Creato da atapo il 15/09/2007
Once I was a teacher

DOVE ANDRO' (FORSE)

IL VIAGGIO DI MAGGIO


CANADA

 

SCRIVO ANCHE QUI...

ASCOLTA...

 

RECHERCHE DU TEMPS PERDU 1

 

RECHERCHE DU TEMPS PERDU 2

RECHERCHE DU TEMPS PERDU 3

RECHERCHE DU TEMPS PERDU 4

RECHERCHE DU TEMPS PERDU 5

RECHERCHE DU TEMPS PERDU 6

GATTI DI FAMIGLIA

 



BETO


 
CHILLY

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 75
 

Ultimi commenti

Giuste riflessioni. Certo che questo tempo-Covid, che ha...
Inviato da: atapo
il 07/05/2021 alle 11:52
 
... e vedrai come accelerano!
Inviato da: atapo
il 07/05/2021 alle 11:50
 
Con l'avanzare dell'etą č normale non avere...
Inviato da: surfinia60
il 04/05/2021 alle 19:40
 
effettivamente ricordo che fino a 18 anni il tempo non...
Inviato da: massimocoppa
il 04/05/2021 alle 12:38
 
Grazie per l'apprezzamento del racconto. In effetti...
Inviato da: atapo
il 03/05/2021 alle 22:45
 
 

Ultime visite al Blog

atapoexiettofedele.belcastroNonnoRenzo0Stratocoversvita.perezcuspides0surfinia60massimocoppaelyravanmicupramarittimabubibatacarmela.lamarinaartemisia_gent
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Febbraio 2012 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29        
 
 

Tag

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
 

Contatta l'autore

Nickname: atapo
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Etą: 70
Prov: FI
 

Messaggi del 02/02/2012

NEVE

Post n°796 pubblicato il 02 Febbraio 2012 da atapo
 

FRESCHI  PENSIERI


Utrillo M., Neve a Montmartre


Da più di due giorni volteggiano quasi di continuo nell'aria piccoli fiocchi bianchi che qui in città si sono attaccati poco e sono stati prontamente ripuliti, nelle strade, dai mezzi del Comune impegnatosi a non fare la figuraccia del 2010. Ma siamo circondati dai monti imbiancati e appena fuori dal confine comunale la situazione è molto peggio. Il vento gelido però soffia forte e continuo dentro e fuori città, la temperatura scende sempre più...
Sono giorni di vita da riorganizzare: è saltata la prova del teatro, non mi fidavo a ritornare a casa verso le 21 con le strade ghiacciate; è saltato il corso di francese ai bambini: la bidella non si era presentata a scuola causa neve ed il riscaldamento era a rischio. Non è il caso che esca per le mie solite passeggiate a piedi al supermercato, tanto abbiamo provviste per diversi giorni...
In casa ho tutto il tempo per meditare e decidere quali dei lavori casalinghi da tempo rinviati finalmente potrò fare con calma in questi giorni quasi...di sosta. Accorciarmi un paio di pantaloni, riordinare uno scaffale e gettare qualcosa diventato inutile (quale gioia per mio marito!), stirare prima di tutto, per abbassare quell'alto monte di biancheria che mi aspetta nella stanza in cima alle scale così...lontano dagli occhi lontano dal cuore!
Ma ieri a mio marito è venuta una brillante idea: "Andiamo al cinema!" Voleva vedere l'ultimo film di Tom Cruise, Mission impossible 4, diceva che aveva letto buone critiche...A me non interessava proprio, nemmeno l'attore è fra i miei preferiti, nè come recitazione nè come aspetto fisico, anche se devo convenire che, invecchiando, un po' migliora...

Avevo però la sensazione che fosse soprattutto un invito e un desiderio di fare qualcosa insieme e considerando quanto di rado ciò accada ho lasciato da parte i buoni propositi casalinghi e siamo usciti, coperti come Esquimesi.
Come dicevo prima, a Firenze le strade erano pulite, ma il cinema che aveva scelto NON era a Firenze, troppo facile, bensì in un paese limitrofo, in cui ci siamo trovati fra cumuli di neve e lastre di ghiaccio sulla strada una volta scesi dall'auto. Così la nostra mission impossible è stata quella di entrare nella sala senza romperci prima una gamba, poi alla fine del film tornare a Firenze indenni...e il film non era nemmeno un capolavoro! Ma cosa si fa per amore...
Il pericolo superato ci aveva fatto venire voglia di pizza, e che fosse napoletana, quindi a Firenze abbiamo concluso la serata in una pizzeria capace di accontentarci...
Rientrati a casa, abbiamo trovato messaggi e chiamate da parte dei nostri amici bolognesi (quelli di Tenerife): "Richiamateci subito" dicevano. Nonostante l'ora, gli abbiamo telefonato: loro, semisommersi dalla neve caduta a Bologna, volevano semplicemente sapere come era la situazione da noi, ma non avendo risposta per tutto il pomeriggio e la serata cominciavano a preoccuparsi...
Certo che se la neve e il freddo polare a qualcuno fanno venire questa voglia di cinema, pizza, ristorante, ecc...quasi quasi li accetto volentieri...

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso