Creato da laura_brustenga il 23/02/2008

Dedicato a Karol

Questo blog mi ha accompagnata in diretta nella storia più bella e incredibile della mia vita

AREA PERSONALE

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: laura_brustenga
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 54
Prov: RM
 

ULTIME VISITE AL BLOG

jean29uomotretekilalSAL313chiarasanyRATTLED.SKELETONmoussyLuxxillaura_brustengaolgy120IIKEAmgf70mariofiorenza.mRaz_Veganannamatrigiano
 
motori ricerca
 

 

« La costanza del destinoSi Vola Sempre In Due »

Il mistero dell'inspiegabile

Post n°253 pubblicato il 06 Marzo 2009 da laura_brustenga
 

Qualcuno non crede ancora che il destino ce lo costruiamo noi, e forse questa è una convinzione di comodo, per poter dare a lui o agli altri le colpe dei nostri sbagli. Ma basta ragionare per arrivare a capire che il nostro futuro dipende sempre dal nostro passato. Se io faccio una scelta avrò conseguenze di un certo tipo, se faccio una scelta diversa, diverse saranno anche le conseguenze. Questa è la legge della CAUSA/EFFETTO, impossibile da rinnegare. Come si può pensare che il destino sia già tutto completamente scritto per noi? Che gusto avrebbe un Dio a farci nascere per questo? Sarebbe un Dio regista e noi semplicemente ed inesorabilmente attori, e quindi assolutamente privi di libertà. E se Dio non esistesse? Se la nostra vita fosse fine a sè stessa, per assurdo!...?  In tal caso il destino non avrebbe alcun senso nè motivo di esistere. Fino a tre anni prima d'incontrare Karol, io ero stata alla ricerca di una verità sensata: cresciuta con l'insegnamento cattolico che fin da bambina non mi ha mai convinta, sentivo che c'era qualcosa di molto più grande e speciale, dietro a questa nostra esistenza. Ma cosa? Il 12 aprile del 1980 assistetti al "miracolo del sole", alle TRE FONTANE, qui a Roma: in quella occasione vidi qualcosa di meraviglioso che non poteva essere artefatto. Il sole cominciò a roteare vorticosamente su sè stesso cambiando colore ogni due secondi, dentro sembrava esseri liquefatto, e sembrava venirci addosso per poi risalire e di nuovo venirci addosso. E all'interno di questo magnifico sole alcune immagini: la croce, le lettere della croce, le lettere dell'ostia, poi un cerchio di stelle e dentro una grande M. Poi un grosso cuore rosso. Alla fine ( e questo alcune persone non lo videro, io si)...la figura a mezzo busto della madonna col bambino in braccio. Quando tutto ebbe fine io rimasi imperterrita, non sono tipo da estasi: i giorni seguenti, alla stessa ora cercavo di guardare il sole per vedere quanto potevo resistere: pochissimi secondi, e dopo avevo il riverbero agli occhi. Quel giorno no, e il sole lo guardammo per un quarto d'ora circa. Se fossi stata un tipo plagiabile avrei subito rivolto le mie attenzioni alla chiesa cattolica. Invece no, ciò che avevo visto mi aveva dato si, una certezza...ma non quella che la chiesa ci avesse fatto giungere il reale Vangelo di Cristo. Ora sapevo con più certezza che oltre la vita c'è qualcosa di misterioso e incomprensibile per noi. Certamente Cristo è esistito, ma io non c'ero, e non posso sapere quello che realmente disse, quello che realmente insegnò. Nè chi realmente fosse. Perchè la mia certezza è che Dio non va cercato fuori o intorno a noi, ma solamente dentro di noi. Noi gli abbiamo dato un nome, ma Lui è Energia e Amore. Per questo, più noi avvertiamo dentro tanto amore da dare e più siamo vicini a Lui. E più amore abbiamo, più la sua Energia ci porta vicino a Lui. La mia ricerca continuava.

   

Ma tre anni prima d'incontrare karol io mi trovai "casualmente" nella situazione di poter conoscere "tanto per curiosità"...il mio Tema di Nascita con l'aiuto di una persona molto brava in questo. Io non rinnego le "prove" perchè tutto è possibile. Inoltre per capire dove sia la verità non ci si può fermare alla prima scelta che qualcuno ha fatto per noi, ma bisogna conoscere tutto. Poi decidere. Io ho fatto così. E dunque diedi i miei dati alla persona la quale stampò attraverso i miei dati di nascita un "disegno" particolare, poi mi disse mostrandomelo: "Ecco, questo è il tuo Tema astrale". Non ne capivo nulla. Ma poi cominciò a spiegarmi tutto quello che c'era scritto. Io ascoltvo attentamente, e più andava avanti, più mi venivano i brividi. Stava descrivendo me, esattamente me, in ogni particolare. Da quando ero piccola ad allora. Mi parlò di mio padre, di mia madre. Mi parlò di come io vivevo l'amore, le amicizie: quello che facevo, cosa cercavo, mi disse tutto proprio com'è. Ma quando poi tirò fuori un particolare che non poteva sapere e nemmeno lontanamente immaginare...io non potevo avere più dubbi. Rimasi incantata e allora chiesi di spiegarmi il "funzionamento" di questa scienza assolutamente misteriosa e affascinante. Dopodichè io cominciai a studiare, ad approfondire, a verificare. M'immersi in quel mondo e lì compresi che:

  

...siamo collegati al cielo, siamo MICROCOSMO nel MACROCOSMO, la vita è il purgatorio per l'anima che deve imparare a dimenticare ogni emozione che non sia d'Amore. La vita e la morte non esistono ma sono il nostro percorso interiore. Che "Dio" non permette a nessun'anima di essere dannata, ma le dà tutte le possibilità di cui avrà bisogno, per la sua evoluzione. Ho compreso che per questo al mondo non esiste nessuno che non passi un dolore, ho compreso il perchè di molte cose che prima non capivo. L'astrologia e il Buddhismo sono paralleli. Quando hai compreso bene il tutto, ti trasformi e cominci a vivere più serenamente.

    

E nel settembre del 2007, quando "incontrai karol" io ero già su questa strada ed ero già molto serena nei confronti della vita. Qualche mese prima vidi che nel mio Tema di nascita stava per verificarsi un transito piuttosto pesante, tra due Pianeti abbastanza "forti" come energia. Uno di essi era Plutone, che attualmente stava transitando su un punto preciso del mio Tema astrale e quindi si congiungeva all'altro pianeta in questione. Non sono così brava da sapere perfettamente quali energie possono portare certi transiti, e quindi me lo feci spiegare da chi era competente: questo, come sempre, per poter verificare, capire...o anche biasimare, se necessario. Bene, il transito avrebbe fatto emergere piccoli ostacoli nella vita, quali ad esempio problemi di salute nella mia famiglia. Questi si sono verificati, superati perfettamente. Altri dettagli li lascio stare e arrivo al nodo:  poichè Plutone rappresenta l'energia del mistero, di tutto ciò che è occulto e nascosto, transitando sull'altro pianeta del mio Tema mi avrebbe portata ad una GRANDE EVOLUZIONE SPIRITUALE. Ma quando mi venne detto ciò, io non gli diedi molto peso, e questo un pò per presunzione, poichè mi sentivo già abbastanza evoluta. Io mi ero invece concentrata sul lato materiale della vita, anche se so che ogni cosa che ci appare inizialmente negativa, se ben affrontata e consapevoli che si tratta di percorsi necessari...alla fine diventano misteriosamente positivo per noi. 

  

Ma certamente quando stavo vivendo la mia incredibile storia con Karol non pensavo che a questo e non immaginavo quello che ne avrei imparato e soprattutto...scoperto. Ora non mi sentivo più così spirituale, ma anzi desideravo con tutta me stessa di potermi vivere karol nel modo più semplice che è quello di tutti coloro che si amano. Poi ( vado avanti nella storia e arrivo alla sua fine ), quando tutto finì mi sono "scontrata" con qualcosa d'inaspettato, d'irreale, di meraviglioso. L'ho già scritto nel blog, ma ripeto, il blog è nato con Karol senza la mia intenzione: lo dedicai poi a lui per forza di cose. Ma questo blog ha vissuto "in contemporanea" il nostro incontro dopo il suo coma e quindi in quei momenti vivi concentrata nella materia per rincorrere la tua felicità, ed oggi, col senno di poi, tutto è più chiaro di quanto già non lo fosse, ma certe sensazioni provate allora vengono metabolizzate sopo dopo. Solo ora. Oggi so di quanto sia stato importante Karol per me, perchè la mia evoluzione spirituale c'è stata davvero. Alla grande.

  

Il nostro Tema astrale è diviso in dodici settori, chiamati CASE: lì ci sono i settori della vita. Ogni CASA rappresenta uno o più settori. Andai a vedere in quale settore della mia vita era accaduto il tutto, il quale settore era avvenuto il transito che aveva previsto la mia evoluzione. E come sempre rimasi stupita e affascinata: l'evento si era svolto nella mia CASA NONA. La CASA 9 rappreseta...lo straniero, l'estero, i viaggi, i mezzi di comunicazione per cui anche gli scritti. Karol era straniero, la sua vita è cambiata improvvisamente durante i suoi viaggi, la mia vita è cambiata con lui. Le nostre strade s'incrociarono quando era a Roma, lo persi quando era in Polonia, lo ritrovai dopo il suo "viaggio" del coma, lo persi in America. E tra di noi...solo ed esclusivamente mail, scritti, parole. Niente di niente che fosse materiale. Non ci siamo mai nemmeno sentiti per telefono, inspiegabilmente.

DEDICATO A KAROL / http://blog.libero.it/PRIVATISSIMO/

E oggi io sono rinata proprio grazie a questo incontro soprannaturale, io non posso che definirlo così senza fuggire da una realtà che pesa, pesa perchè nonostante tutto resta l'amaro in bocca, il rimpianto per non averlo mai potuto stringere a me. Ma d'altro canto...tutto ha un prezzo. La felicità soprattutto. E se mi è stata assolutamente negata quella della vita, la gioia che mi sono ritrovata tra le mani proprio perdendo karol...non ha confronto. Tutto questo ha dell'irreale anche per me. Ma è l'unica vera realtà della mia vita.

laura brustenga

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog