Creato da laura_brustenga il 23/02/2008

Dedicato a Karol

Questo blog mi ha accompagnata in diretta nella storia più bella e incredibile della mia vita

AREA PERSONALE

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: laura_brustenga
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 54
Prov: RM
 

ULTIME VISITE AL BLOG

lacky.procinolaura_brustengamoon_ITerzo_Blog.Giusapungi1950psico_craziaannaincantoBacardiAndColacostanzatorrelli46falco1941acer.250psyche.dgl0annamatrigianoorsobianco.am
 

 

Votaci su Net-Parade.it 

Votaci su Net-Parade.it


Blog d'argento

 

 
motori ricerca
 

 

« Laura un semplice ma dol...I misteri di Mithra »

Coincidenze CHOPRA

Post n°300 pubblicato il 15 Settembre 2009 da laura_brustenga
 

Non ho mai pensato che la mia storia con Karol fosse una storia a sè, ho invece sempre creduto nelle coincidenze forti come segnali ben precisi della nostra anima. Per questo mi dicevano che ero folle, che non ragionavo nelle mie scelte, che buttavo via mille occasioni. Ma io sentivo dentro la necessità di seguire quella vocina che dentro mi urlava VAI, VAI! NON FERMARTI! Prezzi da pagare? Qualunque prezzo andava bene, se era il prezzo per la mia libertà. Non ho mai avuto paura di affrontare la vita, nè di sentirmi dire che sbagliavo sempre quando sentivo chiaramente che i miei sbagli erano tali solo per gli altri, ma che sentendo fortemente la spinta a farli...non potevano che essere "la mia strada", le mie esperienze. D'altronde è sbagliando che s'impara, d'altronde ditemi chi è stato certo di una cosa senza averci sbattuto la testa. Oggi la mia vita è cambiata fondamentalmente: sono sempre la persona che sdrammatizza per carattere, che gioca, che ama la compagnia e la solitudine, che adora le serate con gli amici e i momenti solitari come rigenerante interiore. Ma oggi io...non ho paura della morte, la vivo come la cosa più naturale del mondo ed anche la più saggia, non guarda in faccia a nessuno. Per lei siamo tutti uguali. Nessuno ne resta fuori. Alcuni mi dicono che sono folle ancor di più perchè penso a questa cosa mentre la massa ne ha paura. Io no. Ne avevo, ora non più. A un certo punto della mia vita ho incontrato una persona, tramite questa persona si è aperto a me un nuovo universo, a cui davo il peso di una piuma. L'universo delle energie che ci collegano ad esso. Incredibile quanto la nostra esistenza sia collegata all'infinito sopra di noi. E se dico "incredibile vuol proprio dire "incredibile", cioè da-non-crederci: eppure niente di più vero, niente di più misterioso. Proprio come la mia storia con Karol Potocki, questo era il suo nome per intero. Incredibile, da-non-crederci...eppure è stata la storia più vera e forte e grande di tutta la mia vita. Da quella persona che studia la scienza delle forze planetarie su di noi e sul mondo, il mio avvicinamento al buddhismo, è una cosa che avviene naturalmente, poichè entrambi sostengono la teoria della causa/effetto e della reincarnazione. Dell'eternità dell'anima, di questa nostra energia capace di tutto e che una volta ripiegata nel suo tempio, il corpo...limita le proprie energie, s'indebolisce. E la mia vita stava già cambiando. Quando aprii questo blog scrissi sull'opzione DESCRIVITI del mio cambiamento che stava già effettuandosi...ma ero ancora lontana dalle scoperte avvenute in seguito. Lontana ma vicinissima, da lì a poco tempo avrei vissuto un miracolo grande. Oggi sono certa che questo miracolo è la conseguenza del mio cercarmi, del mio chiedermi CHI SONO, PERCHE' SONO QUI...che è costato fatica, lotte e anche dolori, tra cui uno immenso. Ho avuto prova che le nostre energie sono nascoste, che sono illimitate, e che siamo noi, con i nostri subdoli ragionamenti, a limitarle. Ho tenuto la mente sempre al servizio del cuore, mai il contrario, mai da sola. Poi, quando l'assenza di karol è stata metabolizzata, quando certi particolari hanno avuto risposte chiare, ho deciso che fosse tempo di non guardarmi indietro ma di fare in modo che questa mia esperienza fosse messa a disposizione di qualche anima che cerca risposte ma non le trova, di qualcuno che piange un amore perduto per sempre. Per sempre non esiste che per noi. Niente finisce delle cose dell'anima. E' solo ciò che si materializza che ha una fine. Se un angelo scendesse da voi mostrandovi il paradiso...lo terreste per voi? Forse si, ma solo per timore di non esser creduti. Io non ho questo timore, io so quello che ho visto, che ho vissuto...Io so, non mi serve certo l'approvazione del mondo per renderlo vero. Ma ho creduto opportuno scrivere tutto ciò che ho imparato, e che fino ad allora ignoravo, perchè certe immensità non vanno tenute nascoste. A costo di non essere creduta, so perfettamente che non siamo tutti plasmati dalla forza universale, nel senso che molti di noi vivono attaccati a questa vita come fosse l'unica. Come fosse oro. E mi sento fortunata ad aver capito, toccato con mano che non è come sembra. A volte si comincia da una semplice parola, a volte si legge qualcosa e se si ha voglia di capire, di conoscere, di far emergere la parte meravigliosa della vita. E' così che sono arrivata a vivere veramente serena, conscia che un giorno morirò, ma senza nessunissima paura. Anzi, quando ripenso a quello che ho visto nella CASA DI DIANA ( vedi blog TAGS-Luce di karol )...ne sorrido al pensiero. E il distacco dagli affetti è più leggero, non più drammatico ma naturale, com'è naturale per noi svegliarsi al mattino e andare al lavoro. Ecco, è così che oggi vivo la fine della vita: so che io non sono quella che gli altri vedono, ma sono l'energia, l'amore dell'universo. No, non è facile da spiegare, non si può spiegare a parole, io non ne sono capace. Vorrei precisare che il mio incontro con Karol non è mai avvenuto materialmente, che non ci è stato possibile...eppure c'era tra noi un legame VERAMENTE INCREDIBILE, sofferto, inspiegabile. Ma devo anche dire che dall'inizio di tutto si sono susseguite un'infinità di coincidenze su questo incontro, e se io a queste fossi stata cieca o sorda...non avrei afferrato con mano la gioia vera. Io ho sempre dato ascolto alle coincidenze, anche se all'inizio non parlano, non spiegano...ma esistono e sono anche molto forti, per chi le sa afferrare. Per chi sa che non sono "casi", ma messaggi della vita, o meglio...dell'anima. Messaggi precisi. Qualche tempo fa scrissi su questo blog che la mia esperienza con Karol non era finita, ma che stava ora dando ulteriori risposte. Solo dopo ho letto libri dove leggevo di me e di lui, nel senso che le coincidenze non sono finite, nel senso che quando la vita ti vuol premiare per gli sforzi fatti lo fa con tanto di vassoio d'argento. Krystina, la nostra cara amica in comune, alla fine ci ha ringraziati, disse che solo per merito nostro anche la sua vita stava cambiando: lei come la famiglia di karol è stata partecipe alla nostra storia, e se nei primi momenti c'era scetticismo, alla fine si è ritrovata a voler approfondire...il senso della vita. Oggi è stata lei a consigliarmi un libro, è il libro che sto leggendo, sono ormai alla fine e l'ho aperto solo ieri. Quando mi resi conto che il denaro, il potere sono i distruttori del mondo ho smesso di amare il denaro. Non posso farne a meno purtroppo, ma oggi lo vivo come necessità, come obbligo e non più come un piacere. Non gioco mai al superenalotto quando il montepremi è altissimo: per me è un richiamo negativo a cui non voglio sottopormi. Leggo nel libro:

" RICORDATEVI SEMPRE CHE I VOSTRI PENSIERI NON DEVONO ESSERE IN CONFLITTO CON I PIANI DELL'UNIVERSO. IL DESIDERIO D'IMPOSSESSARSI DEL PRIMO PREMIO DELLA LOTTERIA PUO' AMPLIARE IL SENSO DI SEPARAZIONE CHE PROVATE NEI CONFRONTI DELL'UNIVERSO. SPESSO I VINCITORI DI GROSSE SOMME LAMENTANO IL DISTACCO DA AMICI E PARENTI, E SOPRATTUTTO NON SI SENTONO PIU' FELICI. CIO' ACCADE PERCHE' QUANDO E' L'UNICO OBIETTIVO IL DENARO DIVENTA FONTE DI ALENAZIONE"

Nella vita ero quella che non si preoccupava, ero quella capace di buttare al vento un'opportunita' grande solo per seguire il cuore. Eppure non avevo paura di ciò che poteva diventare il mio domani. Leggo sul libo:

" SE AVETE FEDE NELLA VOSTRA VITA E IN VOI LA RICOMPENSA SARA' ENORME. LA CAPACITA' DI FEDE RICHIEDE IL LASCIARSI ANDARE AGLI EVENTI, RICHIEDE UN SALTO NELL'IGNOTO. IL NOSTRO DIALOGO INTERIORE SUONERA' COSI'- LE COSE NON VANNO A MODO MIO, IO LASCIO ANDARE L'IDEA DI COME VORREI CHE ANDASSERO. L'INTENZIONE IMMERSA CON QUELLA DELL'UNIVERSO ( COL KARMA ) LAVORA PER NOI. IO METTO A DISPOSIZIONE DELLA MENTE INFINITA ( ANIMA ) LA MIA INTENZIONE, NON HO INTENZIONE DI PREOCCUPARMI IN PROPOSITO PERCHE' TU, L'INTELLIGENZA NON-LOCALE ( ANIMA ) CHE RISIEDE IN ME, TE NE PRENDERAI CURA"

Molti sono i punti che incrociano la mia storia. Ho sempre pensato che questa storia fosse dettata dal destino, oggi so che la mia ricerca interiore, durata una vita sono stata io a farla emergere. Era il mio destino, attraverso Karol dovevo arrivare alla comprensione. Leggo sul libro:

"NELL'IO UNIVERSALE OGNI COSA E' POSSIBILE ED E' GIA' ESISTENTE. HA SOLO BISOGNO DELL'INTENZIONE PER DECADERE NELLA REALTA' DEL MONDO FISICO. VOI SIETE CIO' CHE E' IL VOSTRO DESIDERIO PIU' PROFONDO. COSI' COM'E' IL VOSTRO DESIDERIO COSI' E' LA VOSTRA INTENZIONE. COSI' COM'E' LA VOSTRA INTENZIONE COSI' E' LA VOSTRA VOLONTA'. COSI' COM'E' LA VOSTRA VOLONTA' COSI' SONO LE VOSTRE AZIONI. COSI' COME SONO LE VOSTRE AZIONI, COSI' E' IL VOSTRO DESTINO. IN POCHE PAROLE, IL NOSTRO DESTINO DERIVA DAI LIVELLI PIU' PROFONDI DI DESIDERIO E INTENZIONE CHE SONO INTIMAMENTE CONNESSI TRA LORO "

DEDICATO A KAROL / http://blog.libero.it/PRIVATISSIMO/

Vi ho anticipato solo una minimissima parte del libro, ma voglio anticipare che questo meraviglioso libro soddisfa "il senso della vita" in tutti i sensi, e scusate la ripetitività, ma era necessaria. Avrete moltissime risposte a domande che forse non avete mai osato farvi. Qui diventa chiarissimo il concetto dell'universo, e spiega l'importanza assoluta delle co-incidenze nella nostra vita. La cosa che più mi ha colpita di questo libro è la "coincidenza" di come io ho vissuto la mia vita e di come l'autore descrive quale sia la giusta direzione della nostra vita. Altre risposte fondamentali al senso di quello che ho vissuto con karol. Per chi non crede ai miracoli scrive che i miracoli li facciamo succedere noi, noi che abbiamo delle potenzialità immense. Spiega che sono la cosa che dovrebbe essere la piu' naturale nella nostra vita, ma che immersi nel mondo della materia e della mente ci allontaniamo da queste potenzialità. E spiega come riacquistarle. Io non posso che sostenerlo per esperienza vissuta. Vi invito con tutto il cuore a leggere questo libro di DEEPAK CHOPRA- LE COINCIDENZE- Molti di voi mi ringrazieranno.

Io invece ringrazio la dolce Krystina, che ha sempre fatto da tramite tra me e Karol, e continua a farlo. Sono questi i regali che apprezzo: qualcosa che mi arricchisca di conoscenza e di vita...

laura

 

DEDICATO A KAROL / http://blog.libero.it/PRIVATISSIMO/

 

"Le coincidenze sono l'anello mancante per seguire il nostro destino/Karma"

 
 
 
Vai alla Home Page del blog