E' GIA' ESTATE ?

Post n°1825 pubblicato il 05 Giugno 2022 da atapo
 
Tag: cronaca

GIUGNO CHE SEMBRA LUGLIO


"Amicizia" di Eduardo de Filippo

E anche maggio è volato. I miei buoni propositi di stancarmi un po’ meno dopo lo spettacolo di Brecht non li ho molto realizzati: ho preparato quelle presentazioni del libro all’evento del quartiere, al CIDI mi hanno coinvolto in un convegno nazionale on-line in cui dovevo parlare della mia esperienza come insegnante nel laboratorio extracurricolare di teatro in francese. Dicevano che quest'anno doveva partecipare anche il nostro gruppo di studio sull'intercultura, che ognuno di noi aveva qualcosa di interessante da trasmettere ad altri... Ho aderito senza molto entusiasmo, ormai sono passati anni dal mio lavoro di insegnante, inoltre quella era un’esperienza particolare che secondo me non si può liquidare in 15 minuti di bla bla davanti a uno schermo, senza il tempo e il modo di approfondire in risposta alle eventuali domande degli ascoltatori; ho lavorato a lungo a preparare quella relazione, cercando i punti essenziali, la documentazione indispensabile, da materiali che avevo riposto nell’armadio da anni, semplificando, tagliando… e alla fine non sono rimasta soddisfatta di come si è svolto l’intervento, in così poco tempo (e interruzioni per inconvenienti tecnici) mi pareva non fosse esauriente a far capire il valore e, soprattutto, la riproducibilità in altre situazioni di un progetto simile. E non vedere in faccia chi mi ascoltava non mi dava il riscontro dell’attenzione, interesse e partecipazione. Vabbè. Molta fatica, risultati quantomeno dubbi. Spero che sia l’ultima volta che si facciano convegni online e magari anche l’ultima volta in cui mi chiedono di partecipare: da otto anni ormai sono completamente al di fuori dalla scuola!

Poi c’è stata l’ultima fatica teatrale: i “ragazzi over 65” hanno messo in scena alcuni atti unici, io ero in “Amicizia” di Eduardo de Filippo. Anche se è stato impegnativo, con necessità di prove aggiuntive per migliorarci al massimo (ma per fortuna, essendo tutti pensionati, si potevano fissare in orari decenti e diurni), mi sono molto divertita. Siamo andati in scena il 27 maggio, proprio all’inizio del gran caldo: era stata un’ottima intuizione di chiudere il percorso teatrale entro maggio, dato che alcuni poi partivano già per viaggi, da bravi pensionati.

Nel frattempo abbiamo avuto occasioni di procurarci alcune cose che occorrono nella casa in montagna, allora vai, giornate a girare, a prenderle, a portarle su… c’era anche un divano, dono della mia regista anziana che sta cambiando arredamento in una delle sue case.

E assaporato il clima più favorevole che c’è ora in montagna ci siamo già ritornati e restati per tre giorni, fra un impegno e l’altro. Lassù, dopo aver scaricato le innumerevoli mercanzie che portiamo ogni volta, mi riposo davvero, non svengo per il caldo (alla sera: felpa), leggo finalmente un bel po’ di libri, di romanzi. Ora sono con “La guerra dei figli” di Lidia Ravera, in tre giorni in montagna ne ho letto metà.

Il caldo forsennato mi dà la sensazione di essere già avanti con l’estate, luglio inoltrato, mi stupisco quasi che siamo ancora qui e non in qualche viaggetto.

Questo argomento è ancora un grosso punto interrogativo. Mio marito è riuscito a ridursi all’ultimo per fissare la revisione del camper, quando ormai l’officina era strapiena di appuntamenti e ce lo ha fissato per il 10 giugno, fino ad allora meglio non usarlo, ci sono alcune cosette da controllare. Tocchiamo ferro che tutto poi si sistemi in fretta, che si possa metterlo in strada… verso il mare! Io avrei preferito poter partire appena finito l’ultimo spettacolo, per essere ora già coi piedi a mollo.

Ho una voglia folle di mare, ma leggo nei siti e pagine di camperisti che i prezzi in campeggi e aree di sosta sono saliti alle stelle e che sulle coste da molte parti è già tutto esaurito, pare che il covid abbia “lanciato” la moda del camper, piccola casa indipendente che isola da contatti rischiosi. Così chissà cosa ci toccherà, se riusciremo a vedere il mare…

Nei prossimi giorni dobbiamo fare quindi un po’ di progetti per l’estate, confrontarci anche coi figli, se e quando avranno bisogno di babysitter… penso che in ogni caso sarà bene preparare vari piani d’azione, quello A, ma forse non basterà soltanto prevederne uno B, le sorprese posso essere tante…

Io, per ora, fino al 10, vivo giorno per giorno, sopravvivendo al caldo con l’aiuto della ginnastica in piscina.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/ricomincioda7/trackback.php?msg=16356988

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
elyrav
elyrav il 07/06/22 alle 07:52 via WEB
Quest'anno l'estate è iniziata presto. Buon mare ... serena giornata
(Rispondi)
 
atapo
atapo il 16/06/22 alle 12:04 via WEB
Mare lontanissimo! Grazie dell'augurio
(Rispondi)
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.