Amiodarone – Xagena Search: Novità sui Farmaci by Xagena

XagenaSearch.it

Xagena Mappa

https://network.xagena.it/mappa/

Amiodarone


Cardiomiopatia ipertrofica

La cardiomiopatia ipertrofica è una malattia del muscolo cardiaco caratterizzata da un aumento dello spessore delle pareti del ventricolo sinistro ( ipertrofia ventricolare sinistra ), non-secondario … leggi













Aggiornamenti sulle Aritmie by Xagena

Aritmie.net

L’ablazione transcatetere superiore ai farmaci nel trattamento della tachicardia ventricolare ricorrente

Dallo studio VANISH è emerso che l’ablazione transcatetere ha prodotto benefici in alcuni pazienti con infarto miocardico e con un defibrillatore impiantabile cardioverter ( ICD ) in misura maggiore r …


 

Fibrillazione atriale: effetto avverso del Dronedarone sulla morte cardiovascolare e sulla ospedalizzazione per insufficienza cardiaca nei pazienti con fibrillazione atriale permanente

Dronedarone ( Multaq ) è un derivato benzofuranico non-iodato con proprietà antiaritmica. Negli studi sulla fibrillazione atriale, controllati con placebo, il farmaco è stato trovato avere effetti d …


 

Dronedarone verso Propafenone: efficacia simile nel mantenimento del ritmo sinusale nei pazienti con fibrillazione atriale dopo cardioversione elettrica

Uno studio ha confrontato l’efficacia di Dronedarone ( Multaq ) e di Propafenone ( Rytmonorm ) nel mantenimento del ritmo sinusale nei pazienti con fibrillazione atriale dopo cardioversione elettrica. …


 

Celivarone nei pazienti con ICD riduce gli interventi del defibrillatore impiantabile, ma in modo non-significativo

I defibrillatori cardioverter impiantabili ( ICD ) rimangono il trattamento di scelta per la prevenzione delle aritmie potenzialmente fatali. Tuttavia, molti pazienti con ICD richiedono ulteriore tera …


 

Atorvastatina per la prevenzione delle recidive di fibrillazione atriale dopo isolamento della vena polmonare

È noto che le statine sono efficaci nel prevenire la fibrillazione atriale nei pazienti sottoposti a chirurgia cardiaca.Lo scopo di uno studio è stato quello di valutare l’efficacia delle statine nell …


 

Fibrillazione atriale: profilassi antitrombotica dopo ablazione transcatetere

L’ablazione transcatetere pur essendo considerata un trattamento risolutivo della fibrillazione atriale, è gravata da una non piccola percentuale di recidive sintomatiche e asintomatiche. …


 

Profilassi antitrombotica dopo stenting coronarico nei pazienti con fibrillazione atriale

Approssimativamente il 70-80% dei pazienti affetti da fibrillazione atriale ha indicazione alla TAO a lungo termine, e tra questi il 20-30% ha una malattia coronarica associata. Nella pratica clinica …


 

La profilassi con Magnesio solfato per via endovenosa in aggiunta a beta-bloccanti non previene le aritmie atriali dopo intervento chirurgico coronarico o valvolare

Le aritmie atriali rappresentano un’importante causa di morbilità dopo chirurgia cardiaca.Gli sforzi per la prevenzione di queste aritmie post-chirurgiche non hanno portato a risultati ot …


 

Dronedarone: un nuovo antiaritmico per il trattamento della fibrillazione atriale

Sebbene l’Amiodarone ( Cordarone ) si sia dimostrato efficace nel mantenimento del ritmo sinusale, il farmaco presenta molti effetti avversi extra-cardiaci.Il Dronedarone ( Multaq ) è un …


 

Gli antiaritmici nel mantenimento del ritmo sinusale dopo cardioversione della fibrillazione atriale

Dopo ripristino del normale ritmo sinusale, la percentuale di recidiva di fibrillazione atriale è alta.I farmaci antiaritmici sono stati ampiamente impiegati per prevenire le recidive, ma il lo …


 

Idraparinux versus Warfarin nella prevenzione degli eventi tromboembolici nei pazienti con fibrillazione atriale

Idraparinux è risultato efficace quanto il Warfarin ( Coumadin ), un antagonista della vitamina K, nel ridurre l’ictus e gli eventi embolici, nei pazienti affetti da fibrillazione atriale …


 

Candesartan riduce il rischio di fibrillazione atriale nei pazienti con insufficienza cardiaca

Il Candesartan ( Atacand / Ratacand ), in aggiunta alla terapia standard, ha ridotto l’incidenza di fibrillazione atriale nei pazienti con insufficienza cardiaca, tra cui quelli con funzione sistolica …


 

Amiodarone più efficace di altri antiaritmici nella prevenzione della fibrillazione atriale persistente

Medici del Dipartimento di Cardiologia della Medical University of Warsaw in Polonia hanno valutato l’efficacia della terapia antiaritmica sequenziale nel mantenimento del ritmo sinusale dopo ca …


 

Prevenzione della fibrillazione atriale con Ace-inibitori e sartani

Ricercatori canadesi hanno compiuto un’analisi di studi clinici che hanno valutato gli Ace inibitori o i bloccanti il recettore dell’angiotensina, detti anche sartani, nella prevenzione della fibrilla …


 

Amiodarone più efficace del Sotalolo nel mantenimento del ritmo sinusale nei pazienti con fibrillazione atriale

Il trattamento farmacologico per ripristinare e mantenere il ritmo sinusale nei pazienti con fibrillazione atriale rimane controverso.Lo studio SAFE-T ( Sotalol Amiodarone Atrial Fibrillation Efficacy …

Aggiornamenti sulle Aritmie by Xagena

 

Aritmie.net

L’ablazione transcatetere superiore ai farmaci nel trattamento della tachicardia ventricolare ricorrente

Dallo studio VANISH è emerso che l’ablazione transcatetere ha prodotto benefici in alcuni pazienti con infarto miocardico e con un defibrillatore impiantabile cardioverter ( ICD ) in misura maggiore r …


 

Fibrillazione atriale: effetto avverso del Dronedarone sulla morte cardiovascolare e sulla ospedalizzazione per insufficienza cardiaca nei pazienti con fibrillazione atriale permanente

Dronedarone ( Multaq ) è un derivato benzofuranico non-iodato con proprietà antiaritmica. Negli studi sulla fibrillazione atriale, controllati con placebo, il farmaco è stato trovato avere effetti d …


 

Dronedarone verso Propafenone: efficacia simile nel mantenimento del ritmo sinusale nei pazienti con fibrillazione atriale dopo cardioversione elettrica

Uno studio ha confrontato l’efficacia di Dronedarone ( Multaq ) e di Propafenone ( Rytmonorm ) nel mantenimento del ritmo sinusale nei pazienti con fibrillazione atriale dopo cardioversione elettrica. …


 

Celivarone nei pazienti con ICD riduce gli interventi del defibrillatore impiantabile, ma in modo non-significativo

I defibrillatori cardioverter impiantabili ( ICD ) rimangono il trattamento di scelta per la prevenzione delle aritmie potenzialmente fatali. Tuttavia, molti pazienti con ICD richiedono ulteriore tera …


 

Atorvastatina per la prevenzione delle recidive di fibrillazione atriale dopo isolamento della vena polmonare

È noto che le statine sono efficaci nel prevenire la fibrillazione atriale nei pazienti sottoposti a chirurgia cardiaca.Lo scopo di uno studio è stato quello di valutare l’efficacia delle statine nell …


 

Fibrillazione atriale: profilassi antitrombotica dopo ablazione transcatetere

L’ablazione transcatetere pur essendo considerata un trattamento risolutivo della fibrillazione atriale, è gravata da una non piccola percentuale di recidive sintomatiche e asintomatiche. …


 

Profilassi antitrombotica dopo stenting coronarico nei pazienti con fibrillazione atriale

Approssimativamente il 70-80% dei pazienti affetti da fibrillazione atriale ha indicazione alla TAO a lungo termine, e tra questi il 20-30% ha una malattia coronarica associata. Nella pratica clinica …


 

La profilassi con Magnesio solfato per via endovenosa in aggiunta a beta-bloccanti non previene le aritmie atriali dopo intervento chirurgico coronarico o valvolare

Le aritmie atriali rappresentano un’importante causa di morbilità dopo chirurgia cardiaca.Gli sforzi per la prevenzione di queste aritmie post-chirurgiche non hanno portato a risultati ot …


 

Dronedarone: un nuovo antiaritmico per il trattamento della fibrillazione atriale

Sebbene l’Amiodarone ( Cordarone ) si sia dimostrato efficace nel mantenimento del ritmo sinusale, il farmaco presenta molti effetti avversi extra-cardiaci.Il Dronedarone ( Multaq ) è un …


 

Gli antiaritmici nel mantenimento del ritmo sinusale dopo cardioversione della fibrillazione atriale

Dopo ripristino del normale ritmo sinusale, la percentuale di recidiva di fibrillazione atriale è alta.I farmaci antiaritmici sono stati ampiamente impiegati per prevenire le recidive, ma il lo …


 

Idraparinux versus Warfarin nella prevenzione degli eventi tromboembolici nei pazienti con fibrillazione atriale

Idraparinux è risultato efficace quanto il Warfarin ( Coumadin ), un antagonista della vitamina K, nel ridurre l’ictus e gli eventi embolici, nei pazienti affetti da fibrillazione atriale …


 

Candesartan riduce il rischio di fibrillazione atriale nei pazienti con insufficienza cardiaca

Il Candesartan ( Atacand / Ratacand ), in aggiunta alla terapia standard, ha ridotto l’incidenza di fibrillazione atriale nei pazienti con insufficienza cardiaca, tra cui quelli con funzione sistolica …


 

Amiodarone più efficace di altri antiaritmici nella prevenzione della fibrillazione atriale persistente

Medici del Dipartimento di Cardiologia della Medical University of Warsaw in Polonia hanno valutato l’efficacia della terapia antiaritmica sequenziale nel mantenimento del ritmo sinusale dopo ca …


 

Prevenzione della fibrillazione atriale con Ace-inibitori e sartani

Ricercatori canadesi hanno compiuto un’analisi di studi clinici che hanno valutato gli Ace inibitori o i bloccanti il recettore dell’angiotensina, detti anche sartani, nella prevenzione della fibrilla …


 

Amiodarone più efficace del Sotalolo nel mantenimento del ritmo sinusale nei pazienti con fibrillazione atriale

Il trattamento farmacologico per ripristinare e mantenere il ritmo sinusale nei pazienti con fibrillazione atriale rimane controverso.Lo studio SAFE-T ( Sotalol Amiodarone Atrial Fibrillation Efficacy …

Aggiornamenti in Aritmologia by Xagena

Aritmologia.net

 

Studio EMANATE: Apixaban riduce il rischio di ictus nei pazienti con fibrillazione atriale sottoposti a cardioversione

Dallo studio EMANATE è emerso che i pazienti con fibrillazione atriale che hanno ricevuto Apixaban ( Eliquis ) prima della cardioversione pianificata hanno presentato un minor rischio di ictus rispett …


 

Apixaban nei pazienti con fibrillazione atriale ed età avanzata, basso peso corporeo, o alta creatinina

Nello studio ARISTOTLE ( Apixaban for Reduction of Stroke and Other Thromboembolic Complications in Atrial Fibrillation ), la dose standard di Apixaban ( Eliquis ) è stata di 5 mg due volte al giorno; …


 

PIONEER AF-PCI: minore sanguinamento con i regimi a base di Rivaroxaban nei pazienti con fibrillazione atriale che necessitano di intervento coronarico percutaneo

Una strategia anticoagulante che coinvolge Rivaroxaban ( Xarelto ) ha conferito un minor rischio di sanguinamento rispetto a una strategia che ha impiegato Warfarin ( Coumadin ) nei pazienti con fibri …


 

Efficacia dell’impiego a breve termine dei farmaci antiaritmici dopo ablazione transcatetere della fibrillazione atriale

Una parte sostanziale della prima recidiva di aritmia dopo ablazione transcatetere della fibrillazione atriale è considerata causata da irritabilità nell’atrio sinistro dalla procedura di ablazione. …


 

Associazione tra dose di Edoxaban, concentrazione, attività anti-fattore Xa ed esiti

Sono stati sviluppati nuovi anticoagulanti orali per la prevenzione dell’ictus nella fibrillazione atriale per essere dati in dosi fisse, senza la necessità del monitoraggio di routine che ha ostacola …


 

Fibrillazione atriale non-valvolare: rischio di sanguinamento e tromboembolia arteriosa nei pazienti trattati con un antagonista della vitamina K o che sono passati a un anticoagulante orale non-antagonista della vitamina K

I pazienti con fibrillazione atriale non-valvolare che ricevono o sono stati precedentemente esposti a un antagonista della vitamina K potrebbero passare a un anticoagulante orale non-antagonista dell …


 

La Tossina botulinica per via iniettiva durante CABG evita le recidive di fibrillazione atriale per 1 anno

L’iniezione di Tossina botulinica entro i cuscinetti adiposi epicardici durante l’intervento di bypass aorto.coronarico ( CABG ) ha ridotto l’incidenza di fibrillazione atriale post-operatoria e ha so …


 

Pazienti con sindromi coronariche acute senza sopraslivellamento ST: effetto della Ranolazina sulla fibrillazione atriale

Uno studio ha valutato l’effetto della Ranolazina, un farmaco anti-ischemico con proprietè antiaritmiche, sul carico complessivo di fibrillazione atriale nelle sindromi coronariche acute ( ACS ), e h …


 

Efficacia e sicurezza di Rivaroxaban rispetto a Warfarin in pazienti con malattia arteriosa periferica e fibrillazione atriale non-valvolare

La malattia vascolare è inclusa in un sistema di valutazione del rischio per predire l’ictus nei pazienti con fibrillazione atriale non-valvolare. Una analisi post hoc dello studio ROCKET AF ha ce …


 

Effetto del Dronedarone sugli endpoint clinici nei pazienti con fibrillazione atriale e cardiopatia coronarica

Uno studio ha valutato la sicurezza e gli esiti cardiovascolari del farmaco antiaritmico Dronedarone ( Multaq ) nei pazienti con fibrillazione atriale parossistica o persistente affetti da malattia c …


 

Warfarin, disfunzione renale ed esito dopo infarto acuto del miocardio in pazienti con fibrillazione atriale

Esistono prove contrastanti per quanto riguarda l’associazione tra trattamento con Warfarin ( Coumadin ), morte e incidenza di ictus ischemico nei pazienti con malattia renale cronica ( CKD ) in fase …


 

Fibrillazione atriale: cardioversione farmacologica con Vernakalant

Il controllo del ritmo mediante approccio farmacologico ( spesso anche con cardioversione elettrica o farmacologica ) è parte integrante della terapia per la fibrillazione atriale in tutto il mondo. …


 

Fibrillazione atriale: la sicurezza del Dronedarone, un farmaco antiaritmico, nella cura clinica di routine

E’ stata esaminata la mortalità e la malattia epatica tra i pazienti esposti a Dronedarone ( Multaq ). Alla base i timori riguardo alla sicurezza di questo antiaritmico, soprattutto per i pazienti co …


 

Terapia combinata anticoagulante ed antiaggregante dopo intervento coronarico percutaneo nella fibrillazione atriale

La doppia terapia antiaggregante è diventata la base del trattamento dei pazienti sottoposti a stenting coronarico e di quelli con sindrome coronarica acuta con o senza impianto di stent. Sebbene vi …


 

L’impiego di corticosteroidi durante l’isolamento della vena polmonare è associato a una più alta prevalenza di conduzione dormiente della vena polmonare

La recidiva di fibrillazione atriale dopo isolamento della vena polmonare ( PVI ) è associata a riconduzione della vena polmonare all’atrio sinistro.Lo scopo di uno studio è stato quello di determinar …