Creato da atapo il 15/09/2007
Once I was a teacher

DOVE ANDRO' (FORSE)

IL VIAGGIO DI MAGGIO


CANADA

 

SCRIVO ANCHE QUI...

ASCOLTA...

 

RECHERCHE DU TEMPS PERDU 1

 

RECHERCHE DU TEMPS PERDU 2

RECHERCHE DU TEMPS PERDU 3

RECHERCHE DU TEMPS PERDU 4

RECHERCHE DU TEMPS PERDU 5

RECHERCHE DU TEMPS PERDU 6

GATTI DI FAMIGLIA

 



BETO


 
CHILLY

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 75
 

Ultimi commenti

Giuste riflessioni. Certo che questo tempo-Covid, che ha...
Inviato da: atapo
il 07/05/2021 alle 11:52
 
... e vedrai come accelerano!
Inviato da: atapo
il 07/05/2021 alle 11:50
 
Con l'avanzare dell'etą č normale non avere...
Inviato da: surfinia60
il 04/05/2021 alle 19:40
 
effettivamente ricordo che fino a 18 anni il tempo non...
Inviato da: massimocoppa
il 04/05/2021 alle 12:38
 
Grazie per l'apprezzamento del racconto. In effetti...
Inviato da: atapo
il 03/05/2021 alle 22:45
 
 

Ultime visite al Blog

atapoexiettofedele.belcastroNonnoRenzo0Stratocoversvita.perezcuspides0surfinia60massimocoppaelyravanmicupramarittimabubibatacarmela.lamarinaartemisia_gent
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Gennaio 2016 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

Tag

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
 

Contatta l'autore

Nickname: atapo
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Etą: 70
Prov: FI
 

Messaggi del 07/01/2016

LA RIPRESA

Post n°1299 pubblicato il 07 Gennaio 2016 da atapo
 

EPIFANIA... LE FESTE PORTA VIA



 

Ci mettiamo pochissimo a togliere in casa gli addobbi natalizi, perchè l'unico addobbo è stato quello che vedete qui sopra... La frasca di abete che ho addobbato anche con l'unico presepe che abbiamo finora trovato negli scatoloni aperti: tutto ciò che riguardava gli addobbi e i numerosissimi presepi della collezione di mio marito era stato messo in soffitta ancora a fine agosto (sperando in verità che si potessero riprendere a dicembre in una casa già normalizzata) e non era proprio il caso di fare altre aggiunte al caos attuale di casa nostra! Io avevo detto a mio marito che gli concedevo di esporre SOLO UN PRESEPIO e che fosse poco ingombrante e questo era l'unico a portata di mano... Comunque ciò che conta è l'intenzione!

Dopo una prima settimana natalizia un po' sonnacchiosa, da capodanno ad ora il tempo si è velocizzato e vivacizzato:

sono venuti in visita, a sorpresa, da Ferrara mio fratello con la famiglia. Era da tanto che non ci incontravamo, scarse anche le telefonate... Mia cognata aveva detto al telefono: -Immagino la vostra situazione...-

Io: -Immagina, ma sappi che è peggio dell'immaginazione!-

E quando sono arrivati ed hanno fatto il giro delle stanze ha convenuto che avevo ragione...

Così a pranzo siamo andati a casa da mia figlia, a 10 minuti di passeggiata da noi... Abbiamo ordinato tutto ad una trattoria vicina, nota a livello cittadino, i cui giovani padroni e chef sono amici di figlia e genero. Quando siamo passati a ritirare il cibo hanno detto strizzando l'occhio: -Ospiti improvvisi, vero?- Per fortuna che erano aperti... e cucinano squisiti piatti tradizionali fiorentini...

Prima che tornassero a Ferrara ho "imposto" ai parenti di frugare tra gli scatoloni dell'eredità-suoceri e di portarsi via qualcosa, questo era il mio regalo, cioè io regalavo a loro, ma loro... regalavano a me un po' di svuotamento! Hanno gradito e prelevato due servizi di tazzine da caffè, un servizio di posate (scelte da mio nipote), un bel servizio di sei pezzi di ceramica inglese (due tazze da thè, due piatti sottotazza e due piatti da dolce) per mia nipote che ora vive per conto suo.


Domenica pomeriggio abbiamo portato a teatro Martino e Damiano: per noi nonni è stata la prima volta, mio marito è sempre restio a queste cose. I bimbi si sono comportati bene, lo spettacolo era esilarante per grandi e piccoli, tutto è andato liscio... che lui si convinca pian piano a ripetere queste occasioni più spesso?

 

Lunedì è stato il giorno tutto per me: l'incontro a Firenze con le amiche, un bel giro nel centro con visita tranquilla e piacevolmente istruttiva al Duomo, il pranzo in un piccolo ristorante che avevo scoperto e collaudato poche settimane prima con mio marito... Il servizio dei camerieri era un po' lento, ma questo ci ha permesso tante chiacchiere riposanti, scambi di aggiornamenti sulle novità personali e familiari, suggerimenti e consigli... quella bella convivialità che un gruppo di amiche crea quando si incontra, soprattutto davanti a buoni piatti della tradizione...


Martedì mi ha invitato mia figlia a fare un giro con lei: doveva cambiare un regalo e ne approfittava per gettare un'occhiata ai saldi. A dire il vero non avevo molta voglia di uscire perchè la forte pioggia si faceva sentire anche sulle mie artrosi, però sono andata: per lei era l'ultimo giorno prima di riprendere il lavoro e i momenti di calma (aveva lasciato i figli col marito) sono molto rari...

Così abbiamo parlato, come al solito, del più e del meno, anche scontrandoci, come succede tra madri e figlie... Ora inizieranno un periodo difficile, col marito a casa in cerca di lavoro, ci sono tante incognite sul futuro, poche sicurezze, progetti a cui rinunciare... e tre bambini piccoli! Mah...


Ieri è stato il giorno delle ultime frenetiche lavatrici e asciugatrici (e del ritorno di un nodo al mio stomaco), perchè stamattina dovevano riprendere i muratori.

Uno ce n'è al lavoro, bisognerà accordarsi e sollecitare telefonicamente le altre imprese (per il cappotto, per il cancello) che da tempo mancano all'appello...

Rieccoci...anno nuovo, vita vecchia!

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso