Aggiornamento in Aritmologia by Xagena

Aritmologia.net

Effetto dell’integrazione di Acidi grassi Omega-3 di origine marina e Vitamina-D nella fibrillazione atriale incidente

La fibrillazione atriale è il disturbo del ritmo cardiaco più comune, continua ad aumentare di incidenza e provoca morbilità e mortalità significative. È stato riportato che gli Acidi grassi Omega-3 …


 

Apixaban o antagonisti della vitamina K e Aspirina o placebo in base alla funzione renale in pazienti con fibrillazione atriale dopo sindrome coronarica acuta o intervento coronarico percutaneo: studio AUGUSTUS

Nello studio AUGUSTUS ( An Open-Label, 2×2 Factorial, Randomized Controlled, Clinical Trial to Evaluate the Safety of Apixaban Versus Vitamin K Antagonist and Aspirin Versus Aspirin Placebo in Patient …


 

Efficacia e sicurezza del Landiololo, un antagonista beta-1 selettivo a brevissima durata d’azione, per il trattamento della tachiaritmia correlata alla sepsi: studio J-Land 3S

Tachicardia e fibrillazione atriale si verificano frequentemente nei pazienti in trattamento per sepsi o shock settico e hanno una prognosi sfavorevole. I trattamenti per le tachiaritmie sono spesso …


 

Effetto della Digossina rispetto al Bisoprololo per il controllo della frequenza cardiaca nella fibrillazione atriale sulla qualità di vita riferita dal paziente: studio RATE-AF

Ci sono poche prove a sostegno della selezione della terapia per il controllo della frequenza cardiaca nei pazienti con fibrillazione atriale permanente, in particolare in quelli con insufficienza car …


 

Rivaroxaban nei pazienti con fibrillazione atriale e valvola mitrale bioprotesica

Gli effetti di Rivaroxaban ( Xarelto ) nei pazienti con fibrillazione atriale e di valvola mitrale bioprotesica sono incerti. In uno studio randomizzato è stato confrontato Rivaroxaban 20 mg una vo …


 

NODE-301: Etripamil non riesce a raggiungere l’obiettivo di conversione della tachicardia sopraventricolare a 5 ore

I risultati dello studio NODE-301 hanno mostrato che Etripamil, un nuovo calcioantagonista ad azione rapida somministrato mediante spray nasale, non è risultato superiore al placebo nella conversione …


 

Meta-analisi: Warfarin non-protettivo nella fibrillazione atriale con malattia renale allo stadio terminale

Da una meta-analisi è emerso che i pazienti con fibrillazione atriale con malattia renale allo stadio terminale ( ESRD ) che assumono Warfarin ( Coumadin ) possono andare incontro a un danno. I paz …


 

Tachicardia ventricolare polimorfa sensibile alla Chinidina in pazienti con malattia coronarica

La tachicardia ventricolare polimorfa senza prolungamento dell’intervallo QT è ben descritta in pazienti senza cardiopatia strutturale ( principalmente fibrillazione ventricolare idiopatica e sindrome …


 

Idarucizumab per la reversione degli effetti di Dabigatran nella gestione dei pazienti con emorragia gastrointestinale

Sebbene Dabigatran ( Pradaxa ) abbia un profilo rischio-beneficio favorevole rispetto alla terapia con antagonisti della vitamina K per tromboembolia venosa e fibrillazione atriale non-valvolare, poss …


 

Fibrillazione atriale non-valvolare: ictus, sanguinamento e rischio di mortalità nei pazienti anziani di Medicare trattati con anticoagulanti orali

Gli anticoagulanti orali non-antagonisti della vitamina K ( NOAC ) sono alternativi a Warfarin ( Coumadin ) nei pazienti con fibrillazione atriale non-valvolare. Studi randomizzati hanno confrontato …


 

Esiti associati all’uso di Apixaban nei pazienti con malattia renale allo stadio terminale e fibrillazione atriale

I pazienti con malattia renale allo stadio terminale in dialisi sono stati esclusi dagli studi clinici sugli anticoagulanti orali diretti per la fibrillazione atriale. Dati recenti hanno sollevato p …


 

Efficacia di Etripamil nella tachicardia sopraventricolare

I risultati dello studio NODE-1 hanno mostrato che Etripamil, un nuovo calcioantagonista ad azione rapida somministrato mediante spray nasale, è in grado di terminare in modo rapido la tachicardia sop …


 

La soppressione della fibrillazione atriale con l’impiego della Tossina botulinica si mantiene a 3 anni

I pazienti che hanno ricevuto una iniezione di Tossina botulinica nei cuscinetti adiposi epicardici durante il bypass coronarico ( CABG ) hanno presentato una incidenza più bassa di tachiaritmie atria …


 

Idrochinidina impedisce eventi aritmici potenzialmente letali nei pazienti con sindrome del QT corto

La sindrome del QT corto ( SQTS ) è una sindrome aritmogena rara e pericolosa per la vita caratterizzata da ripolarizzazione abbreviata. L’Idrochinidina prolunga l’intervallo QT nei pazienti con …


 

Doppia terapia antitrombotica con Dabigatran dopo intervento coronarico percutaneo nei pazienti con fibrillazione atriale

La tripla terapia antitrombotica con Warfarin ( Coumadin ) più due agenti antipiastrinici è lo standard di cura dopo l’intervento coronarico percutaneo ( PCI ) per i pazienti con fibrillazione atriale …

Fibrillazione atriale e scompenso cardiaco: controllo precoce del ritmo

Newsletter Xagena

Aggiornamento in Medicina

Terapia per il controllo precoce del ritmo nei pazienti con fibrillazione atriale e insufficienza cardiaca

Anche con una terapia ottimale, molti pazienti con insufficienza cardiaca e fibrillazione atriale presentano complicazioni cardiovascolari.
Sono necessari ulteriori trattamenti per ridurre questi eventi, specialmente nei pazienti con insufficienza cardiaca e frazione di eiezione ventricolare sinistra conservata.

Una sottoanalisi prespecificata dello studio randomizzato EAST-AFNET4 ( Early Treatment of Atrial Fibrillation for Stroke Prevention Trial ) ha valutato l’effetto della terapia sistematica e precoce per il controllo del ritmo ( ERC; utilizzando farmaci antiaritmici o ablazione con catetere ) rispetto alla cura abituale ( che consente la terapia di controllo del ritmo per migliorare i sintomi ) sui due esiti primari dello studio e sugli esiti secondari selezionati in pazienti con insufficienza cardiaca, definiti come sintomi di insufficienza cardiaca NYHA da II a III o frazione di eiezione ventricolare sinistra ( FEVS ) inferiore al 50%.

Questa analisi ha incluso 798 pazienti ( 300 donne, 37.6%, età media 71.0 anni, 785 con FEVS nota ).
La maggior parte dei pazienti ( n=442 ) aveva insufficienza cardiaca e FEVS conservata ( FEVS maggiore o uguale al 50%; FEVS media 61% ), gli altri presentavano insufficienza cardiaca con frazione di eiezione media ( n=211; FEVS 40%-49%; FEVS media 44% ) o insufficienza cardiaca con frazione di eiezione ridotta ( n=132; FEVS inferiore al 40%; FEVS media 31% ). …….

CONTINUA SU ARITMOLOGIA.NET

https://www.aritmologia.net/articolo/terapia-per-il-controllo-precoce-del-ritmo-nei-pazienti-con-fibrillazione-atriale-e-insufficienza-cardiaca

 

Aritmologia.net

Aritmologia.net

https://www.aritmologia.net/
Aritmologia.net: Le Novità in Aritmologia. Terapia antiaritmica e Ablazione transcatetere. Prevenzione dell’ictus.

Ablazione della fibrillazione …

Ablazione chirurgica della fibrillazione atriale durante …

Alterazioni del ritmo cardiaco

Le aritmie sono alterazioni patologiche del ritmo cardiaco …

Ablazione chirurgica

Ablazione chirurgica della fibrillazione atriale durante …

Fibrosi ventricolare diffusa …

Fibrosi ventricolare diffusa nella fibrillazione atriale. Uno studio …

Fibrillazione atriale persistente …

Fibrillazione atriale persistente di lunga durata: una bassa …

Amiodarone è il farmaco …

Amiodarone è il farmaco antiaritmico più efficace nel …

Aggiornamenti sulla Fibrillazione Atriale by Xagena

FibrillazioneAtriale.net

Efficacia e sicurezza di Edoxaban in 8.040 donne rispetto a 13.065 uomini con fibrillazione atriale nello studio ENGAGE AF-TIMI 48

Il sesso femminile è un fattore di rischio indipendente per ictus ed eventi embolici sistemici nei pazienti con fibrillazione atriale. Sono stati esaminati l’efficacia e il profilo di sicurezza di E …


 

Rischio di tromboembolismo, sanguinamento e mortalità tra i pazienti con fibrillazione atriale non-valvolare trattati con duplice terapia antiaggregante rispetto agli anticoagulanti orali

La doppia terapia antipiastrinica ( DAPT ) con Aspirina ( Acido Acetilsalicilico ) più Clopidogrel ( Plavix ) viene utilizzata per la prevenzione dell’ictus nei pazienti con fibrillazione atriale che …


 

La Flecainide è ben tollerata ed efficace nei pazienti con fibrillazione atriale a 12 mesi

Le attuali lineeguida sulla fibrillazione atriale raccomandano la Flecainide ( Almarytm ) come opzione di prima linea per il controllo del ritmo nei pazienti senza cardiopatia strutturale. Sebbene s …


 

Effetto di Dapagliflozin sulla fibrillazione atriale nei pazienti con diabete mellito di tipo 2: studio DECLARE-TIMI 58

La fibrillazione atriale ( AF ) e il flutter atriale ( AFL ) sono associati sia al diabete mellito sia alle sue comorbilità correlate, tra cui ipertensione, obesità e insufficienza cardiaca. Gli ini …


 

Apixaban versus Warfarin nei pazienti con fibrillazione atriale e malattia renale cronica avanzata

Rispetto alla popolazione generale, i pazienti con malattia renale cronica avanzata hanno un carico di fibrillazione atriale di 10 volte o più superiore. Sono disponibili dati limitati che guidino l …


 

Stima dell’effetto terapeutico individuale di due dosi di Dabigatran sull’ictus e sanguinamento maggiore nella fibrillazione atriale: studio RE-LY

Sono stati stimati i benefici e i danni assoluti derivanti dal trattamento con Dabigatran ( Pradaxa ) nei singoli pazienti con fibrillazione atriale ed è stata selezionata la dose ottimale per ciascun …


 

Regime antitrombotico a base di Edoxaban versus antagonisti della vitamina K dopo stenting coronarico riuscito in pazienti con fibrillazione atriale: studio ENTRUST-AF PCI

È stata valutata la sicurezza di Edoxaban ( Lixiana ) in combinazione con l’inibizione P2Y12 in pazienti con fibrillazione atriale che hanno subito un intervento coronarico percutaneo ( PCI ). ENTR …


 

Efficacia e sicurezza di Apixaban versus Warfarin nei pazienti con fibrillazione atriale e valori estremi di peso corporeo: studio ARISTOTLE

Le lineeguida mettono in guardia contro l’uso di anticoagulanti orali non-antagonisti della vitamina K in pazienti con peso corporeo estremamente elevato ( superiore a 120 kg ) o basso ( inferiore o u …


 

Associazione tra tipo di anticoagulante orale e rischio di demenza nei pazienti con fibrillazione atriale non-valvolare

Gli anticoagulanti orali ( OAC ) in pazienti con fibrillazione atriale, oltre a ridurre il rischio di ictus, potrebbero anche prevenire esiti cognitivi negativi. Uno studio ha confrontato il rischio …


 

Esiti periprocedurali degli anticoagulanti orali diretti versus Warfarin nella fibrillazione atriale non-valvolare

Gli anticoagulanti orali diretti ( DOAC ) stanno superando il Warfarin ( Coumadin ) come anticoagulanti di scelta per la prevenzione dell’ictus nella fibrillazione atriale non-valvolare. I risultati …


 

Relazione dei profili di rischio di ictus e sanguinamento con efficacia e sicurezza di Edoxaban per la cardioversione della fibrillazione atriale: studio ENSURE-AF

Nello studio ENSURE-AF ( EdoxabaN versus warfarin in subjectS UndeRgoing cardiovErsion of Atrial Fibrillation ), Edoxaban ( Lixiana ) è stato confrontato con Enoxaparina – Warfarin in pazienti sottopo …


 

Intervento coronarico percutaneo e terapia antipiastrinica nei pazienti con fibrillazione atriale in trattamento con Apixaban o Warfarin: studio ARISTOTLE

Sono stati valutati l’uso e gli esiti della terapia antipiastrinica in pazienti sottoposti a intervento coronarico percutaneo ( PCI ) durante lo studio ARISTOTLE. I pazienti sono stati categorizzat …


 

Efficacia e sicurezza degli anticoagulanti orali non-antagonisti della vitamina K in pazienti con fibrillazione atriale non-valvolare e terapia concomitante con Aspirina

Le attuali linee guida raccomandano anticoagulanti orali non-antagonisti della vitamina K ( NOAC ) come terapia di prima scelta nei pazienti con fibrillazione atriale non-valvolare poiché questi …


 

Terapia antitrombotica e primo infarto miocardico nei pazienti con fibrillazione atriale

I pazienti con fibrillazione atriale presentano un aumentato rischio di eventi tromboembolici come ictus e infarto del miocardio. Sebbene sia stato dimostrato che l’efficacia della terapia anticoagul …


 

Relazione tra funzione renale ed esito nei pazienti trattati con Edoxaban o Enoxaparina – Warfarin: analisi post hoc dello studio ENSURE-AF

Lo studio ENSURE-AF ( EdoxabaN versus warfarin in subjectS UndeRgoing cardiovErsion of Atrial Fibrillation ) sulla anticoagulazione per cardioversione elettrica nella fibrillazione atriale non-valvola …

Aggiornamenti sulle Aritmie by Xagena

Aritmie.net

L’ablazione transcatetere superiore ai farmaci nel trattamento della tachicardia ventricolare ricorrente

Dallo studio VANISH è emerso che l’ablazione transcatetere ha prodotto benefici in alcuni pazienti con infarto miocardico e con un defibrillatore impiantabile cardioverter ( ICD ) in misura maggiore r …


 

Fibrillazione atriale: effetto avverso del Dronedarone sulla morte cardiovascolare e sulla ospedalizzazione per insufficienza cardiaca nei pazienti con fibrillazione atriale permanente

Dronedarone ( Multaq ) è un derivato benzofuranico non-iodato con proprietà antiaritmica. Negli studi sulla fibrillazione atriale, controllati con placebo, il farmaco è stato trovato avere effetti d …


 

Dronedarone verso Propafenone: efficacia simile nel mantenimento del ritmo sinusale nei pazienti con fibrillazione atriale dopo cardioversione elettrica

Uno studio ha confrontato l’efficacia di Dronedarone ( Multaq ) e di Propafenone ( Rytmonorm ) nel mantenimento del ritmo sinusale nei pazienti con fibrillazione atriale dopo cardioversione elettrica. …


 

Celivarone nei pazienti con ICD riduce gli interventi del defibrillatore impiantabile, ma in modo non-significativo

I defibrillatori cardioverter impiantabili ( ICD ) rimangono il trattamento di scelta per la prevenzione delle aritmie potenzialmente fatali. Tuttavia, molti pazienti con ICD richiedono ulteriore tera …


 

Atorvastatina per la prevenzione delle recidive di fibrillazione atriale dopo isolamento della vena polmonare

È noto che le statine sono efficaci nel prevenire la fibrillazione atriale nei pazienti sottoposti a chirurgia cardiaca.Lo scopo di uno studio è stato quello di valutare l’efficacia delle statine nell …


 

Fibrillazione atriale: profilassi antitrombotica dopo ablazione transcatetere

L’ablazione transcatetere pur essendo considerata un trattamento risolutivo della fibrillazione atriale, è gravata da una non piccola percentuale di recidive sintomatiche e asintomatiche. …


 

Profilassi antitrombotica dopo stenting coronarico nei pazienti con fibrillazione atriale

Approssimativamente il 70-80% dei pazienti affetti da fibrillazione atriale ha indicazione alla TAO a lungo termine, e tra questi il 20-30% ha una malattia coronarica associata. Nella pratica clinica …


 

La profilassi con Magnesio solfato per via endovenosa in aggiunta a beta-bloccanti non previene le aritmie atriali dopo intervento chirurgico coronarico o valvolare

Le aritmie atriali rappresentano un’importante causa di morbilità dopo chirurgia cardiaca.Gli sforzi per la prevenzione di queste aritmie post-chirurgiche non hanno portato a risultati ot …


 

Dronedarone: un nuovo antiaritmico per il trattamento della fibrillazione atriale

Sebbene l’Amiodarone ( Cordarone ) si sia dimostrato efficace nel mantenimento del ritmo sinusale, il farmaco presenta molti effetti avversi extra-cardiaci.Il Dronedarone ( Multaq ) è un …


 

Gli antiaritmici nel mantenimento del ritmo sinusale dopo cardioversione della fibrillazione atriale

Dopo ripristino del normale ritmo sinusale, la percentuale di recidiva di fibrillazione atriale è alta.I farmaci antiaritmici sono stati ampiamente impiegati per prevenire le recidive, ma il lo …


 

Idraparinux versus Warfarin nella prevenzione degli eventi tromboembolici nei pazienti con fibrillazione atriale

Idraparinux è risultato efficace quanto il Warfarin ( Coumadin ), un antagonista della vitamina K, nel ridurre l’ictus e gli eventi embolici, nei pazienti affetti da fibrillazione atriale …


 

Candesartan riduce il rischio di fibrillazione atriale nei pazienti con insufficienza cardiaca

Il Candesartan ( Atacand / Ratacand ), in aggiunta alla terapia standard, ha ridotto l’incidenza di fibrillazione atriale nei pazienti con insufficienza cardiaca, tra cui quelli con funzione sistolica …


 

Amiodarone più efficace di altri antiaritmici nella prevenzione della fibrillazione atriale persistente

Medici del Dipartimento di Cardiologia della Medical University of Warsaw in Polonia hanno valutato l’efficacia della terapia antiaritmica sequenziale nel mantenimento del ritmo sinusale dopo ca …


 

Prevenzione della fibrillazione atriale con Ace-inibitori e sartani

Ricercatori canadesi hanno compiuto un’analisi di studi clinici che hanno valutato gli Ace inibitori o i bloccanti il recettore dell’angiotensina, detti anche sartani, nella prevenzione della fibrilla …


 

Amiodarone più efficace del Sotalolo nel mantenimento del ritmo sinusale nei pazienti con fibrillazione atriale

Il trattamento farmacologico per ripristinare e mantenere il ritmo sinusale nei pazienti con fibrillazione atriale rimane controverso.Lo studio SAFE-T ( Sotalol Amiodarone Atrial Fibrillation Efficacy …

Aggiornamenti sulle Aritmie by Xagena

 

Aritmie.net

L’ablazione transcatetere superiore ai farmaci nel trattamento della tachicardia ventricolare ricorrente

Dallo studio VANISH è emerso che l’ablazione transcatetere ha prodotto benefici in alcuni pazienti con infarto miocardico e con un defibrillatore impiantabile cardioverter ( ICD ) in misura maggiore r …


 

Fibrillazione atriale: effetto avverso del Dronedarone sulla morte cardiovascolare e sulla ospedalizzazione per insufficienza cardiaca nei pazienti con fibrillazione atriale permanente

Dronedarone ( Multaq ) è un derivato benzofuranico non-iodato con proprietà antiaritmica. Negli studi sulla fibrillazione atriale, controllati con placebo, il farmaco è stato trovato avere effetti d …


 

Dronedarone verso Propafenone: efficacia simile nel mantenimento del ritmo sinusale nei pazienti con fibrillazione atriale dopo cardioversione elettrica

Uno studio ha confrontato l’efficacia di Dronedarone ( Multaq ) e di Propafenone ( Rytmonorm ) nel mantenimento del ritmo sinusale nei pazienti con fibrillazione atriale dopo cardioversione elettrica. …


 

Celivarone nei pazienti con ICD riduce gli interventi del defibrillatore impiantabile, ma in modo non-significativo

I defibrillatori cardioverter impiantabili ( ICD ) rimangono il trattamento di scelta per la prevenzione delle aritmie potenzialmente fatali. Tuttavia, molti pazienti con ICD richiedono ulteriore tera …


 

Atorvastatina per la prevenzione delle recidive di fibrillazione atriale dopo isolamento della vena polmonare

È noto che le statine sono efficaci nel prevenire la fibrillazione atriale nei pazienti sottoposti a chirurgia cardiaca.Lo scopo di uno studio è stato quello di valutare l’efficacia delle statine nell …


 

Fibrillazione atriale: profilassi antitrombotica dopo ablazione transcatetere

L’ablazione transcatetere pur essendo considerata un trattamento risolutivo della fibrillazione atriale, è gravata da una non piccola percentuale di recidive sintomatiche e asintomatiche. …


 

Profilassi antitrombotica dopo stenting coronarico nei pazienti con fibrillazione atriale

Approssimativamente il 70-80% dei pazienti affetti da fibrillazione atriale ha indicazione alla TAO a lungo termine, e tra questi il 20-30% ha una malattia coronarica associata. Nella pratica clinica …


 

La profilassi con Magnesio solfato per via endovenosa in aggiunta a beta-bloccanti non previene le aritmie atriali dopo intervento chirurgico coronarico o valvolare

Le aritmie atriali rappresentano un’importante causa di morbilità dopo chirurgia cardiaca.Gli sforzi per la prevenzione di queste aritmie post-chirurgiche non hanno portato a risultati ot …


 

Dronedarone: un nuovo antiaritmico per il trattamento della fibrillazione atriale

Sebbene l’Amiodarone ( Cordarone ) si sia dimostrato efficace nel mantenimento del ritmo sinusale, il farmaco presenta molti effetti avversi extra-cardiaci.Il Dronedarone ( Multaq ) è un …


 

Gli antiaritmici nel mantenimento del ritmo sinusale dopo cardioversione della fibrillazione atriale

Dopo ripristino del normale ritmo sinusale, la percentuale di recidiva di fibrillazione atriale è alta.I farmaci antiaritmici sono stati ampiamente impiegati per prevenire le recidive, ma il lo …


 

Idraparinux versus Warfarin nella prevenzione degli eventi tromboembolici nei pazienti con fibrillazione atriale

Idraparinux è risultato efficace quanto il Warfarin ( Coumadin ), un antagonista della vitamina K, nel ridurre l’ictus e gli eventi embolici, nei pazienti affetti da fibrillazione atriale …


 

Candesartan riduce il rischio di fibrillazione atriale nei pazienti con insufficienza cardiaca

Il Candesartan ( Atacand / Ratacand ), in aggiunta alla terapia standard, ha ridotto l’incidenza di fibrillazione atriale nei pazienti con insufficienza cardiaca, tra cui quelli con funzione sistolica …


 

Amiodarone più efficace di altri antiaritmici nella prevenzione della fibrillazione atriale persistente

Medici del Dipartimento di Cardiologia della Medical University of Warsaw in Polonia hanno valutato l’efficacia della terapia antiaritmica sequenziale nel mantenimento del ritmo sinusale dopo ca …


 

Prevenzione della fibrillazione atriale con Ace-inibitori e sartani

Ricercatori canadesi hanno compiuto un’analisi di studi clinici che hanno valutato gli Ace inibitori o i bloccanti il recettore dell’angiotensina, detti anche sartani, nella prevenzione della fibrilla …


 

Amiodarone più efficace del Sotalolo nel mantenimento del ritmo sinusale nei pazienti con fibrillazione atriale

Il trattamento farmacologico per ripristinare e mantenere il ritmo sinusale nei pazienti con fibrillazione atriale rimane controverso.Lo studio SAFE-T ( Sotalol Amiodarone Atrial Fibrillation Efficacy …

Aritmologia – Terapia di prima linea della fibrillazione atriale: antiaritmici o ablazione transcatetere ?

È stato riportato che il controllo precoce del ritmo della fibrillazione atriale con farmaci antiaritmici o con l’ablazione transcatetere migliori gli esiti cardiovascolari rispetto alle cure abituali; tuttavia, la modalità terapeutica ottimale per ottenere un controllo precoce del ritmo non è ben definita

Sono state valutate la sicurezza e l’efficacia dell’ablazione della fibrillazione atriale come terapia di prima linea rispetto agli antiaritmici nei pazienti con fibrillazione atriale parossistica mediante una meta-analisi di studi clinici randomizzati che hanno avuto almeno 12 mesi di follow-up e hanno confrontato gli esiti clinici dell’ablazione rispetto agli antiaritmici come terapia di prima linea negli adulti con fibrillazione atriale.

Gli esiti principali sono stati la sicurezza e l’efficacia dell’ablazione della fibrillazione atriale come terapia di prima linea rispetto agli antiaritmici.

CONTINUA: https://www.aritmologia.net/articolo/valutazione-dellablazione-transcatetere-o-di-farmaci-antiaritmici-per-la-terapia-di-prima-linea-della-fibrillazione-atriale

 

Aritmologia.net

 

Aritmologia.net

https://www.aritmologia.net/

Aritmologia.net: Le Novità in Aritmologia. Terapia antiaritmica e Ablazione transcatetere. Prevenzione dell’ictus.

Alterazioni del ritmo cardiaco

Le aritmie sono alterazioni patologiche del ritmo cardiaco …

Fibrillazione atriale isolata

La fibrillazione atriale isolata è associata a sanguinamenti ed a …

Digossina

I pazienti che assumono Digossina ( Eudigox, Lanoxin ) per …

Xarelto

Una strategia anticoagulante che coinvolge Rivaroxaban ( Xarelto …

Ablazione della fibrillazione …

Ablazione chirurgica della fibrillazione atriale durante …

Aritmologia News

Aritmologia.net: Le Novità in Aritmologia. Terapia …

 

 

Aggiornamenti in Aritmologia

Fibrillazione atriale Notizie by Xagena


Gli studi condotti finora con gli Omega-3 avevano dato esito negativo riguardo agli esiti cardiovascolari. Non è noto se la mancanza di beneficio fosse dovuta alle basse dosi utilizzate o al basso rap … leggi






Non esistono evidenze che indichino un rischio aumentato di complicanze tromboemboliche o emorragiche dovute all’uso dell’anticoagulante orale Dabigatran ( Pradaxa ), rispetto alla terapia ininterrott … leggi



Anticoagulanti orali diretti

Gli anticoagulanti orali diretti sono molecole di sintesi e bloccano uno specifico fattore della cascata coagulativa. Si tratta di farmaci maneggevoli, con notevole facilità di impiego, in quanto ve … leggi

Terapia anticoagulante orale

La terapia anticoagulante orale si compone di due classi di farmaci: gli anti-vitamina K ( AVK ) e gli anticoagulanti diretti ( DOAC ). La terapia con antagonisti della vitamina K trova un’indicazi … leggi


Edoxaban ( Lixiana ) è altrettanto efficace e più sicuro del Warfarin ( Coumadin ) per tutti i pazienti affetti da fibrillazione atriale non-valvolare ( FANV ), anche quelli a più alto rischio di ictu … leggi



Xarelto – Xagena Search: Aggiornamenti e Novità in Medicina by Xagena.it

XagenaSearch.net

Xagena Mappa

https://network.xagena.it/mappa/

Xarelto















Sotalolo – Xagena Search: Novità in Terapia e Aggiornamenti da Xagena.it

XagenaSearch.net

Xagena Mappa

https://network.xagena.it/mappa/

Sotalolo







Fibrillazione atriale – Centri di cura

Fibrillazione atriale – Centri di cura La fibrillazione atriale è un disturbo del ritmo cardiaco. Durante questa aritmia, le camere cardiache superiori ( atri ) fibrillano; ciò comporta ristagno di sa … leggi

Xagena Newsletter









Fibrillazione atriale: Aggiornamenti e Novità by Xagena

1 2