Aggiornamento in Infettivologia by Xagena

Newsletter Xagena

Aggiornamento in Medicina

Aspergillosi polmonare invasiva nei pazienti ricoverati presso l’Unità di terapia intensiva con influenza in forma grave

L’aspergillosi polmonare invasiva si verifica in genere in un ospite immunocompromesso. Da quasi un secolo è stato accertato che l’influenza può avviare le superinfezioni batteriche, ma recentemente a …


 

Associazione tra microcefalia, infezione da virus Zika e altri fattori di rischio

Un’epidemia di virus Zika è emersa nel nord-est del Brasile nel 2015 ed è stata seguita da un notevole aumento dei casi di microcefalia congenita, innescando una dichiarazione di emergenza sanitaria p …


 

Resistenza antimicrobica tra i migranti in Europa

I tassi di resistenza antimicrobica ( AMR ) stanno aumentando a livello globale e si teme che l’aumento della migrazione stia contribuendo all’onere della resistenza agli antibiotici in Europa. Tutta …


 

Le statine non aumentano in modo significativo il rischio di influenza

Sebbene coloro che fanno uso di statine ad alta intensità presentano un rischio maggiore di visite mediche correlate all’influenza dopo la vaccinazione, il rischio per gli utilizzatori di statine di b …


 

I farmaci contro il disturbo da deficit di attenzione e iperattività associati a riduzione del rischio di infezioni sessualmente trasmissibili

Adolescenti e giovani adulti con il disturbo da deficit di attenzione e iperattività ( ADHD ) sono a più alto rischio di infezioni sessualmente trasmissibili più tardi nella vita rispetto a quelli sen …

 

Infezioni respiratorie acute: trattamento antibiotico guidato dai livelli sierici di procalcitonina

E’ stata effettuata una meta-analisi su 6.708 pazienti con infezioni respiratorie, arruolati in 26 studi effettuati in 12 Paesi. Da questa analisi è emerso che la procalcitonina, un biomarcatore i …


 

L’infezione da HBV e HCV associata ad aumentato rischio di malattia di Parkinson

E’ stato riscontrato un sensibile aumento dei tassi di malattia di Parkinson nei pazienti con epatite B ed epatite C. Non è noto se l’associazione possa essere spiegata da fattori connessi all’infezi …


 

Manifestazioni cliniche ed esiti di aspergillosi polmonare

L’aspergillosi polmonare ha decorsi variabili di malattia, gravità ed esiti a seconda delle condizioni di base. Ci sono dati limitati sulle manifestazioni cliniche e sull’esito della aspergillosi po …


 

Malattia meningococcica nei pazienti con infezione da virus della immunodeficienza umana

Anche se il virus dell’immunodeficienza umana ( HIV ) è un fattore di rischio per molte infezioni batteriche, l’associazione tra infezione da HIV e malattia meningococcica rimane non ben definita. …


 

La coinfezione HIV con HCV e HBV associata a rischio di linfoma non-Hodgkin

Uno studio ha mostrato che i pazienti con infezione da HIV ( virus dell’immunodeficienza umana ), che ricevono terapia antiretrovirale presentano un più alto rischio di linfoma non-Hodgkin se hanno un …


 

Associazione tra virus Zika e microcefalia nella Polinesia francese

L’emergere del virus Zika nelle Americhe ha coinciso con un aumento dei casi di bambini nati con microcefalia. Nel 2016, la World Health Organization ( WHO ) ha dichiarato che il legame sospetto tra …


 

Il virus Zika, oltre alla microcefalia, causa altri difetti ai feti

Il virus Zika sembra essere associato a ulteriori difetti alla nascita oltre alla microcefalia, tra cui morte fetale, insufficienza placentare, restrizioni alla crescita fetale e lesioni del sistema n …


 

Fattori di rischio per la mortalità a 30 giorni nei pazienti con polmonite che ricevono terapia antibiotica appropriata in fase iniziale

Appropriati antibiotici, somministrati in fase iniziale, sono essenziali per il trattamento delle malattie infettive. Tuttavia, alcuni pazienti con polmonite potrebbero sviluppare esiti negativi, pu …


 

Eccesso di tumori fra le persone con infezione da HIV negli Stati Uniti

Quasi 900.000 persone negli Stati Uniti vivono con diagnosi di infezione da virus dell’immunodeficienza umana ( HIV ) e con conseguente aumento del rischio di cancro. Non è noto il numero totale di …

Aggiornamento in Infettivologia by Xagena

Aggiornamento in Infettivologia by Xagena

Newsletter Xagena

Aggiornamento in Medicina

Alcuni sintomi del long-COVID associati agli effetti del virus SARS-CoV-2 sul nervo vago

Da una ricerca è emerso che diversi sintomi del long-COVID potrebbero essere collegati agli effetti del coronavirus sul nervo vago.
Il nervo vago parte dal midollo allungato e si porta, attraverso il foro giugulare, verso il basso nel torace e nell’addome. Svolge un ruolo in diverse funzioni dell’organismo che controllano la frequenza cardiaca, la parola, il riflesso del vomito, la sudorazione e la digestione.
Dallo studio è emerso che le persone con long-COVID potrebbero andare incontro a problemi a lungo termine a livello di voce, difficoltà a deglutire, vertigini, battito cardiaco elevato, pressione sanguigna bassa e diarrea.
I ricercatori dell’ospedale universitario Germans Trias i Pujol in Spagna hanno condotto uno studio per esaminare il funzionamento del nervo vago nei pazienti con long-COVID.
Tra 348 pazienti, il 66%, circa, ha presentato almeno un sintomo che suggeriva una disfunzione del nervo vago.
E’ stata effettuata un’ampia valutazione con imaging e test funzionali per 22 pazienti nel periodo marzo-giugno 2021.
Dei 22 pazienti, 20 erano donne e l’età mediana era di 44 anni.
I sintomi più frequenti legati alla disfunzione del nervo vago erano diarrea ( 73% ), battito cardiaco elevato ( 59% ), vertigini ( 45% ), problemi di deglutizione ( 45% ), problemi di voce ( 45% ) e bassa pressione sanguigna ( 14% ).
Quasi tutti ( 19 su 22 pazienti ) presentavano tre o più sintomi correlati alla disfunzione del nervo vago.
La durata media dei sintomi è stata di 14 mesi.
Sei dei 22 pazienti hanno mostrato, all’esame mediante ultrasuoni, un cambiamento nel nervo vago a livello del collo: ispessimento del nervo vago e una maggiore ecogenicità, ad indicare un’infiammazione.
Inoltre, 10 pazienti su 22 avevano curve diaframmatiche appiattite durante un’ecografia toracica, ad indicare uan scarsa mobilità del diaframma durante la respirazione, e respirazione anormale.
In un’altra valutazione, 10 pazienti su 16 avevano più basse pressioni massime di inspirazione, suggerendo una debolezza nei muscoli respiratori.
Anche l’alimentazione e la digestione erano compromesse in alcuni pazienti, con 13 che hanno segnalato problemi di deglutizione.
Durante una valutazione della funzione gastrica e intestinale, otto pazienti non sono stati in grado di trasferire il cibo dall’esofago allo stomaco come avrebbero dovuto, mentre 9 pazienti hanno manifestato reflusso acido.
Tre pazienti hanno sofferto di ernia iatale.
Anche le voci di alcuni pazienti sono cambiate. Otto pazienti hanno avuto un test anomalo al questionario VHI-10 ( Voice Handicap Index-10 ), che permette di misurare la funzione vocale. Tra questi, 7 pazienti hanno manifestato disfonia o problemi vocali persistenti. ( Xagena2022 )
Fonte: European Congress of Clinical Microbiology and Infectious Diseases, 2022

Aggiornamento in Infettivologia: Long COVID

Newsletter Xagena

Aggiornamento in Medicina

Long-COVID ed effetti del virus SARS-CoV-2 sul nervo vago

Da una ricerca è emerso che diversi sintomi del long-COVID potrebbero essere collegati agli effetti del coronavirus sul nervo vago.
Il nervo vago parte dal midollo allungato e si porta, attraverso il foro giugulare, verso il basso nel torace e nell’addome. Svolge un ruolo in diverse funzioni dell’organismo che controllano la frequenza cardiaca, la parola, il riflesso del vomito, la sudorazione e la digestione.
Dallo studio è emerso che le persone con long-COVID potrebbero andare incontro a problemi a lungo termine a livello di voce, difficoltà a deglutire, vertigini, battito cardiaco elevato, pressione sanguigna bassa e diarrea.
I ricercatori dell’ospedale universitario Germans Trias i Pujol in Spagna hanno condotto uno studio per esaminare il funzionamento del nervo vago nei pazienti con long-COVID. ………

CONTINUA SU INFETTIVOLOGIA.NET – LINK:  https://www.infettivologia.net/articolo/alcuni-sintomi-del-long-covid-associati-agli-effetti-del-virus-sars-cov-2-sul-nervo-vago

 

Infettivologia.net

 

Infettivologia News

www.infettivologia.net
Malattie infettive – Novità in Infettivologia. Infettivologia.net fornisce informazioni e aggiornamenti sulle Malattie infettive.

More Links

Gsk Infettivologia. Xagena Mappa. Xagena … More Links. 2019 …

Scabbia

Malattie infettive – Novità in Infettivologia. Infettivologia.net …

Efavirenz

Risultati ricerca per “Efavirenz”. Il farmaco antiretrovirale …

Legionella

Malattie infettive – Novità in Infettivologia. Infettivologia.net …

Micosi.net

Malattie infettive – Novità in Infettivologia. Infettivologia.net …

Cotrimoxazolo

Malattie infettive – Novità in Infettivologia. Infettivologia.net …

Infezioni

Malattie infettive – Novità in Infettivologia. Infettivologia.net …

Lopinavir

Malattie infettive – Novità in Infettivologia. Infettivologia.net …

Tigeciclina

Malattie infettive – Novità in Infettivologia. Infettivologia.net …

Leptospirosi

Malattie infettive – Novità in Infettivologia. Infettivologia.net …

Aggiornamento in Infettivologia: Fluorochinoloni

Newsletter Xagena

Aggiornamento in Medicina

Sicurezza neurologica: fluorochinoloni versus alternative terapeutiche

I fluorochinoloni, una delle classi di antibiotici più comunemente prescritti, sono stati implicati in eventi avversi del sistema nervoso centrale ( SNC ) e del sistema nervoso periferico ( SNP ), evidenziando la necessità di studi epidemiologici sulla sicurezza neurologica dei fluorochinoloni.
Lo scopo dello studio è stato quello di valutare la sicurezza dei fluorochinoloni per quanto riguarda il rischio di disfunzione neurologica diagnosticata. …..

CONTINUA SU INFETTIVOLOGIA.NET – LINKhttps://www.infettivologia.net/articolo/sicurezza-neurologica-fluorochinoloni-versus-alternative-terapeutiche

 

Infettivologia.net

Infettivologia News

https://www.infettivologia.net
Malattie infettive – Novità in InfettivologiaInfettivologia.net fornisce informazioni e aggiornamenti sulle Malattie infettive.

Candida

Malattie infettive – Novità in Infettivologia. Infettivologia.net …

More links Infettivologia

Malattie infettive – Novità in Infettivologia. Infettivologia.net …

Polmonite

Malattie infettive – Novità in Infettivologia. Infettivologia.net …

Tamiflu

L’influenza è una malattia provocata dai virus influenzali …

Tigeciclina

Malattie infettive – Novità in Infettivologia. Infettivologia.net …

Poliovirus

La poliomielite è un’infezione prodotta dai poliovirus , virus a …

Ridinilazolo

L’infezione da Clostridium difficile è l’infezione più comunemente …

Sulfametossazolo

Malattie infettive – Novità in Infettivologia. Infettivologia.net …

Infezione da SARS-CoV-2

I coronavirus colpiscono principalmente il sistema …

Dolutegravir

L’Agenzia regolatoria degli Stati Uniti, FDA ( Food and Drug …

 

Aggiornamento in Infettivologia: Terapia antitrombotica nei pazienti con COVID sintomatico

Newsletter Xagena

Aggiornamento in Medicina

Terapia antitrombotica nei pazienti con COVID sintomatico clinicamente stabile: setting ambulatoriale

I pazienti ricoverati gravemente malati con COVID-19 ricevono in genere una terapia antitrombotica, sebbene non siano stati stabiliti i rischi e i benefici di questo intervento tra i pazienti ambulatoriali con COVID-19.
Si è valutato se la terapia anticoagulante o antipiastrinica possa ridurre in modo sicuro i principali esiti cardiopolmonari avversi tra i pazienti ambulatoriali sintomatici ma clinicamente stabili con COVID-19.
Lo ACTIV-4B Outpatient Thrombosis Prevention Trial è stato progettato come studio a contatto minimo, adattivo, randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo per confrontare la terapia anticoagulante e antiaggregante tra 7.000 pazienti ambulatoriali sintomatici ma clinicamente stabili con COVID- 19.
CONTINUA SU INFETTIVOLOGIA.NET – LINK: https://www.infettivologia.net/articolo/effetto-della-terapia-antitrombotica-sugli-esiti-clinici-nei-pazienti-ambulatoriali-con-covid-19-sintomatico-clinicamente-stabile-studio-activ-4b

 

Infettivologia.net

Infettivologia News

https://www.infettivologia.net
Malattie infettive – Novità in InfettivologiaInfettivologia.net fornisce informazioni e aggiornamenti sulle Malattie infettive.

Candida

Malattie infettive – Novità in Infettivologia. Infettivologia.net …

Tamiflu

L’influenza è una malattia provocata dai virus influenzali …

Tigeciclina

Malattie infettive – Novità in Infettivologia. Infettivologia.net …

Infezione da SARS-CoV-2

Newsletter Xagena · Risultati ricerca per “Infezione da SARS …

Farmaci

Le proprietà antibatteriche, antinfiammatorie e antivirali …

Poliovirus

La poliomielite è un’infezione prodotta dai poliovirus , virus a …

Polmonite

Malattie infettive – Novità in Infettivologia. Infettivologia.net …

Sulfametossazolo

Malattie infettive – Novità in Infettivologia. Infettivologia.net …

Ridinilazolo

L’infezione da Clostridium difficile è l’infezione più comunemente …

More links Infettivologia

Malattie infettive – Novità in Infettivologia. Infettivologia.net …

Aggiornamento in Infettivologia: Inibitori del sistema renina-angiotensina & COVID

Newsletter Xagena

Aggiornamento in Medicina

Inibitori del sistema renina-angiotensina & COVID: interruzione o continuazione ?

L’ingresso del virus SARS-CoV-2 nelle cellule umane dipende dall’enzima di conversione dell’angiotensina 2 ( ACE2 ), che può essere sovraregolato dagli inibitori del sistema renina-angiotensina ( RAS ).
È stata esaminata l’ipotesi secondo cui l’interruzione del trattamento cronico con ACE-inibitori ( ACEI ) o bloccanti del recettore dell’angiotensina II ( ARB; sartani ) attenui il decorso della COVID-19 di recente insorgenza.

CONTINUA SU INFETTIVOLOGIA.NET – LINK: https://www.infettivologia.net/articolo/covid-19-interruzione-versus-continuazione-degli-inibitori-del-sistema-renina-angiotensina-studio-acei-covid

 

Infettivologia.net

Infettivologia News

https://www.infettivologia.net
Malattie infettive – Novità in InfettivologiaInfettivologia.net fornisce informazioni e aggiornamenti sulle Malattie infettive.

Candida

Malattie infettive – Novità in Infettivologia. Infettivologia.net …

Tamiflu

L’influenza è una malattia provocata dai virus influenzali …

Tigeciclina

Malattie infettive – Novità in Infettivologia. Infettivologia.net …

Infezione da SARS-CoV-2

Newsletter Xagena · Risultati ricerca per “Infezione da SARS …

Polmonite

Malattie infettive – Novità in Infettivologia. Infettivologia.net …

Poliovirus

La poliomielite è un’infezione prodotta dai poliovirus , virus a …

Farmaci

Le proprietà antibatteriche, antinfiammatorie e antivirali …

Sulfametossazolo

Malattie infettive – Novità in Infettivologia. Infettivologia.net …

Ridinilazolo

L’infezione da Clostridium difficile è l’infezione più comunemente …

More links Infettivologia

Malattie infettive – Novità in Infettivologia. Infettivologia.net …

Aggiornamento in Infettivologia by Xagena

Newsletter Xagena

Aggiornamento in Medicina

Infettivologia.net

Caratteristiche cliniche della malattia neurologica da enterovirus A71 durante un’epidemia nei bambini in Colorado nel 2018

Nel maggio 2018, il Children’s Hospital Colorado ha notato un focolaio di malattia neurologica da enterovirus A71 ( EV-A71 ). Sono state delineate le caratteristiche cliniche della malattia neurolog …


Infezioni virali congenite in Inghilterra nell’arco di cinque decenni

Le infezioni virali congenite causano una sostanziale morbilità a lungo termine ma i dati sulla popolazione relativi ai tassi di diagnosi sono limitati. Uno studio ha valutato le tendenze a lungo te …


Associazione tra infezione da HTLV-1 ed esiti negativi sulla salute

Il virus umano linfotropico delle cellule T di tipo 1 ( HTLV-1 ) è un retrovirus umano che provoca una infezione permanente. Diverse malattie, tra cui una forma aggressiva di leucemia, sono state as …


FDA: l’uso improprio di Idrossiclorochina, Clorochina per COVID-19 può aumentare il rischio di aritmie, di mortalità

L’Agenzia regolatoria statunitense FDA ( Food And Drug Adminsitration ) ha emesso un avviso di sicurezza ( warning ) avvisando gli operatori sanitari e i pazienti di evitare l’uso di Idrossiclorochina …


Covid-19: 2019-nCoV rilevato nella saliva dei pazienti infetti

Tracce di 2019-nCoV ( anche noto come SARS-CoV-2 ) sono state rilevate nella saliva di 11 pazienti su 12 infettati dal virus, indicando che il test della saliva potrebbe risultare utile per la diagnos …


Rischio di eventi avversi neuropsichiatrici associati all’uso di Oseltamivir

Sebbene il rischio potenziale di eventi avversi neuropsichiatrici ( NPAE ) dopo somministrazione di Oseltamivir ( Tamiflu ) sia stato sollevato in case report, l’associazione tra uso di Oseltamivir e …


Mortalità, morbilità e ospedalizzazioni a causa di infezioni del tratto respiratorio inferiore da influenza: analisi del Global Burden of Disease Study 2017

Sebbene il peso dell’influenza sia spesso discusso nel contesto delle pandemie storiche e della minaccia di future pandemie, ogni anno un carico sostanziale di infezioni del tratto respiratorio inferi …


Implicazioni nel mondo reale del prolungamento dell’intervallo QT nei pazienti in trattamento con Voriconazolo e Amiodarone

Voriconazolo ( Vfend ), un antimicotico triazolico, è frequentemente prescritto in una popolazione complessa di pazienti con comorbilità che richiedono la somministrazione concomitante di farmaci che …


Relazione temporale tra oncocercosi ed epilessia

Molti studi hanno suggerito che l’oncocercosi potrebbe essere associata all’epilessia. Pertanto, è stato condotto uno studio di coorte per valutare l’incidenza dell’epilessia relativa alla densità di …


Aspergillosi polmonare invasiva nei pazienti ricoverati presso l’Unità di terapia intensiva con influenza in forma grave

L’aspergillosi polmonare invasiva si verifica in genere in un ospite immunocompromesso. Da quasi un secolo è stato accertato che l’influenza può avviare le superinfezioni batteriche, ma recentemente a …


Associazione tra microcefalia, infezione da virus Zika e altri fattori di rischio

Un’epidemia di virus Zika è emersa nel nord-est del Brasile nel 2015 ed è stata seguita da un notevole aumento dei casi di microcefalia congenita, innescando una dichiarazione di emergenza sanitaria p …


Resistenza antimicrobica tra i migranti in Europa

I tassi di resistenza antimicrobica ( AMR ) stanno aumentando a livello globale e si teme che l’aumento della migrazione stia contribuendo all’onere della resistenza agli antibiotici in Europa. Tutta …


Le statine non aumentano in modo significativo il rischio di influenza

Sebbene coloro che fanno uso di statine ad alta intensità presentano un rischio maggiore di visite mediche correlate all’influenza dopo la vaccinazione, il rischio per gli utilizzatori di statine di b …


I farmaci contro il disturbo da deficit di attenzione e iperattività associati a riduzione del rischio di infezioni sessualmente trasmissibili

Adolescenti e giovani adulti con il disturbo da deficit di attenzione e iperattività ( ADHD ) sono a più alto rischio di infezioni sessualmente trasmissibili più tardi nella vita rispetto a quelli sen …


Effetto di una appropriata terapia combinata sulla mortalità dei pazienti con infezioni del torrrente ematico causate da Enterobacteriaceae produttrici di carbapenemasi

Il miglior trattamento disponibile contro Enterobacteriaceae produttori di carbapenemasi ( CPE ) è sconosciuto. È stato studiato l’effetto di una terapia appropriata e di una terapia combinata approp …

Infettivologia – Pazienti con infezioni articolari periprotesiche da stafilococco: sicurezza e tollerabilità dei fluorochinoloni

Infettivologia.net

Infettivologia News

https://www.infettivologia.net
Malattie infettive – Novità in InfettivologiaInfettivologia.net fornisce informazioni e aggiornamenti sulle Malattie infettive.

More Links

Malattie infettive – Novità in Infettivologia. Infettivologia.net …

SARS-CoV2

Malattie infettive – Novità in Infettivologia. Infettivologia.net …

Ridinilazolo

Malattie infettive – Novità in Infettivologia. Infettivologia.net …

Escherichia coli

Malattie infettive – Novità in Infettivologia. Infettivologia.net …

Tigeciclina

Malattie infettive – Novità in Infettivologia. Infettivologia.net …

Infezione da SARS-CoV-2

Malattie infettive – Novità in Infettivologia. Infettivologia.net …

Streptococcus pneumoniae

Malattie infettive – Novità in Infettivologia. Infettivologia.net …

Primachina

Malattie infettive – Novità in Infettivologia. Infettivologia.net …

Infezione genitale

Malattie infettive – Novità in Infettivologia. Infettivologia.net …

Prevymis

Malattie infettive – Novità in Infettivologia. Infettivologia.net …

 

Xalatan – Xagena Search: Aggiornamenti in Oftalmologia by Xagena.it

XagenaSearch.net

Xalatan




Farmaci per il trattamento del glaucoma

Il glaucoma è una neuropatia ottica progressiva, caratterizzata dalla perdita del campo visivo ed associata, in genere, ad un aumento patologico della pressione intraoculare. Anche se l’aumento del … leggi


Latanoprost come trattamento di scelta nel glaucoma ad angolo aperto ed ipertensione oculare

L’UK Medicine Control Agency ha assegnato alla soluzione oculare a base di Latanoprost ( Xalatan ) l’indicazione di trattamento di prima scelta nei pazienti con glaucoma ad angolo aperto ed ipertensi … leggi

OncologiaMedica.net

Travoprost nel trattamento del glaucoma ad angolo aperto e dell’ipertensione oculare

Travatan è una soluzione chiara di collirio contenente il principio attivo Travoprost, che trova indicazione nella riduzione della pressione intraoculare. È usato in pazienti affetti da glaucoma ad a … leggi


1 2