Creato da SandaliAlSole il 29/07/2005

Sconfinando

casualmente

 

Sciacalli

Post n°2512 pubblicato il 15 Gennaio 2010 da SandaliAlSole

Dopo un terremoto, dopo che la terra ha smesso di tremare, lasciando dietro di sé fumo, macerie, morte e dolore, si svegliano gli sciacalli. Si aggirano tra le case distrutte, raccogliendo quel che resta di vite distrutte, rubando quel che di valore si nasconde tra i muri crollati. 

Lontano dal terremoto, poi, altri sciacalli si svegliano.
Anonimi. Infami. Razzisti.

p.s. non ho voluto mettere in chiaro l'immagine, perché mi disturba troppo. Io, il gruppo l'ho segnalato. 
Così come ho fatto anche con questo. 

 

 
 
 

Intervallo pranzo

Post n°2511 pubblicato il 14 Gennaio 2010 da SandaliAlSole

allestimento mcurry milano

Ovvero che non le girano più.

Trovarsi in centro all'ora in cui tutti invadono bar e paninerie offre ben più di un'ottima scusa per infilarsi nel Palazzo della Ragione e visitare la mostra di Steve Mc Curry. Che per altro è stata prorogata al prossimo 28 febbraio, nota questa indirizzata soprattutto a Poison. E di ottime scuse, per visitare questa mostra, ce n'è ben più di una. 
Per la location, in primo luogo. Perché il Palazzo della Ragione è il classico edificio davanti al quale si passa spesso, ma dentro il quale non si entra mai.
Per le fotografie, naturalmente. Perché la selezione e i percorsi presenti in questa retrospettiva sono davvero notevoli.
Per l'allestimento, poi.  Perché gli "alberi"ideati da Peter Bottazzi creano un effetto prismatico, che rende quasi tridimensionale la visione delle singole opere. Bella la scelta delle luci, ben dosati i commenti che qua e là accompagnano le immagini. Non tutte, non sempre. Perché poi l'emozione è quella che si accende negli occhi di chi guarda. 

biglietto mccurry

 E siccome, giustamente, Ody invitava, a fronte della mia delusione per la mostra di Hopper, a citare curatori, organizzatori e tutti coloro che lavorano a questi eventi, mi sembra doveroso citare, oltre a Bottazzi, anche la curatrice Tanja Solci. Tutte le altre informazioni si trovano qui.

 

 
 
 

Dell'odore e del pensiero

Post n°2510 pubblicato il 11 Gennaio 2010 da SandaliAlSole

In Tv ne son passati un po', in questi giorni, di servizi sul ghetto di Rosarno. Sul villaggio di cartoni costruito nell'ex oleificio. Immagini che ricalcano quelle di Castelvolturno o di qualsiasi altro luogo nel quale l'immigrazione, la povertà, il degrado diventano d'improvviso emergenza. E in questi giorni, come tutte le altre volte, il cronista o la cronista di turno si addentra in quell'anticamera dell'inferno, voce di circostanza, tono sommesso, lamentando l'insopportabile odore.

Quando insopportabile, per me,
è il pensiero
dei tanti che han saputo, che sanno e che nulla continuano a fare

E ringrazio Jigendaisuke per questa segnalazione. Da leggere. 

 
 
 

Il peso delle parole

Post n°2509 pubblicato il 11 Gennaio 2010 da SandaliAlSole

Le parole hanno un peso. Anche se poi, sicuramente, gli strenui difensori del direttore bergamasco si nasconderanno dietro la foglia di fico dell'etimologia, del dizionario, del De Mauro, del desiderio di evitare pelosi eufemismi (già letto, già letto) e magari ricorderanno pure Fausto Leali.
Ciò non toglie che la scelta di un termine piuttosto che un altro ha il suo bel perché. Ed è figlia di un sentire preciso. Che a me non piace per niente.

 testata il giornale 10 01 2010

testata il giornale lunedì

 

 
 
 

Che le balle ancor le girano

Post n°2508 pubblicato il 07 Gennaio 2010 da SandaliAlSole

A me questa cosa della mostra di Hopper proprio non è andata giù. Sarà che quando ho visto i cartelloni in giro per Milano, l'estate scorsa, ero stata colta da un moto di infantile entusiasmo. Sarà che in queste settimane mi ero sufficientemente fustigata per non essere ancora riuscita ad andarci. Sarà che ho convinto i soliti amici a venirci con me, con tutta la verve che l'entusiasmo di cui sopra mi ispirava. Fatt'è che io li ammazzerei, quelli che l'hanno organizzata questa mostra. Perché va bene le 160 opere per la prima volta in Italia, dipende però quali sono queste 160 opere. Perché se uno passa in diligente rassegna gli sketch di quando Edward studiava alla scuola d'arte, i disegni di quando faceva l'illustratore, gli imparaticci parigini, le acqueforti che vendeva per pochi dollari, si aspetta alla fine di questo bel percorso di arrivare finalmente al punto. Cioè al momento in cui Hopper diventa l'Hopper che in molti amano. E invece no. Quattro - cinque opere di un certo "peso" e il resto, se proprio ti interessa, te lo vai a cercare a New York. Che House by the Railroad non ci sarebbe stata lo sapevo: l'ho vista al Moma a fine ottobre. Però qualcosa di più me l'aspettavo davvero: Rooms by the sea, oppure Summertime, Cape Cod Morning, Compartment C Car, People in the Sun, o ancora Room in New York. E comunque Summer Evening, Nighthawks e Gas non dovevano mancare. Mancavano, invece. Come volevasi dimostrare. C'erano alcuni studi, che hanno portato all'opera, ma il quadro finito no. E così siamo arrivati all'ultima sala con quel senso di profonda insoddisfazione che inevitabilmente arriva quando ci si rende conto che "il bello che deve ancora venire" in realtà non arriverà. Non in questo giro, per lo meno. 

Come farti vedere gli ingredienti di una buona torta,
ma il risultato finito puoi solo immaginarlo. 

Peccato che poi i signori della Skira il loro costosissimo catalogo l'hanno ovviamente realizzato. Anche quello pocket, a dire il vero. E chissà come mai la maggior parte delle opere di cui si parla, in quel librone, sono proprio quelle che a Milano non sono arrivate. Pfui. 

 
 
 

On the Twelfth Day of Christmas

Post n°2507 pubblicato il 06 Gennaio 2010 da SandaliAlSole

lumache palazzo reale milano

Non c'erano Drummers Drumming, oggi a Milano, né i pipers piping, per non parlare delle ladies danzanti e dei cigni nuotanti. Lumache però sì. Fuori da Palazzo Reale. Anzi. Davanti a Palazzo Reale. Dodici, del resto oggi è il dodicesimo giorno del periodo natalizio, fucsia. Rivestite pure di una serie di significati - così ho letto - che vanno dalla casa al viaggio, dalla tecnologia all'ambiente. Sarà. Comunque lento pede, non potrebbe essere diversamente, da Milano se ne andranno e torneranno in tempo per Expo 2015. Sempre che un Expo a Milano ci sia davvero. Ma questa è un'altra storia. 
Dentro Palazzo Reale, invece, la mostra di Hopper. Deludente. Decisamente deludente. E questo è stato un brutto modo di chiudere i dodici giorni di Natale.

E pensare che me l'ero tenuto come regalo dell'Epifania. Uff.
 

hopper milano 2010


 
 
 

Beni Rifugio

Post n°2506 pubblicato il 05 Gennaio 2010 da SandaliAlSole

Una volta c'era il mattone. Poi l'oro, che non passa mai di moda. Per i quadri, non saprei. Per comprar qualcosa che sia poco più di una crosta, temo ci voglia tanta sostanza. E in tempi di magra, di sostanza ne è rimasta poca. 
Meglio fare un salto in edicola, allora. Lì si che di beni rifugio se ne intendono.

benirifugio

In questo inizio d'anno spopolano i rosari, le acquasantiere e i crocefissi da collezione. Ma vorrei sapere se qualcuno, a settembre, si era lanciato nella raccolta di santini.
In pratiche uscite settimanali, si intende.  

 
 
 

Sfigatoland

Post n°2505 pubblicato il 04 Gennaio 2010 da SandaliAlSole

E van ben i tarallucci e il vino, van bene i sorrisi di inizio anno e van bene anche gli ottimistici auspici di fine decennio, però non è che la vena di sana indignazione io l'abbia proprio sepolta. Anzi.

Per cui posso dire senza mezza remora e senza mezzi termini che a me l'editoriale di Feltri di ieri ha fatto proprio incazzare. Ed è vero che ha ragione G. quando mi dice che certe cose non dovrei nemmeno mettermi a leggerle, però succede. Così finisce che io auguri al signor Vittorio di ritrovarsi un giorno o l'altro nei panni di un dipendente dell'Agile. O di un qualsiasi altro disoccupato, lasciato a casa senza stipendio e senza prospettive da qualcuno che di punto in bianco lo ha considerato pletorico (secondo il feltrico eloquio eh). Ma senza santi in paradiso, né materassi sui quali attutire il colpo di una precipitosa caduta. 

 
 
 

Mono-tematicherie

Post n°2504 pubblicato il 04 Gennaio 2010 da SandaliAlSole


google newton

Mica è colpa mia. O forse sì. Se avessi aspettato qualche ora sarebbe finito nel pot-pourri di ieri. Invece, la mela, a Isacco, gli cadde in testa il 4 gennaio. Non il 3. Così Google lo ricorda oggi. A Cambridge, invece, sotto il bowindo di Newton, un melo vero c'è. Che poi discenda davvero da quello che regalò il suo frutto sul capoccione di Isaac credo importi poco. A volte basta il pensiero. 

albero newton

 
 
 

Logocollection

Post n°2503 pubblicato il 03 Gennaio 2010 da SandaliAlSole

loghi google fine 2009


Perché non è che con l'anno nuovo
la vita nuova
e bla bla e bla bla
tutte le vecchie abitudini si perdono.
Anzi.
Quando poi si resta indietro,
si recupera il tempo perduto.
Più o meno così.

 
 
 

View my FriendFeed

 

ANOBIIMANIAC

 

AREA PERSONALE

 

Sconfinando

 

ULTIME VISITE AL BLOG

liberanteansa007tekilalrita.aquiloneannisexantaTina_Modotti1986jeanlouis_delisleIlGrandeSonnoillettodellikeaziryabbthai1000la.cozzagps59marco.dirosagenerazioneottanta
 

ULTIMI COMMENTI

Thank you.
Inviato da: coloring pages
il 25/12/2014 alle 14:29
 
Cheap Flights to World Wide
Inviato da: Cheap Flights
il 29/10/2014 alle 07:28
 
magnifico informazioni
Inviato da: koş fred koş
il 13/03/2014 alle 14:30
 
Grazzie!
Inviato da: Blog enfance
il 11/08/2013 alle 09:52
 
Thanks for sharing these useful information! Hope that you...
Inviato da:  Cheap Flights to Ne
il 08/07/2013 alle 06:21
 
 

I MIEI BLOG AMICI

- Giovani Holden
- parzialmentescremato
- dagherrotipi
- antonia nella notte
- AllieMcBeal
- Skizotonic
- Lilith
- EvolutionMoka
- Appunti di un taoista per caso
- casalingapercaso
- Mente e cuore
- moska&mrBrad
- giant
- Espressioni
- Abbandonare Tara
- Oceano Irrazionale
- lo sguardo altrove
- Writer
- Camera Obscura
- Il diario di Nancy
- La vita come viene
- MerMayTayDea
- Autoestinguente
- Il ritmo del cuore - aruki
- Pensieri in libertà
- She goes away.
- elaborando
- Cartavetro
- La Torre
- come le nuvole
- lakonikos
- FAJR
- albatros
- nani e ballerine
- Crepuscolando
- Around my heart...
- Golb-Plupart
- lorenzopellegrini
- Mondo Pensato
- what my soul sings!
- Gloriosa spazzatura
- IL FUMO GIALLO
- Juke-Blog
- Lollapalooza
- Il Cantastorie
- ERRATA CORRIGE
- nuvola viola
- niente da dire
- ECCHIME
- NEURONI
- Mise en abyme
- Preferirei di no
- Desperate Gay Guy
- Sud Est donna
- Ombre di Luce
- FRATTAGLIE
- LACUME DI UN AGRUME
- Lupo
- Relative
- city pass
- Village Blues
- GoldKampa
- casa delle parole
- Kosmos
- I colori del mondo
- come ti vorrei
- Grugniti
- Elsewhere Perhaps
- luna gialla blu
- Scintille
- Penna&Calamaio
- bonta mia
- Impronte di sabbia
- Fallo Alato
- Prokpektijva Bimixin
- Nightswimming
- altrochemela
- ILIKE
- Psyke62
- RadioBlogAustralia
- LA BAIA DEI SORCI
- dramatis personae
- Portobello Road
- BARRIQUES
- Coureaux_le_bateaux
- Scherzo o Follia?
- luglio
- mi querido
- Appuntanate
- Rosa Luxemburg
- IL FEMMINISMO OGGI
- Deliri in Chat
- Laccento grave
- LA QUARTA SETTIMANA
- viaggiando... meno
- saturnalia
- odyssey
- Massimo Minerva
 
Citazioni nei Blog Amici: 114
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Italian Blogs for Darfur

Per Carlo Parlanti si legge qui e si firma qui

 

 

Googlerank, pagerank di Google

 

Blogarama - The Blog Directory

Statistiche





Add to Technorati Favorites

Votami su Recensito

Feed XML offerto da BlogItalia.it

Society Blogs - Blog Catalog Blog Directory

 

 

 

 

 

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG