Creato da atapo il 15/09/2007
Once I was a teacher

DOVE ANDRO' (FORSE).

IL VIAGGIO DI GIUGNO


AUSTRALIA

 

DOVE ANDRO' (FORSE)

IL VIAGGIO DI MAGGIO


CANADA

 

SCRIVO ANCHE QUI...

ASCOLTA...

 

RECHERCHE DU TEMPS PERDU 1

 

RECHERCHE DU TEMPS PERDU 2

RECHERCHE DU TEMPS PERDU 3

RECHERCHE DU TEMPS PERDU 4

RECHERCHE DU TEMPS PERDU 5

RECHERCHE DU TEMPS PERDU 6

GATTI DI FAMIGLIA

 



BETO


 
CHILLY

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 75
 

Ultimi commenti

Sarebbe bello viaggiare ... conoscere il mondo. Ci sono...
Inviato da: elyrav
il 09/06/2021 alle 07:51
 
Ormai ho archiviato ogni velleitą viaggiatrice. Ma il...
Inviato da: surfinia60
il 07/06/2021 alle 16:53
 
Un viaggio da quelle parti non dispiacerebbe neppure a me...
Inviato da: Mr.Loto
il 03/06/2021 alle 16:11
 
Grazie!
Inviato da: atapo
il 02/06/2021 alle 17:49
 
auguri, auguri!
Inviato da: massimocoppa
il 31/05/2021 alle 13:12
 
 

Ultime visite al Blog

ataponaar75elyravla.cozzasurfinia60QuartoProvvisoriomassimocoppafedechiaratempestadamore_1967allegri.frmussirodolfoexiettofedele.belcastroCherrysl
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Febbraio 2012 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29        
 
 

Tag

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
 

Contatta l'autore

Nickname: atapo
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Etą: 70
Prov: FI
 

Messaggi del 16/02/2012

FINE...

Post n°802 pubblicato il 16 Febbraio 2012 da atapo
 

...DI  UNA  BELLA  ESPERIENZA

Quando era cominciata, ne avevo già parlato qui. Avrebbe dovuto finire prima di Natale, ma dopo la penultima lezione è successo di tutto: preparativi frenetici di attività natalizie, feste della scuola, malanni, vacanze, viaggi della maestra (io), cambi di turno del maestro, maltempo...insomma, non riuscivamo a trovare una data per l'incontro conclusivo. E ci dispiaceva molto, avevamo timore che i bambini si dimenticassero, che l'esperienza perdesse di sapore a continuare così lontana nel tempo...
In verità i bambini mi salutavano sempre con molto entusiasmo quando li incontravo il mercoledì pomeriggio alle 16,30: per loro l'uscita da scuola, per me l'inizio del corso di francese, e alle loro domande insistenti "Quando torni? Domani?" io e il maestro dovevamo dare ogni volta una spiegazione nuova.
Stamattina finalmente il percorso si è concluso. Ho voluto capire quanto si ricordavano di ciò che era stato fatto tra novembre e dicembre, prima di iniziare l'attività di oggi, quindi ho posto diverse domande, mi sono fatta raccontare...si ricordavano eccome!
Io e il maestro siamo stati sorpresi dall'impegno e dai risultati in ogni singolo incontro, qui vorrei accennare a ciò che è stato fatto, aggiungendo qualche foto a riprova di quanto sono stati bravi questi bambini di 7 anni.
Avevo già detto che la scoperta dei colori nelle varie lingue, in particolare in francese, era iniziata dalla lettura di un libro d'arte per bambini, questo:

 

e non finirò mai di lodare la bellezza di queste edizioni francesi, l'attenzione e l'interesse che c'è in Francia per l'educazione artistica dei più piccoli...
Nel secondo incontro ognuno si è "costruito" un proprio libro dei colori: ha formato le pagine piegando i fogli, ha scelto la sequenza dei colori preferiti, li ha scritti nelle lingue scoperte, ha disegnato o cercato immagini su riviste per fare collages ed illustrare i colori scelti. Infine ognuno ha inventato la sua copertina.
Ma noi adulti siamo rimasti a bocca aperte nel terzo incontro, quando hanno lavorato a coppie. Ogni coppia ha scelto la riproduzione di una pittura, fra le tante che avevamo messo a disposizione: dovevano esaminarla con attenzione soprattutto per scoprirne i colori, poi riprodurla insieme su un foglio (essendo in coppia si potevano aiutare nei passaggi più difficili). Non credevamo davvero che sarebbero stati così bravi, così attenti ai particolari...non dico altro, vi lascio a guardarne qualcuno...

La volta successiva siamo partiti alla scoperta delle sfumature, del colore più chiaro o più scuro, di come passare dall'uno all'altro...stavolta attraverso la pittura, la costruzione di un disegno guidato e la preparazione delle tinte necessarie per ottenere colori sfumati. Con risultati suggestivi e di grande soddisfazione per tutti i bambini, soprattutto quando si rendevano conto che nessuno alla fine aveva segni e colori uguali agli altri, ma che nessuno aveva sbagliato, anzi erano tutti belli!

E oggi, a conclusione di tutto, il gioco della tombola! Una tombola dei colori, da costruire ognuno la sua cartella, ma per poter scrivere i colori preferiti prima si doveva aiutare la maestra a scriverli tutti alla lavagna i colori scoperti, e per ognuno bisognava riflettere se si poteva fare "clair"(chiaro) e "foncé"(scuro). Le cartelle sono venute così bene che il maestro le terrà per giocarci ancora...
Alla fine il gioco della tombola è stato divertente, soprattutto perchè...hanno vinto tutti un segnalibro in premio, man mano che tutti i colori della loro cartella erano stati estratti.

la difficile scelta dei segnalibri-premio

Quante osservazioni abbiamo fatto noi maestri durante tutti questi lavori, abbastanza diversi dalla routine solita delle materie...Quanti timori avevano quei bambini di fronte alle richieste diverse dalle solite attività di tutti i giorni, ma anche quanta gioia in loro man mano che scoprivano di riuscire a fare, a portare a termine ciò di cui all'inizio non si credevano capaci...
E che bei tempi tranquilli e distesi in questo tipo di lavoro, in cui però non abbiamo sorpreso nessuno a perdere tempo! Anche un bambino con grossi problemi di comportamento non ha mai rifiutato le proposte, partiva magari solo dopo qualche rassicurazione, ma poi finiva tutto e volentieri...Proprio lui oggi al commiato mi ha detto: "E' stato un piacere conoscerti e lavorare con te!" e una frase così importante ha colpito anche i compagni, che poi facevano la fila per ripetermela anche loro...
Che dire?

Solo...GRAZIE,  ANCHE PER ME E' STATO UN PIACERE LAVORARE CON VOI !!!

Con rammarico scopro che dopo due ore di lezione così con una classe intera, mi ritrovo stanchissima...

dopo cinque anni da pensionata devo ammettere che non ho più il fisico...una volta le ore di lezione erano ogni giorno quattro oppure sei!

Però...continuano ad essere un vero piacere queste esperienze!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso