Creato da francy_62 il 23/10/2008
pensieri in libertà

IL MIO NUOVO BLOG (sbagliato) SU VIRGILIO

 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2011 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

AMICI PRESENTI AL PRANZO DI DOMENICA 15-4-12

Francy_62
nuovavita2011
vogliorivivere1
gattoficcanaso (e gentile signora)
pennydog
bionda66
dolceelfa75
germano.capoverde

 

BRAZIR

Haiku:

occhi al cielo
cercando una strega
vidi la rana

 

ISRY

Parodia:

 occhi al letto
cercando una rana
vidi un pi ci

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2011 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 87
 

TRAFFICO

 

 

RADIO DG.VOICE

 

Messaggi di Ottobre 2011

CONVERSAZIONI DI ORDINARIA FOLLIA...

Post n°461 pubblicato il 30 Ottobre 2011 da francy_62
 

Una tranquilla domenica autunnale...
Ore 15:00 circa...
Nello stagno...

Rospa: "Andiamo a fare un giro, o stiamo in casa tutto il pomeriggio?"

Rospetto: "Io sto a casa..."

Rospo: "Io sto a casa..."

Rospa: "Ma dai, rospetto. E' anche uscito il sole e non tira un alito di vento... andiamo a fare due passi al mare... una bella passeggiata e torniamo. Se poi ci sono le vongole, ne raccogliamo un po' e tu stasera te le mangi."

Rospo: "Oggi non c'è la bassa marea... inizia la prossima settimana."

Rospa: " Va beh... Sentite, io esco... fate voi..."

Rospetto: "Dai, sì, vengo... Ma non stiamo via molto. Anzi... se non ci sono le vongole, torno subito a casa".

Arrivati al mare... il sole era sparito ma c'era la bassa marea e tantissima gente china a raccoglier vongole...

Ma come?! Se la bassa marea doveva iniziare la prossima settimana?! Cioè domani... ah ah ah...

Rospo: "Sì, sì... andate a cercar le vongole! Son più le persone delle vongole..."

Infatti.

Infatti nel giro di mezz'ora in meno di cento metri, dove c'erano già una decina di persone chine "a cul busòn" (per i non romagnoli, trattasi di persona in piedi piegata in avanti a 90° ), ne abbiamo raccolto quasi tre chili!

Ma perchè, mi domando e dico, i rospi hanno il dono  della parola?
Non sarebbe meglio per tutti (tutti, leggasi: me) se tacessero sempre?

A proposito...
Ieri mi sono fatta il regalo di Natale!
Ho acquistato la planetaria!
WoW! Ora sì che in cucina, posso andare in orbita! *__^

Mi auguro che parecchi di voi, domani siano a casa per il ponte...
Buona serata a tutti. Cra cra cra.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

ANAGRAMMI PER SORRIDERE...

Post n°460 pubblicato il 28 Ottobre 2011 da francy_62
 

Mentre cercavo di anagrammare DURCONFER (ed il per come e perchè non sto a spiegare... ma qualcuno capirà... ), mi sono imbattuta in un sito che riportava gli anagrammi dei nomi di alcuni personaggi famosi... Alcuni sono una cosa da non credere!
Vi sono anche nomi di politici... Io ne riporto qualcuno, per come li ho trovati, indipendentemente da chi siano e da cosa significhino i loro anagrammi, ok?
E perdonatemi qualche forte "francesismo", ma ci stava troppo bene.

Anagrammi politici:

Democrazia Cristiana = Azienda Camorristica

Silvio Berlusconi = il visino burlesco

Silvio Berlusconi = sono virus bellici

Giulio Andreotti = l’intrigo è d’ aiuto

On. Giulio Andreotti = un gelido Totò Riina

Romano Prodi = primo: non dar!

Pietro Nenni = non è Pertini

Fausto Bertinotti = si è fatto bruttino

Ignazio La Russa = l’asso in arguzia  

 

Letizia Moratti = molta itterizia

Irene Pivetti = preti, inveite!

Vittorio Sgarbi = rito sbrigativo

Francesco Rutelli = citrullo francese

Umberto Bossi = ebbri su mosto

 

Anagrammi di attori e cantanti:

Serena Grandi = gran sederina

Alba Parietti = tipa liberata

Carol Alt = crollata

Eleonora Giorgi = ego giornaliero

Rita Pavone = portava nei

Moana Pozzi = pizzo a mano

Valeria Marini = minerali avari

Alessia Marcuzzi = umilia scarsezza

Monica Bellucci = colma i cineclub

Sofia Loren = felino rosa

Meg Ryan = germany

Roberto Benigni = birbone integro

Nanni Moretti = non ti meritan

Luciano Pavarotti = vuol cantar ai topi

Amedeo Minghi = demoni e maghi

Jo Squillo = soliloquj

Paola Turci = curo la tipa

Renato Zero = era terzo, no?

Mietta = te t'ami?

Andrea Mingardi = grida mandriane

Tullio De Piscopo = l'udite, lo scoppio?

Maurizio Vandelli = vuol deliziar Mina'

Moana Pozzi = animo pazzo

Ilona Staller = strillo anale

Avete provato con i vostri nomi, a vedere se ne esce qualcosa di simpatico? Da me, non ci si cava un ragno da un buco... anzi, una rana da uno stagno! *__^

Notte nottina, bella gente! Cra cra cra.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

POVERI PEPERONI !

Post n°459 pubblicato il 26 Ottobre 2011 da francy_62
 

Oggi vi faccio conoscere una ricetta che io scherzosamente da sempre chiamo: "i poveri peperoni ripieni".

Avete mai visto dei peperoni poveri o ricchi?  Naaaaaaaaa!
Li chiamo così semplicemente perchè il ripieno è povero ed è una ricetta che si tramanda nella mia famiglia.
Si faceva ai tempi di mio babbo, quando la fame era molta, le pance da riempire eran tante e tanta era pure la miseria.
Per cui, con poca spesa, bisognava avere molta resa.
Si utilizzavano infatti pochi ingredienti che costavan poco, ma che comunque permettevano di preparare qualcosa di saporito che, oltre a riempire lo stomaco, soddisfacesse anche il palato.

I peperoni si possono riempire con ogni ben di Dio... ed a volte li ho mangiati e preparati in vario modo, ma quando se ne parla, a me viene sempre in mente questa ricetta che mangio da quando ero bambina, e che ancor ora preparo... anche se solo per me, perchè nè rospo nè rospetto li vogliono.
Peggio per loro... e meglio per me! *___^

Potete prendere un qualsiasi tipo di peperone, bello maturo e sodo... ma io da qualche anno ho scoperto questa varietà:

Hanno la polpa molto grossa e sono dolcissimi.
La pelle è piuttosto grossa e dura e ciò si rivela un bel vantaggio, perchè da cotti la si toglie molto facilmente rendendoli più digeribili.
Inoltre non sono molto grandi, proprio l'ideale se avete ospiti.

Per gli ingredienti, io vado ad occhio... ma dovete abbondare per renderli saporiti.

Ingredienti:
peperoni (ma va?!)
pan grattato
acciughe sott'olio
prezzemolo
aglio
parmigiano
pepe
olio

Procedimento:
- fare un trito abbondante di prezzemolo, aglio e acciughe;
- unire il trito al pan grattato e condirlo con olio e pepe  e un po' di parmigiano (mi raccomando niente sale: bastano le acciughe);
- tagliare il picciolo dai peperoni e riempirli;
- ricomporre i peperoni e cuocerli in padella a fiamma molto bassa con un po' d'olio e un pochino di sale.

Io li incoperchio, così non vengono proprio fritti e li rigiro spesso. Alla fine, poi, togliendo la pelle, la parte fritta, praticamente se ne va....

Per me sono una vera delizia e sono come le ciliegie: uno tira l'altro.

Se vi va, provateli... e buon appetito. Cra cra cra.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

CONSERVE SOTTO VETRO...

Post n°458 pubblicato il 24 Ottobre 2011 da francy_62
 

Io è da un po' che preparo fichi caramellati, marmellate, conserve e che metto verdure nel congelatore

Sapete com'è... se c'è abbondanza, peccato sprecare tutto quel ben di Dio.


Quest'anno, poi, mi sono lanciata anche in qualcosa di nuovo e di sperimentale...

La produzione è stata abbondante ed avendo parecchia materia prima e non sapendo come utilizzarla, ho preparato anche parecchi barattoli di....

 

baciotti sottovetro

e

coccole surgelate!

*___*

 

 

All'occorrenza basterebbe aprire un vasetto e scaldare qualche coccola... ed il gioco è fatto!

 

 

Già... ma quando arriverà l'occorrenza?
Mi sa che queste mie conserve, siano destinate a riempirsi di polvere e ragnatele in qualche scaffale della cantina...


Anche perchè essendo un po' diabetica, devo stare a dieta... Mentre i baci e le coccole sono dolcissimi.
Di sicuro, non mi si alzerà la glicemia per questo...

 

 

Buon inizio di settimana a tutti! Cra cra cra.

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

COMODITA' E TECNOLOGIA...

Tanto tempo fa (nemmeno poi tanto...) era normale accendere la TV e andare a sedersi, magari in poltrona o sul divano (esattamente come ora).
Quando poi appariva il triangolino bianco in basso sullo schermo, che ci avvisava dell'inizio di un programma sull'altro canale, ci si alzava e con la manopola che faceva CLOCK, si passava sull'unico canale alternativo che c'era...
Stessa cosa per abbassare o alzare il volume: ti dovevi alzare pure tu...
Poi sono arrivati i telecomandi e non è stato  più necessario alzarsi.
Ho passato serate stesa sul divano, a cambiare canale... magari dormicchiando un po'...
Un po' spesso! Ah ah ah...

Un tempo, e mi pare di esser nata nel giurassico, per entrare in macchina, bisognava prendere la chiave, infilarla nella serratura, fare clik e una volta saliti, da dentro alzare lo spinottino sullo sportello destro per far salire qualcuno.
Poi è arrivata la chiusura centralizzata che ci ha fatto aprire l'auto da lontano, senza doverci piegare per infilare la serratura.
Ora, basta avere le chiavi della macchina da qualche parte con noi... ed il gioco è fatto (sperando che la nostra auto ci sia fedele e non si apra o si metta in moto con un altro passante qualsiasi).

Ai miei tempi, sempre se avevi un'auto e dovevi posteggiare, oltre ad avere la fortuna di trovare un parcheggio libero, dovevi avere anche due bei bicipiti da guiness, perchè fare manovra ti faceva sudare sette camicie anche in inverno, da quanto era duro lo sterzo.
Poi è arrivato il servosterzo e si posteggiava con un dito, o quasi.
Ora, l'auto posteggia da sè mentre ti rifai il trucco (o la barba, dipende da chi sei...).

Un tempo... si saliva in macchina e si partiva. Magari sbadatamente con il freno a mano ancora tirato e te ne accorgevi solo quando la puzza di bruciato di faceva perdere i sensi.
Ora, se non lo si disinserisce siamo avvertiti da fastidiosi segnali acustici.

Un tempo (sempre QUEL tempo), i bambini scorrazzavano per l'abitacolo e ci si sedeva anche in sette in una Cinquecento (i sette nani, ovviamente).
Ora, prova a non allacciarti le cinture di sicurezza! Senti che belle sirene ti suonano nelle orecchie!

E che dire dei torcicollo che ti venivano, quando dovevi girarti indietro per vedere se sopraggiungeva qualcuno? Già... mica c'erano gli specchietti laterali nelle macchine. Però almeno, non rischiavi di romperli prendendoci male le misure entrando in garage (io... sigh!).

Un tempo... se volevo risentire qualche canzone trasmessa per radio, mi armavo di musicassette C30 o C60 o C90 ed aspettavo l'attimo fuggente per registrarle mentre le trasmettevano... lasciandomi scappare sempre qualche attimo e bloccandola sempre un po' prima della fine perchè il DJ ci parlava sopra.
Ora vi devo dire come si scarica la musica?

Un tempo... quando da  bambina andavo a trovare qualche parente di mia mamma che abitava in campagna, si trovava sempre la casa aperta, si chiamava a gran voce, si entrava per vedere se c'era qualcuno, magari si beveva un bicchier di vino (lasciato appositamente nel fiasco sul tavolo per chi arrivava). Poi ci si incamminava per i campi, dove tutta la famiglia stava lavorando.
Ora, anche in campagna trovi cancelli, sistemi d'allarme, porte blindate, inferriate alle finestre e fossati con i coccodrilli anche attorno al capanno degli attrezzi.

Un tempo... le case di notte erano buie. Ora, se ti alzi nel cuore della notte per fare plin plin... non puoi procedere al buio perchè hai mille lucine che ti segnalano la strada: la radiosveglia, la luce d'emergenza in corridoio e sulle scale, gli interruttori illuminati, le lucine dello stand by di cellulari, allarmi, televisori... che se non sei proprio sveglio, ti prende un infarto perchè le scambi per gli occhietti di spiriti e fantasmi.

Un tempo... per fare una ricerca scolastica, tutti gli studenti si arrabattavano sulle varie enciclopedie (universali, degli animali o scientifiche che tutti più o meno avevamo, acquistate in edicola a fascicoli e fatte rilegare a mano) o passando ore in biblioteca a cercare su enormi libroni che odoravano di chiuso e muffa.
Ora, basta digitare una parola sul pc e tutto lo scibile umano è sotto i nostri occhi (in versione più o meno corretta).

Un tempo... si viaggiava con alla mano una cartina stradale (che alla fine non si riusciva MAI a ripiegare seguendo le pieghe originali).
Ora una voce a vostra scelta (maschile o femminile) vi segue passo passo e vi conduce con un metallico: "Tra trecento metri, svoltare a sinistra..." esattamente dove volete arrivare. Forse.

Un tempo... il televisore a 24 pollici era un armadio: più profondo che largo e sporgeva da tutti i mobili.
Ora ne acquisti uno da 250 pollici, ed è piatto come una sottiletta e ti chiedi come fanno a starci dentro tutti quei canali che ci sono.

Un tempo... se eri in giro ed avevi bisogno di telefonare, dovevi come minimo, essere munito di un chilo di gettoni telefonici ed avere la fortuna di trovare una cabina telefonica funzionante.
Ora, se hai compiuto i 18... mesi, come minimo ti hanno già regalato una decina di cellulari, che hanno anche incorporato la funzione ciuccio e la possibilità di scegliere una ninna nanna tra trenta suonerie polifoniche.

Un tempo... se volevi fare una partita a carte, invitavi qualche amico, prendevi un mazzo di carte e giocavi.
Ora, ti isoli e giochi a carte virtulamente con uno che magari sta dall'altro capo del mondo...

Ma io dico:
con tutta questa tecnologia, possibile che qualcuno non abbia ancora inventato il modo di far materializzare al nostro fianco la persona perfetta, per il tempo che ci necessita? Poi, con un telecomando, la si spegne prima di arrivare ad incompresioni e litigi vari... così tutti si vivrebbe felici e contenti.
Questa sì, che sarebbe una bella comodità... non credete? *____^ Cra cra cra.


Ve lo ricordate? Ne avevate uno anche voi, vero?
Il mio aveva addirittura il duplicatore di cassette.
Caspita se ero già tecnologicamente all'avanguardia! Ah ah ah...

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

CON FILTRO O SENZA?

Post n°456 pubblicato il 18 Ottobre 2011 da francy_62
 

Secondo voi, meglio con il filtro o senza?

Beh... nell'auto meglio di sì, per l'aria (e forse anche per l'olio...).

E quello "antiparticolato", lo vogliamo mettere?

Nelle sigarette, pure: già son dannose, almeno che lo siano un briciolino meno.

Utile pure quello nella cappa sopra al fornello: almeno ci rimettiamo il fegato con i fritti, ma non ci ingolfiamo i polmoni con i fumi.

Per ottenere delle belle fotografie, a volte è utile usare dei filtri ottici.

Anche nella lavatrice c'è un bel filtro, da ispezionare e pulire regolarmente, per recuperare bottoni, monetine...

Se fate un liquore in casa, poi va utilizto un particolare filtro in carta per renderlo limpido.

Per avere un'acqua pura, esistono filtri al carbone e non solo.

Prima di collegarmi con l'adsl, mi hanno installato un filtro nella presa telefonica.

E chissà quanti altri tipi di filtri utilizziamo abitualmente  e che sono molto utili.

Ma

mi

spiegate

a

cosa

diavolo

serve

il

filtro

che

si

trova

nella

lavastoviglie,

se

non

a

mantenere

piccoli

residui

di

cibo

durante

tutto

il

ciclo

del

lavaggio

??????

Lasciamo perdere il fatto che i piatti vadano risciacquati prima di essere messi dentro alla lavastoviglie, e va bene.

Ma qualche piccolo residuo rimane sempre... e il filtro, che fa il proprio dovere, lo trattiene all'interno della lavastoviglie. Così permane per tutto il lavaggio. :-((((

Ma dico io: non sarebbe meglio che al primo scarico, tutto quanto venisse eliminato?

Non credo che un pezzettino di prezzemolo o un chicco di riso, possano intasare le tubature.

Credo che sia molto anti igienico...
E mi costringe a ispezionarlo quasi giornalmente.

Pensate che nei ristoranti, abbiano la mia stessa cura?
Meglio non persarci, va... Altrimenti passa la voglia di andare a mangiar fuori...

Ora scappo... Mangio al volo e corro a scuola per il pomeriggio.

Un abbraccio a tutti e buon pranzo. Cra cra cra.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

OTTOBRE NELLO STAGNO E DINTORNI...

Post n°455 pubblicato il 17 Ottobre 2011 da francy_62

Posto o non posto?
Ormai vi ho talmente tanto rotto le scatole, col mio stagno, che mi verrebbe da passare oltre.
Ma visto che ormai questo blog è diventato anche un mio personale archivio, posto.
Semmai passate oltre ed attendete il prossimo post...
Non vi obbligo mica a leggere-guardare-commentare... ok?

Intanto le mie tartarughe non ci capiscono più nulla.
Alcune, l'anno scorso si erano interrate già a fine agosto.
Invece di questi tempi, sono ancora quasi tutte in giro, anche se mangiano poco o niente. Il che non va bene, perchè bruciano di più... speriamo superino l'inverno.

Le rose poi... e chi l'ha detto che il loro mese è maggio?
Ne ho alcune stupendamente fiorite anche ora.

Poi, ci sono i funghi... e non solo:

Insomma, non male come raccolto di una giornata.
Ed ho dimenticato il sacchetto di pinoli raccolti proprio in questi giorni.

§ § § § § § § § § § §

Quest'anno il mio rospetto frequenta le superiori in un paese vicino e la sua scuola è a soli 50m dal mare.
Per cui quando capita di andarlo a prendere perchè esce alla quarta ora e non c'è il pullman, cerco di andarci un po' prima per fare una bella passeggiata in riva al mare.
Lunedì era proprio caldo, ed anche se ero vestita in modo abbastanza elegante, non ho saputo resistere e ho tolto scarpe e collant.
Ho pure messo le zampette a mollo, ma per poco.
Il mare era calmissimo e sarei stata lì delle ore... ma il rospetto usciva.

 

Venerdì invece, il mare era parecchio arrabbiato e tirava un gran vento gelido.
Altro che togliere collant! Mi sarei messa la muta... come parecchi ragazzi che erano lì a divertirsi tra le onde con il windserf e il kyte serf (e chissà a chi è andato subito il mio pensiero... *___* ).
Diciamo che ho resistito ben poco, il tempo di scattare qualche foto e rifugiarmi nel tepore della mia auto.

Oggi è stata una giornata soleggiata... non troppo calda, ma senza troppo vento.
Per cui nel pomeriggio, in solitaria perchè i miei rospi si scambiavano il posto tra divano e pc, me ne sono andata a fare un'ennesima passeggiata. E tra andare in centro a veder vetrine e la spiaggia, dove credete sia andata?
Ma qui, ovviamente!

 Per un'oretta ho passeggiato... poi mi sono messa a raccogliere conchiglie per fare lavoretti a scuola e non mi sono accorta che nel frattempo iniziava la bassa marea ed il mare si calmava, stanco di rincorrersi tra le onde... eheheh...
Così al ritorno, ho raccolto conchiglie sì, ma piene! *__^ Slurp!

Ormai sarete tutti a nanna e ci vado pure io...
Notte nottina. Cra cra cra.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

ESPRIMERE UN DESIDERIO....

Post n°454 pubblicato il 14 Ottobre 2011 da francy_62

Non so se sia usanza-tradizione-vezzo-stupidaggine anche da voi, esprimere un desiderio quando si mangia il primo frutto di stagione. Da me, sì.

Non so da dove derivi questo comportamento, ma io ricordo che da bambina, quando si mangiava la prima arancia o la prima fragola o il primo asparago... i miei dicevano sempre: "Esprimi un desiderio, che porta bene e si avvera."
Un po' come quando si vedono le stelle cadenti.
Ed io, da bambina, mi divertivo molto e desideravo mille cose.

Ora, per abitudine, mi viene da fare la stessa cosa, come gioco ovviamente, ed esprimo un desiderio.
Veramene no: penso ad esprimere un desiderio...
E penso...
Di getto mi verrebbe un pensiero "egoistico"... tipo: "Vorrei esser serena e vivere una stupenda e infinita storia d'amore".
Poi, nel giro di un nano secondo, mentre ancora non ho finito di pensare a quel desiderio, mi dico che forse la cosa più importante sarebbe quella di aver sempre buona salute....
E contemporaneamente... (e mi chiedo come faccia la mia mente a pensare tre cose opposte e contrastanti contemporaneamente, ma così è...) mi sento in colpa e il desiderio si proietta sulla salute-fortuna-serenità del mio rospetto.

Praticamente... resto lì, mangiando il mio primo frutto di stagione, senza esprimere nessun desiderio...

Che sia per quello, che i miei desideri "egoistici" e personali, non si avverano mai?  :-(((

Va beh... questo post è scaturito dalle prime castagne arrosto che ho mangiato (con moderazione) ieri sera.
Boneeeeeeeee! Slurp!

Buon fine settimana a tutti! Cra cra cra.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

COME TIRARSI SU IL MORALE! *__^

Post n°453 pubblicato il 13 Ottobre 2011 da francy_62

Ogni tanto, credo sia indispensabile fare delle attività che ci facciano bene allo spirito.

E, cosa c'è di meglio che non avere i primi acciacchi alle ossa e un principio di diabete? Ma nulla! Sono un toccasana per lo spirito! E ve lo dimostro subito.

Dunque, avendo dolori alle articolazioni, il medico mi ha prescritto un ciclo di cure termali in piscina.
Essendo frequentata principalmente da arzille vecchiette e pimpanti vecchietti, una rospa della mia età si sente improvvisamente e meravigliosamente una ragazzina! *___^

Stessa identica cosa, frequentando un centro antidiabetico.
Dopo aver conosciuto persone che viaggiano dai sessant'anni in su, che pesano dal quintale in su e che hanno una glicemia di oltre 250 con tanto di 5 punture di insulina al giorno e gravi problemi di vista... una ranocchia come me si sente giovanissima, in splendida forma fisica e che scoppia di salute! Ah ah ah...

A parte gli scherzi, ultimamente, ero quasi sempre la meglio del gruppo e solo frequentando persone messe peggio, ci si rende conto che, tutto sommato, non va poi male. 
Certo, è una guerra tra poveri... ma fa bene al morale, ogni tanto sentirsi in una situazione di vantaggio. *__*

Notte nottina a tutti. Cra cra cra.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

DONNE CON IL DOPPIO LAVORO.

Post n°452 pubblicato il 10 Ottobre 2011 da francy_62

E poi dicono che c'è crisi e non c'è lavoro.
Dicono...
Sì...
Ok...
Ma chi l'ha detto?
E' pur vero che ci sono donne in cerca di lavoro... ma quelle che conosco io (e ne conosco parecchie tra colleghe, amiche, conoscenti) hanno tutte un doppio lavoro.
Anch'io, ovviamente.

Infatti generalmente, quando mi chiedono che lavoro faccio, rispondo seraficamente: "casalinga a tempo pieno e insegnante a part time".
E voglio vedere chi ha il coraggio di contraddirmi!
Potrei diventare violenta... e una rana violenta non ve la raccomando!

Praticamente chi non ha un datore di lavoro, è disoccupata e fa la casalinga.

Ma chi il lavoro ce l'ha, non è anch'essa ANCHE una casalinga?
Il fatto di lavorare fuori casa e percepire uno stipendio, mica ci esonera dall'essere delle casalinghe.
E' purtroppo un lavoro che ci compete in toto ugualmente.

Ergo, noi che lavoriamo e siamo pagate, abbiamo un doppio lavoro...

Ma per legge, mi pare sia vietato avere un doppio lavoro.

Ah, ma allora, per non essere una fuorilegge, mi licenzio da casalinga! Evviva!!!

Già... ma... ehm... a chi rassegno le dimissioni se nessuno mi ha assunto e mi paga?

Ecco... lo sapevo che c'era l'inghippo! Non vale! :-(((

Notte nottina, va... Cra cra cra.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

BUONA DOMENICA...

Post n°451 pubblicato il 09 Ottobre 2011 da francy_62

Sigh...

Questo fine settimana, decisamente, siamo in autunno.
Qualcuno non vedeva l'ora... io no e si è capito.
Nel giro di 24 ore, siamo passati dall'andare il spiaggia  a prendere il sole e stare con i piedi a mollo a raccogliere vongole, a vestirci perchè è freddo.
Sabato ho rimesso i collant ed abbandonato sandali e infradito... :-(((
Via le mezze maniche e fuori giacche e giubbotti. E ovviamente anche sciarpe e sciarpine per la gola...
Beh... ora forse ci guadagna il look, più elegante: una gamba con le calze ed con una bella scarpa, abbinata a un giubbottino in pelle con tanto di foulard in tinta, decisamente si presenta meglio che non con un infradito ed un vestitino estivo...
Ma chi era il soggetto? Ah, già... la gamba! Ah ah ah... Beh, diciamo le gambe... o meglio, la padrona delle gambe... ;-)
Non sto certo parlando di me, ovviamente: come potrebbero stare delle zampette verdi con i collant? Naaaaaaaa! Ah ah ah...

Insomma, fa freddo.
Oddio... non freddo freddo... ma da 29° siamo passati a 11°... il che non mi pare poco.
Anche in casa, la temperatura si è abbassata: via magliette e gonne corte e fuori tute in pile. E calzini. Uffa!
Qui invece, sto parlando di me: sono una ranocchia tutta infagottata. Ri-uffa!
E tra breve (penso molto breve, magari anche stasera) si riaccenderà anche la stufa.

La cosa che più mi scoccia di questo tempo e che prevedevo, è che io ho già un potente mal di gola e il mio rospetto, un bel raffreddore!
Ecco: inizia la "stagione" dei "malanni di stagione"! Grrrrrrrrrrrrrr....

Unica nota positiva di ieri e oggi, è stata che, anzichè raccoglier vongole, ho raccolto altro.

Ieri, appena tornata a casa da scuola, ho fatto un giro di perlustrazione attorno allo stagno... e quasi inciampo!
Non avevo ancora fatto mente locale al fatto che siamo in autunno ed è bastata una pioggia e un po' di sole per far spuntare i funghi.

In meno di un quarto d'ora ho raccolto questi, un po' nel mio stagno e un po' nel giardino pubblico qui accanto:

 
nel mio stagno


in tutto

 

Qui si chiamano in dialetto "pinarùl", ovvero pinaroli perchè crescono solo nelle vicinanze dei pini marittimi. Il nome scientifico è "boletus granulatus" e come si capisce dal nome, fanno parte della famiglia dei porcini.
Certo, sono molto meno pregiati e nobili, ma un po' di sangue blu lo avranno anche loro, no? *__^
Da giovani e piccoli, si utilizzano tutti... in quelli più grandi, si toglie la pellicina sulla cappella e lo strato sottostante fatto di tuboli che da chiari diventano bruni.
In genere non vengono commercializzati freschi, ma se ci fate caso, sono sempre presenti nel misto di funghi, sia in quelli congelati che nei sott'oli.

Appena rientrata in casa con qualche fungo, il rospetto è venuto con me a raccoglierli in gran fretta perchè li voleva mangiare subito.
Così alle 13:15 mi sono messa in batteria per preparare un po' di condimento e le tagliatelle.
Isomma: raccolto e mangiato!


semplice: solo aglio soffritto, sale e pepe
poi un po' di prezzemolo e parmigiano
(non sono riuscita a fotografare le tagliatelle)

Insomma ho passato quasi tutto il pomeriggio a pulire funghi.
Ed oggi ne ho raccolti ancora.
Oh! Da non credere: crescono proprio come i funghi! Ah ah ah...

Stasera, mi sa che ci stia bene un po' di polenta. Voi che ne dite?

Un abbraccio e buona domenica a tutti... Cra cra cra.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

ASSOLTI PER NON AVER COMMESSO IL FATTO...

Post n°450 pubblicato il 06 Ottobre 2011 da francy_62

La recente sentenza su Knox e Sollecito, ha lasciato tutti di stucco...
Tutti si aspettavano una condanna.
Condanna che voleva dire, mettersi l'anima in pace perchè giustizia era stata fatta.
Le cose sono andate diversamente... creando polemiche e malcontento.
Ma alllora, l'importante era che comunque qualcuno fosse accusato?

Tutte le volte che succede una cosa del genere, mi chiedo: e se l'indagata fossi io e non fossi colpevole? Se fossi innocente e non ci fosse modo di provarlo? Se mi toccasse restare in carcere degli anni (ANNI) prima di arrivare a dipanare la matassa, rendendomi la libertà? E se venissi poi condannata per errore?

Giuro che quest'idea mi mette angoscia.
E mi fa star male il pensiero che qualcuno si trovi in questa situazione.

Di contro...
Se i due fossero davvero i colpevoli... ora, come se la riderebbero sapendo di averla fatta franca? Oltretutto verranno anche risarciti... Doppia beffa per la giustizia.

Ed ancora...
In casi simili, se gli indagati fossero innocenti e poi condannati... come potrebbero sopportare una condanna ingiusta?
E l'effettivo colpevole, come se la godrebbe in libertà, sapendo che un innocente sta scontando la sua condanna?

Mamma mia... quanto mi fanno star male questi pensieri.

Eppure, chissà quanti innocenti sono stati condannati e quanti delinquenti l'hanno scampata. :-((((

Notte nottina. Cra cra cra.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

LE PICCOLE RANE... CRESCONO!

Post n°449 pubblicato il 05 Ottobre 2011 da francy_62

Veramente dovrei dire: i piccoli girini crescono.
E più i girini crescono, più diventano indipendenti...  le loro mamme! *__^

Già...
Proprio in questi giorni, mi sono trovata a fare rapidamente un bilancio del legame-dipendenza tra me ed il mio rospetto.

I primi anni, ovviamente, dove ero io era lui e viceversa.
A parte quando andavo a scuola e lo lasciavo a casa dai miei genitori.
Quasi da subito sono stata costretta, per vari problemi, a chiedere il part time... per cui il tempo in cui ero girinodipendente, era molto.

Con l'inizio della scuola elementare, per la prima volta, non dovevo fare le corse al mattino per portarlo dai miei ed  ho potuto finalmente "godere" di qualche mattinata libera mentre lui era a scuola ed io no.
Avrebbe voluto andarci anche lui a part time... ma fortunatamente ciò non era possibile! E ci mancava pure quello!

Tuttavia il mio part time era relativo, perchè, volente o nolente, tutti i sacrosanti giorni, dovevo andare a scuola per accompagnarlo e riprenderlo... ed essendo la stessa scuola in cui insegno, capitava spesso che per un motivo o un altro, ci perdevo sempre qualche ora.
Comunque avevo iniziato a respirare.

Il passaggio alle medie, è stato un altro traguardo verso l'indipendenza. Indipendenza per me, ovviamente! Infatti da quel momento, le mattine in cui ero a casa, ero a casa veramente e ho iniziato finalmente ad apprezzare il part time.

Dovevo comunque sempre accompagnarlo ed andarlo a prendere, essendo anche la scuola media distante qualche chilometro da dove abito, e fare le corse al mattino in cui io stessa ero in servizio.

Quest'anno... beh... quest'anno è tutta un'altra musica. Una sinfonia, direi!!!
Da appena due settimane, ha iniziato a frequentare il liceo...
La mattina alle 7:35 esce di casa da solo e se ne va a piedi alla fermata del pullman che dista ben... 100m dal mio stagno!!!
Idem all'ora di pranzo: io sto a casa e alle 13:18 suona il campanello!
Oltretutto ora, non devo più chiedere favori alle colleghe per far combaciare il mio orario al suo. Se sono a scuola, lui arriva a casa e pranza per suo conto.
Non mi sembra vero al mattino, di non dover sempre uscire per accompagnarlo: io sto lì, magari ancora in pigiama e lui esce...
Ho tutto il tempo per sistemarmi ed andare a scuola alle 8:30 o anche prima se voglio, per fare delle fotocopie... o fermarmi al bar a bere con calma un cappuccino. Oppure organizzarmi una mattinata in casa.
Mi solleva anche pensare che quando inevitabilmente mi prenderò l'influenza, non sarò comunque costretta con la febbre ad uscire in macchina per andarlo a prendere...
Inoltre, avendo ora l'abbonamento al pullman, se vuole andare dai suoi amici in centro, può farlo liberamente senza aspettare che io gli faccia da taxi.

Cresce lui e divento indipendente io! ;-) Mica male, eh?

Sto appena iniziando ad assaporare tutto questo... e ancora mi sembra stranissimo.
Ma mi piaceeeeeeeee! *___*

Ciao, bella gente!
Buona serata. Cra cra cra

Tale madre... tale figlio! Ah ah ah...

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

PRIMO FINE SETTIMANA D'OTTOBRE... e un litro di vongole!

Post n°448 pubblicato il 03 Ottobre 2011 da francy_62

Ma le vongole, si vendono a litri?
Beh, andiamo con ordine.

Mai passato un fine settimana d'ottobre così!
Alla faccia di chi ama il freddo! Ehehehheheh...
E credo che sia proprio da segnare sul calendario perchè non mi ricapiterà più di certo di poter godere di un clima così caldo di questi giorni.

Sabato pomeriggio, dopo la scuola, sono andata a fare un giro in bicicletta vestita con un abitino leggero e poi mi sono diretta in spiaggia, giusto per fare una passeggiata.
Lo spettacolo era irreale per questi tempi: molti bagni erano aperti, con lettini e tanta gente stesa al sole, ragazzi che giocavano a racchettoni o a ping-pong, una marea di gente che camminava a riva, qualcuno che faceva il bagno... oltre a chi viaggiava a vela sulla sabbia o si faceva trascinare da un paracadute...

 (scusate per la scarsa qualità delle foto, ma ho dovuto usare un po' lo zoom del cellulare,
altrimenti era tutto troppo piccolo e lontano)

 

Io son freddolosa e devo stare attenta a non prender freddo, ma ho voluto mettere le zampette in acqua: la temperatura non era molto diversa da ques'estate ed ho zampettato in acqua per più di un'ora, con le infradito in mano incredula che fosse il 1° di ottobre.

Erano ormai le 16:00 e man mano che procedevo, l'acqua si ritirava: con la bassa marea, si vedevano spuntare le vongole e con loro, sono spuntate anche tante persone che le raccoglievano.

Purtroppo io non avevo con me nulla dove metterle: ero uscita in bici con la borsetta e non avevo con me nemmeno un sacchettino.
Uffa, che rabbia!
Vedere tante belle vongole e non poterle prendere.
Poi ho incontrato a riva una bambina che giocava con delle bottiglie di plastica e me ne sono fatta dare una... ed ho iniziato la mia raccolta.
Che soddisfazione trovarne di belle grosse!
Il guaio è che non entravano dal collo della bottiglia... e le ho messe nei sacchettini dei fazzolettini.

Cammin facendo, mi sono imbattuta in una grossa medusa spiaggiata.
Era ancora viva e boccheggiante, poverina.
Beh... poverina un accidenti!
Ripensando che avrei potuto incontrarla quest'estate mentre nuotavo fino alla boa, mi è venuto male...
Però, vederla lì, così, sussultare... mi ha fatto pena.
Per rendere l'idea della grandezza, l'ho fotografata vicino alla bottiglia d'acqua:

Quando sono arrivata a casa, avevo raccolto un litro di vongole.... scusate, un chilo abbondante di vongole, alcune davvero grosse oltre a qualche verace e ad un grappolo di piccole cozze.


(4 belle veraci, una lumacona, le minicozze e le vongole che non entravano nella bottiglia)

 
(il chilo di vongole in bottiglia)

Ma un tempo, nelle bottiglie non si trovavano i messaggi?
O al massimo, i velieri?

Con la bassa marea, erano venuti fuori anche parecchi granchi, ma prenderli con le mani e infilarli nella bottiglia, la vedevo dura...

Domenica mattina è stata un'altra giornata memorabile: siamo andati in spiaggia verso le 11:00 e per un paio d'ore si è camminato in acqua.
C'era più gente che gabbiani...
Sinceramente ho avuto anche la tentazione di fare il bagno... ma non ho voluto rischiare di ammalarmi...

Oggi pomeriggio (3 ottobre) dopo aver fatto i compiti, il mio rospetto è voluto andare al mare a prendere i granchi, perchè ne è ghiotto... e domani il menù prevede tagliolini al sugo di granchio.

Quest'estate che non finisce mai, mi piace da matti!
Adoro il bel tempo, il caldo, il mare...
E' uno spettacolo poter uscire di casa ancora con abiti leggeri nelle ore centrali della giornata... andare in spiaggia a prendere il sole e poter camminare in acqua...

E volete mettere che risparmio?
Di questi giorni, avevo già acceso da vari giorni la mia stufa....
E quante paia di collant mi sono risparmiata! Ah ah ah...

Da venerdì tutto questo finirà... ma intanto sono strafelice di questa inaspettata estate!

Un abbraccio a tutti...
Notte nottina. Cra cra cra.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

LA PENA DEL CONTRAPPASSO...

Post n°447 pubblicato il 01 Ottobre 2011 da francy_62

... non è affatto uno spasso!

Secondo voi, cosa può capitare a chi ama cucinare e mangiare?

Essere colpita da disturbi quali colesterolo e diabete.

Il tutto ereditati, rispettivamente da madre e padre. Giusto per non farci mancar niente!
Di certe eredità però, uno decisamente ne farebbe abbondantemente a meno.

Ma tant'è...

Da anni, nonostante io spadelli in tutti i modi possibili, ho abolito quasi del tutto fritti, soffritti, burro, carni grasse... per abitudine, visto che i miei da sempre hanno problemi ed io ho cercato di prevenire. Sto molto attenta a come cucino, anche se cucino molto. Ma non è servito a nulla... Anche il mio rospetto ha un po' alto il colesterolo... questione ereditaria.

Lo so che ora tutti state pensando che con i dolci che faccio, ben mi sta.
Io faccio dolci, non è detto che me li mangi io... Il più delle volte mi limito ad un assaggio. Il resto sparisce in casa o lo devolvo ai miei, alle amiche, alle colleghe....

Comunque ora spunta all'orizzonte pure un principio di diabete... e poichè c'è questa familiarità, ecco che ci si trova catapultati in un circolo di visite, esami, accertamenti, diete...
Si corre di qua, si corre di là tra incontri con dietiste, medici e psicologi... 
Ma anche in questa corsa affannosa, si cerca di non essere fagocitati dalle regole e da un iter "asettico" ed impersonale... che trovo assurdo.
Chi si trova per la prima volta in questo ingranaggio, un po' di disorientamento lo prova.
Ma... mi domando: che senso ha fare un incontro di gruppo, in cui spiegare la necessità di seguire un adeguato regime alimentare, dando una dieta da seguire, quando questa dieta è standard e valida unilateralmente, per tutti? Sia per chi ha un tasso di glicemia di pochissimo al di fuori dei parametri (104 anzichè 100) sia per chi ha oltre 200? O per chi è in lieve sovrappeso come per chi pesa quasi 150 kg?

Mah... il tutto mi lascia assai perplessa...
Soprattutto la dieta. Che è praticamente impossibile da seguire... per il semplice fatto che contempla alimenti e quantità che, se assunti come dicono loro, mi farebbero decisamente ingrassare, perchè contiene tanti e tali carboidrati che io non consumo nemmeno in un mese!

Beh...vedremo gli sviluppi...

Per ora vado a nanna, perchè la stanchezza ancora non mi ha abbandonato. Cra cra cra.

PS: nessuna immagine. Sono a dieta... :-(((

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

DA PARTE DI UN ROSPO SPECIALE...

"Ho fatto una prova improvvisando un pezzetto di un minuto e mezzo, sinceramente non so se è roba mia o una riminiscenza di qualche pezzo che facevo ai tempi che furono. 
Il risultato mi sembra soddisfacente tanto che vorrei dedicarlo a Francy, un po' perchè è tra le poche che mi apprezza come mariachi de noialtri, un po' perchè è probabilmente la persona a cui sono più legato qui dentro, nonostante affettuosamente la tratto sempre male."

 

FRANCY CRA CRA

Un regalo prezioso di un amico prezioso (post 296 del 7 gennaio 2011) (pubblicato da francy cra cra su youtube il 27 gennaio 2012: cra cra )

GRAZIE!!!

 

 

BACHATA

SAGGIO SALSA

 

 

ARCHIVIO POST 2008

ARCHIVIO POST 2009

 

ARCHIVIO POST 2010

LE MIE RICETTE

fOCACCIA RIPIENA DI
SCAROLA E PORRI
post n° 696

QUADRUCCIOLI AGLI SPINACI
post n° 645

TAGLIATELLE, CIPOLLA, PANNA
E SPECK
post n° 645

OLIVE VERDI SOTT'OLIO
post n° 628

OLIVE VERDI IN SALAMOIA
post n° 626

STINCO DI MAIALE AL FORNO
post n° 617

INVOLTINI
post n° 607

CROSTINO TOSCANO
post n°  599

YOGURT ALLA CANNELLA
(per regolarizzare la glicemia)
post n°  597

FRIGGIONE
post n°  591

RAGU' BIANCO ALLA UMBRA
post n° 588

TORTA DI ALBUMI
post n°  581

ZUPPA INGLESE
post n° 544

STROZZAPRETI VONGOLE E ASPARAGI
post n° 544

CIABATTE VELOCI
post n° 523

PANINI DI PASTA DURA
post n° 519

CASTAGNOLE ALLA RICOTTA
post n° 516

 

...segue...

CANTUCCI
post n°  493

PASTA E BROCCOLETTI
post n°  475

PEPERONI RIPIENI
post n°  459

SALE AROMATIZZATO
post n°  430

FICHI CARAMELLATI
post n°  427

VERDURE GRATINATE AL FORNO
post n° 423

BARCHETTE DI MELANZANE
post n° 408

FUNGHI E RUCOLA
post n° 390

IL MIO RISOTTINO PRIMAVERA
post n° 369

RISOTTO AGLI ASPARAGI SELVATICI
post n° 354

ZEPPOLE DI SAN GIUSEPPE
post n° 336

GATTEAU DI PATATE
post n° 322

CIME DI RAPA ALLA CRA CRA
post n° 304

 

...segue...

TORTA PAESANA
post n°  288

MARMELLATA DI MELONE BIANCO
post n°  266

SEMIFREDDO DI CACHI
post n°  263

MARMELLATA DI CASTAGNE
post n° 263

FICHI CARAMELLATI
post n° 217

VERDURE PASTELLATE 
post n° 237

PASSATA DI POMODORO
post n° 224

CIAMBELLA
post n° 228

DOLCE AL CAFFE'
post n° 196

AGNOLOTTI
post n 130

CHIACCHIERE DI CARNEVALE
post n° 142

ANGUILLA IN FOGLIE DI VITE
post n°242

PIADINA
post n° 132

 

Ultime visite al Blog

RavvedutiIn2distintanimaCiaoGi_57daniela_elaarw3n63bartriev1cile54teresinaurgeseisryFanny_Wilmotfrancy_62synkro2007isab.72fosco6livio.cisternino
 
 

MIA MARTINI

Il video di una canzone che amo a ricordo della stupenda artista che era e dei 15 anni trascorsi dalla sua scomparsa:

 

 

ALLELUIA

  

 

Ultimi commenti

Eheheh. . .
Inviato da: francy_62
il 20/11/2017 alle 08:43
 
o come si dice... chi vivrÓ vedrÓ... per ora mi contento di...
Inviato da: isry
il 16/11/2017 alle 15:48
 
Guarda... qui si viaggia a vista. E stiamo andando verso...
Inviato da: francy_62
il 08/11/2017 alle 21:58
 
ESATTO!!!! Lui non sa, porello! Ahahahahah ahahahahah.....
Inviato da: francy_62
il 08/11/2017 alle 21:57
 
Dý al rospo che stia molto attento che se lo...
Inviato da: CiaoGi_57
il 07/11/2017 alle 08:58
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova