Creato da laura_brustenga il 23/02/2008

Dedicato a Karol

Questo blog mi ha accompagnata in diretta nella storia più bella e incredibile della mia vita

AREA PERSONALE

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: laura_brustenga
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 54
Prov: RM
 

ULTIME VISITE AL BLOG

psico_crazialaura_brustengaannaincantoBacardiAndColaTerzo_Blog.Giuscostanzatorrelli46falco1941acer.250psyche.dgl0annamatrigianoorsobianco.amsimona.fulgaElemento.Scostanteantoniomarina
 

ULTIMI COMMENTI

 

Votaci su Net-Parade.it 

Votaci su Net-Parade.it


Blog d'argento

 

 
motori ricerca
 

 

 

 

« Per voiUn amore senza fine »

Ti Amo Signorina!

Post n°130 pubblicato il 25 Giugno 2008 da laura_brustenga
 

Ieri erano tre mesi dalla sua morte. Novanta giorni a rincorrere il suo ricordo, a chiedermi se davvero quel sogno mi è svanito tra le mani...Mi tornano in mente sempre le stesse cose, lui che mi scriveva "Il resto lo vedremo insieme", bastava soltanto sperare che il suo trapianto andasse bene. E quando penso che non ha fatto in tempo ad avere una risposta, il mio cuore piange ancora nel suo. E mi tornano in mente le sue parole delirate nell'ultimo respiro :"Mia sposa Laura"...e quando penso a questo il mio cuore si stringe ancora nel suo. E mi ricordo di Karol quando voleva fermare il tempo per potermi vivere, per poter continuare ad avere tra le mani la certezza di esserci, io e lui. E mi ricordo che Karol voleva far passare il tempo più velocemente possibile, per dimenticare tutti quei terribili momenti che la vita gli aveva improvvisamente buttato addosso. Karol voleva fermare il tempo. Karol voleva scavalcarlo, quel tempo dannato. Ora lui non è più nel tempo, l'eternità gli apre nuove strade, mentre io resto con le mie ore, i miei minuti che non passano mai... Si, ho accettato. Ma non è vero. Sono serena. Ma non è vero. Lui continua a mancarmi e la nostalgia non va via col tempo, ma con esso cresce, cresce, cresce a dismisura. So che lui è con me, e non è un'illusione: questo, solo questo mi aiuta a trovare la forza di sorridere ancora, altrimenti i mei occhi sarebbero un lago di lacrime, tante quanto era grande il suo amore. Adesso sono io che vorrei fermare il tempo per farlo tornare indietro, per rivivere quei giorni con la consapevolezza che saranno gli ultimi. E vorrei che il tempo passasse così in fretta da farmi arrivare alla fine dei miei giorni, perchè so che in quell'attimo lo ritroverò, sarà lì ad apettarmi, per dirmi..."Ti amo, signorina!", come lui stesso mi ha lasciato scritto. Ma il tempo non ha pietà per me, mi pesa addosso sempre di più, io non riesco a vivere senza Karol...

  LAURA

DEDICATO A KAROL / http://blog.libero.it/PRIVATISSIMO/

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog