« W LA SQUOLAMANI »

NO SURPRISES

Post n°45 pubblicato il 19 Aprile 2009 da esperiMente

 

Eh, già, già, già, come diceva il vecchio Alfred.

E' tempo di affrontare un'amara verità: il post, dopo un po', puzza.

L'agrodolce spremuta delle tue meningi, sulla quale han tanto gioito ballando una macabra danza le ghiandole sudoripare, ha la stessa freschezza insidiosa di un Pampers intonso.
Ciccare sul tasto "pubblica e vai al  blog" è un po' come premere l'ultimo dei tre bottoncini del body che avvolge il pannolino: ti senti sollevato ma sai che durerà poco.

Presto il senso di leggerezza sfumerà inesorabilmente, assumendo gli stessi contorni marroncini e secchi di quella bella e profumata fetta di prosciutto che hai dimenticato fuori dal frigo ieri sera ed ora ti guarda dicendo: "coraggio amico, squarciati il petto e fai la spesa".

Certo, il libero-blogger  è assai più fortunato del cronista, suddito del mercato sovrano. Costui impara fin dai primi giorni del suo bistrattato mestiere che, nel giro di un giorno, il suo lavoro diventa buono soltanto per incartare i carciofi (però sempre di mercato si tratta!).
Per non parlare di colui che ha il triste compito di ribaltare sulla carta i discorsi del nostro premier. Il tempo di andare in stampa et voilà, quel burlone ha già smentito, e il sudato pezzo muore falso ancor prima di nascere.

Noi non abbiamo regole, nessuno ci paga per postare (vero, no? O sono l'unica imbecille?). Bazzichiamo qui per  i motivi e con le modalità più disparati, e forse quel che ci accomuna è soltanto un bisogno sottile di vicinanza, che ci spinge a regalare, sotto forma di parole o fotografie o disegni o micetti e farfalline glitterate, una parte di noi che nella vita reale teniamo un po' nascosta.

Ogni blogger dotato di scaltrezza, però, sa che, per mantenere un certo pubblico fedele e avere successo (termine che trovo un tantino ridicolo), è necessario, oltre naturalmente ad essere bravi e mantenere costanti contatti social-virtuali, postare con una certa regolarità (eventualmente aiutandosi col bifidus essensis), ad intervalli brevi, di tre giorni al massimo, per soddisfare il bisogno, indotto dall'abitudine ad una vita scandita dai tempi televisivi, di continue novità e stimoli multimediali.

La cosa non mi riguarderebbe più di tanto, visto che fino a pochi mesi fa non credevo nemmeno di essere in grado di tenere un blog, e poi nulla in me è regolare, e poi ancora mi piace quell'aria un po' snob che mi si dipinge in viso mentre dico: "cosa volete che me ne importi del numero di visitatori, io sono libera e pubblico quando mi pare!" (lo so, l'ho provata nello specchio, ecco!).

 Inoltre, da quando ho scoperto su  "perle di vetro" che la sindrome premestruale comporta, fra altri mille sgradevoli sintomi,  un aumento della creatività, credo che ne approfitterò, postando con dignità soltanto una volta al mese.

Secondo i miei calcoli dovrei avere ancora diritto a circa centoventi post, se non schiatto prima, ovvio.

Non sarebbe male, come idea, senonché devo ammettere che, trascorsi alcuni giorni dall'ultima pubblicazione, ogni volta che passo di qui, nel rivedere sempre la stessa pagina mi prende una leggerissima ansia, e una domanda mi sorge spontanea: no surprises?

 

 

P.S. va beh, per questa volta l'ho sfangata...

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

C_ARTIGLI

"L'amore non possiede né vuole essere posseduto."

K. Gibran

"L'amore non possiede né vuole essere posseduto. Parla per te."

Espe

*********

*****

qual è il colmo per un assessor alla cultura della Lega Nord?

 

Promuovere scambi gutturali

***************

FISIONOMIA DI UN AMICO

 

 

******

  

 **********

NON SEI LA ESPE SE

 

Non maledici l'antinfiammatorio perché l'hai preso da un'ora e non fa effetto, poi vedi il pastiglione sul tavolo.

******

 

 ESPE CONSIGLIA 

Il nuovo libro di non.sono.io

*************

 

 

**************

ANGELO VASSALLO
Sindaco di Pollica (SA)

ucciso il 5 settembre 2010


Uccidendo Vassallo, la mafia non ha voluto solo difendere le attività legate al narcotraffico e all'edilizia. Ha ucciso un profeta. Un eletto dal popolo che affrontava con intensità e coraggio le disfunzioni più evidenti ella società contemporanea.

Alain Faure - direttore di ricerca Istituto di studi politici di Grenoble - LE MONDE 

*************

A PEPPINO IMPASTATO   
UOMO LIBERO

 LORO NON AVEVANO LA SCORTA

*****************

 

 

FOTO DI BOELLE

 

Grazie, magica b0!

 
Citazioni nei Blog Amici: 117
 

Ultime visite al Blog

artchokerdaniela_elalila.qulinaewenpa.ro.lefrancacalzaPRONTALFREDOPrimosireBinxusladonnachevorrei.iosimpatico_imperfettobeapisplaisirdivin2card.napellus
 

ESPE LEGGE:

...un sorriso tra l'ironico e il malinconico, un sorriso da pastore, gli passò per gli occhi.

 

VI VEDO, SFACCENDATI

 

  

  ********************
RIFUGIO PESCATORUM
********************

 

 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31