Creato da SandaliAlSole il 29/07/2005

Sconfinando

casualmente

Messaggi di Novembre 2007

Dante, Atto Quinto

Post n°1780 pubblicato il 30 Novembre 2007 da SandaliAlSole
 

Serata Benigni. Seratona, va da sè. Il Quinto dell'Inferno, poi. Che, insomma, è una decisione difficile scegliere se amare di più Paolo e Francesca oppure il Conte Ugolino. E comunque richiamano, attirano, stuzzicano. Anche chi a stento ricorda quel cammin della vita lasciato a mezzo. Operazione furba, inutile negarlo. Un po' di satira prima, col gioco del tirare in ballo tutti per non scontentar nessuno, e poi spazio a Dante, finalmente. Che fosse per me sarei saltata direttamente alla seconda parte. Ma io non ho ragioni di audience da difendere.
E mentre ascoltavo, prima la lunghissima presentazione e poi la lettura nuda e integrale del testo, pensavo che questo è ciò che mi aspetto dal servizio pubblico. Anche questo. Soprattutto questo. Per lo meno questo.
Non so quanto costi alla Rai questa operazione-Benigni, comprese le serate che seguiranno. E probabilmente non mi interessa neppure. Perchè il valore di queste trasmissioni va oltre l'audience. E se Benigni avrà riacquistato a Dante, alla lettura e alla poesia una, due, dieci persone, la spesa sarà comunque ripagata.
E questo nonostante, per me, le lecturae Dantis per eccellenza restino quelle di Vittorio Sermonti.

 
 
 

De spot.tibus disputandum est

Post n°1779 pubblicato il 28 Novembre 2007 da SandaliAlSole
 

E visto che siamo in tema di cool e di ennili questioni, se non si fosse capito il regalo più trendy, più in, più alla moda per il prossimo Natale è la macchinetta del caffè con le cialde. Perchè dopo aver abbandonato progressivamente le vecchie moka, il caffè dev'esssere come al bar. Con la cremina, la schiumina, un po' più lungo, un po' più corto, olè. E se tu lo vuoi forte e io lo voglio dolce e l'altro lo vuole dek, non sia mai che ci si metta d'accordo. Ognuno il suo e vai di cialdina in cialdina. Sinceramente, ancorata da decenni come sono alla mia vecchia Bialetti, non ho idea del costo delle cialde nè delle macchinette, ma cercando in giro mi sono imbattuta in questo post che un'ideuzza la dà. E va bene: i 20 centesimi della cialdina contro i 75/80 del caffè al bar sono pur sempre 50/60 centesimi in meno. Ma quando uno è a casa non capisco perchè dovrebbe scendere al bar. Il punto, però, è un altro. Per ogni cialdina c'è l'imballo, c'è l'incarto, c'è la capsula. Il che significa che per quattordici caffè che si bevono in casa nel corso della settimana, ci sono 28 oggetti da smaltire, che diventano oltre 1.500 nell'arco dell'intero anno. E poco importa se a quanto pare i produttori si stanno orientando verso plastiche e imballi bio. Provate a metterli in un bel mucchio quei millecinquecento scarti e a trasferirli da casa vostra alla discarica, magari insieme a quelli di altre cento famiglie e poi ne riparliamo.
Però, intanto, in tv Georgino, Bonolis e compagni ci fanno sognare con le loro macchinette che più belle non si può. Qualcuno le chiederà a Bienne, di questo sono sicura.

 
 
 

Delle [inutili] provocazioni

Post n°1778 pubblicato il 28 Novembre 2007 da SandaliAlSole
 

Che insomma,
dopo la giornata dedicata alla violenza sulle donne,
dopo le polemiche sulle baby-lap-dancer
e sul sesso delle dodicenni,
le questioni ennili si risolvono così.
Col patrocinio del Comune, pure.
[Che tra parentesi bloccò una certa mostra
organizzata da Sgarbi.
Tutto sta a come si pronuncia cool
]

[questioni ennili è copyright scalzico. valgono fino al 25 dicembre, su per giù]

 
 
 

Del dolore / Dei dolori

Post n°1777 pubblicato il 27 Novembre 2007 da SandaliAlSole
 

Leggo sul Corriere della Sera il dibattito che si è acceso dopo la pubblicazione degli ultimi dati sull'utilizzo della terapia del dolore nel nostro Paese. Dati che ci vedono - come spesso accade in queste classifiche - giocarci il ruolo di fanalini di coda tra tutti i Paesi europei, con una spesa annua pro capite destinata agli oppiacei pari a 0,52 centesimi, laddove Germania e Danimarca superano i 7 euro e i nostri vicini francesi comunque riescono ad arrivare al di sopra dei 2 euro.
Le cifre lasciano spazio a pochi dubbi: si parla di decine di migliaia di pazienti che ogni anno muoiono senza aver ricevuto alcuna cura per dolori che la scienza medica stessa classifica come intollerabili. Si parla di malati terminali, di dolore oncologico ma anche di dolore cronico: e il dibattito si accende.
Si accende perchè qualcuno comincia a domandarsi perchè. Comincia a chiedersi se tutto ciò sia etico. Comincia ad equiparare l'omessa cura alla tortura e dunque come un atto contrario alla dignità dell'uomo.
E io trovo interessante questo intervento di
Umberto Veronesi, in particolare in questi due passaggi: Il grosso problema in Italia è allora creare una diversa cultura nei confronti del dolore: da parte del malato e dei suoi familiari che ancora lo accettano come una punizione o una catarsi contro la quale non bisogna ribellarsi, da parte del medico che lo vive come una sconfitta della sua persona e della sua professionalità. [...] Io, di fronte a questo, riaffermo il diritto alla dignità della persona malata. Diritto che ci impone eticamente di dare a tutti i pazienti la possibilità di vivere al meglio la propria vita, nonostante la ma-lattia. Ci sono malattie per ora ancora inguaribili, ma non esistono malattie incurabili. Il medico deve sentirsi moralmente chiamato a curare il dolore sempre, a tutti i livelli e a tutti gli stadi di una ma-lattia, senza aspettare che la sofferenza del paziente arrivi a un livello tale da togliergli lucidità, costringendolo ad estraniarsi dal mondo. Non soffrire è un diritto fondamentale di ogni uomo e non far soffrire è uno dei doveri più alti della medicina.

 
 
 

Dei vizi e degli sfizi

Post n°1776 pubblicato il 27 Novembre 2007 da SandaliAlSole
 

E poi capita che un faticoso lunedì, che prelude a una faticosa settimana, che prelude a una serie di noiosissime incombenze, di colpo si rischiari. Perchè è vero che quel che conta è il pensiero, ma qui io ci intravedo anche molta sostanza.
E poi io mi commuovo, per queste cose.
Sempre.
p.s. La ricetta l'ha inventata lui, e chi vuol cimentarsi la trova qui.

 
 
 

Carne tremula

Post n°1775 pubblicato il 26 Novembre 2007 da SandaliAlSole
 

Ovvero metti sei amiche, una domenica di novembre.

L'idea era nata ancora a settembre. Non ricordo chi l'avesse buttata lì, però era bastato poco. Qualcosa tipo, una domenica tutta per noi, vi va? Che è un'esca micidiale, diciamocelo. Anche se una domenica è una parola grossa. Due ore. Facciamo quattro mettendocene una per andare e una per tornare. Ma tant'è. Quattro-ore-quattro solo per noi, alla scoperta di quel che il marketing potè nel Parco del Ticino. Di vecchi casali riattati ad agriturismi ne avevamo già visti parecchi. Ma l’agriturismo in mezzo alla risaia con Spa annessa non ci era ancora capitato. Così ci inoltriamo in viottoli tra i campi, in mezzo alla nebbiolina del tipico pomeriggio di novembre da queste parti fino ad arrivare alla nostra meta. Due ore, questo il micro-budget consentiva, tra piscina termale, idromassaggi, sauna e bagno turco. Con una tisana al karkadè prima e una al biancospino poi. Roba da sciure, come avrebbero detto le nostre nonne una volta. In mezzo, quel cicaleccio a bassa voce, con il quale ci si aggiorna sulle ultime cose. Quando usciamo la nebbiolina è diventata nebbia e il profumo degli oli e delle essenze è coperto dalla carne alla griglia della locanda lì a fianco. Relax e cena fuori, vuoi mettere? Noi torniamo alle macchine con gli occhi sgranati per non uscire di strada.

A casa ci aspetta la sorpresa:
sarà solo un caso che i nostri compagni abbiano tutti pensato a una pizza?

 
 
 

Tempus Fugit

Post n°1774 pubblicato il 25 Novembre 2007 da SandaliAlSole
 
Tag: Per me

E' stato ieri, mentre al supermercato dribblavo i bancali traboccanti di palle di Natale e la dimostratrice che mi offriva un barattolo tra tre-chili-tre di Nutella con-in-omaggio-meraviglioso-calendario-2008 che mi sono resa conto della data. 24 novembre. Il che significa che oggi è il 25. Il che significa che tra un mese...
E il ma come mi è uscito dal cuore. Il cappotto l'ho tirato fuori da poco. Qualche maglietta estiva ancora circola nel mio guardaroba e sono certa che se riuscissi ad arrivare in fondo a quel mucchio di biancheria da stirare forse una camicia sua a maniche corte ancora la troverei. Due, va.  E poi insomma la scuola è appena iniziata. Non ho ancora imparato il nuovo calendario di quest'anno e mi ritrovo a sbirciare sull'agenda se è il martedì che una finisce alle 7 e l'altra alle 8 o viceversa. Elena mi ha chiesto se è già ora di scrivere la letterina a Babbo Natale: ho negato. Esiste la posta celere. Pensaci su ancora un po'.
E adesso capisco perchè il mio capo l'altro giorno mi parlava di progetti per il prossimo anno. E si è stupito quando gli ho chiesto se non era possibile lavorare su qualcosa a più breve termine.
Probabilmente mi è sfuggito qualcosa. O qualcuno mi ha rubato il tempo.

 
 
 

Delle mie perplessità

Post n°1773 pubblicato il 23 Novembre 2007 da SandaliAlSole
 


Fa un po' specie, devo dirlo, rendersi conto che ci vuole una manifestazione di piazza perchè di violenza sulle donne si torni a parlare. Quella violenza esercitata dagli uomini, da compagni, mariti, amanti, padri, padroni, datori di lavoro o semplici sconosciuti. Quella violenza che si traduce in cifre spaventose: [...]In Italia, negli ultimi dodici mesi, un milione di donne ha subito violenza, fisica o sessuale. [...] in Italia più di 6 milioni e mezzo di donne ha subito una volta nella vita una forma di violenza fisica o sessuale. [...]. E che fa titolare La Stampa: un'emergenza sottovalutata.
Ora, in vista della manifestazione di domani a Roma, alla quale mi spiace non poter prendere parte, c'è qualcosa che trovo difficile da accettare. Ed è questo passaggio che si trova sul sito controlaviolenzadonne.org e sta sollevando che un po' di vespaio tra i collettivi e in rete: "Si invitano tutte le raltà ad accogliere questa decisione dell'assemblea nazionale di organizzare una manifestazione di sole donne".
Un'esclusione dell'universo maschile che contrasta, ad esempio, con la chiosa dell'articolo de La Stampa: [...] Un problema che tocca le donne e, soprattutto, chiama in causa gli uomini.
Condivido, devo dire, le prese di posizione espresse da Il Paese delle Donne e dalle donne di Facciamo Breccia su Gabrio: in entrambi i casi si parla di volontà di perseguire un dialogo con quegli uomini che prendono parola e costruiscono azioni contro la violenza.
E per questo, mi piace ricordare che in Spagna, sullo stesso tema, un importante manifesto contro la violenza e a favore della nuova legge fu firmato proprio dagli uomini.

Qui i documenti dell'Assemblea per il piano antiviolenza che si è svolta mercoledì 21 novembre presso il Dipartimento per i Diritti e le Pari Opportunità.



 
 
 

Farewell, Maurice

Post n°1772 pubblicato il 22 Novembre 2007 da SandaliAlSole
 

Forse è scontato ricordare Bejart con il Bolero e sicuramente qualcuno avrà molto di altro e molto di più da ricordare di lui. Per me, però, il Bolero fu il mio primo contatto con la danza. Poi venne il resto, il balletto classico, i repertori, la danza contemporanea. Ma tutto iniziò su queste note. E queste, io, stasera voglio riascoltare.

 
 
 

Per grazia ricevuta

Post n°1771 pubblicato il 22 Novembre 2007 da SandaliAlSole
 

All'alba del giorno del Ringraziamento sul sito della Casa Bianca si comunica al mondo che George Dabliù Bush ha (come in altre analoghe occasioni) concesso la grazia a May e Flower. I due tacchini non finiranno in pentola nè in forno, ma potranno, per precisa volontà presidenziale, razzolare vita natural durante. Buon per loro, vien da dire. E bontà sua. Che, insomma, se la stessa liberalità la mostrasse per qualche altra questioncella nel suo Paese e in qualcun altro nel quale si trova non esattamente in gita di piacere non sarebbe poi male.

 
 
 

View my FriendFeed

 

ANOBIIMANIAC

 

AREA PERSONALE

 

Sconfinando

 

ULTIME VISITE AL BLOG

liberanteansa007tekilalrita.aquiloneannisexantaTina_Modotti1986jeanlouis_delisleIlGrandeSonnoillettodellikeaziryabbthai1000la.cozzagps59marco.dirosagenerazioneottanta
 

ULTIMI COMMENTI

Thank you.
Inviato da: coloring pages
il 25/12/2014 alle 14:29
 
Cheap Flights to World Wide
Inviato da: Cheap Flights
il 29/10/2014 alle 07:28
 
magnifico informazioni
Inviato da: koş fred koş
il 13/03/2014 alle 14:30
 
Grazzie!
Inviato da: Blog enfance
il 11/08/2013 alle 09:52
 
Thanks for sharing these useful information! Hope that you...
Inviato da:  Cheap Flights to Ne
il 08/07/2013 alle 06:21
 
 

I MIEI BLOG AMICI

- Giovani Holden
- parzialmentescremato
- dagherrotipi
- antonia nella notte
- AllieMcBeal
- Skizotonic
- Lilith
- EvolutionMoka
- Appunti di un taoista per caso
- casalingapercaso
- Mente e cuore
- moska&mrBrad
- giant
- Espressioni
- Abbandonare Tara
- Oceano Irrazionale
- lo sguardo altrove
- Writer
- Camera Obscura
- Il diario di Nancy
- La vita come viene
- MerMayTayDea
- Autoestinguente
- Il ritmo del cuore - aruki
- Pensieri in libertà
- She goes away.
- elaborando
- Cartavetro
- La Torre
- come le nuvole
- lakonikos
- FAJR
- albatros
- nani e ballerine
- Crepuscolando
- Around my heart...
- Golb-Plupart
- lorenzopellegrini
- Mondo Pensato
- what my soul sings!
- Gloriosa spazzatura
- IL FUMO GIALLO
- Juke-Blog
- Lollapalooza
- Il Cantastorie
- ERRATA CORRIGE
- nuvola viola
- niente da dire
- ECCHIME
- NEURONI
- Mise en abyme
- Preferirei di no
- Desperate Gay Guy
- Sud Est donna
- Ombre di Luce
- FRATTAGLIE
- LACUME DI UN AGRUME
- Lupo
- Relative
- city pass
- Village Blues
- GoldKampa
- casa delle parole
- Kosmos
- I colori del mondo
- come ti vorrei
- Grugniti
- Elsewhere Perhaps
- luna gialla blu
- Scintille
- Penna&Calamaio
- bonta mia
- Impronte di sabbia
- Fallo Alato
- Prokpektijva Bimixin
- Nightswimming
- altrochemela
- ILIKE
- Psyke62
- RadioBlogAustralia
- LA BAIA DEI SORCI
- dramatis personae
- Portobello Road
- BARRIQUES
- Coureaux_le_bateaux
- Scherzo o Follia?
- luglio
- mi querido
- Appuntanate
- Rosa Luxemburg
- IL FEMMINISMO OGGI
- Deliri in Chat
- Laccento grave
- LA QUARTA SETTIMANA
- viaggiando... meno
- saturnalia
- odyssey
- Massimo Minerva
 
Citazioni nei Blog Amici: 114
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Italian Blogs for Darfur

Per Carlo Parlanti si legge qui e si firma qui

 

 

Googlerank, pagerank di Google

 

Blogarama - The Blog Directory

Statistiche





Add to Technorati Favorites

Votami su Recensito

Feed XML offerto da BlogItalia.it

Society Blogs - Blog Catalog Blog Directory

 

 

 

 

 

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG