Creato da SandaliAlSole il 29/07/2005

Sconfinando

casualmente

Messaggi di Aprile 2008

Contra.diction

Post n°1962 pubblicato il 30 Aprile 2008 da SandaliAlSole
 

Certo che siamo ben strani noi italiani. Non possiamo muovere un passo senza che qualcuno ci metta davanti il modulino per richiederci l'assenso al trattamento dei nostri dati. Riproponendocelo a cadenze regolari, si sa mai che nel frattempo abbiamo cambiato idea.
Poi arriva fresca fresca l'Agenzia delle Entrate e mette online e consultabili da chiunque, senza nemmeno preregistrazione, le dichiarazioni dei redditi del 2006 di tutti i cittadini italiani. Così, giusto per rintuzzare quel po' po' di voyeur che alberga in ognuno di noi. Alla faccia della privacy e del buonsenso.
Ah.. inutile affannarsi ad andare a consultare: il sito è intasato. Troppi accessi, si dice. Per altro non ci sono limiti alla consultazione: quindi volendo io posso scaricare tutte le dichiarazioni presentate a Milano quell'anno. Impiego di banda? Enorme. tanto paga il contribuente, no?

addendum:
Ritengo doverosa una piccola precisazione, già da me riportata nei commenti. I dati sono pubblici e dunque liberamente consultabili. Da chiunque. Il mio dito è puntato sulla contraddizione, questa sì a mio avviso evidente, tra un impianto normativo restrittivo, che impone la firma di consensi e liberatorie a ogni piè sospinto e la modalità (sottolineo modalità) di pubblicazione di questi dati, che si prestano al voyeurismo più spinto e alle becere polemiche.

[l'immagine non c'entra nulla con il tema del post, ma nella mia ricerca di qualcosa di armonico e armonioso anche Jeff Koons ci sta. Google lo ha scelto per celebrare la possibilità di personalizzare le skin di iGoogle. Va beh, se non vi piace Koons ci sono anche Dolce & Gabbana, Philippe Starck e Anne Geddes. vuoi mettere?]

 
 
 

Precariato, ad arte

Post n°1961 pubblicato il 30 Aprile 2008 da SandaliAlSole
 

Alla vigilia del 1° maggio

Ci sono delle storie che sembrano costruite ad hoc per fare sensazione. Così, questa mattina, l'home page di Repubblica ha scelto di portare in evidenza la storia di Sandra, o comunque si chiami, che alla soglia dei 30 anni decide di scrivere al presidente della Repubblica perchè è convinta di non potersi permettere di diventare madre: i 1300 euro al mese che lei e il marito riescono a mettere insieme non bastano a garantire una vita dignitosa a tutti e tre.
E' un grido di dolore, quello di Sandra, che tuttavia ha il difetto di suonare artefatto e artificioso. Il pietismo, a parer mio, non è la leva per parlare seriamente di precariato. E la storia di Sandra, se pure simile a quella di migliaia di altre persone nel nostro Paese, finisce per stonare su una serie di considerazioni che nascono dalle premesse che Sandra stessa fa (perchè ha lasciato gli studi?, giusto per dirne una).
Resto convinta che precariato e assistenza alle famiglie siano due temi chiave per chiunque. Trasformarli in melodramma non giova a nessuno. Forse solo a Sandra, ma non alle mille Sandra che domani saranno di fronte al suo stesso bivio, in silenzio, perchè nessuno darà loro voce.

 
 
 

[Ab]bisogna.menti

Post n°1960 pubblicato il 30 Aprile 2008 da SandaliAlSole
 

Dopo tanto leggere,
quel che mi rimane è l'amarezza
per il livore e l'aggressività,
che non tacciono nè si placano.
Reclamo armonia.

[l'immagine l'ho trovata qui]

 
 
 

Quando il link diventa hot

Post n°1959 pubblicato il 29 Aprile 2008 da SandaliAlSole
 

L'idea del guaio nel quale è incappato Storace, per aver linkato un'immagine non sua sul suo sito Web ha del paradossale. E uno ci farebbe anche una risata, se non fosse che siamo di fronte alla prova provata di quanto la rete sia sconosciuta alla classe politica nazionale.
Una chiara spiegazione sui rischi e sugli abusi legati all'hot linking, così si chiama, io l'ho trovata
qui.

[comunque ciò mi conforta nel mio certosino ri.caricar immagini, citandone ove necessario il credito]

 
 
 

C.v.d.

Post n°1958 pubblicato il 29 Aprile 2008 da SandaliAlSole
 

"Make sure that none of the keys are depressed".
The keys????

Paradosso mattutino
ovvero
anche la tecnologia rema contro.

 
 
 

Borbott.ando

Post n°1957 pubblicato il 29 Aprile 2008 da SandaliAlSole
 

[immagine di kurokurochan]

 
 
 

In.gialli.menti

Post n°1956 pubblicato il 27 Aprile 2008 da SandaliAlSole
 

Proseguendo nel lungo eppur piacevole lavoro di aggiornamento della mia libreria su anobii.com, sono arrivata allo scaffale dedicato ad Agatha Christie. Non mi ero resa conto fossero così tanti. E tutti senza ISBN, va da sè.  Non finirò mai, soprattutto se ogni volta che prendo in mano un libro mi fermo a leggiucchiarlo.

 
 
 

Indignazioni, the [V]day after

Post n°1955 pubblicato il 26 Aprile 2008 da SandaliAlSole
 

Non è che uno voglia fare l'indignato sempre e a qualunque costo. A dire il vero stamattina avevo voglia di scrivere qualcosa sul giardinaggio, sulla salvia e sul basilico, e su quelle dalie che ieri io ed E. ci siamo divertite a metter nei vasi. Però poi un'occhiata al telegiornale ieri e la lettura dei quotidiani stamani mi riportano quel po' di amaro che in qualche modo devo evitare di tirarmi dietro per tutta la giornata.
Va beh, che Celentano si prestasse a far da spalla a Grillo poco me ne cale e poco mi stupisce: sta tutto nella logica del personaggio. Che in piazza si sparino falsità pur di arringar la folla sta anche questo nelle regole del gioco (l'Ordine dei giornalisti di Mussolini, quello del 1925 non vide mai la luce, sostituito per venticinque anni dal Sindacato fascista dei giornalisti. L'Ordine, così come inteso oggi, nacque nel 1963 con la legge Gonella). Che faccia un gran comodo il 25 aprile sventolar patemi fascisti nelle piazze, magari accanto a quella in cui si commemora la Liberazione, è altrettanto assodato e funzionale a qualche firma in più.
Due cose, tuttavia, mi sono intollerabili: il richiamo alla rete (quella stessa rete che gli ha consentito di guadagnare 4,2 milioni di euro in un anno) come unica forma di giornalismo libero e l'indecente analogia tra i grillini e i partigiani. Io credo al giornalismo partecipativo, sostengo la necessitàdi una profonda riforma dell'Ordine, apprezzo e utilizzo la rete come strumento che consente di dar voce a tutti. Nel contempo ne riconosco i limiti, che nascono dall'assenza di regole. E mi domando come sia possibile introdurre delle regole in un contesto che per definizione vuole, deve e può restare completamente libero.  Quanto all'analogia tra i grillini e i partigiani, vorrei solo sapere cosa rischia, cosa mette in gioco, a cosa rinuncia, in cosa crede, quali valori sostiene chi scende in piazza a gridare vaffanculo. Senza una risposta seria e convincente a queste domande, il paragone evocato dal Beppe vaffanculante è solo uno squallido bla-bla.

[p.s. sono stata in settimana a un importante evento a Milano. Ne ho cercato la cronaca sui blog dei numerosissimi blogger presenti in sala e mi sono ritrovata in una sorta di Novella 2000 telematico, nel quale, nel massimo dell'autoreferenzialità, i nostri raccontavano chi c'era, chi avevano visto, chi parlava con chi, chi sboronava di più, che gadget c'erano in palio. La cronaca, quella spicciola, quella che banalmente sintetizzava per i non presenti il cosa-si-è-detto-cosa-si-è-fatto, l'ho trovata solo sulle testate registrate]

 
 
 

Senso unico

Post n°1954 pubblicato il 25 Aprile 2008 da SandaliAlSole
 

"Inn scapaa, inn scapaa!" Il risveglio, quel mattino, arrivò con il grido della portiera, che si levava dal cortile annunciando alla casa e alla via intera la novità. La Casa del Fascio, dietro l'angolo, vuota e abbandonata e per strada quell'andirivieni di persone cariche d'ogni cose, pentole, coperte, materassi, in un saccheggio che sapeva di rivincita più che di bisogno.

Questo è il 25 aprile delle memorie private della mia famiglia, nel racconto ogni anno ripetuto di mia nonna. Il 25 aprile della memoria collettiva parla di Liberazione e di Libertà, di Resistenza e di Partigiani. Di una guerra che finiva. E solo di questo parla e continuerà a parlare.

E come potevamo noi cantare
con il piede straniero sopra il cuore,
fra i morti abbandonati nelle piazze
sull'erba dura di ghiaccio, al lamento
d'agnello dei fanciulli, all'urlo nero
della madre che andava incontro al figlio
crocifisso sul palo del telegrafo?
Alle fronde dei salici, per voto,
anche le nostre cetre erano appese,
oscillavano lievi al triste vento.
Salvatore Quasimodo
 
 
 

Questioni [pseudo] agricole

Post n°1953 pubblicato il 24 Aprile 2008 da SandaliAlSole
 

E' che io mi ricordo troppo bene dell'amico che la coltivò nell'orto della nonna.
E di quell'altro che ne piantò i semi insieme al basilico di mammà,
salvo scoprire che la genitrice così scema non era.
Quindi, tenendo presenti un paio di questioni,
questa sera propongo un cineforum collettivo.
Questo.

[come per il post precedente, i link sono la chiave di lettura.
La sentenza della Cassazione, a parer mio, è il segnale dei graduali ma progressivi giri di vite che ci attendono. Personalmente non incoraggio nessuno all'assunzione di sostanze stupefacenti e tendo, come ho sempre fatto, a prediligere una vita che non ha bisogno di sballi artificiosi o artificiali. Il dibattito, per me, si apre sul concetto di reato.]

 
 
 

View my FriendFeed

 

ANOBIIMANIAC

 

AREA PERSONALE

 

Sconfinando

 

ULTIME VISITE AL BLOG

rita.aquiloneannisexantaTina_Modotti1986jeanlouis_delisleliberanteIlGrandeSonnoillettodellikeaziryabbthai1000la.cozzagps59marco.dirosagenerazioneottantaossimorarolverona
 

ULTIMI COMMENTI

Thank you.
Inviato da: coloring pages
il 25/12/2014 alle 14:29
 
Cheap Flights to World Wide
Inviato da: Cheap Flights
il 29/10/2014 alle 07:28
 
magnifico informazioni
Inviato da: koş fred koş
il 13/03/2014 alle 14:30
 
Grazzie!
Inviato da: Blog enfance
il 11/08/2013 alle 09:52
 
Thanks for sharing these useful information! Hope that you...
Inviato da:  Cheap Flights to Ne
il 08/07/2013 alle 06:21
 
 

I MIEI BLOG AMICI

- Giovani Holden
- parzialmentescremato
- dagherrotipi
- antonia nella notte
- AllieMcBeal
- Skizotonic
- Lilith
- EvolutionMoka
- Appunti di un taoista per caso
- casalingapercaso
- Mente e cuore
- moska&mrBrad
- giant
- Espressioni
- Abbandonare Tara
- Oceano Irrazionale
- lo sguardo altrove
- Writer
- Camera Obscura
- Il diario di Nancy
- La vita come viene
- MerMayTayDea
- Autoestinguente
- Il ritmo del cuore - aruki
- Pensieri in libertà
- She goes away.
- elaborando
- Cartavetro
- La Torre
- come le nuvole
- lakonikos
- FAJR
- albatros
- nani e ballerine
- Crepuscolando
- Around my heart...
- Golb-Plupart
- lorenzopellegrini
- Mondo Pensato
- what my soul sings!
- Gloriosa spazzatura
- IL FUMO GIALLO
- Juke-Blog
- Lollapalooza
- Il Cantastorie
- ERRATA CORRIGE
- nuvola viola
- niente da dire
- ECCHIME
- NEURONI
- Mise en abyme
- Preferirei di no
- Desperate Gay Guy
- Sud Est donna
- Ombre di Luce
- FRATTAGLIE
- LACUME DI UN AGRUME
- Lupo
- Relative
- city pass
- Village Blues
- GoldKampa
- casa delle parole
- Kosmos
- I colori del mondo
- come ti vorrei
- Grugniti
- Elsewhere Perhaps
- luna gialla blu
- Scintille
- Penna&Calamaio
- bonta mia
- Impronte di sabbia
- Fallo Alato
- Prokpektijva Bimixin
- Nightswimming
- altrochemela
- ILIKE
- Psyke62
- RadioBlogAustralia
- LA BAIA DEI SORCI
- dramatis personae
- Portobello Road
- BARRIQUES
- Coureaux_le_bateaux
- Scherzo o Follia?
- luglio
- mi querido
- Appuntanate
- Rosa Luxemburg
- IL FEMMINISMO OGGI
- Deliri in Chat
- Laccento grave
- LA QUARTA SETTIMANA
- viaggiando... meno
- saturnalia
- odyssey
- Massimo Minerva
 
Citazioni nei Blog Amici: 114
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Italian Blogs for Darfur

Per Carlo Parlanti si legge qui e si firma qui

 

 

Googlerank, pagerank di Google

 

Blogarama - The Blog Directory

Statistiche





Add to Technorati Favorites

Votami su Recensito

Feed XML offerto da BlogItalia.it

Society Blogs - Blog Catalog Blog Directory

 

 

 

 

 

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG