Creato da atapo il 15/09/2007
Once I was a teacher

IL LIBRO DI OTTOBRE

Gabriel Garcia Marquez

"L'amore ai tempi

del colera"

 

IL LIBRO DI SETTEMBRE

Antoine de Saint-Exupéry

"Il piccolo

principe"

 

SCRIVO ANCHE QUI...

ASCOLTA...

 

RECHERCHE DU TEMPS PERDU 1

 

RECHERCHE DU TEMPS PERDU 2

RECHERCHE DU TEMPS PERDU 3

RECHERCHE DU TEMPS PERDU 4

RECHERCHE DU TEMPS PERDU 5

RECHERCHE DU TEMPS PERDU 6

 

GATTI DI FAMIGLIA

 



BETO


 
CHILLY

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 75
 

Ultimi commenti

Ultime visite al Blog

ataposurfinia60myrgiLalla3672fedele.belcastrola.cozzasimona_77rmcassetta2ormaliberaelyravmassimocoppaITALIANOinATTESAmixtli6vita.perez
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

Tag

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
 

Contatta l'autore

Nickname: atapo
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 69
Prov: FI
 

 

« FINALMENTEAUGURI ! »

QUASI LAVORO

Post n°1528 pubblicato il 01 Maggio 2018 da atapo
 
Tag: cronaca

1°  MAGGIO  IN  COLLINA

 

il panorama era circa così...


Le società, le aziende di un certo livello fanno i pranzi di lavoro, oppure in via più informale e moderna, i brunch di lavoro.
La nostra compagnia teatrale "Gli Spostati", che ormai si sente importante (spettacolo retribuito in un vero teatro eh eh...), non ha voluto essere da meno.
-Ci troviamo tutti a casa mia il primo maggio- ha proposto una delle attrici, una new entry di quest'anno, - ognuno porta qualcosa, mangiamo nel mio giardino che è abbastanza grande, se piove nessun problema, anche in casa ho posto sufficiente.-

Ci ha dato l'indirizzo, una strada che si inerpica sulle prime colline fiorentine, ma a dieci minuti dal centro città, l'appuntamento era per oggi 1° maggio: avremmo pranzato insieme poi avremmo visionato  il video dello spettacolo per renderci conto di come era andato e degli errori di ognuno di noi. Incontro di lavoro quindi...

Arrivati in auto a quell'indirizzo tutti siamo rimasti a bocca aperta: un parco grandioso di lecci, cedri e altri alberi secolari, siepi, prati, aiuole all'italiana, perfino una grande vasca con le ninfee.
Al centro del parco la villa: una dimora di quelle che si facevano costruire i nobili già dal rinascimento, immensa, con cappella privata esterna e grande torre al centro.
Nessuno si aspettava una meraviglia del genere!
-Ma tu abiti qui??!!- chiedevamo strabiliati alla nostra amica.
E io ho aggiunto:- Dove si fa il biglietto d'ingresso? Ci sono sconti per gli anziani?-
Sì, lei col marito e con un grande cane affettuosissimo abita proprio in quel paradiso, senza avere un briciolo di nobiltà. Ma un grosso conto in banca credo proprio di sì...
Ci ha spiegato e raccontato: quella antica villa è stata ristrutturata e all'interno, alterando il meno possibile le strutture architettoniche, sono stati ricavati diversi appartamenti di varie grandezze. Il parco è stato suddiviso in modo che ogni appartamento ne avesse una zona "privata", che ognuno ha recintato con reti nascoste da siepi e cancelletti. Ora dunque è diventato un insieme di giardini che ogni proprietario sistema come crede. Solo i vialetti e la parte con la vasca restano condominiale.
Il giardino della mia amica sul perimetro oltre alla siepe ha una serie di enormi lecci e cedri che in alto quasi uniscono i rami offrendo una bella ombreggiatura, poi vari cespugli di alloro e lauroceraso, qualche vaso di stile toscano con margherite e fiori di stagione. E' bastato metterci due tavoli per le cibarie, qualche seggiola e il pic nic è riuscito benissimo.
Poi siamo saliti nel suo appartamento, e, dopo uno scalone imponente, la sorpresa è stata ancora maggiore: più di 200 metri quadrati, un salone enorme, un altro "medio", cucina, camere e ben tre bagni. I saloni hanno i soffitti affrescati, corridoi e disimpegno sono grandi come stanze.
E l'arredamento! In ogni stanza c'è un piacevolissimo misto di pezzi moderni ed essenziali con qualcosa di antico, anzi di antiquariato... perchè ci ha detto che suo marito ha la passione dell'antiquariato, un tempo ebbe anche il negozio e i pezzi che gli piacevano di più li ha messi in casa sua. Io ero estasiata: proprio il tipo di arredamento che preferisco, saper unire il moderno e l'antico con risultati gradevoli che facciano sentire a proprio agio. Lì è proprio così: seduta su un morbido divano moderno di fronte hai per esempio un tavolo intarsiato dell'ottocento, o una cassapanca del seicento... Mi sono sentita dentro alla storia.
Per non parlare del panorama che si vede dalle finestre: le colline piene di boschi e di uliveti che scendono a onde verso la città di Firenze laggiù in fondo...
Insomma, un luogo da sogno! Eravamo tutti a bocca aperta quando ci ha fatto fare il giro turistico della casa! Valutavo che dentro al salone principale ci sta tutto l'appartamento di mia figlia...
Ed è bello che nella ristrutturazione abbiano mantenuto l'ossatura originaria dell'architettura della villa, inserendo la modernità senza stravolgimenti. Ma quanto l'avrà pagata una casa così? Nessuno ha avuto il coraggio di chiederlo...
Fra tutte queste bellezze non abbiamo trascurato il lavoro e abbiamo visto il filmino del nostro spettacolo: beh, ne siamo rimasti molto soddisfatti. L'impressione di essere riusciti bene che avevamo avuto soprattutto dopo la seconda rappresentazione è stata confermata, di errori gravi rivedendoci non ne abbiamo trovati, abbiamo riso molto e ci siamo quasi commossi nei punti giusti: davvero un bello spettacolo, un applauso a noi tutti!
Per finire, una fetta di dolce e un brindisi alla compagnia, prima di lasciare quel paradiso e tornare alla realtà delle nostre case "normali".

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/ricomincioda7/trackback.php?msg=13672108

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
elyrav
elyrav il 02/05/18 alle 08:25 via WEB
Bellissimo posto, beata lei che ha un pò di sogni coronati abitando in un paradiso simile.
(Rispondi)
 
atapo
atapo il 02/05/18 alle 23:32 via WEB
Beata davvero! Lì si può ancora giocare a fare la principessa!
(Rispondi)
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.