Creato da atapo il 15/09/2007
Once I was a teacher

IL LIBRO DI SETTEMBRE

Antoine de Saint-Exupéry

"Il piccolo

principe"

 

SCRIVO ANCHE QUI...

ASCOLTA...

 

RECHERCHE DU TEMPS PERDU 1

 

RECHERCHE DU TEMPS PERDU 2

RECHERCHE DU TEMPS PERDU 3

RECHERCHE DU TEMPS PERDU 4

RECHERCHE DU TEMPS PERDU 5

RECHERCHE DU TEMPS PERDU 6

 

GATTI DI FAMIGLIA

 



BETO


 
CHILLY

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 75
 

Ultime visite al Blog

anima_on_linemassimocoppazero.francescoatapoelyravalf.cosmosartemisia_gentdavid2600faccin_lauraio_999chiedididario66felix993surfinia60NonnoRenzo0
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

Tag

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
 

Contatta l'autore

Nickname: atapo
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 69
Prov: FI
 

 

« FINE MESEPER UN BRANZINO IN MENO »

SORPRESA

Post n°846 pubblicato il 03 Giugno 2012 da atapo
 

 

A  VOLTE  RITORNANO

 

 

Una signora di 86 anni che passa una settimana in viaggio di piacere in Egitto al ritorno è naturale che si senta un po' stanca...come era mia suocera quando andammo da lei a fine aprile.

Ma nei giorni seguenti ci furono telefonate sempre più inquietanti...poi delle analisi...poi la notizia di altri accertamenti medici...infine la telefonata di quella parente che ora è il medico curante di mia suocera, che ne consigliava il ricovero, ma non là al paese loro perchè non riteneva l'ospedale locale abbastanza attrezzato per la situazione che pare complessa, consigliava un policlinico più grande...Roma, Firenze, Pordenone (dove stanno i miei cognati)...ed abbastanza urgentemente...

Mio marito, tramite conoscenti, è riuscito ad ottenere una visita privata da un medico importante nel policlinico principale qui a Firenze, tra pochi giorni: secondo il medico curante quasi di sicuro ne chiederà il ricovero e, forse, un intervento chirurgico, poi...chissà...

Così avrò di nuovo la suocera qui. Nei giorni scorsi le abbiamo preparato la stanza, quella famosa che in teoria sarebbe “mia”, dove ho messo i mobili di mia mamma, dove vorrei tenere le cose dei miei hobby (libri, materiali da disegno, abiti e accessori per il teatro) ,dove mia suocera due anni fa ha già vissuto per molti mesi.

Dove, il mese scorso, avevamo portato la credenza che avevamo lasciato lì in attesa di ripulirla e aggiustarla in un'anta, dove c'erano ancora in giro molti pezzi dei mobili che avevamo dovuto spostare o smontare, compresi pacchi e scatoloni a cui trovare nuove sistemazioni...in attesa dei tempi (lunghi) decisi da mio marito, come al solito...

E invece questa nuova necessità ci ha fatto mettere al lavoro entrambi di volata affinchè mia suocera possa avere una stanza e non un magazzino...LUI avrebbe avuto i soliti impegni in parrocchia, anzi, doveva fare una riunione proprio a casa nostra, io mi sono arrabbiata e gli ho detto che con tutto il caos che abbiamo in questi giorni non volevo avere gente tra i piedi.

Per liberare spazio per lei nei mobili ho dovuto togliere cose mie che avevo già sistemato lassù, ammucchiandole in altri posti, naturalmente con le solite questioni col marito: “Ecco, metti sempre la tua roba dappertutto, ne hai troppa, buttala via, possibile che non ci sia un armadio vuoto. Ora mia mamma arriverà con le valigie...”

Certo, è normale che nelle famiglie ci debba essere sempre un armadio vuoto a disposizione della suocera e delle sue valigie! Vorrà dire che se non ha abbastanza posto terrà la sua roba nelle valigie! E non t'azzardare a farle portare su anche la sua macchina da cucire!!!”

Poi lo so che mi scioglierò e cercherò, nei limiti del possibile, che si senta a suo agio...

Naturalmente una faticaccia...e la schiena a pezzi!

Stamattina mio marito è partito di buon'ora per andarla a prendere (quattro ore di viaggio all'andata e quattro al ritorno), io almeno questo giro l'ho scansato. Ho finito le sistemazioni e le pulizie, ora vado a farmi una passeggiata in un mercatino dell'antiquariato per godermi queste ultime ore, poi ritornerò e...

...cercherò di fare il mio dovere.

 

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog