Creato da LaDonnaCamel il 16/09/2006
Il diario intimo della Donna Camèl con l'accento sulla èl
 

 

Un nuovo blog per la Donna Camel

Post n°1052 pubblicato il 10 Agosto 2017 da LaDonnaCamel
 

Ho iniziato il trasloco, ci metto quanto ci metto ma intanto adesso il blog della Donna Camel ha una casa nuova e il primo post della nuova era è stato pubblicato.

 

Aggiorna il feed reader : chi mi ama mi segua.

 
 
 

Un chilo di paglia un chilo di piombo

Post n°1051 pubblicato il 07 Luglio 2017 da LaDonnaCamel
 

Son venuta a sapere che il chilo tipico, quella mattonella di materiale indistruttibile che tengono sotto una doppia campana di vetro all’Ufficio internazionale dei pesi e delle misure di Sèvres, vicino a Parigi, quello che serve come campione di tutti i chili misurati nel mondo, l’archetipo di chilo, il chilo ideale, il padre di tutti i chili detto per l’appunto Grand Kilo non pesa più un chilo ma un po’ meno.
Questa notizia mi ha strabiliata perché non pensavo mai fosse possibile, già da quando andavo alle elementari mi è stato insegnato che il sistema metrico decimale, che pure è arbitrario e stabilito dagli uomini e non da Dio, è fatto apposta di materiali indistruttibili e immutabili e quel pezzo di platino e iridio è lì dal 1875, possibile che si sia già consumato anche se nessuno lo tocca? Se non ci credi ti metto qui la notizia, che è del Post, un sito che io ritengo affidabile mica una qualsiasi esca pesca click, difatti mettono sempre anche le fonti, che in questo caso sono i fisici americani che vorrebbero trovare un altro sistema per pesare il chilo, un sistema astratto invece che questo qui che era estremamente concreto e per me molto più affascinante.



un chilo

Qui da wikipedia puoi vedere la bacheca con dentro il chilo in via di demolizione.


È vero che si tratta solo di qualche microgrammo, dicono che col tempo qualche piccola impurità che faceva parte della fusione potrebbe essere evaporata - avrei creduto il contrario, magari un piccolo aumento di peso dovuto a qualche granello di polvere: ce l’avranno lo swiffer a Sèvres o vanno di panno bagnato?

Certo che viene da chiedersi come mai ci sono tante ingiustizie nel creato: per esempio, sono solo io che aumento di peso e poi faccio una fatica sovrumana per rientrare nella Grand Bianca, che sarebbe il peso ideale stabilito dalle convenzioni internazionali? In più la mia bilancia elettronica mi fa dannare, infatti  tende a mantenere il peso precedente anche se digiuno, e cammino, e pure mi sono iscritta in palestra e difatti ho un’altra bilancia, del vecchio tipo con la lancetta che segna un bel chilo in meno. Sarà tarata col vecchio sistema?
Pesati con quella e basta allora, dirai tu. Ma la bilancia a lancetta è poco precisa e non mi dice gli etti, lo spazio tra una tacca e l’altra è talmente piccolo, altro che i microgrammi, invece io sono impaziente e ogni giorno voglio vedere i miei progressi, anche un etto o due conta, lo vedi che quelli rivoluzionano un sistema che è andato bene per centocinquant’anni per pochi microgrammi, avrò anche io il diritto alla mia bella soddisfazione di un etto o due, no?

Comunque in palestra mi hanno anche misurata con il metro a nastro, strumento molto più approssimativo della barra di platino-iridio pure conservata a Sèvres che difatti è stata abbandonata da tempo per la più pratica misurazione della lunghezza del tragitto percorso dalla luce nel vuoto in un intervallo di 1/299792458 di secondo. L’ho detto a quella graziosa signorina che raccoglieva i dati per la mia scheda, ma mi ha fatto presente che gli allenamenti si possono fare anche di notte, quindi.

E dunque caro blog ci sono grandi cambiamenti all’orizzonte. Non si possono più inserire le foto qui sulla piattaforma, la sezione è stata chiusa per sempre anche se hanno promesso che non cancelleranno quelle già esistenti, ma i commenti no, quelli sono andati persi come lacrime nella pioggia. Ma la notizia bomba è che più avanti potremo migrare su wordpress, e quando l’ho letto ho subito pensato dì giuro!, ma chissà se andranno persi i commenti anche stavolta. Speriamo di no, perché è dai commenti di post come questo, per esempio, http://blog.libero.it/LaDonnaCamel/commenti.php?msgid=5353356&id=65896#comments che son successe cose che hanno cambiato un po’ la mia vita e di conseguenza anche questo blog.

 
 
 

Paolo Cognetti vince il premio Strega

Post n°1050 pubblicato il 07 Luglio 2017 da LaDonnaCamel
 

Paolo Cognetti ha vinto il Premio Strega con 208 voti per il bellissimo romanzo Le otto montagne, ho aspettato fino alla proclamazione per scaramanzia ma l'ho saputo dal momento in cui ho finito di leggerlo che questa volta avrebbe fatto il botto.

"La storia è bellissima e si tiene bene e tutto è necessario, tutto è al suo posto con i tempi giusti e i ritorni perfettamente calibrati, tanto che sembra una fiaba, ma in più ha un’altra bella qualità: i personaggi sono simpatici, tutti, oltre che belli e veri." questo gli avevo scritto a caldo, qui lo confermo e lo sottoscrivo.

E adesso non dire che non te l'avevo detto!

 

Paolo

 
 
 

Poi non dire che non te l'avevo detto

Post n°1049 pubblicato il 02 Luglio 2017 da LaDonnaCamel
 

 

Le otto montagne

 
 
 

il giro d’Italia a casa mia

Post n°1048 pubblicato il 28 Maggio 2017 da LaDonnaCamel
 

Stamattina mi ha chiamato Massimo, sai che c’è il giro d’Italia in via Cagliero? hanno chiuso tutte le vie: Piazza Farina, Via Vassallo, Piazza Carbonari…

Giro d'Italia 100 ^ edizione

Io e lui siamo curiosi delle cose che succedono nel mondo, se poi son qui vicino ci diamo una voce l’uno con l’altra, siamo sempre pronti per questo genere di esperienze, cogliere l’attimo è il nostro stile di vita, non voglio dire la nostra filosofia perché sarebbe anche troppo: non stiamo mica lì a pensarci su. Io lo sapevo che il giro d’Italia passava di qui, l’avevo sentito alla televisione e poi anche in tram dicevano che c’erano le strade chiuse e le line deviate. Anche adesso, mentre sto scrivendo, sento suonare i clacson e ancora non sono partiti da Monza quelli fighi.

Ma qualcuno è partito perché li abbiamo visto passare un po’ alla volta, solitari o a piccoli gruppetti, andavano piano come fosse una passeggiata e questa è una cosa che mi sono sempre domandata: chi glielo fa fare a questi delle retrovie, che nemmeno sono gregari ma fanno lo stesso una gran faticata. Il giro d’Italia è arrivato alla sua centesima edizione e si vede che interessa sempre, è una cosa del passato che funziona ancora, muove un sacco di persone, interessi e soldi e anche altro, forse.

Il ciclismo è un fenomeno per me difficile da capire, una specie si serpentone con due teste: da una parte ci sono quelli famosi, con i soldi e le accuse di doping, le grandi prestazioni atletiche, gli imbrogli smascherati o sospettati che getta una brutta luce sulla faccenda. Dall’altra parte c’è la passione e la fatica, la lotta contro i propri limiti, il sudore e l’acido lattico e i crampi e le cadute e tutto quello che non so di uno sport umile e diffusissimo.

Giro d'Italia 100 ^ edizione

Quante persone muove il carrozzone del Giro d’Italia? Penso al fatto che una volta era l’unico modo per far conoscere un borgo o una località, penso alle scritte per terra fatte con la vernice bianca sulla camionabile della Valtellina, Papà cosa vuol dire GIMONDI?

Vai che sei solo! ma cosa vuol dire oggi? Non lo so cosa vuol dire, faccio le foto per fermare questo momento come tanti altri, confesso che visti a uno a uno o comunque in gruppetti sgranati non fanno sognare: la gente attraversa la strada passando sotto le strisce bianche e rosse come quelle che delimitano la scena del crimine e non si voltano nemmeno a guardare. Ma quando passano tutti insieme col  gruppone è un’altra cosa, lo sanno quelli che sono già in piazza duomo ad aspettarli.
Giro d'Italia 100 ^ edizione

(Questa foto la dedico a Lele e lui sa perché)

 
 
 
Successivi »
 

Area personale

 

Ultime visite al Blog

LaDonnaCamelBloggerdick7sydcurtisMIchellixpaneghessaElemento.Scostantefrescone17moschettiere62apungi1950cile54alogicolacky.procinooscardellestellemisteropagano
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Le avventure di Nonugo

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 39
 


ias

 

Chi può scrivere sul blog

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Scrivere è il mio gioco preferito

L'occhio del coniglio

Libro, mobi, epub come vuoi tu, compralo su Amazon o su lulu!

Da oggi anche su Anobii

 

 

Joomla! Lombardia

Caricamento...
 

Angie

Caricamento...
 

Capitano mio capitano

Caricamento...
 

Coniglio della moda

Caricamento...
 

Coniglio Mannaro

Caricamento...
 

La linea d'Hombre

Caricamento...
 

Mai Maturo

Caricamento...
 

Michele per caso

Caricamento...
 

Ora e qui

Caricamento...
 

Solo testo

Caricamento...
 

Sputa il rospo

Caricamento...
 

Tapirullanza

Caricamento...
 

Transmission

Caricamento...
 

Un pezzo di Milano che cammina con gli occhiali

Caricamento...
 

Vanamonde

Caricamento...
 

Vibrisse

Caricamento...