Creato da lascrivana il 19/09/2010

ricomincio da qui

poesie prose e testi di L@ur@

 

UN PASSO INDIETRO PER FARNE UNO AVANTI.

Per chi volesse leggere la storia"Un passo indietro per farne uno avanti" sin dalle prime pagine;basta cliccare sui link.

post. 1post. 2post.3post.4post.5post.6post.7

post. 8post.9post.10post.11post.12post.13pag.14

post.15post.16post.17 ...post.18 ...post.19 ...post.20 ...post.21

 

 

UN PASSO INDIETRO PER FARNE UNO AVANTI.

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

I MIEI BLOG AMICI

- inpuntadipensiero
- trampolinotonante
- &quot;PSICOLOGO NATO&quot;
- Le mie emozioni
- I colori dellanima
- una via per tornare.
- Lady_Juliette
- loro:il mio mondo
- f&auml;nrir
- poesiaeparole
- Imperatore Ghiaccio
- antropoetico
- Fantasy
- Fili di seta sonora
- P o e t i c a
- Mariposa Narrador
- Fading of the day
- ..Frammenti di me..
- Mr.K torna...forse..
- Lollapalooza
- sottilMente
- confronti indiretti
- pensiero
- Nymphea.Seductive
- La vita
- miodiario
- OSTERIA..
- NON E UN BLOG
- SONO UN IN-COSCIENTE
- S_CAROGNE
- dino secondo barili
- Fuori dal cuore
- il paradiso perduto
- La riva dei pensieri
- Cercoilcoraggio
- GENT DE NUM
- Navigando lentamente
- conoscenza
- stradanelbosco
- ALTRE VITE
- Schema Libero
- Black Snake
- delirio
- immagini
- Il Gioco del Mondo
- The Pretender
- A MENTE FREDDA
- SCARTOFFIE
- Lux Nigra
- Esistenza
- un giorno per caso
- emozioni in una foto
- libero pensiero
- parlodime
- putpurr&igrave;
- Diario di bordo
- MUSICAEPOESIA
- COGLI LATTIMO...
- il cobra
- The Seventeenth Day
- Eloquenzadelsilenzio
- AlfaZulu
- Miele.speziato
- SiAmo ?
- Mondo Parallelo
- ezio brugali blog
- moralibert&agrave;
- GRYLLO 73
- sogni nel cassetto
- SOSOLOESSEREBUONA
- acido.acida
- rosheen
- pensieri e capricci
- La Vita... Per...
- IRaccontiDelCuscino
- Development
- Anima.Sine.Requie
- Isobel Gowdie
- nella terra di Elron
- Noir Napoletano
- AL k5III
- Quello che ...
- La via dei Canti
- storie passate
- di tutto un p&ograve;
- il paradiso
- Nuvole di scrittura
- chiacchierando
- Liberi e giusti
- Paolo Proietti
- Sogni digitali
- sous le ciel de ...
- Sciarconazzi
- Empire Of slack
- Voci dal Cuore
- Dillo a Parole
- Ancora una volta
- LA LUNA NEL POZZO
- libroblog
- ALI DI FARFALLA
 
Citazioni nei Blog Amici: 132
 

ULTIME VISITE AL BLOG

aldogiornolascrivanavololowmagnumgmLastSecretGirlmonellaccio19esmeralda.carinineradimalasorteIsh_targabbiano642014tanmikmgf70poeta.sorrentinofosco6
 

ULTIMI COMMENTI

CIAO LASCRIVANA- UNA SERENA NOTTE ED UN CARO ABBRACCIO,...
Inviato da: aldogiorno
il 13/12/2017 alle 23:27
 
splendido augurio x gli utenti ... Auguri anche a Lei...
Inviato da: LastSecretGirl
il 13/12/2017 alle 17:38
 
Un abbraccio a te Mik.
Inviato da: lascrivana
il 13/12/2017 alle 16:14
 
Buona sera a te.
Inviato da: lascrivana
il 13/12/2017 alle 16:13
 
È stato un piacere. Ti abbraccio.
Inviato da: lascrivana
il 13/12/2017 alle 16:12
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
 

 

Seconda edizione del blogossip

Post n°1473 pubblicato il 12 Dicembre 2017 da lascrivana

Ed eccoci arrivati alla seconda edizione del blogossip; oggi parleremo di un altro singolare personaggio che ha scalato le vette della classifica di libero come uno dei migliori blogger poeti. Stiamo parlando niente che podi meno del mio grande amicoblog woodenship! Che dire di questo personaggio che mi ha conquistato con una poesia che è totalmente diversa da quelle  che ho letto sui libri di scuola: dolce, pungente, satirica, sofferente, e spesso ispirata alle problematiche quotidiane. Non è molto facile da interpretare; più di una volta ho sparato a caso nel commentare, tipo come con una delle ultime poesie, dove ho beccato una parola a caso tra i versi“il vino rosso”. Il caro woode ipersensibile e sempre generoso nelle risposte, alzando gli occhi al cielo come per dire “anche stavolta figliola mia non hai afferrato il concetto” mi risponde in maniera pacata e gentile –lo so cara che hai la passione per il vino rosso-.

Ho riso di gusto woode! Tu sei troppo avanti culturalmente per me. Nonostante tutto apprezzo la pazienza con cui mi conduci passo, passo nei sentieri del sapere. Sono certa che a breve riuscirò a commentare come meriti le tue poesie; e semmai un domani potrò farlo adeguatamente, di questo devo ringraziare la tua bravura.

 

Ps: comunque ci hai azzeccato con la passione per il vino rosso novello, mi piace davvero assai.

 
 
 

C'è gossip, e c'è blogossip

Post n°1472 pubblicato il 10 Dicembre 2017 da lascrivana

E da un po’ che non scrivo. Sicuramente non ho poi così tante idee come pensavo di averne - faccio sempre male i miei conti, e questi chiaramente non tornano mai.

Mi soffermo sul “chiaramente” ultimamente uso quest’avverbio con molta assiduità; e anche se ho cercato di psicoanalizzarmi, non ne sono venuta a capo di nulla.

Avendo un po’ di tempo a disposizione questo pomeriggio, ho bazzicato nei vari blog, questo mi ha fatto capire il perché io non guardo più tanto la tv e le diavolerie che trasmettono; preferisco aggiornarmi seguendo i post dei miei amici blogger.

Mi piace seguire il blog di “monellaccio19”; “sagredo58”  “gabbiano642014” “Ish_tar” “exietto” “Vince198” “qmr”  e tantissimi altri ancora che citerò man mano che ne avrò l’ispirazione.

Inizio da quello di “monellaccio19” : ho deciso di fare gossip su Carlo poiché è un personaggio che merita la nostra attenzione. I suoi testi scorrevoli e di facile lettura, riescono a intrigarmi a tal punto che difficilmente riesco a farmene sfuggire uno. La sua scrittura, oltre che essere sufficientemente grande, è semplice e poca impegnativa -sotto alcuni aspetti mi ricorda le brevi storie del libro delle scuole elementari.

Nonostante non m’importi molto dei personaggi famosi citati, riesco comunque a conoscere alcuni aspetti della loro vita grazie alla genialità   di Carlo. Ci tengo a precisare, che l’informazione non è sempre indirizzata verso personaggi banali, ma anche su questioni che riguardano il nostro vivere odierno.

 Stimo moltissimo monellaccio19; e anche se non ho mai potuto stringergli la mano personalmente, ho avuto il piacere d’imbattermi nel suo pensiero… nei suoi ideali … nei suoi valori.

Vi prego di seguirmi, poiché giorno dopo giorno, come avrò un po’ di tempo a disposizione, farò del gossip su voi altri, miei cari amici blogger.

Badate bene che i miei riferimenti si baseranno solo su quello che ho letto finora nei vostri blog, ma non su quello che realmente siete. Non sono un’indovina, e non so nemmeno quanti personaggi coprono i diversi nik; ma questo è solo un dettaglio che a me non importa.

 

 

 

 
 
 

Stupendo modo d'amare

Post n°1471 pubblicato il 03 Dicembre 2017 da lascrivana

Risultati immagini per sognare un abbraccio

Ci si perde in un sincero abbraccio

in uno di quelli che scioglie anche il cuore di ghiaccio

Il calore che infonde l’amore puro

coinvolge e trascina anche chi crede di essere un duro

E nel freddo inverno che si cerca riparo

la dove l’anima nasconde il sentimento più raro

quello della pace, della mestizia e del perdono

che per chi li riceve sono un autentico dono

Ed è proprio nei meandri dell’intima memoria

che si nasconde la dolcezza di una bellissima storia

Narra la vicenda di due cuori innamorati

Che hanno deciso d’incontrarsi in luoghi appartati

Dove nessuno male può inquinare

Il loro modo stupendo d’amare

Essi si danno appuntamento nelle loro azioni quotidiane

regalando benessere e affetto; minestre calde e fette di pane

Ardono e bruciano le loro intense passioni

mettendo entusiasmo e fervore nelle più difficili operazioni

Frementi e anelanti di dissetarsi in acque trasparenti

proclamano verità rivelando senza pudore sensazioni e sentimenti

La luna di notte sorveglia il loro sogno proibito

regalandogli la magia dello spazio infinito

La dove niente e nessuno può intralciare

il percorso che soli e insieme vogliono fare

La luce del sole li bacia teneramente

riportandoli alla realtà delicatamente

In modo che il giorno possano serenamente continuare 

a regalare al mondo il loro straordinario modo di amare.

Laura

 
 
 

Anche infrangere un sogno è un delitto.

Post n°1470 pubblicato il 30 Novembre 2017 da lascrivana

Ogni mattina si alza, beve il suo caffè e indossa gli indumenti da lavoro; spia il cielo tra le persiane socchiuse, e si sfrega le mani per riscaldarle. Esce dalla porta di casa, e scivola silenzioso in giardino. Smarrito si guarda intorno alla ricerca di qualcosa da fare. Sposta un ramo, raccoglie qualche ciottolo, e guarda il cellulare; sul display non compare la telefonata attesa, e nemmeno nella messaggeria trova la notizia rincuorante. Rimette in tasca il telefono e ritorna in casa; cammina su e giù, e svogliato aspetta l’ora di pranzo. Quando poi arriva la sera, l’inquietudine ha lasciato il posto alla stanchezza.

Ogni giorno, anche se sembra uguale agli altri, impara una lezione nuova. Vive sensazioni che deve elaborare per poter comprendere il perché dei suoi sacrifici; anni di duro lavoro, costruendo giorno, per giorno la fortuna d’altri. Le tasse pagate non gli hanno restituito nemmeno gli ammortizzatori sociali. Ha visto scemare il suo sogno regalando energia e maestria. Sa che come lui ce n’è sono tanti. E così, mentre il governo si riempie la bocca di grossi paroloni, promettendo risanamenti e continuando a regalare pensioni d’oro a chi non ha mai conosciuto la vera forza del lavoro, questi uomini aspettano con ansia la rinascita delle attività.

Sono le piccole imprese, ma anche le grandi sfortunate aziende, ad aver pagato il prezzo più salato della crisi.

Non sarebbe dovuto andare in questo modo; queste ditte dovevano essere sostenute, poiché a suo tempo avevano sfamato famiglie.

 

 

 

 
 
 

Tutti noi abbiamo qualcosa da dare.

Post n°1468 pubblicato il 28 Novembre 2017 da lascrivana

Nel corso della vita ho imparato, che a dare molto sono sempre le persone che hanno poco. Leggendo una notizia su un blog di libero, ho avuto ancora una volta conferma di questa idea maturata nel tempo.  La vicenda racconta di una donna che viaggiando di notte con la macchina, a un certo punto della strada si ferma a causa di mancanza di carburante. Non avendo soldi per provvedere al rifornimento, ha la fortuna d’incontrare un clochard che si aggira nei dintorni. Quel pover’uomo non esita un istante a tirar fuori dalla tasca gli unici 20 euro per riempirle una tanica di benzina. Il gesto generoso del clochard smuove l’animo sensibile della donna, che il giorno dopo non esita un istante a prendersi cura dei disagi del clochard, promuovendo persino una campagna di solidarietà in suo favore. Potete leggere la notizia al completo sul link postato sotto.

Clicca qui.

La stessa cosa vale anche per il tempo che si ha da dedicare a chi ha bisogno; è più facile trovare una persona sovraccarica d’impegni ad aiutare un bisognoso, che una che ha del tempo da vendere.

Si passa tanto tempo in palestra, in piscina, a frequentare scuole di ballo, ma nemmeno un secondo ad accudire i genitori anziani.

A volte basterebbe una semplice telefonata, o una capatina quotidiana per farli felici. Avari del tempo hanno dimenticato i sacrifici che un genitore ha fatto per metterli al mondo e mantenerli.

Ai loro figli insegnano che prima di tutto vengono i loro bisogni egoistici, e poi, se rimane del tempo quello dei familiari che hanno bisogno di assistenza.

Magari non ho molti soldi per aiutare il prossimo, ma nel mio piccolo cerco di garantire la serenità a chi mi è possibile.

Non confesso le mie azioni per averne una gratificazione personale; bensì per manifestare il mio dissenso verso l’indifferenza per i propri simili.

Non credo alla storia di chi non ha tempo da dedicare ai genitori malati, o a fare del bene; poiché nonostante i miei impegni familiari, e lavorativi, ho cercato di sistemare le cose in modo che possa gestire anche questa delicata situazione. Ringrazio tutti coloro che in questo percorso mi stanno dando una mano; anche un piccolo gesto è importante per chi ha bisogno.

Sarebbe bello se tutti potessero finire i loro giorni circondati dall’affetto filiale; accuditi con lo stesso amore e sacrificio, che a sua volta un tempo hanno dato.

 

 
 
 

Gli occhi di un bambino

Post n°1467 pubblicato il 27 Novembre 2017 da lascrivana



Ho riconosciuto subito quello sguardo; per un attimo il tempo si è tuffato in quelle iridi azzurre catapultandomi nei ricordi d'infanzia.  I suoi occhi: due sfere splendenti che sfavillano riflettendosi nel cristallo dei decori dell’albero di Natale e nelle lucine intermittenti.  E’ un bimbo che ancora non sa che per molti questa festa è consumismo, per altri, quelli più religiosi, rappresenta la nascita del Cristo; e per altri ancora è solo una festa noiosa. Lui catturato da quella girandola di luci, di palline glitterate, e di stelle luminose, non sa cosa rappresenti; sa solo che gli piace quell’atmosfera magica che si crea intorno all’albero di Natale … e gli piace così tanto da non volerne staccare lo sguardo.

Il Natale ha conquistato anche quel cucciolo d’uomo che ben presto imparerà che è una ricorrenza annuale, e che sarà accompagnata da tanti magici racconti. Conoscerà la storia Babbo Natale e quella di Gesù bambino; scriverà la letterina e s’ingozzerà di torroni; mangerà il panettone, e se gli va bene potrà partecipare alla preparazione dei dolci tradizionali tramandati da più generazioni.

Mi piace il Natale … ed è stato bello intravedere in quello sguardo innocente lo stesso incanto.

 

 

 

 
 
 

Donna nel passato e nel presente.

Post n°1466 pubblicato il 25 Novembre 2017 da lascrivana

Donna del passato

con il capo chino e il grembiule immacolato

Donna servile e riverente

Illibata e vergine per il futuro pretendente

Donna del presente

Sicura di se e indipendente

Donna bambina, docile e innamorata

che per una carezza accetta anche d’esser bastonata

da un uomo frustrato e iracondo

che con un pugno pensa di esser il padrone del mondo

Donna fragile, percorsa e incatenata

da delinquenti viziosi che l’hanno minacciata

di essere una madre viziosa e snaturata

e che per questo deve essere picchiata

Uomini orgogliosi che non accettano il tradimento

e che per  malata passione si danno il tormento

infliggendo la morte come meritata punizione

alla donna che ha ceduto a lusinghe e tentazioni

Nulla giustifica delitti e soppressioni

nemmeno le più incoscienti provocazioni

di una donna che crede nelle sue buone ragioni

Sono uomini malati, irrazionali e dipendenti

da una collera smoderata che non conosce impedimenti

Donna del passato, donna del presente

che non chiede altro di essere trattata umanamente

Donna che sbaglia e che è a conoscenza

che ogni scelta ha la sua conseguenza

che non corrisponde di certo alla pena sentenziata

da una mente violenta, feroce e arrabbiata.

 

 

 

 

 

 

 
 
 

A volte, saltare diventa inevitabile

Post n°1465 pubblicato il 24 Novembre 2017 da lascrivana

Ogni cosa ha il suo tempo; ed elaborare le sconfitte si prende anche quello suo.

Una volta valutato i pro e i contro, ci si deve rimboccare le maniche e cercare di trovare una soluzione il più in fretta possibile.

Ricordo che da piccola, saltare da un tetto all’altro era un gioco facile: l’incoscienza mi dava la possibilità di osare. Crescendo, e valutando tutte le possibili ripercussioni, è diventato difficile saltare pure due gradini.

A fatica ci si volge verso una nuova meta; e nonostante l’entusiasmo si ha più paura del nuovo, dell’incerto … così ci armiamo di forza e coraggio e ci convinciamo, che com’è andata male la prima volta, la seconda potrebbe pure andare bene. In effetti, non sta scritto da nessuna parte che le cose non possano migliorare.

Ci sono cambiamenti che, anche se non sono personali, ugualmente  ti coinvolgono emotivamente .

E oggi devo dire che, rispetto a ieri, mi sento più ottimista e combattiva; speriamo di riuscire a trasmettere la stessa grinta a chiunque stia per intraprendere una nuova direzione.

 

Certe scelte, per quanto dolorose possano essere, arriva un momento che non possono essere più rimandate; soprattutto se gli sforzi compiuti non hanno raggiunto un minimo di appagamento personale. 

 
 
 

Raggio di sole

Post n°1464 pubblicato il 21 Novembre 2017 da lascrivana

Risultati immagini per uomo sconfitto

Quel sottile dispiacere che accompagna una storia che finisce

uno splendido sogno che dietro le porte del tempo svanisce

Ricordi com’era bello quando tutto era iniziato?

Quando a un florido futuro insieme avete brindato?

E ora che tutte le illusioni che il vortice del male ha risucchiato

rimane la ricchezza di quello che nel frattempo avete imparato

Non serve a nulla darsi per sconfitto

significherebbe buttare al vento il vero profitto

Quello che la vita duramente ha insegnato

ha un valore che nessuno ha mai calcolato

Poiché anche quel che perdi si può recuperare

se avrai il coraggio di non lasciarti andare.

 

 

 Laura

 
 
 

Ricorreva l'Estate di San Martino

Post n°1463 pubblicato il 16 Novembre 2017 da lascrivana

Ho visto cose che voi uomini non potete immaginare

cose che in altri tempi avevano la capacità di farti sognare

Ricorreva l’estate di San Martino

dove si diceva che in ogni botte maturava il vino

E così che il pallido sole di un caldo giorno di Novembre

iniziava a rallegrar le cantine rifornite a Settembre

Uomini seduti al calor del camino

Mangiucchiavano olive nere annaffiate col vino

con pane secco che aveva perso il suo odore

mentre il formaggio stagionato aveva elaborato il sapore

Le mani annerite dal duro lavoro

impreziositi con orgoglio solo dalla fede d’oro

tagliavano e affettavano, condivano e imboccavano

quello che dalla campagna generosa ricavavano

Erano uomini umili, onesti e con sani valori

che non avrebbero mai scambiato con gli odierni tesori

 beni accumulati con inganno e sfrontatezza

rubati alla povera gente per la propria ricchezza

Egoisti prepotenti, idioti e nullafacenti

che credono di essere furbi perché hanno vinto sul debole perdente

Erano altri tempi quelli in cui il vero uomo poteva contare

sull’amore della famiglia e quello che il lavoro nei campi gli poteva dare.

 

 

 

 

 

 
 
 
Successivi »