Creato da atapo il 15/09/2007
Once I was a teacher

BACIO DI GIUGNO

De Chirico

 

ša c' est tout




musica per l'amicizia




 

Ultimi libri letti...


Tracy Chevalier
"La ragazza
con l'orecchino
di perla"
l'amore per l'arte
in una donna
del passato


Irène Némirovsky
"IL  BALLO"
madre e figlia:
un rapporto difficile

ci sono i libri precedenti
 

ASCOLTA...

 

RECHERCHE DU TEMPS PERDU 1

 

RECHERCHE DU TEMPS PERDU 2

RECHERCHE DU TEMPS PERDU 3

RECHERCHE DU TEMPS PERDU 4

RECHERCHE DU TEMPS PERDU 5

GATTI DI FAMIGLIA

 



BETO


 
CHILLY

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 73
 

Ultimi commenti

Grazie. Anche a te!
Inviato da: atapo
il 22/06/2018 alle 18:33
 
Molto bella. Buon fine settimana
Inviato da: elyrav
il 22/06/2018 alle 09:39
 
Hai proprio ragione!
Inviato da: atapo
il 20/06/2018 alle 18:59
 
Vedremo se la fortuna ci assiste...
Inviato da: atapo
il 20/06/2018 alle 18:59
 
I complimenti fanno sempre piacere :) brava attrice :) un...
Inviato da: elyrav
il 20/06/2018 alle 11:31
 
 

Ultime visite al Blog

atapoveloce10markushavmulinomassimocoppaelyravexiettodonadam68telcenter.aciliaoronardelliarw3n63lunetta_08Quivisunusdepopuloaqw
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Giugno 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30  
 
 

Tag

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
 

Contatta l'autore

Nickname: atapo
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
EtÓ: 67
Prov: FI
 

ARRIVEDERCI




 

 

« HARRYPOTTERMANIASPEDIZIONE QUASI ARTICA »

IL RISCHIO

Post n°1512 pubblicato il 22 Febbraio 2018 da atapo
 

DA CAPO

 

la montagna pistoiese

 

Dopo i viaggi e le ricerche di inizio inverno avevamo trovato una casa in montagna preferita tra tutte quelle viste, mio marito se ne era addirittura innamorato, raramente l'avevo visto così entusiasta per qualcosa da acquistare. Io...beh, in realtà ne avrei preferita un'altra, ma anche questa non mi dispiaceva affatto e per la pace familiare e la conclusione della faccenda ero stata d'accordo.

Qualche perplessità mi era rimasta a dire il vero: c'era una scala un po' troppo ripida che senz'altro bisognava mettere in sicurezza, alcune crepe nei muri del giardino... però mio marito sosteneva che poteva fare benissimo lui quei lavori quando d'estate saremmo stati lassù. Io, conoscendo i suoi tempi eterni e le ormai tante promesse dilazionate all'infinito non ero molto convinta, comunque ero disposta a dargli fiducia: alla peggio avremmo cercato un muratore per aiutarlo.

Così eravamo andati a visitarla una seconda volta con più accuratezza, la signora dell'agenzia ci aveva rassicurato che senz'altro il padrone avrebbe abbassato il prezzo fino alla nostra portata.

Quelle crepe volevamo farle esaminare a un geometra e abbiamo contattato mio cognato 4, la cui moglie lavora nell'edilizia e forse conosceva qualcuno di fidato. Tutto questo ben prima di partire per Fuerte, ma tra le vacanze, le influenze, i tempi tecnici di mio cognato lunghi come quelli di mio marito, solo pochi giorni fa abbiamo saputo che per ora non hanno geometri disponibili. Però mia cognata ci ha dato dei suggerimenti interessanti, con la sua pratica di anni di lavoro sul campo.

Abbiamo subito fatto da soli le ricerche sulle caratteristiche del territorio che si possono trovare con un po' di pazienza in internet spulciando tra i documenti dei Comuni, poi avremmo anche telefonato agli uffici giusti... ma non siamo nemmeno arrivati a questa seconda fase perchè abbiamo scoperto che la casa si trova in un paese a discreto rischio idrogeologico e addirittura nella strada in cui è posta (all'estremità del paese, affacciata sulla vallata) alcuni anni fa hanno dovuto costruire un muro di contenimento del terreno.

Quelle piccole crepe nel muro del giardino ci sono parse ora molto minacciose... e mio marito non ha più voluto saperne... e nemmeno io! Ci è rimasto malissimo.

A questo punto è tutto da ricominciare.

E come successe per la ricerca della casa nuova quattro anni fa, lui sta diventando sempre più esigente. Per la nostra attuale casa di Firenze fu un vero colpo di fortuna trovarla, dopo tanto, con tutti i requisiti desiderati, anche se poi ci ha fatto ammattire più di due anni per restaurarla.

La casa di montagna che piaceva di più a me secondo lui ha uno spazio esterno troppo piccolo, da cui passano anche quelli che abitano accanto (solo un'altra abitazione, non un condominio!): io dico che un altro giardino grande sarebbe troppo impegnativo, visto che lassù non ci andremmo spesso e che già lui cura a stento quello che abbiamo a Firenze.

Pensare che è una casa che costa meno e sarebbe perfetta: basta acquistarla e andare là con le valigie, ci lasciano anche i mobili!

Non so se riuscirò a convincerlo (e se sarà ancora in vendita).

Intanto ho dovuto riprendere la ricerca su internet e lui come dicevo diventa sempre più esigente: la distanza, i negozi, le scale, il giardino... ora anche il colore delle mattonelle nel bagno!

E dopo le nevicate previste per la settimana prossima dovremo ricominciare a girare per i monti... Uffa!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog