Creato da LaDonnaCamel il 16/09/2006
Il diario intimo della Donna Camèl con l'accento sulla èl
 

 

« Clicca lìUna cosa divertente che ... »

Poi.

Post n°551 pubblicato il 19 Gennaio 2012 da LaDonnaCamel
 
Tag: EDS, pgr

 

A un certo punto aveva smesso di rispondermi. Zero. Niente più mails. Grigio su skype, grigio su messenger. Tolta l'amicizia su facebook.
Volatilizzato.
Il numero di telefono ce l'avevo, certo avrei potuto, volendo.
Volendo.
Ma il telefono non faceva parte dei nostri canali, prima era una questione di prudenza, poi un'abitudine. Poi sarebbe stato inutile, pensavo.
Poi.
Troppo comodo, carino, mi diceva l'altra me. Così gli rendi le cose più facili. Almeno una spiegazione te la deve, non si fa così.
Ma cosa c'è da spiegare, mi rispondevo io, mordendomi l'interno della guancia. La cose finiscono, cara mia, salviamo almeno la dignità.
Cazzate. Prenditi almeno la soddisfazione di sentirlo balbettare imbarazzato, di sentire il fruscio della mano che copre il microfono mentre le dice è Giovanni.
Io no, io non sono quel tipo di persona. Non ci penso nemmeno. Guarda, non ci penso più.
Poi.
Poi ci pensavo ancora, ovvio. Ogni sera prima di dormire srotolavo il film, mettevo pause su certe inquadrature, un gesto della mano, quel modo di abbassare gli occhi inclinando la testa di lato, la piega delle labbra in un sorriso triste. Mi rigiravo nel letto e speravo di sognarlo, almeno. Ma non succedeva mai.
Non so quanto tempo era passato, il tempo è un elastico che si tende e si molla. A me era sembrata una settimana ma probabilmente erano due anni. Me lo sono trovato davanti e ho sorriso, d'istinto. Anche lui ha sorriso, un po' impacciato. Poi ha fatto un movimento scomposto, il bicchiere gli stava scappando di mano. È stato solo un attimo, si è ripreso subito ma mi è bastato.
Poi.
Come va, tutto bene, anch'io tutto bene. E il lavoro, sissì. Eggià. Galleggiare sopra un mare oleoso di convenevoli evitando accuratamente di guardarsi negli occhi. Evitando di sottolineare l'ovvio. Senza fare domande di cui si conosce la risposta. Senza dover rispondere a domande che comunque non ci saranno.
Poi.
Allora ciao, ci sentiamo.
Sì, qualche volta.

---

Questa session di musica e parole partecipa al Premio Gigi Reder
come anche:
Sembrava un gioco - by lillina
California Dreamin'  - by melusina
Mi va di cantare  - by giodoc
Ho giocato a calcio - by hombre
Fatale - bu MaiMaturo
We take care of our own - bu Giodoc
Emozioni - by melusina
Il disadorno arredo dell'amore - by Dario
Il cielo sopra Milano - by Rory

 

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

Area personale

 

Ultime visite al Blog

alogicolacky.procinooscardellestellemisteropaganoLaDonnaCamelAmico.Dariomoschettiere62ioguadagnolineElemento.Scostanteacer.250black.whalecar.briAnima.in.Volomax_riser
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Le avventure di Nonugo

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 39
 


ias

 

Chi pu scrivere sul blog

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Scrivere il mio gioco preferito

L'occhio del coniglio

Libro, mobi, epub come vuoi tu, compralo su Amazon o su lulu!

Da oggi anche su Anobii

 

 

Joomla! Lombardia

Caricamento...
 

Angie

Caricamento...
 

Capitano mio capitano

Caricamento...
 

Coniglio della moda

Caricamento...
 

Coniglio Mannaro

Caricamento...
 

La linea d'Hombre

Caricamento...
 

Mai Maturo

Caricamento...
 

Michele per caso

Caricamento...
 

Ora e qui

Caricamento...
 

Solo testo

Caricamento...
 

Sputa il rospo

Caricamento...
 

Tapirullanza

Caricamento...
 

Transmission

Caricamento...
 

Un pezzo di Milano che cammina con gli occhiali

Caricamento...
 

Vanamonde

Caricamento...
 

Vibrisse

Caricamento...