Creato da ex_pre il 16/03/2006

Cuore e regole

Ex, ex, ex-tante-cose e fino a quando non diventerò anche ex vivo sarò in via di definizione, sempre coerente con me stesso; sempre io

AREA PERSONALE

 

AMUNG US

website stats
 
Cuore e regole
 

FACEBOOK

 
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

elisar_81stmplastic0bal_zacpolonordbisUniversita_Moruzzolalazooio.magrasacerdotisposatigelixceliachia.milanofatenzaghdoudiriki91Messaggeria.BastardaPytagoricum
 
Citazioni nei Blog Amici: 42
 

L'INTERVISTA A LIBERO

Tempo fa Libero mi ha fatto un intervista.
Ecco il link se a qualcuno interessasse.
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

::::::::: 2006

Il peggio dic. [>
Spiegazioni nov. [>
Sale [>
E se... [>
Magici incastri ott. [>
La panchina... [> 
Figli di Edipo... sett. [>
Scusa per le crociate [>
Indulgenze + o - [>
Io, lei:noi? [>
Anniversario [>
Nodi [>
Midrash ago. [>
Scelte solitarie [>
Ancora... ancora? lug. [>
Tear drop [>
Epiloghi più o meno [>
Pensieri ma non... [>
Noi nell'altro... [>
Sicurezze e ... [>
Giri e rigiri giu. [>
Pesare... mag. [>
 

::::::::: 2007

  YHWH [>
Qualche news giu. [>
Seghe e cecità mag. [>
Arristrasloco [> 
Oltre le spine apr. [>
Piccole soddisfazioni [>
Chiese della madonna [>
Un funerale feb. [>
San Valentino [>
Sei mesi [>
Il re è nudo gen. [>   
 

UN TEST CHE MI RAPPRESENTA


Which angel are you?
You are a balanced person, you may be bad at times, and good at others, but your a good balance. You can be on the receiving end or the giving end but no matter what, you always seem to come out balanced. You give good advice and direct people to lead a good balance of life. Your the ying and the yang. Your level-headed and rarely fail in life. You can be in the crowd and not seen, but you have the ability to shine aswell.
Molto carino anche questo:
for some reason you have felt very distant from everyone else and you try to follow your own path. throughout the years you have seen a lot of freaky shit and sometimes it overcomes you and you get stuck in the rabbit hole trying to figure out what it is. All you know is that humans aren't the only ones out there and there is something about yourself that is still a myster. 
What is your true nature: the psychiatrist
You take the problems of others with you wherever you go. In your spare time you try to think of some way to resolve the dilemmas of your friends. You have an attraction to those who are in need and you feel that you always have to contribute in some way to make those around you like you. The respect of others is important to you.
 

A LOOK OUTSIDE

Add to Technorati Favorites

Powered by FeedBurner

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

 

« OmofobsszApocalisse II »

Apocalisse I

Post n°250 pubblicato il 30 Luglio 2008 da ex_pre
 

°°° Introduzione a un libro non tanto misterioso

Da tanto tempo volevo parlare dell’Apocalisse. Bisognerà che sia molto breve perché un' introduzione e una spiegazione decente delle tante cose da dire avrebbe bisogno di molto più spazio e tempo… ma soprattutto voglia di leggere. Aiuterò i lettori facendomi un’intervista.  :)  

Di cosa parla l’Apocalisse?

Parla della salvezza di coloro che appartengono a Cristo e della vittoria definitiva di Dio sul Male.
Dio vince sul Male dopo una "liturgia" complessa e drammatica che coinvolge Satana, gli angeli e tutta l’umanità, durante lo svolgimento di questa liturgia Dio non perde mai il controllo della situazione e il disegno che ha in mente.

Qual è il messaggio fondamentale della letteratura apocalittica?

Il messaggio fondamentale è la speranza. Il Male non è più forte di Dio. Il credente se persevera fino alla fine della prova trionferà con Cristo.

A chi è diretta l’Apocalisse?

E’diretta in particolare alle comunità cristiane che soffrivano per le prime persecuzioni da parte dell’Impero Romano. A causa di queste persecuzioni le comunità erano impaurite e disorientate: cosa potevano loro contro l'Impero, contro gli ebrei che li trattavano come setta, contro chi era organizzato con filosofie, comunità ecc.. loro, gli ultimi arrivati!

Perché parla per allegorie e simboli?
Perché è un linguaggio simbolico è un linguaggio religioso molto efficace e completo per i credenti ma oscuro a chi non appartiene alla comunità. Il linguaggio simbolico libera lo scritto da un contesto storico concreto come quello delle persecuzioni romane e lo rende sempre attuale, ossia, metastorico.

Perché l’Apocalisse usa un linguaggio codificato?
Il contenuto dell’Apocalisse poteva essere visto come sovversivo da parte di chi perseguitava la comunità perché parlava della vittoria di Cristo sull’Impero Romano e presenta l’Imperatore come personificazione del Male.

I destinatari dell’Apocalisse capivano ciò che era scritto?
Molto probabilmente avevano poche difficoltà perché conoscevano il linguaggio e simbolismo biblico, quasi la metà dei versetti dell’Apocalisse ha una citazione dall’Antico Testamento. L’autore inserisce spesso nel testo le chiavi per interpretarlo; egli vuole comunicare cose comprensibili e non giocare con gli enigmi.

L’Apocalisse parla di cose già accadute oppure di cose che accadranno?
L’Apocalisse parla di cose che storicamente sono già accadute ma questo testo ha un respiro molto più ampio e abbraccia tutta la storia a partire dall’Ascensione di Gesù fino alla definitiva vittoria di Dio sul Male alla fine dei tempi. Ciò che la Chiesa ha passato nel periodo delle persecuzioni romane è una realtà che si è presentata in passato e si presenterà in modi diversi in tante altre situazioni sia a livello comunitario che personale. La Chiesa vive sempre nelle difficoltà e per quanto lunghe, incomprensibili e insuperabili umanamente è Dio che guida la storia e la porta a compimento.

Qual è l’attualità dell’Apocalisse per noi?
La fede di ognuno di noi viene messa alla prova da una serie di situazioni che non dipendono da noi e che apparentemente ci sembrano interminabili e insormontabili, ciò che possiamo fare è restare costanti nella nostra fede e saldi nella speranza perché alla fine Dio vincerà e noi vinceremo con lui.

La prossima "puntata" entrerò nel testo e nella simbologia

 
 
 
Vai alla Home Page del blog