Aggiornamento in Cardiologia: Arresto cardiaco

Newsletter Xagena

Aggiornamento in Medicina

Arresto cardiaco extraospedaliero senza sopraslivellamento del tratto ST

L’infarto miocardico è una causa frequente di arresto cardiaco extraospedaliero. Tuttavia, i benefici dell’angiografia coronarica precoce e della rivascolarizzazione nei pazienti rianimati senza evidenza elettrocardiografica di sopraslivellamento del tratto ST non sono ben definiti.
In uno studio multicentrico, sono stati assegnati in modo casuale 554 pazienti con arresto cardiaco extraospedaliero rianimato con successo di possibile origine coronarica a sottoporsi ad angiografia coronarica immediata ( gruppo angiografia immediata ) o valutazione iniziale in terapia intensiva con angiografia ritardata o selettiva ( gruppo angiografia ritardata ).
Tutti i pazienti non avevano evidenza di sopraslivellamento del tratto ST all’elettrocardiografia post-rianimazione.
CONTINUA SU CARDIOLOGIA.NET

 

Cardiologia.net

 

Cardiologia Highlights News

https://www.cardiologia.net
Cardiologia, Top News in Cardiologia. Cardiologia.net fornisce informazioni e aggiornamenti sulle Malattie cardiologiche e cardiovascolari e sulle più …

Vorapaxar

I nuovi dati dello studio TRA 2P-TIMI 50 hanno mostrato che la …

2 – Cardiologia Highlights News

Nei pazienti con scompenso cardiaco e frazione di eiezione …

Postcondizionamento ischemico

Il postcondizionamento ischemico nei pazienti con infarto …

Insufficienza cardiaca

Nei pazienti con scompenso cardiaco e frazione di eiezione …

Infarto miocardico: Novità e Aggiornamenti in Cardiologia da Xagena.it

Cardiologia: Aggiornamenti sulle Malattie del Cuore da Xagena.it

Infarto miocardico: Novità in Terapia da Xagena.it

InfartoMIocardico.net

Ramipril – Xagena Search: Novità in Farmacologia da Xagena

XagenaSearch.net

Xagena Mappa

https://network.xagena.it/mappa/

Ramipril















Infarto miocardico: Novità in Terapia da Xagena

Informazioni in Cardiologia:aggiornamenti e novità terapeutiche da Xagena

Newsletter Xagena

Aggiornamento in Medicina

Intervento coronarico percutaneo rispetto a bypass coronarico nei pazienti con malattia coronarica a tre vasi o dell’arteria coronaria principale sinistra: follow-up a 10 anni dello studio SYNTAX

Lo studio SYNTAX ( Synergy between PCI with Taxus and Cardiac Surgery ) è stato uno studio di non-inferiorità che ha confrontato l’intervento coronarico percutaneo ( PCI ) utilizzando stent a rilascio …


Esiti clinici prima e dopo completo riassorbimento della struttura bioriassorbibile a rilascio di Everolimus: studio ABSORB III

La struttura vascolare bioriassorbibile a rilascio di Everolimus ( BVS ) Absorb fornisce una somministrazione precoce del farmaco e un supporto meccanico simili a quelli degli stent metallici a rilasc …

Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco


Sicurezza ed efficacia di una bioprotesi autoespandibile versus palloncino espandibile per la sostituzione transcatetere della valvola aortica nei pazienti con stenosi aortica sintomatica grave

La sostituzione transcatetere della valvola aortica ( TAVR ) è l’opzione di trattamento preferita per i pazienti più anziani con stenosi aortica grave sintomatica. Le differenze nelle proprietà dei …


Associazione tra sostituzione transcatetere della valvola aortica per stenosi della valvola aortica bicuspide versus tricuspide e mortalità o ictus

Le indicazioni per la sostituzione transcatetere della valvola aortica ( TAVR ) stanno aumentando, portando a un numero crescente di pazienti con stenosi della valvola aortica bicuspide sottoposti a T …


Strategia guidata dal genotipo per gli inibitori orali di P2Y12 nell’intervento coronarico percutaneo primario

Non è noto se i pazienti sottoposti a intervento coronarico percutaneo primario ( PCI ) beneficino della selezione guidata dal genotipo di inibitori P2Y12 orali. È stato condotto uno studio randomi …

Aggiornamenti in aritmologia


Efficacia e sicurezza degli anticoagulanti orali antagonisti della vitamina K nei pazienti con fibrillazione atriale con cardiomiopatia ipertrofica

L’anticoagulazione cronica è raccomandata nei pazienti con cardiomiopatia ipertrofica e fibrillazione atriale. Gli anticoagulanti orali ( NOAC ) non-antagonisti della vitamina K sono un’alternativa …


Stent a rilascio di farmaco, di nuova generazione, versus stent di metallo nudo per intervento coronarico percutaneo

Gli stent a rilascio di farmaco di nuova generazione ( DES ) sono stati per lo più studiati in studi testa-testa di non-inferiorità contro DES di prima generazione, e in genere hanno mostrato efficaci …

Infarto miocardico: Aggiornamenti e Informazioni sulle Novità terapeutiche by Xagena

Infarto Miocardico

Xagena Mappa

https://network.xagena.it/mappa/

Newsletter Xagena

Aggiornamento in Medicina

La terapia con un più basso dosaggio di beta-bloccante è associata a un aumento della sopravvivenza dopo infarto miocardico

La terapia con beta-bloccanti dopo infarto miocardico acuto migliora la sopravvivenza. Le dosi di beta-bloccante utilizzate nella pratica clinica sono spesso sostanzialmente più basse di quelle impieg …

Prognosi in relazione ai livelli di troponina T cardiaca ad alta sensibilità nei pazienti con infarto miocardico e arterie coronarie non-ostruite

L’infarto miocardico con arterie coronarie non-ostruite ( MINOCA ) è una condizione recentemente riconosciuta in cui i biomarcatori e la prognosi sono meno studiati rispetto all’infarto …

Prevenzione e Terapia dello Scompenso Cardiaco

Rischio maggiore di demenza vascolare nei pazienti sopravvissuti a infarto miocardico

L’aumento del rischio di demenza dopo infarto miocardico può essere mediato da fattori di rischio condivisi ( ad esempio, aterosclerosi ) e da ictus post-infarto. È stato esaminato il rischio di deme …


 

Incidenza di trombosi nel ventricolo sinistro nei pazienti con infarto miocardico con sopraslivellamento del segmento ST trattato con intervento coronarico percutaneo

Precedenti studi con ecocardiografia bidimensionale senza contrasto hanno riportato una incidenza di trombi nel ventricolo sinistro dal 3% al 24% nei pazienti dopo infarto miocardico con sopraslivella …

XagenaNewsletter


 

Infarto miocardico silente e rischio a lungo termine di insufficienza cardiaca

Sebbene l’infarto miocardico silente rappresenti circa la metà del numero totale di infarti miocardici, il rischio di insufficienza cardiaca tra i pazienti con infarto miocardico silente non è ben def …


 

Caratteristiche cliniche ed esiti dei pazienti con infarto miocardico di tipo 2: studio TRACER

L’infarto miocardico di tipo 2 è caratterizzato da uno squilibrio tra domanda e offerta di sangue del miocardio, che porta a ischemia miocardica senza rottura della placca coronarica, ma la sua diagno …

Cardiologia:aggiornamenti ed informazioni sulle novità terapeutiche by Xagena

Cardiologia

Xagena Mappa

https://network.xagena.it/mappa/

Newsletter Xagena

Aggiornamento in Medicina

Malattia coronarica: stent ultrasottile a rilascio di farmaco di nuova generazione versus stent medicati più vecchi, più spessi, di seconda generazione

I moderni stent a rilascio di farmaco ( DES ) di seconda generazione hanno una efficacia e una sicurezza superiori rispetto agli stent di prima generazione nei pazienti sottoposti a intervento coronar …


Rischio di morte in seguito all’applicazione di palloncini e stent rivestiti con Paclitaxel nell’arteria femoropoplitea della gamba

Diversi studi randomizzati e controllati hanno già dimostrato che i palloncini e gli stent rivestiti con Paclitaxel riducono significativamente i tassi di ristenosi vascolare e la rivascolarizzazione …

Mediexplorer.it


Riparazione percutanea o trattamento medico per il rigurgito mitralico secondario

Nei pazienti con insufficienza cardiaca cronica con ridotta frazione di eiezione ventricolare sinistra, una grave insufficienza della valvola mitralica secondaria è associata a una prognosi sfavorevol …


Stent rivestito di polimero bioassorbibile a rilascio di Sirolimus rispetto a stent polimerico durevole a rilascio di Everolimus dopo intervento coronarico percutaneo: studio DESSOLVE III

MiStent è uno stent a rilascio di farmaco con un rivestimento polimerico completamente assorbibile che contiene e incorpora una forma microcristallina di Sirolimus nella parete del vaso. È stato svil …

Xagena Salute


Frequenza, predittori e impatto della terapia antipiastrinica combinata sul tromboembolismo venoso nei pazienti con aterosclerosi sintomatica

Studi osservazionali suggeriscono che l’aterosclerosi sintomatica può essere associata al rischio di tromboembolismo venoso ( VTE ). Precedenti studi randomizzati hanno dimostrato una significativa r …

Infarto miocardico:aggiornamenti ed informazioni sulle novità terapeutiche by Xagena

InfartoMiocardico

Xagena Mappa

https://network.xagena.it/mappa/

Newsletter Xagena

Aggiornamento in Medicina

Durata del rischio aumentato di ictus ischemico dopo infarto miocardico acuto

La durata del rischio aumentato di ictus dopo infarto miocardico acuto rimane incerta. È stato condotto uno studio di coorte retrospettivo utilizzando dati ottenuti tra il 2008 e il 2015 da un campion …


Prognosi in relazione ai livelli di troponina T cardiaca ad alta sensibilità nei pazienti con infarto miocardico e arterie coronarie non-ostruite

L’infarto miocardico con arterie coronarie non-ostruite ( MINOCA ) è una condizione recentemente riconosciuta in cui i biomarcatori e la prognosi sono meno studiati rispetto all’infarto …

Aggiornamenti in aritmologia


Rischio maggiore di demenza vascolare nei pazienti sopravvissuti a infarto miocardico

L’aumento del rischio di demenza dopo infarto miocardico può essere mediato da fattori di rischio condivisi ( ad esempio, aterosclerosi ) e da ictus post-infarto. È stato esaminato il rischio di deme …


Incidenza di trombosi nel ventricolo sinistro nei pazienti con infarto miocardico con sopraslivellamento del segmento ST trattato con intervento coronarico percutaneo

Precedenti studi con ecocardiografia bidimensionale senza contrasto hanno riportato una incidenza di trombi nel ventricolo sinistro dal 3% al 24% nei pazienti dopo infarto miocardico con sopraslivella …

Aggiornamenti in aritmologia


Infarto miocardico silente e rischio a lungo termine di insufficienza cardiaca

Sebbene l’infarto miocardico silente rappresenti circa la metà del numero totale di infarti miocardici, il rischio di insufficienza cardiaca tra i pazienti con infarto miocardico silente non è ben def …

1 2