Creato da francy_62 il 23/10/2008
pensieri in libertà

IL MIO NUOVO BLOG (sbagliato) SU VIRGILIO

 

Archivio messaggi

 
 << Gennaio 2011 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

AMICI PRESENTI AL PRANZO DI DOMENICA 15-4-12

Francy_62
nuovavita2011
vogliorivivere1
gattoficcanaso (e gentile signora)
pennydog
bionda66
dolceelfa75
germano.capoverde

 

BRAZIR

Haiku:

occhi al cielo
cercando una strega
vidi la rana

 

ISRY

Parodia:

 occhi al letto
cercando una rana
vidi un pi ci

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Archivio messaggi

 
 << Gennaio 2011 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 87
 

TRAFFICO

 

 

RADIO DG.VOICE

 

Messaggi di Gennaio 2011

UN TEMPO I CANI SI LEGAVANO CON LE SALSICCE... (ma per alcuni, anche ora)

Post n°308 pubblicato il 30 Gennaio 2011 da francy_62

Io decisamente, con le salsicce, preferisco farci altro...
Ma non è di ricette che voglio parlare... anche se mi ci fermo un attimo su a pensare... mmmmmmmm... la tentazione è grande... Come quella di provare le salsicce con le cime di rapa come suggeritomi da molti.
Ma questo farà parte di un altro post...

Stavo riflettendo sul fatto che, mentre un tempo i cani li legavano con la salsiccia (e poi si dice vita da cani!...), ora si vogliono legare gli utenti di telefonia mobile, con 1 cent.

Senza fare nomi, è da un bel po' di tempo che una compagnia telefonica (la mia, tra l'altro) publicizza il fatidico cent, come qualcosa che ti permette di telefonare e mandare sms quasi gratis.
In effetti è un costo molto basso e in molti, allettati da tale proposta, saranno stati tentati di sottoscrivere questo contratto... e magari lo avranno anche fatto.

Inoltre, se si è già utenti di tale compagnia telefonica, si riceve un bel messaggino dove ti invitano a passare al nuovo piano tariffario chiamando il tal numero, ed in un attimo la frittata è fatta, ma senza salsicce... ;-)

Chissà poi perchè, tale messaggio promozionale è stato inviato solo sul cellulare del mio girino minorenne e non sul mio... Quasi quasi mi ritengo offesa e discriminata e li cito per danni morali... :-(

Fatto sta che io, diffidente di natura, sono andata a ricercare dove fosse l'inghippo...
Che volpi che sono!!!
Telefonate ed sms costano sì un solo cent... a fronte però di un abbonamento che costa anche fino a 4 € a settimana. Ciumbia che offerta vantaggiosa! Specie per il mio girino, che in un anno è riuscito a far scadere una sim con ricarica di 5 €...

Probabile che a qualcuno, a conti fatti, convenga un tale contratto... Ma solo a qualc-uno uno uno... e a conti molto ben fatti!

Per dovere di cronoca, devo anche ammettere che io con quella compagnia mi trovo ben bene e che ho un contratto davvero vantaggioso stipulato anni fa in occasione di una promozione; contratto che se si son visti bene di eliminare quasi subito perchè svantaggioso per loro. Infatti pago davvero pochissimo: 9 cent a messaggio verso tutti e 1 cent verso quattro numeri friends, con i quali anche le telefonate mi costano solo 1 cent a minuto dopo 16 cent di scatto alla risposta. E a me, interessano principalmente quei numeri... tutto il resto, è noia! Ahahahahh...

Del resto, se tutti fossero come me, molte società fallirebbero! ;-)

Un abbraccio a tutti e buon fine domenica. Cra cra cra.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

SOGNI E REALTA'...

Post n°307 pubblicato il 27 Gennaio 2011 da francy_62

... le due facce di una medaglia chiamata vita.

Chi non ha mai desiderato di realizzare dei sogni?
A volte qualcuno sogna cose veramente impossibili... altre volte i sogni sono qualcosa di molto reale e tangibile che in una vita normale, in genere si riesce più o meno ad ottenere.

Ma non sempre i sogni si trasformano in realtà.
Anzi, direi che talvolta i sogni, quando diventano realtà, si trasformano proprio in tutt'altro.
Almeno, a me è capitato così.

Da bambina sognavo di diventare maestra, come erano le maestre ai tempi in cui io ero alunna: mi sono ritrovata ad essere un'insegnante inserita in una scuola che non riconosco.

Desideravo avere un motorino e frequentare gli stessi posti delle mie coetanee adolescenti, ma mi è sempre stato vietato.

Ho sempre sognato di avere una mamma affettuosa e comprensiva: ma lei è stata sempre critica e distaccata.

Desideravo invitare le amiche a casa, ma non mi era possibile perchè disturbavano e mia mamma non voleva impazzire.

Avrei voluto frequentare l'ambiente universitario, ma mi sono scoperta con una memoria di cartone (?!) e vi ho rinunciato prima ancora di iniziare.

Mi piacerebbe avere una vasta cultura, ma a causa di studi non fatti e di una memoria a colabrodo (che fosse di cartone anche il colabrodo?), mi ritrovo ad avere vasta solo l'ignoranza.

Avrei voluto fare viaggi per conoscere il mondo, ma prima mi è stato impedito da una famiglia troppo chiusa, poi sono subentrati fatti contingenti riguardanti la vita nello stagno ed ora sono diventata fifona.

Avrei voluto sposarmi da giovane ed avere presto dei figli: mi sono sposata tardi e, come già scrissi, quando rimasi incinta, sulla cartella clinica scrissero: primipara attempata.

Sognavo di creare una bella famiglia unita: mi sono ritrovata a convivere con un estraneo.

Derideravo avere due o tre figli: mi son fermata ad uno, sia per quasi sopraggiunti miei limiti di età, sia per problemi di salute di mio figlio, sia per il cataclisma che ha investito il matrimonio quando è nato il girino.

Sognavo di vivere in una bella casa indipendente: in effetti  abito in un bell'edificio, se è per questo, ma si è  trasformato in una prigione dove sconto un ergastolo a vita (altrimenti che ergastolo sarebbe?).

Desideravo avere la casa sempre piena di amici, organizzare cene e quant'altro: dopo qualche hanno ho chiuso i battenti (sempre per i soliti problemi di convivenza nello stagno) e tutto il mondo ora vive fuori.

Avrei voluto che il mio girino avesse un buon esempio davanti agli occhi, ma non c'è nessun criterio.

Avrei voluto che i miei genitori si fossero goduti un po' di più la vita quando avrebbero potuto, ma non l'hanno mai fatto. 

Avrei voluto invecchiare bene, invece mi sto lasciando andare.

Tutto sommato, non avevo desideri o sogni irraggiungibili... e a ben guardare, alcuni li ho sfiorati... Ma mi si è rivoltato tutto contro.
A conti fatti, credo di aver fallito in tutto... e non ho un'altra vita a disposizione per rimediare. 

Ora non mi azzardo più a sognare o a desiderare qualcosa, nè per me nè per chi amo.
Meglio non sognare per non restare delusi e prendere le cose come vengono, senza fermarsi a pensare... se lo faccio, precipito... Un po' come oggi, in questa triste, fredda e grigia giornata invernale.

Scusate la malinconia...

Vi lascio con una vignetta che spero vi strappi un sorriso. Cra cra cra

PS: so da sola che non dovrei lamentarmi, che c'è chi sta peggio, che ci son guai più gravi e che dovrei voltarmi indietro... però....................................

PPS: forse un desiderio-sogno mi è rimasto: poter scrivere del mio ex rospo consorte......

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

DIGITALE TERRESTRE E CANONE RAI: CHE GLI VENISSE UN COLPO! ANCHE DUE O TRE....

Post n°306 pubblicato il 25 Gennaio 2011 da francy_62

Da brava ranocchia ligia a tutto, ho sempre versato l'obolo del canone Rai... un po' sbuffando, a dire il vero, ma nemmeno più di tanto.

Quest'anno però mi verrebbe seriamente la voglia di "dimenticarmene"... e se mi costringerò a pagarlo, è solo perchè, ci scommetterei lo stagno, che tempo pochi mesi e mi  verrebbero a casa a sigillare i televisori (perchè è questo che fanno).

Sono imbufalita a causa del modernissimo e strabilante arrivo dell'altrettano mordenissimo e strabiliante digitale terrestre! Che più che altro sembra aver a che fare con gli alieni, perchè, accidenti a loro, su tre televisori che abbiamo, in ognuno il digitale parla una lingua diversa e reagisce in modo diverso.

Già mi era parso un sopruso, dover costringere tutti a comperare i decoder per un cambio tecnologico non richiesto da noi.
Ma se il servizio fosse migliorato, passi pure la spesa (che per molti anziani o famiglie in difficoltà non è stata una passeggiata di salute).

Ma con cosa mi ritrovo?
Con una marea di canali che "saltellano" come vogliono, appaiono e scompaiono, si risintonizzano da soli e dove vogliono, costringendomi a rifare tutta la memorizzazione da capo. 
Spesso l'audio procede a scatti e l'immagine si scompone in quadratini.
Se ho due televisori accesi in camere diverse sullo stesso canale, uno fa da eco all'altro perchè l'audio non è sincronizzato.
A giorni alterni vedo le reti Rai e quelle Mediaset.
I miei han dovuto chiamare un antennista, perchè perndevano solo tele Kabul.
Spesso, mentre sento notizie o guardo un film, appare lo schermo nero e il cartello: no o male signal e per vari minuti la tv non dà segno di vita.
Stamattina in cucina sono spariti i canali televisivi e la tv si è tramutata in una radio, dove si sentiva benissimo  (e si sente tutt'ora) Radio San Marino.

Ma che gli venisse davvero un colpo ai luninari che hanno introdotto questa stupefacente tecnologia!!! Ma le cose non funzionavano meglio prima?

Ecco perchè quest'anno mi scoccia pagare il canone: ho dovuto acquistare tre decoder, ora dovrei pagare il canone per poi non vedere un cacchio?! Grrrrrrrrrrrr!!!

Va beh... inutile farsi il sangue cattivo, tanto qui la situazione è questa. Spero che dalle vostre parti vada un po' meglio.

Buon fine giornata. Cra cra cra.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

INSEGNO ITALIANO, MA SO FARE I CONTI

Post n°305 pubblicato il 23 Gennaio 2011 da francy_62

(Armatevi di pazienza, oh voi ch'entrate!)

C'era una volta, tanti e tanti anni fa, la scuola elementare.
Sembra l'inizio di una favola e difatti, una volta, la scuola elementare era una favola... e come tutte le favole, prima o poi, finiscono.
Così, anche la scuola elementare finì. Ma non vissero tutti felici e contenti. No no! Proprio no!
A quei tempi, esistevano ancora anche le maestre, estinte ormai come i dinosauri. Ora si parla di scuola primaria e di "docenti" di scuola primaria.
Comunque a quei tempi, ormai risalenti alla notte dei tempi, la cara e buona vecchia maestra, aveva la sua bella classettina ed insegnava, tutta sola e soletta, per tutta la settimana e per quattro ore al giorno.  
Poi iniziarono le prime mutazioni genetiche e nacquero le scuole a tempo pieno dove il tempo scuola veniva ampliato al pomeriggio e le maestre divennero due per classe.
Ma proprio sul più bello, un cataclisma di immani dimensioni, colpì la scuola elementare e nacquero i famigerati "moduli": due (o tre) classi venivano abbinate come fratelli siamesi ed assegnate a tre (o quattro) maestre che si spartivano il bottino delle materie da insegnare.
Il tempo scuola era pertanto passato alle 40 del tempo pieno ed alle 30-32 ore settimanali dei moduli , contro le sole 24 della scuola elementare dell'era giurassica delle vecchie classi con una maestra unica.
Contemporaneamente vennero introdotte altre materie con altrettante maestre che affiancarono quelle titolari di classe: l'insegnante di religione (spesso una suora), l'insegnante della seconda lingua (quasi sempre inglese) più varie altre figure per far fronte ad insegnamenti vari, rientranti in progetti di ampliamento dell'offerta formativa, come per l'insegnamento di informatica, di tennis, di bascket, di educazione ambientale, di educazione stradale, di educazione sessuale (e chi più ne ha, più ne metta)...
Secondo me, negli ultimi anni si è ampliata a dismisura l'offerta, ma si è diminuito di molto la formazione, o preparazione di base della scuola elementare.
Ma già, dimenticavo! Non è più elementare, quindi non si devono più fornire le basi elementari del sapere. Però si chiama scuola primaria: ma siamo sicuri che tutto ciò che stiamo facendo a scuola, sia davvero di primaria importanza? Ho i miei seri e motivati dubbi...
Ora siamo in tempo di crisi e di tagli, per cui dal prossimo anno, le classi normali (ho dimenticato di dire che nel frattempo anche le classi a modulo si sono estinte quasi del tutto, tranne forse qualcuna ancora sopravissuta e  che arriverà a morire di vecchiaia in quinta) saranno tassativamente a 27 ore settimali e che di classi a tempo pieno, da anni non se ne possono istituire di nuove.

Dunque, facciamo un po' di conti: a parte il tempo pieno, nelle classi normali siamo passati dalle 24 ore settimanali, alle 30-32 dei moduli ed ora andremo a 27.
In media stat virtus? Non credo.
24 ore andavano più che bene quando la maestra era unica e si gestiva ogni mattinata. Inoltre era suo compito, come si suol dire, insegnare solo a "leggere, scrivere e far di conto". In realtà insegnava molto di più, ma a parte italiano, matematica, storia, geografia, scienze, poca religione, educazione civica e disegno o attività manuali al sabato, altro non faceva. E lo faceva bene.
Con le 30 ore, oggi come oggi, anzi, ieri come ieri, ci si stava già molto stretti, perchè tra progetti e quant'altro si deve fare oggi nella scuola, le ore dedite veramente all'insegnamento, rimangono ben poche.

Sempre per fare i conti con quello che si ha in tasca, vediamo come son conciata io oggi che insegno in una classe con un tempo scuola di 30 ore e come sarò conciata per le feste dal prossimo anno scolastico con sole 27 ore.
Attualmente, la mia presenza in una classe è di 11 ore così ripartite: 9 di italiano, 1 di disegno e 2 di geografia. Il prossimo anno avrò solo 7 ore di italiano (la terza ora che viene a calare, sarà tolta a matematica).
Ora, sapete fare le sottrazioni? Bene bene, iniziate pur a togliere a quelle 9 ore di italiano ciò che vi dirò, e poi vediamo quante ore effettive mi rimangono.
- sono a scuola tre giornate per cui ci cadono in mezzo tre intervalli da 20 minuti, che durano sempre un po' di più... diciamo che si può togliere un'ora e mezza: siamo a 7 ore e mezza;
- quasi altrettanto va dedicato ogni mattina per la correzione dei compiti, ma sarò buona, e ne tolgo solo una: siamo a 6 ore e mezza;
- mettiamo circa un quarto d'ora al giorno per arrivare e sistemarsi all'entrata e preparare la cartella e vestirsi all'uscita, per cui si volatizzano minimo altri tre quarti d'ora: siamo scesi a quota 5 ore e tre quarti;
- consideriamo che fondamentale è anche verificare quotidianamente la lettura o se hanno compreso le nuove regole, per cui "parte" come minimo quasi un'altra ora settimanale... ma per facilitare il conteggio ne tolgo meno: siamo scesi a sole 5 ore;

In queste 5 ore si deve spiegare, fare esempi, ascoltare i ragazzi, scrivere le regole, farli esercitare, correggere gli esercizi, far scrivere testi... Praticamente svolgere tutto il programma.
Senza contare che spesso, troppo spesso, molte ore vengono "mangiate" dallo specialista di musica-informatica-tennis-bascket-ed.sessuale-ed-stradale-progetto biblioteca-progetti vari ed eventuali...
Poi ci capitano in mezzo le uscite didattiche (musei, castelli, mosaici, fattorie....), le chiusure straordinarie per la neve... le settimane di epidemie influenzali che decimano la classe e me...
Senza contare che talvolta, si "perdono" delle ore per calmare qualcuno un po' troppo irruente, per sedare litigi o far crescere ed educare questi ragazzi...

Mi chiedo e vi chiedo: visto che dal prossimo anno avrò due ore in meno, quelle effettive saranno solo 3 ore (ed in prima elementare, dove i tempi ovviamente si dilatano).............. come diavolo farò ad insegnare italiano e a mandarli alle medie con un minimo di preparazione?

E poi qualcuno a caso (senza fare nomi: Dinamitebla00...) si stupisce se mi lamento quando per qualche motivo le scuola rimane chiusa, come accadrà il prossimo 17 marzo, in quanto, in occasione del 150^ anniversario dell'unità d'Italia, è stato istituito come giorno di festa nazionale.... uffi!

Va beh, vi lascio... vado a correggere un po' di temi.
Buona domenica a tutti. Cra cra cra!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

CIME DI RAPA ALLA CRA CRA

Post n°304 pubblicato il 21 Gennaio 2011 da francy_62

Da pochissimo tempo mi sono avvicinata alle cime di rapa.
Veramente mi ci  sono sempre avvicinata quando, comprando frutta e verdura, le vedevo esposte... le osservavo... le sfioravo...  pensavo di prenderle e... le lasciavo lì!

Poi quest'anno, il grande passo: le ho comperate.
"Beh, che ci vuole?" direte voi. Nulla infatti. Niente di più semplice: basta prenderle con i guanti, metterle nel sacchetto, chiuderlo, pesarlo, prezzarlo e arrivati alle casse, pagare! ;-) Basta poco, che ce vò?

Poi a casa, il bello... nel senso che non ne avevo un'idea di come pulirle e cucinarle. A casa di mia mamma, verdure tantissime, anche con la pasta, ma cime di rapa no. Forse perchè magari le bastavo io come testa di rapa... :-(((

Fortunatamente esiste Internet (lo sapevate, vero? ) e ho  iniziato a fare una ricerca.  Ai miei tempi, fare una ricerca significava tirare fuori dalla libreria dei gran libroni, stenderli sul tavolo del soggiorno ed iniziare a scartabellare, oppure andare in biblioteca e fare lo stesso lavoro, mettendoci ore e ore.
Adesso basta sedersi comodamente al pc ed il gioco è fatto.

Ovviamente ho iniziato con  la classica ricetta delle orecchiette alle cime di rapa... ma ho visto che comunque ci sono varie scuole di pensiero su come cucinarle.
Alla fine, dopo vari tentativi, ho personalizzato la ricetta a mio gusto. Chissà se sarà anche il vostro.
Ah, dimenticavo: se qualche pugliese passasse di qua, abbia pietà di me e non mi... scomunichi!

STROZZAPRETI ALLE CIME DI RAPA
Perchè gli strozzapreti e non le tipiche orecchiette, che tra l'altro mi piacciono e faccio anche?
Così, per il gusto di far sposare una ricetta pugliese con un tipo di pasta romagnola.
Per chi non li conoscesse (quasi tutti, credo...) è una pasta senza uova, quindi abbastanza leggera, a base solo di farina e acqua. Si fa la sfoglia piuttosto spessa, si taglia a striscioline più larghe delle solite tagliatelle e arrotolandole tra le mani, si ricava una pasta corta.

Procedimento:
- soffriggere in olio dell'aglio tritato finemente e poi unire qualche filetto d'acciuga finchè si disfi

- tagliare grossolanamente le cime di rapa e unirle in padella (preferisco non lessarle prima, perchè così tutte le sostanze non vanno perse nell'acqua di cottura)

- aggiungere un bicchiere d'acqua e far cucinare con il coperchio

- nel frattempo lessare gli strozzapreti per pochi minuti, saltarli in padella e far amalgamare la pasta alla verdura


(la padella, non si è scolorita, ne ho preso solo una più piccola... eheheh...)

- servire con parmigiano e buon appetito!

 


mmmmmmmmm

Ah, non spaventatevi: tempo di realizzazione, partendo dalla farina e dalla verdura da pulire, circa un'oretta.
A dire il vero, ho fatto prima a cucinare questa ricetta che non a postarla... Anzi, direi che decisamente ho fatto prima a mangiarla! Ahahahhaha...

Notte nottinaaaaaaaaaaa! Cra cra cra.

PS: qui vendono queste col nome di cime di rapa, da non confondere con i broccoletti, decisamente di sapore più delicato e dolce.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

JE VEUX - ZAZ

Post n°303 pubblicato il 19 Gennaio 2011 da francy_62

Altra canzoncina ritmata che da un po' mi frulla in testa. Che sia perchè passa e ripassa in radio? Perchè passa e ripassa su MTV? Perchè il mio girino l'ha registrata assieme ad altre e la mette e rimette?
Tant'è che spesso mi ritrovo involontariamente a fischiettarmela a mente (solo a mente, perchè non so fischiare... eheheheh).

Vi lascio il video con la versione in francese ed il testo, stile caraoke, e dopo tutto il testo ed anche la traduzione in italiano. Che volete di più? Un lucano?

 

Donnez moi une suite au Ritz, je n'en veux pas !

Des bijoux de chez CHANEL, je n'en veux pas !
Donnez moi une limousine, j'en ferais quoi ?
papalapapapala
Offrez moi du personnel, j'en ferais quoi ?
Un manoir a Neufchatel, ce n'est pas pour moi.
Offrez moi la Tour Eiffel, j'en ferais quoi ?
papalapapapala

Refrain:
Je Veux d'l'amour, d'la joie, de la bonne humeur,
ce n'est pas votre argent qui f'ra mon bonheur,
moi j'veux crever la main sur le coeur
papalapapapala
allons ensemble, découvrir ma liberté,
oubliez donc tous vos clichés,
bienvenue dans ma réalité.

J'en ai marre de vos bonnes manières, c'est trop pour moi !
Moi je mange avec les mains et j'suis comme ça !
J'parle fort et je suis franche, excusez moi !
Finie l'hypocrisie moi j'me casse de là !
J'en ai marre des langues de bois !
Regardez moi, toute manière j'vous en veux pas et
j'suis comme çaaaaaaa (j'suis comme çaaa)
papalapapapala

Refain x3:
Je Veux d'l'amour, d'la joie, de la bonne humeur,
ce n'est pas votre argent qui f'ra mon bonheur,
moi j'veux crever la main sur le coeur
papalapapapala
Allons ensemble découvrir ma liberté,
oubliez donc tous vos clichés,
bienvenue dans ma réalité !

Ah, ecco!!! Per chi volesse di più del lucano, vada qui così la può sentire anche nella versione in italiano che non è male,  (il codice per pubblicare il video purtroppo è stato disattivato).

Datemi una suite al Ritz, non la Voglio!
Dei gioielli di Chanel, non li Voglio!
Datemi una limousine, per fare cosa? papalapapapala
Dammi il personale, per fare cosa?
Un maniero a Neufchatel, questo non fa per me.
Dammi la Torre Eiffel, per fare cosa? papalapapapala

Voglio Amore, gioia, buon umore,
non sono i vostri soldi a fare la mia felicità,
io, Voglio morire con la mano sul cuore, papalapapapala
andiamo di pari passo, trovando la mia libertà
così dimenticherete tutti i vostri cliché
benvenuti nella mia realtà.

Sono stanca della vostra buona educazione, è troppo per me!
Io mangio con le mani, io sono fatta così!
Sto parlando molto e sono sincera, mi scusi!
E' finita l'ipocrisia, mi sono rotta!
Sono stanca delle lingue di legno!
Guardami, in tutti i modi, io non vi vedo, sono fatta così
(io sono fatta così) papalapapapala

(x3) Voglio Amore, gioia, buon umore,
non sono i vostri soldi a fare la mia felicità,
io, Voglio morire con la mano sul cuore, papalapapapala
andiamo di pari passo, trovando la mia libertà
così dimenticherete tutti i vostri cliché
benvenuti nella mia realtà.

Notte nottina a tutti... sono cotta... direi lessa, che per una rana, non è il massimo, meglio fritta! Cra cra cra.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

NON CAPISCO, MA MI ADEGUO....

Post n°302 pubblicato il 17 Gennaio 2011 da francy_62

Proprio non capisco... ma forse dipende dal fatto che sono una semplice ranocchia...

Vi è mai capitato che qualcuno vi contattasse tramite messaggeria privata, chiedendovi di fare la vostra conoscenza? Probabilmente al sesso forte non credo... ma a noi, dolci donzelle, sicuramente sì e più di una volta.
A parte quei messaggi sul porcelloso-andante-spinto inviati da chi non vuole amicizia ma ben altro (apro una parentesi: bionda, ce n'è uno in circolazione che li batte tutti!!! Una vera pagina a luci rosse... Aspetta, che il copia incolla prima o poi arriva anche a te e poi ti fai una cultura... ehehehehh...  Scusate, chiusa parentesi.)  , talvolta arrivano richieste di fare conoscenza anche da parte di donne...
Ed io che faccio? Gentilmente rispondo... salvo poi veder rifiutato il messaggio perchè il soggetto vuole ricevere messaggi solo dai propri amici...

Ma scusate... se vuole conoscermi e poi non mi permette nemmeno di parlarle, come cappero spera di farlo?
Anche ammettendo che io sia interessata a conoscerla, come faccio a dirglielo? Le mando messaggi di fumo?
No... decisamente non capisco, ma mi adeguo.

Comunque, caso mai passasse anche da qui, la mia risposta è che ci si può conoscere benissimo tramite il mio blog: chi lo frequenta da un bel pezzo, oltre a dimostrare un'alta soglia di sopportazione, direi che decisamente ormai mi conosce abbastanza bene. Per cui, se ha la costanza di leggermi, mi conoscerà.

Ma se intendeva altro genere di conoscenza, allora le consiglio di cambiare stagno...

Un abbraccio a tutti quelli che, sopportandomi, mi conoscono... ;-) Cra cra cra 

 

Il destinatario vuole ricevere messaggi
solo dai   suoi amici. Il messaggio non è
stato inviato.
                       chiudi

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

AAA... ARMADIO CERCASI! Eh eh eh...

Post n°301 pubblicato il 16 Gennaio 2011 da francy_62

Quando mi sono trasferita in questo stagno, ho arredato la camera da letto con mobili dei primi anni del '900. Erano di una zia di mio babbo, che ho fatto opportunamente restaurare (i mobili... non mio babbo e sua zia! Eheheheh...).
Per anni erano stati nella cantina dei miei che, per problemi di spazio, avevano eliminato letto e armadio (finiti nella stufa...) credendo fossero solo mobili vecchi, ingombranti, inutili e mai riutilizzabili.
Così mi son rimasti il comò, i due comodini ed il mobile da toeletta con sedia, che ho abbinato ad un letto nuovo in ferro battuto e ad un divanetto, ottenendo decisamente un bel risultato

 

la foto è presa dal web, perchè in quella camera non metto più piede
ma è molto simile alla mia

Quindi all'epoca, mi sono ritrovata con una camera matrimoniale senza armadio. Fortunatamente la casa (che ho progettato a mia immagine e somiglianza... ahahahahah...) era grande e alla fine mi sono comunque adattata alla mancanza dell'armadio in camera da letto, ritrovandomi, sparsi per casa qualche altro armadiuccio:

- un armadio a 6 ante nella cameretta del mio girino;

- un armadio a 8 ante nella camera degli ospiti... cioè dell'ospite, che da qualche anno sarei io... eheheheh;

- un armadio a 6 ante (per il rospo consorte) e un armadio a 9 ante (per la sottoscritta) nella stanza-guardaroba;

- un armadio a 6 ante nel corridoio della zona notte;

- un armadio a 2 ante in un antibagno;

- un armadio a 4 ante in cantina, per i panni da lavoro.

Uhmmmmmmmmmm... facendo i conti... in casa mi ritrovo con un armadio a.... 32 ante!!!

So che non è normale... e so che penserete che oltre la metà siano vuoti... ma......................... mi serve un armadiooooooooooooo!!!

Ogni tanto mi metto a riordinare qualche anta con l'intenzione di fare spazio... ma... riesco ad eliminare molto poco...
Il guaio è che ad ogni stagione, si acquista sempre qualche capo nuovo e quasi mai, per uno acquistato ne corrisponde uno gettato...
Se poi, come me, si passa da una taglia all'altra in un'eterna altalena, ecco che il campionario si moltiplica a dismisura...
Idem quando si acquista un lenzuolo,  un copriletto o una nuova coperta morbidosa in pile, un set di asciugamani: mica si gettano quelli vecchi...
Ci sono poi quei capi che di sicuro non metteremo mai più, ma a cui siamo particolarmente legati, che non butteremo a nessun costo.
Uno spazio non indifferente, poi è occupato dal "corredo"...
Ecco: u
n consiglio a tutte le donne che hanno femmine da sposare:
NON ACQUISTATE IL FAMIGERATO CORREDO! Serve solo a riempire gli armadi con biancheria che le sposine non useranno mai e non avranno nemmeno il coraggio di buttare o di dare in beneficenza.

Beh... insomma... i miei armadi sono arrivati al punto di non ritorno ed urge un armadio nuovo.
Già... ma dove metterlo?
Un'idea sarebbe quella di spedire il rospo consorte con tutta la sua biancheria: ci guadagnerei di botto circa 8-10 ante. Che dite, ci provo? ;-)

Mah... nel frattempo riprendo a sistemare qualcosa... Che bella domenica! A voi la auguro migliore. Cra cra cra.

PS: come si faceva, un tempo, quando i miei avevano solo un armadio a sei ante semplici?
No... non ditemelo... lo so... Si stava meglio quando si stava peggio. E non è solo un luogo comune... 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

SENZA PAROLE...

Post n°300 pubblicato il 14 Gennaio 2011 da francy_62

... solo per lasciarvi un saluto ed augurarvi buon fine settimana... Cra cra cra.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

QUALCOSA QUI NON VA...

Post n°299 pubblicato il 12 Gennaio 2011 da francy_62

Ho sangue romagnolo nelle vene...
E purtroppo il sangue romagnolo mi porta ad avere nelle vene dosi elevate di colesterolo.
Pertanto, periodicamente eseguo un ecocolordoppler alla carotide...
E come spesso accade ormai ovunque, prenotando al CUP ci sono mesi e mesi di attesa... tanto che per guadagnarne qualcuno, spesso vado in centri privati convenzionati, anche se parecchio distanti da dove abito.

Lunedì scorso, l'altro ieri per intenderci, l'impiegato del CUP mi chiede se andava bene fissare per il 12 gennaio.
Lo guardo esterrefatta ed esclamo: "Ma come!!! Adesso ci vuole addirittura un anno?"
"Ma no, guardi che non ha capito:  io parlo di mercoledì prossimo... Le va bene?"
Era da tanto che non restavo così sorpresa...
"Ma certo che mi va bene!!! E dove devo recarmi?"
"Ma proprio qui da noi, in ospedale."

No... dico... cosa è successo?
Qualcosa qui non va... 
Eh, no...
Ci deve essere sotto qualcosa. Non vi pare?

Insomma: lunedì ho prenotato un esame (per il quale solitamente ci sono mesi d'attesa) e stamattina l'ho già eseguito. Datemi un pizzicotto (pianino, però!) che forse sto ancora dormendo...

A proposito di dormire: notte nottina a tutti! Cra cra cra!

PS: oltretutto, sono riuscita a posteggiare l'auto a 10m dall'entrata (l'alternativa era metterla addirittura nel corridoio dell'ospedale...) e mi hanno chiamata un solo minuto dopo l'orario fissato e nel giro di un quarto d'ora ero fuori...
Ribadisco: qualcosa qui non va...  

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

MONDO CAPOVOLTO

Post n°298 pubblicato il 10 Gennaio 2011 da francy_62

Che il mondo andasse male e fosse sottosopra, lo si sa da un bel pezzo: basta osservare tutto quello che capita...
Ma che si fosse davvero ribaltato, questo poi no!!!
Ascoltate:

700 mila anni fa il Polo Nord magnetico era invertito con quello al Sud?! Ma siamo matti?

Andando avanti di questo passo... dove finirà il mio stagno? Ussssignur!!! Cra cra cra!

PS: la moria di uccelli è abbastanza preoccupante.
Speriamo non inizi anche quella delle... rane!!! :-(((

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

LA FAMIGLIA CRESCE...

Post n°297 pubblicato il 09 Gennaio 2011 da francy_62

Ebbene sì:

la famiglia cresce!

All'inizio

ovviamente

non ce n'era nessuno.

Poi uno arrivò,

così

per caso,

senza esser stato cercato.

E' capitato...

Adesso

siamo

al secondo:

visto che il primo

era bellino

mi son lanciata.

Ed ecco

il secondo,

più piccolo ovviamente.

E vanno

pure d'accordo.

Ammirate

i due fratelli

nel loro ambiente naturale:

*

*

*

*

*

*

*

*

*

*

*

*

*

*

*

*

*

Eh eh eh eh eh....

Un abbraccio a tutti e buon inizio di settimana, visto che per qualcuno coincide con la ripresa lavorativa dopo questo periodo di feste...  Forza, che ormai il peggio è andato: ora solo discesa verso la primavera! Cra cra cra.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

GESTI CHE TOCCANO IL CUORE...

Post n°296 pubblicato il 07 Gennaio 2011 da francy_62

Quest'anno, a parte i soliti auguri più o meno formali e qualche regalo di circostanza che lasciano il tempo che trovano, tre cose mi hanno toccato profondamente nell'animo. 

1) Un biglietto d'auguri di una mia amica.
Si tratta di una donna di 64 anni, molto raffinata, di classe, ora in pensione... E' stata una mia collega per 6 anni, poi per motivi personali, si è trasferita in un plesso più vicino a casa.  Ho trovato in lei una collega competente e un'insegnante splendida,  un'amica leale sincera e disponibile, una quasi mamma (ha tre figlie adulte, sposate e con figli) a cui chiedere consigli, una compagnia per andare a cena fuori, a teatro o a far acquisti, una confidente fidata... Insomma una figura di riferimento per tutto con la quale si è instaurato un rapporto splendido e nonostante la differenza di età lei si è appoggiata e confidata con me allo stesso modo.
Questo ciò che mi ha scritto:
"Mi rendo conto che può essere banale ma vorrei oggi, ringraziarti per avermi regalato tanta amicizia.
E proprio oggi, nell'augurarti un Dolce Natale, ti vorrei abbracciare forte per contraccambiare l'affetto, la stima e la simpatia che mi hai sempre riservato, senza mai chiedere nulla in cambio.
Credo che esistano poche persone come te e che il mondo sarebbe migliore se si seguisse il tuo esempio. Ti voglio tanto bene..."

2) Gli auguri di uno di voi, qui in rete.
Una persona che abita a centinaia di chilometri  dal mio stagno e che conosco solo "virtualmente", tramite blog  e messaggi.
Mi ha scritto:
"Volevo farti gli auguri perchè tu possa trovare pian piano una dimensione più giusta per te nella vita e averne un po' di riscatto. Dal canto mio dopo la cotenna (= la pelle) salva che ho avuto, ci sei tu quindi per me questo anno è come un uragano, ma nella quiete e nel sole del suo centro, ho trovato te e ti voglio bene , mia preziosa amica e donna plurivalente... Un bacione."

3) Un regalo originale, inviato qui (e dove se no?).
Dietro vi deve essere un gran lavoro... ma anche e soprattutto, un gran cuore.
Questo video, che trovo dolcissimo:


(fatelo ripartire dall'inizio, giusto per vedere il titolo)

Vi assicuro che questi segnali d'affetto vero, sono le uniche cose che mi consentono ogni tanto di fare un respiro profondo e che mi rigenerano.

Un abbraccio a tutti. Cra cra cra.

PS: non so se dipenda dal fatto che il video è fatto su misura per me ed ascolto la base musicale con un coinvolgimento emotivo particolare, ma trovo questo brano veramente stupendo...

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

DI SALTO IN SALTO... DI SALDO IN SALDO...

Post n°295 pubblicato il 06 Gennaio 2011 da francy_62

Saltando  in  qua  ed  in  là,  in  questo  periodo  ho gironzolato abbastanza nei centri commerciali, dove cominciavano a fioccare i saldi... ancor prima di quelli canonici.

In effetti... se si va a comperare ora carta da regalo o addobbi natalizi, non dico che te li tirino dietro, ma sicuramente si pagano almeno la metà. Ed ovviamente qualcosa ho comprato, perchè pacchetti ne incarterò ancora di sicuro...

Idem se volete comperare un cotechino o uno zampone... che, come l'agnello, è buono anche dopo Pasqua.

Comunque, curiosando in un negozio di una nota catena che vende articoli etnici e non, mi sono imbattuta in un mobiletto di legno bianco, dove al posto dei cassetti, c'erano dei cesti in vimini colorato. Alcuni erano in gradazioni sul marrone-arancio altri sulle tonalità del verde.
Considerando che il mio girino adora il verde,  che di tale colore è il suo bagno (con mobili bianchi), che quando vi si ritira ci passa le ore a leggere e che gli manca sempre un appoggio comodo per sistemare i vari libri... ho pensato fosse proprio quello che ci voleva: si adattava benissimo al bagno, era abbastanza bellino ed il prezzo abbordabile.

Già... il prezzo. Era anche scontato del 30%... Cosa volevo di più? Forse il Lucano? Ma noooooo....

Per cui, decisa ad acquistarlo, non ho preso quello in esposizione, ma ho chiamato una commessa e mi sono fatta aprire un mobiletto imballato nello scatolone per verificare che fosse a posto. Lei apre la confezione nuova di pacca ed io... che ci trovo dentro, imballato così all'origine dalla fabbrica, con tanto di plastica? 
Questo:
 

 

Che dire?
In primis: oca la commessa che non ha tolto subito il cartellino.
In secundis: che spessissimo gli sconti non lo sono affatto, ma tale parola è solo un bel richiamo per le allodole. Io, in effetti, allodola non sono e il mobiletto lo avrei preso indipendentemente dalla scritta saldo o dal prezzo, perchè difficilmente ne avrei trovato un altro che si adattava così bene per dimensioni e colori al mio caso.

Va beh... volete vedere il mio portentoso acquisto? Eccolo:

Notate, che attaccato ad un manico di un cesto, c'è di nuovo il cartellino con il prezzo scontato... ed era dentro al sacchetto di plastica.

A proposito... sssssttttt... non ditelo a nessuno... ma sto mobiletto è arrivato  (come scherzo) portato dalla Befana. Cioè da me... eheheheh... Cra cra cra!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

I NUMERI DI LIBERO...

Post n°294 pubblicato il 05 Gennaio 2011 da francy_62

Veramente volevo scrivere: LIBERO DA' I NUMERI... ma temendo di essere fraintesa e bannata subito, ho optato per l'altro titolo.

Stasera... anzi, stanotte, ho viaggiato un po' nelle varie classifiche tra blog esordienti, post rilevanti dal momento che qualcuno mi aveva fatto notare di essere in classifica e a momenti mi viene un colpo.
Avete la minima idea di quanti siamo in questa benedetta comunità a scrivere? E quanto scriviamo?

Ma andiamo con ordine.

Poco fa io risultavo in 2^ pagina tra i "post più discussi"  con il mio 293° post ed in 8^ pagina tra i "blog rilevanti". E va bene... niente di eclatante, tanto non seguo le classifiche e non mi interessano.

Poi, come vi dicevo, ho curiosato nell'elenco di tutti i blog di Libero. 
In ogni pagina vengono caricati 10 blog... Sapete quante pagine ci sono?
Che dite? Quante? No. Di più...
Come? Naaaaaaaaaa.... molte di più...
Secondo me, se mi mettono davanti ad una telecamera, ed indico un concorso telefonico, batto il record di puntate di Raffaella Carrà con il suo barattolo di fagioli... Ricordate?

Beh, insomma ci son la bellezza di 18.706 pagine!!!
Per la bellezza di 187.060 blog! Ribadisco: centoottantasettemilasessanta blog! Ma è un numero spropositato!!!

Ed io con i miei 293 post (anzi, a loro ne risultano 288... probabilmente perchè qualcuno mi è capitato di cancellarlo) sono a pagina 376.

Ma un altro numero che mi ha lasciata di stucco, è quello del blog che ha pubblicato più post.
Quanti sono? Beh, una bazzecola... solo 74.338 post!!! Una cifra che lascia senza parole... Domani lo vado a sbirciare per curiosità... Chissà se un santone di quella portata, permette anche ad una ranocchia di farci un salto.
Domani però, perchè o
ra... data l'ora (eheheheh...) me ne vo a letto... anche con un leggero mal di testa con tutti sti numeri che mi girano in testa... Cra cra cra

PS: tra qualche secondo, sarò anche in pool position nell'elenco degli ultimi post creati... ;-)

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

RIFLESSIONI SEMISERIE...

Post n°293 pubblicato il 04 Gennaio 2011 da francy_62

... DAVANTI AL BUCATO ! ! ! (ma anche dietro, sotto, sopra, di fianco... visto che ne ho sempre valanghe!!! Ufff...).

Stamattina, tra le altre faccende domestiche, mi sono messa a stendere il bucato (che, come già scrissi in un altro post, non vedo perchè debba chiamarsi così, dal momento che di buchi non ne ha... Non dovrebbe dirsi: vado a stendere il "lavato"? Mah... misteri della lavatrice, che, appunto, non si chiama "bucatrice"... eheheheh).

Comunque, tornando al nocciolo della questione, stendendo i panni, che fortunatamente bucati non erano, mi son trovata a riflettere sul fatto che avendo nello stagno solo un rospo ed un girino, stavo stendendo pantaloni, felpe e maglie... maglie, felpe e pantaloni... felpe, pantaloni e maglie... (oltre a mutande, magliette e calzini... calzini, magliette e mutande... magliette, calzini e mutande...).
Che noia, che barba! Che barba, che noia! (parafrasando la grande Sandra...).

Chi invece ha per casa qualche girina, si ritrova di sicuro a stendere anche qualche capo un po' più fru fru...

Però, un'altra considerazione che mi veniva da fare è questa:
ma quanto è davvero monotono l'abbigliamento maschile! Pantaloni felpe e maglie... pantaloni, maglie e felpe... Mettiamoci anche le camicie, se vogliamo... Ma i pantaloni, mica possiamo toglierli, vi pare? A meno di non aver tendenze strane, o di essere di origini scozzesi o di recitare in qualche compagnia teatrale di soli uomini, voi rospi non potete certo indossare gonne, abiti e tacchi alti. Tiè! Piccola rivalsa femminile! Ah ah ah ah... Al massimo vi travestite da principi azzurri, ed in quel caso, al posto dei pantaloni userete la calzamaglia... ma non so se nel cambio ci guadagnate, come abbigliamento! Ih ih ih ih...

Il guaio del bucato, poi, non è tanto farlo o stenderlo, ma stirarloooooooooooo! Ufff... lo odio!!!
Preferisco di gran lunga passare ore in cucina che non cinque minuti a stirare.
E non mi dite di mettere l'asse da stiro in cucina, che non funziona! Sgrunt!

Un salutone... Vado a stirare la montagna di panni che mi si è accumulata in questi giorni di dolce far niente... sigh... Cra cra cra.

PS: cerco qualcuno disposto ad aiutarmi... Viene nessuno?

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

GRADITE QUALCOSA DI BUONO?

Post n°292 pubblicato il 03 Gennaio 2011 da francy_62

Posso

offrirvi

qualcosa

di

buono

e

unico?

Prego,

servitevi

pure!

*

*

*

*

*

*

*

*

*

*

*

*

*

*

Gusto sapientemente preparato da un amico di blog!
Non avrei mai pensato ci fosse anche il gusto ranocchia francy... eheheheh... Cra cra cra!

PS: E   NON   SIATE   TROPPO   MA-LI-ZIO-SI,   PLEASE ! ! !

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

PLASTICA E RACCOLTA DIFFERENZIATA

Post n°291 pubblicato il 02 Gennaio 2011 da francy_62

Da ieri dovrebbero sparire i sacchetti di plastica, sostituiti da quelli ecocompatibili e biodegradabili.
Bene. Era ora.
Anche se io, come scrivevo a qualcuno, da sempre tendo a non prendere sportine di plastica nei supemercati, ma recupero scatole di cartone, che sono decisamente più pratiche per caricare la spesa nel bagagliaio.

Ma, mi chiedo: e tutta l'altra plastica inutile che ci portiamo a casa in ogni confezione?

Alcuni beni di facile consumo, hanno confezioni di cartone con sopra un'altra di plastica molto rigida, che manco con le forbici si riesce ad aprire tanto è spessa e dura, tipo le cartucce per la stampante, tanto per fare un esempio... e decisamente spropositatamente più grandi ed ingombranti della cartuccia stessa.

Inoltre, mi chiedo, perchè ormai quasi tutto il latte, viene commercializzato in bottiglie di plastica e non nel vetro, come un tempo?

Stesso discorso per le bottiglie dell'acqua o del vino.

Un tempo (ebbene sì, faccio parte dell'era giurassica... uffi...) ricordo che quando da bambina accompagnavo i miei al supermercato, la maggior parte delle bottiglie erano di vetro, con vuoto a rendere.
Si pagava una cauzione (10 lire? 50 lire?... boh... ) e la volta successiva si restituivano, ricevendo la cauzione indietro o non pagandola sulle nuove bottiglie acquistate.
Decisamente, c'erano meno sperchi: tutti stavano attenti a non romperle, non dispenderle e a restituirle... 
Il risparmio era doppio, perchè  il vetro non veniva raccolto e rilavorato per riciclarlo, ma tornava alle aziende che imbottigliavano le stesse bottiglie. E niente plastica.

Perchè ora non lo si fa più? Proprio ora che ce ne sarebbe più bisogno.... 
Forse perchè è troppo difficile riportare le bottiglie dove facciamo la spesa? Sì, perchè sarà comodo pagarle (perchè se sono senza cauzione, le paghiamo ugualmente assieme alla bevanda) e portarle nelle campane di vetro (o della plastica)!!!
Per poi pagare autisti e camion per la raccolta e il trasporto nelle fabbriche dove il vetro e la plastica saranno lavorati con enormi spese, per tornar ad essere bottiglie che faranno la stessa fine.
Sempre che la gente le porti nei cassonetti appositi...

Io vetro e plastica li raccolgo, ma talvolta mi pare di essere come l'omino qui sotto... Ufff...

Buona raccolta di plastica a tutti. Cra cra cra.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

DA PARTE DI UN ROSPO SPECIALE...

"Ho fatto una prova improvvisando un pezzetto di un minuto e mezzo, sinceramente non so se è roba mia o una riminiscenza di qualche pezzo che facevo ai tempi che furono. 
Il risultato mi sembra soddisfacente tanto che vorrei dedicarlo a Francy, un po' perchè è tra le poche che mi apprezza come mariachi de noialtri, un po' perchè è probabilmente la persona a cui sono più legato qui dentro, nonostante affettuosamente la tratto sempre male."

 

FRANCY CRA CRA

Un regalo prezioso di un amico prezioso (post 296 del 7 gennaio 2011) (pubblicato da francy cra cra su youtube il 27 gennaio 2012: cra cra )

GRAZIE!!!

 

 

BACHATA

SAGGIO SALSA

 

 

ARCHIVIO POST 2008

ARCHIVIO POST 2009

 

ARCHIVIO POST 2010

LE MIE RICETTE

fOCACCIA RIPIENA DI
SCAROLA E PORRI
post n° 696

QUADRUCCIOLI AGLI SPINACI
post n° 645

TAGLIATELLE, CIPOLLA, PANNA
E SPECK
post n° 645

OLIVE VERDI SOTT'OLIO
post n° 628

OLIVE VERDI IN SALAMOIA
post n° 626

STINCO DI MAIALE AL FORNO
post n° 617

INVOLTINI
post n° 607

CROSTINO TOSCANO
post n°  599

YOGURT ALLA CANNELLA
(per regolarizzare la glicemia)
post n°  597

FRIGGIONE
post n°  591

RAGU' BIANCO ALLA UMBRA
post n° 588

TORTA DI ALBUMI
post n°  581

ZUPPA INGLESE
post n° 544

STROZZAPRETI VONGOLE E ASPARAGI
post n° 544

CIABATTE VELOCI
post n° 523

PANINI DI PASTA DURA
post n° 519

CASTAGNOLE ALLA RICOTTA
post n° 516

 

...segue...

CANTUCCI
post n°  493

PASTA E BROCCOLETTI
post n°  475

PEPERONI RIPIENI
post n°  459

SALE AROMATIZZATO
post n°  430

FICHI CARAMELLATI
post n°  427

VERDURE GRATINATE AL FORNO
post n° 423

BARCHETTE DI MELANZANE
post n° 408

FUNGHI E RUCOLA
post n° 390

IL MIO RISOTTINO PRIMAVERA
post n° 369

RISOTTO AGLI ASPARAGI SELVATICI
post n° 354

ZEPPOLE DI SAN GIUSEPPE
post n° 336

GATTEAU DI PATATE
post n° 322

CIME DI RAPA ALLA CRA CRA
post n° 304

 

...segue...

TORTA PAESANA
post n°  288

MARMELLATA DI MELONE BIANCO
post n°  266

SEMIFREDDO DI CACHI
post n°  263

MARMELLATA DI CASTAGNE
post n° 263

FICHI CARAMELLATI
post n° 217

VERDURE PASTELLATE 
post n° 237

PASSATA DI POMODORO
post n° 224

CIAMBELLA
post n° 228

DOLCE AL CAFFE'
post n° 196

AGNOLOTTI
post n 130

CHIACCHIERE DI CARNEVALE
post n° 142

ANGUILLA IN FOGLIE DI VITE
post n°242

PIADINA
post n° 132

 

Ultime visite al Blog

synkro2007arw3n63francy_62fosco6masaneta2CiaoGi_57vivodipanciaisab.72chiarastella770dannatamentefollempt2003IrrequietaDdaniela_elaElemento.Scostantericcardoacetosi
 
 

MIA MARTINI

Il video di una canzone che amo a ricordo della stupenda artista che era e dei 15 anni trascorsi dalla sua scomparsa:

 

 

ALLELUIA

  

 

Ultimi commenti

Oh oh.................. Ero convinta di avertelo mandato...
Inviato da: francy_62
il 16/10/2017 alle 20:13
 
sto aspettando il messaggio ;)
Inviato da: mpt2003
il 14/10/2017 alle 12:46
 
Rilassarsi?! Eh, come no.... Ŕ facilizzzzzzimo!
Inviato da: francy_62
il 06/10/2017 alle 15:52
 
Sar˛ anche in piedi, ma barcollo.... Un abbraccio.
Inviato da: francy_62
il 06/10/2017 alle 15:51
 
Rilassati, vieni al mio Recital^______^. Ciaoooooooooo!
Inviato da: fosco6
il 02/10/2017 alle 22:58
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova