Creato da LaDonnaCamel il 16/09/2006
Il diario intimo della Donna Camèl con l'accento sulla èl
 

 

« Dovevo fare il vigile urbanoAnticipazioni »

El Hombre y la rata

Post n°621 pubblicato il 24 Luglio 2012 da LaDonnaCamel
 

Il post di oggi di Hombre mi ha fatto venire voglia anche a me di parlare di topi: sono contaminazioni da blog, abbi pazienza. Io ho dei gusti strani, me ne rendo conto, perché a me i topi piacciono o comunque non mi fanno paura, non mi danno fastidio, del resto c'è il precedente delle nutrie. Certo, dirai tu, hai due gatti.
Sì, è vero, ho i gatti ma non vuol dire. Intanto in città - o comunque in appartamento, in condominio - i topi in casa non ci vengono. Magari in cantina ci sono, o ci sono stati - ogni tanto ci mettono le esche velenose, avvisano con un cartello di non toccare, il che fa sospettare il presupposto - io di persona non ne ho mai visti.
I gatti in questi anni mi hanno portato tante bestioline, uccelli per lo più, piccioni (tanti), qualche grosso insetto, falene. Una volta, l'avevo scritto anche nel blog, Strillo mi aveva messo un uccello morto nel letto, son cose che succedono e in questo caso le battute sciocche si sprecano.
Di topi in tanti anni me ne ha portato uno solo ma non eravamo a casa, eravamo in Sardegna in un villaggio, era primavera e quella volta aveva fatto la raccolta più completa: oltre al topolino c'era stata una rana, due uccelli, un numero imprecisato di lucertole e una cavalletta viva, poverina, che mi aveva riportato una decina di volte, sempre quella: la riconoscevo perché era senza una zampa, la buttavo fuori con la scopa e dopo mezz'ora erano di nuovo lì. Alla fine l'ho messa in un sacchetto di carta e l'ho liberata lontanissimo, chissà se poi se l'è cavata.
Tornando al topo, era nero e piccolino e aveva la bocca aperta, non so come mai: forse quando l'ha preso si è spaventato a morte e ha gridato, chi lo sa. Era tutto bocca e coda, mi aveva fatto tenerezza, l'ho buttato in pattumiera.
Lo so che a certe persone i topi danno fastidio, ci dev'essere qualcosa di atavico perché portano le malattie. Si tratta soprattutto dei ratti, quelli grossi più di un gatto che stanno nelle fogne. Quelli sono cattivi, son capaci di saltarti addosso e se mi capitasse ne avrei paura anch'io, in campagna dicevano che saltavano nelle culle e mangiavano le orecchie ai neonati.
Ma qui no, non credo.

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
http://gold.libero.it/LaDonnaCamel/trackback.php?msg=11467273

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
Utente non iscritto alla Community di Libero
lillina il 24/07/12 alle 17:57 via WEB
L'unico topo che mi piace un po' è topo Gigio
 
 
LaDonnaCamel
LaDonnaCamel il 24/07/12 alle 18:18 via WEB
Ecco, vedi?
 
AmicoHombre
AmicoHombre il 24/07/12 alle 18:16 via WEB
C'è un seguito: ho pagato la rata. Posso dire senza timore di smentita che non ha sofferto. Mi stava finendo il parmigiano, il maledetto.
 
 
LaDonnaCamel
LaDonnaCamel il 24/07/12 alle 18:22 via WEB
Oh, davvero? Un po' mi dispiace ma son cose che succedono.
 
   
AmicoHombre
AmicoHombre il 24/07/12 alle 21:53 via WEB
al pupo però non ho detto niente, solo che lavavo la trappola perché puzzava di formaggio.
 
     
LaDonnaCamel
LaDonnaCamel il 24/07/12 alle 22:27 via WEB
:-) e il soldino per il prossimo dentino è salvo!
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
firulì firulà il 24/07/12 alle 23:53 via WEB
ricordo un topino che pareva di campagna ma eravamo in città. bianco e piccolo, sbucato chissà da dove e scappato sotto la credenza di mia nonna. era bellissimo.
e un altro piccolo e grigio, sgusciato dentro camera mia dalla finestra, sempre in città ma stavolta in toscana e scappato dietro l'armadio a muro della zia. non se n'è più avuta traccia e son stata per anni accusata di traveggole. ma giuro che c'era.
[ero giovane, non bevevo...]
e poi, orrore. solo panteganone da circo (nel senso che raggiungevano le dimensioni di un gatto).
ecco, sì, da quelle proprio rifuggo...
 
 
LaDonnaCamel
LaDonnaCamel il 25/07/12 alle 09:45 via WEB
Eh, la solitudine di chi vede (o sente) un topo e nessuno gli crede...
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Carlotta il 25/07/12 alle 16:18 via WEB
non dimenticherò mai quando mia nonna si ricoverò per un problema un paio di anni fa presso l'ospedale. Avevo circa dieci anni e nello stanzone dove lei era ricoverata, c'era una giovane donna che abitava in campagna ed era stata morsa da un topo ed era ricoverata lì, preda a una non so quale patologia. L'aspetto non era piacevole. La sua pelle era tutta verde ed era in stato di sopore. Da allora, anche se leggevo Topolino ed ora ho in mano un...mouse, anche se simpatizzo per i criceti e quando sento parlare di topi in giro, non mi faccio venire un attacco di tachicardia, se ripenso a quello che ho visto a seguito di un morso di un topo, non resto insensibile alla presenza di pantegane ed affini.
 
 
LaDonnaCamel
LaDonnaCamel il 25/07/12 alle 18:34 via WEB
Accidenti, tutta verde! Dev'essere stato uno spettacolo raccapricciante. E poi, se l'è cavata?
 
   
Utente non iscritto alla Community di Libero
Carlotta il 31/07/12 alle 19:27 via WEB
si, alla fine l'ho vista riprendere colore (quello degli umani, s'intende...), mentre mia nonna se ne andava...
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

Area personale

 

Ultime visite al Blog

arturo350frederaickmarta.lauraCarlo_dmatthomer92LaDonnaCamelBigBoss_Projectstreghetta03lubopobal_zacSky_Eagleantropoeticoinevasaseveral1
 

My spiritual guidance

More about Il diario intimo di Sally Mara

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Le avventure di Nonugo

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 38
 


ias

 

Chi può scrivere sul blog

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Scrivere è il mio gioco preferito

L'occhio del coniglio

Libro, mobi, epub come vuoi tu, compralo su Amazon o su lulu!

Da oggi anche su Anobii

 

 

Alcuni aneddoti dal mio futuro

Caricamento...
 

Angie

Caricamento...
 

Capitano mio capitano

Caricamento...
 

Coniglio della moda

Caricamento...
 

Coniglio Mannaro

Caricamento...
 

La linea d'Hombre

Caricamento...
 

Mai Maturo

Caricamento...
 

Michele per caso

Caricamento...
 

Ora e qui

Caricamento...
 

Solo testo

Caricamento...
 

Sputa il rospo

Caricamento...
 

Tapirullanza

Caricamento...
 

Transmission

Caricamento...
 

Un pezzo di Milano che cammina con gli occhiali

Caricamento...
 

Vanamonde

Caricamento...
 

Vibrisse

Caricamento...