Ofatumumab – FarmaExplorer.it: Aggiornamenti e Novità sui Farmaci da Xagena

FarmaExplorer.it

Motore di ricerca sui Farmaci

Xagena Mappa

https://network.xagena.it/mappa/

Ofatumumab

Sclerosi multipla recidivante: Ofatumumab ha dimostrato di essere superiore rispetto a Teriflunomide negli studi clinici ASCLEPIOS I e II

Sono stati annunciati risultati positivi per Ofatumumab ( OMB157 ) dagli studi di fase III ASCLEPIOS I e II. In…

Leggi tutto

Leucemia linfatica cronica: follow-up a lungo termine dello studio RESONATE di fase 3 con Ibrutinib versus Ofatumumab

Ibrutinib ( Imbruvica ), un inibitore orale una volta al giorno della tirosin-chinasi di Bruton ( BTK ), ha migliorato…

Leggi tutto

Studio MIRROR: Ofatumumab per via sottocutanea nei pazienti con sclerosi multipla recidivante-remittente

Lo scopo dello studio è stato quello di valutare gli effetti dose-risposta dell’anticorpo monoclonale anti-CD20 Ofatumumab sull’efficacia e sugli esiti…

Leggi tutto

Dermabase.it

Duvelisib versus Ofatumumab nella leucemia linfatica cronica / piccolo linfoma linfocitico recidivante e refrattario

Duvelisib ( Copiktra ) è un doppio inibitore orale di fosfatidilinositolo 3-chinasi delta e gamma ( PI3K-delta, gamma ) sviluppato…

Leggi tutto

Efficacia e sicurezza di Idelalisib in combinazione con Ofatumumab nella leucemia linfatica cronica precedentemente trattata

Idelalisib ( Zydelig ), un inibitore selettivo di PI3K-delta, è approvato per il trattamento di pazienti con leucemia linfatica cronica…

Leggi tutto

Combinazione di Ofatumumab e CHOP a dose ridotta per i linfomi diffusi a grandi cellule B nei pazienti di età superiore agli 80 anni

Nel 2011 erano stati riportati i dati di una combinazione di Rituximab più miniCHOP ( dose ridotta di Ciclofosfamide, Doxorubicina,…

Leggi tutto

XagenaNewsletter

Ofatumumab una volta alla settimana nella macroglobulinemia di Waldenström non-trattata o recidivante

Lo sviluppo di trattamenti più efficaci e più sicuri, soprattutto quelli non-chemioterapici, è necessario per i pazienti con macroglobulinemia di…

Leggi tutto

Ofatumumab in monoterapia come strategia di consolidamento nella leucemia linfatica cronica non-trattata in precedenza

Anche se sono state indagate diverse strategie di consolidamento per prolungare la sopravvivenza libera da trattamento nella leucemia linfatica cronica,…

Leggi tutto

Mantenimento con Ofatumumab rispetto alla osservazione nella leucemia linfatica cronica recidivante

Ofatumumab ( Arzerra ) è un anticorpo monoclonale anti-CD20 umano che ha dimostrato efficacia in monoterapia nella leucemia linfatica cronica…

Leggi tutto

FarmaExplorer.it:aggiornamenti e novità farmacologiche da Xagena

FarmaExplorer.it

Motore di ricerca sui Farmaci

Xagena Mappa

https://network.xagena.it/mappa/

Octreotide

wrap_text

Studio PRESTO: valutazione delle preferenze infermieristiche tra le siringhe per la somministrazione di Lanreotide Autogel e di Octreotide LAR

Gli analoghi della Somatostatina trovano impiego nel trattamento dei sintomi e nel rallentamento della progressione del tumore nei pazienti affetti…

Leggi tutto

wrap_text

Trattamento con Lanreotide depot dopo Octreotide a rilascio prolungato nei pazienti con tumori neuroendocrini gastroenteropancreatici

Sono stati esaminati i pazienti con tumori neuroendocrini gastroenteropancreatici ( GEP-NET ) metastatici che ricevevano un trattamento sequenziale con analoghi…

Leggi tutto

wrap_text

Octreotide come profilassi secondaria nei pazienti con dispositivi di assistenza ventricolare sinistra e sanguinamento gastrointestinale

Il sanguinamento gastrointestinale è una delle complicanze più comuni dopo l’impianto del dispositivo di assistenza ventricolare sinistra a flusso continuo….

Leggi tutto

wrap_text
XagenaNewsletter

Pazopanib e Octreotide depot nei tumori neuroendocrini avanzati ben differenziati

Le opzioni di trattamento per i tumori neuroendocrini ben differenziati avanzati ( NET ) restano scarse. Pazopanib ( Votrient )…

Leggi tutto

wrap_text

Assenza di differenza tra Terlipressina, Somatostatina e Octreotide nel controllo della emorragia acuta da varici gastro-esofagee

I farmaci vasoattivi devono essere somministrati al più presto nella sospetta emorragia da varici esofagee, anche prima della endoscopia diagnostica….

Leggi tutto

wrap_text

Pasireotide versus trattamento continuato con Octreotide o Lanreotide per acromegalia non-controllata in modo adeguato

Molti pazienti con acromegalia non raggiungono il controllo biochimico nonostante il trattamento con alte dosi di analoghi della Somatostatina di…

Leggi tutto

wrap_text
Gastrobase.it

Utilizzo di Octreotide a rilascio prolungato nella prevenzione della diarrea indotta da chemioterapia in pazienti con carcinoma colorettale

La diarrea indotta da chemioterapia è un evento avverso relativamente comune nel trattamento di pazienti con carcinoma del colon e…

Leggi tutto

wrap_text

Pasireotide efficace e tollerabile nel trattamento dei tumori neuroendocrini avanzati refrattari o resistenti a Octreotide LAR

Pasireotide ( Signifor ) è un nuovo analogo della somatostatina ( sst ) multirecettore con alta affinità di legame per…

Leggi tutto

Ocrelizumab – FarmaExplorer.it: Aggiornamenti e Novità in Medicina da Xagena

FarmaExplorer.it

Motore di ricerca sui Farmaci

Xagena Mappa

https://network.xagena.it/mappa/

Ocrelizumab

Sclerosi multipla: farmacocinetica, farmacodinamica e analisi della risposta all’esposizione di Ocrelizumab

Ocrelizumab ( Ocrevus ) è un anticorpo monoclonale selettivo per linfociti B CD20+ approvato per il trattamento della sclerosi multipla…

Leggi tutto 

Dati a 6 anni: l’inizio precoce di Ocrelizumab e la continuazione del trattamento riducono la progressione della disabilità

I dati a lungo termine degli studi di estensione in aperto di fase III di OPERA I, OPERA II e…

Leggi tutto

 
XagenaNewsletter

Ocrelizumab riduce la progressione della compromissione degli arti superiori nei pazienti con sclerosi multipla primariamente progressiva

La compromissione della funzione dell’arto superiore è comune nella sclerosi multipla primariamente progressiva ( PPMS ). Una analisi esplorativa ha…

Leggi tutto 

Ocrelizumab versus Interferone beta-1a nella sclerosi multipla recidivante

Le cellule B influenzano la patogenesi della sclerosi multipla. Ocrelizumab ( Ocrevus )è un anticorpo monoclonale umanizzato che causa deplezione selettiva…

Leggi tutto 

Ocrelizumab versus placebo nella sclerosi multipla primaria progressiva

Una comprensione in evoluzione della immunopatogenesi della sclerosi multipla suggerisce che la deplezione delle cellule B potrebbe essere utile per…

Leggi tutto

 
Mediexplorer.itOncoBase.it

Ocrelizumab nel trattamento della sclerosi multipla recidivante-remittente

Uno studio di fase II, randomizzato e controllato con placebo, ha mostrato che Ocrelizumab, un anticorpo monoclonale, è in grado…

Leggi tutto

 

Ocrelizumab nella sclerosi multipla recidivante-remittente

I linfociti B sono implicati nella patogenesi della sclerosi multipla.È stato condotto uno studio per valutare l’efficacia e la sicurezza…

Leggi tutto

Obinutuzumab – FarmaExplorer.it: Aggiornamenti e Novità sui Farmaci da Xagena

FarmaExplorer.it

Motore di ricerca sui Farmaci

Xagena Mappa

https://network.xagena.it/mappa/

Obinutuzumab

Venclyxto per il trattamento della leucemia linfatica cronica in monoterapia o associato a Obinutuzumab o a Rituximab

Venclyxto ( Venetoclax ) è un medicinale antitumorale usato per il trattamento di adulti con un tumore ematologico noto come…

Leggi tutto

Acalabrutinib con o senza Obinutuzumab rispetto a Clorambucile e Obinutuzumab per leucemia linfatica cronica naive-al-trattamento: studio ELEVATE-TN

Acalabrutinib ( Calquence ) è un inibitore selettivo e covalente della tirosin-chinasi di Bruton ( BTK ) con attività nella…

Leggi tutto

La tripletta a base di Ibrutinib / Obinutuzumab / Venetoclax, come prima linea, ha dimostrato attività nella leucemia linfatica cronica ad alto rischio

I risultati dello studio di fase 2 CLL2GIVeIl con il regime a tripletta costituita da Ibrutinib ( Imbruvica ), Venetoclax…

Leggi tutto

XagenaNewsletter

Nuovi approcci terapeutici nel linfoma diffuso a grandi cellule B recidivante / refrattario: tripla terapia a base di Atezolizumab, Obinutuzumab e Venetoclax

Atezolizumab, Obinutuzumab e Venetoclax combinati hanno prodotto una risposta duratura nel linfoma diffuso a grandi cellule B ( DLBCL )…

Leggi tutto

Risposta MRD nel linfoma follicolare recidivato / refrattario dopo trattamento con Obinutuzumab più Bendamustina o solamente con Bendamustina nello studio GADOLIN

E’ stata riportata la valutazione dello stato di malattia minima residua ( MRD ) e la sua associazione con gli…

Leggi tutto

Venclexta associato Obinutuzumab, regime privo di chemioterapia, per i pazienti con leucemia linfatica cronica non-trattati in precedenza, approvato dalla FDA

La statunitense Food and Drug Administration ( FDA ) ha approvato Venclexta ( Venetoclax ) in associazione a Obinutuzumab (…

Leggi tutto

Neurobase.it

Terapia di induzione di Obinutuzumab e Ibrutinib seguita da una strategia guidata dalla malattia minima residua nei pazienti con leucemia linfatica cronica: studio ICLL07 FILO

Nei pazienti con leucemia linfatica cronica ( anche nota come leucemia linfocitica cronica ), il raggiungimento di una risposta completa…

Leggi tutto

Obinutuzumab combinato con Lenalidomide per il linfoma follicolare a cellule B recidivante o refrattario: studio GALEN

Lenalidomide ( Revlimid ) più Rituximab ( MabThera ) è approvato per il trattamento dei pazienti con linfoma follicolare recidivante…

Leggi tutto

FarmaExplorer.it: Aggiornamenti e Novità Farmacologiche da Xagena

FarmaExplorer.it

Motore di ricerca sui Farmaci

Xagena Mappa

https://network.xagena.it/mappa/

Nevirapina

Terapia antiretrovirale con Efavirenz tra bambini con infezione da HIV esposti a Nevirapina in Sud Africa

I vantaggi di usare Efavirenz ( Sustiva ) come parte del trattamento per i bambini con infezione da virus dell’immunodeficienza…

Leggi tutto

Nevirapina versus Lopinavir potenziato con Ritonavir per bambini con infezione da HIV

La terapia antiretrovirale basata su Nevirapina [ Viramune ] è il principale ( e spesso l‘unico ) regime disponibile per…

Leggi tutto

Efficacia e sicurezza di un regime prolungato con Nevirapina nei bambini nati da madri che allattano al seno con infezione da HIV-1 per la prevenzione della trasmissione post-natale di HIV-1

Nevirapina ( Viramune ), somministrata una volta al giorno per le prime 6, 14 o 28 settimane di vita a…

Leggi tutto

XagenaNewsletter

Profilassi con tripla terapia antiretrovirale rispetto a Zidovudina e singola dose di Nevirapina durante gravidanza e allattamento per prevenire la trasmissione madre-figlio di HIV

L’allattamento al seno è essenziale per la salute e lo sviluppo del bambino in contesti con basse risorse; tuttavia porta…

Leggi tutto

Trattamento antiretrovirale per bambini con esposizione peri-parto a Nevirapina

Nevirapina ( Viramune ) in singola dose è il caposaldo del regime per la prevenzione della trasmissione da madre a…

Leggi tutto

Terapie antiretrovirali in donne dopo esposizione a singola dose di Nevirapina

La somministrazione peri-parto di una singola dose di Nevirapina ( Viramune ) riduce la trasmissione da madre a figlio del…

Leggi tutto

Neurobase.it

La durata nell’uso profilattico di Nevirapina è in grado di predire la tossicità epatica del farmaco antivirale

Il farmaco antivirale Nevirapina ( Viramune ) può causare grave epatotossicità quando impiegato off-label per prevenire la trasmissione di HIV…

Leggi tutto

Efficacia del regime Zidovudina, Lamivudina e Nevirapina a singola dose nella prevenzione della trasmissione della infezione da HIV nel periparto

In Africa, la Nevirapina ( Viramune ) a singola dose, regimi di breve durata di Zidovudina ( Retrovir ) o…

Leggi tutto

FarmaExplorer.it: Aggiornamenti e Novità sui Farmaci da Xagena

FarmaExplorer.it

Motore di ricerca sui Farmaci

Xagena Mappa

https://network.xagena.it/mappa/

Nesiritide

Studio ASCEND-HF: Nesiritide è sicura, ma non mostra alcun beneficio significativo sui sintomi o sulla mortalità nella insufficienza cardiaca acuta scompensata

In un ampio studio clinico, il farmaco Nesiritide ( Natrecor ) ha dimostrato di essere sicuro, ma di avere poco…

Leggi tutto

Nesiritide nel trattamento dei pazienti con insufficienza cardiaca scompensata: precauzioni d’uso

La Nesiritide ( Natrecor ) è un peptide natriuretico di tipo B umano ( hBNP ), ottenuto mediante la tecnica…

Leggi tutto

Studio FUSION II: nessun vantaggio della Nesiritide nel lungo periodo nei pazienti con insufficienza cardiaca cronica

Lo studio di fase II, FUSION II ( Follow-up Serial InfusiOns of Natrecor in Advanced Heart Failure ), ha mostrato…

Leggi tutto

Cardiobase

Nessun effetto indesiderato sulla funzione renale associando la Nesiritide alla Furosemide o agli inotropi nei pazienti con insufficienza cardiaca congestizia

Esistono pochi dati riguardo alla sicurezza e all’efficacia dell’impiego concomitante dei diuretici per via endovenosa e gli inotropi positivi (…

Leggi tutto

Nesiritide incrementa il rischio di peggioramento della funzione renale nei pazienti con insufficienza cardiaca acuta non-compensata

La funzione renale rappresenta un importante fattore prognostico per i pazienti con insufficienza cardiaca acuta non compensata.Uno studio, condotto da…

Leggi tutto

Aumentato rischio di morte associato alla Nesiritide, un farmaco per l’insufficienza cardiaca scompensata

La Nesiritide ( Natrecor ) migliora i sintomi nei pazienti con insufficienza cardiaca scompensata rispetto al placebo.Uno studio, coordinato da…

Leggi tutto

XagenaNewsletter

Sicurezza della Nesiritide somministrata in ambiente ambulatoriale nello scompenso cardiaco

Lo studio FUSION I ( Follow-Up Serial Infusions Of Natrecor ) è uno studio pilota che ha valutato la sicurezza…

Leggi tutto

La Nesiritide non migliora la funzione renale nei pazienti con insufficienza cardiaca e con lieve insufficienza renale

La Nesiritide ( Natrecor ), un peptide natriuretico cerebrale sintetico, trova indicazione nel trattamento dell’insufficienza cardiaca.   Tuttavia, il trattamento…

Leggi tutto

FarmaExplorer.it: Aggiornamenti e Novità farmacologiche da Xagena

FarmaExplorer.it

Motore di ricerca sui Farmaci

Xagena Mappa

https://network.xagena.it/mappa/

Neratinib

Neratinib e Capecitabina per le pazienti con tumore mammario HER2-positivo e metastasi cerebrali: studio TBCRC 022

I trattamenti basati sull’evidenza per il tumore alla mammella positivo al recettore 2 del fattore di crescita epidermico umano (…

Leggi tutto

Neratinib dopo terapia adiuvante a base di Trastuzumab nel cancro al seno HER2-positivo

Lo studio ExteNET ha dimostrato che 1 anno di Neratinib ( Nerlynx ), un pan-inibitore tirosin-chinasico di HER, irreversibile, migliora…

Leggi tutto

Neratinib nel tumore alla mammella in fase precoce

L’eterogeneità del tumore al seno rende impegnativo identificare terapie efficaci. I-SPY 2, uno studio multicentrico, di fase 2, adattivo di…

Leggi tutto

XagenaNewsletter

Neratinib dopo terapia adiuvante a base di Trastuzumab in pazienti con carcinoma mammario HER2-positivo

Neratinib, un inibitore irreversibile della tirosin-chinasi di HER1, HER2 e HER4, ha attività clinica in pazienti con carcinoma mammario metastatico…

Leggi tutto

Neratinib prolunga la sopravvivenza libera da malattia nel tumore mammario HER+ dopo trattamento con Trastuzumab

Uno studio di fase 3 ha mostrato che il trattamento adiuvante con Neratinib ha incontrato il suo endpoint primario nelle…

Leggi tutto

Neratinib in combinazione con Temsirolimus in pazienti con tumori solidi dipendenti da HER-2 e altri tumori solidi

La via di segnalazione mediata dal fattore di crescita epidermico umano ( HER ) è critica in molti tumori, incluso…

Leggi tutto

Pneumobase.it

Neratinib contrasta la resistenza a Trastuzumab nel carcinoma mammario con HER2 amplificato

Trastuzumab ( Herceptin ) ha dimostrato di migliorare gli esiti di sopravvivenza dei pazienti con carcinoma mammario HER2 positivo. Tuttavia,…

Leggi tutto

wrap_text

Neratinib, un inibitore tirosin chinasico irreversibile del recettore di ErbB, in pazienti con carcinoma mammario avanzato positivo per ErbB2

Neratinib è un inibitore tirosin-chinasico orale, irreversibile del recettore di pan-ErbB.Uno studio in aperto, multicentrico e di fase II, ha…

Leggi tutto

FarmaExplorer.it: Aggiornamenti e Novità farmacologiche da Xagena

FarmaExplorer.it

Motore di ricerca sui Farmaci

Xagena Mappa

https://network.xagena.it/mappa/

Natalizumab

Leucoencefalopatia multifocale progressiva associata a Natalizumab

Sono state valutate le caratteristiche rilevanti per la diagnosi di leucoencefalopatia multifocale progressiva ( PML ) associata a poliomavirus JC…

Leggi tutto

Natalizumab durante la gravidanza e l’allattamento

La gestione dei farmaci durante la gravidanza e l’allattamento nei pazienti con sclerosi multipla deve bilanciare i potenziali rischi per…

Leggi tutto

Cladribina versus Fingolimod, Natalizumab e Interferone beta per la sclerosi multipla

Una analisi abbinata per punteggio di propensione da MSBase ha confrontato l’efficacia della Cladribina ( Mavenclad ) con Interferone beta…

Leggi tutto

MedFocusOncoBase.it

Il passaggio da Natalizumab a Fingolimod entro 6 settimane riduce la recidiva di attività di malattia nei pazienti con sclerosi multipla

Natalizumab ( Tysabri ) è un trattamento efficace nella sclerosi multipla recidivante-remittente. Tuttavia, soprattutto a causa del rischio di leucoencefalopatia…

Leggi tutto

Effetto di Natalizumab sulla progressione della malattia nella sclerosi multipla progressiva secondaria: studio ASCEND

Sebbene siano disponibili diversi trattamenti modificanti la malattia per la sclerosi multipla recidivante, gli effetti del trattamento sono stati più…

Leggi tutto

Impatto dei tempi di transizione molto brevi sul passaggio da Natalizumab a Fingolimod all’imaging ed esiti di efficacia clinica nella sclerosi multipla

A causa della recidiva dell’attività della malattia nei pazienti con sclerosi multipla, è stato suggerito un periodo di washout inferiore…

Leggi tutto

XagenaNewsletter

Rischio di leucoencefalopatia multifocale progressiva associata a Natalizumab nei pazienti con sclerosi multipla

Precedenti stime di rischio di leucoencefalopatia multifocale progressiva ( PML ) nei pazienti con sclerosi multipla trattati con Natalizumab (…

Leggi tutto

Nessuna evidenza di effetti benefici della plasmaferesi nella leucoencefalopatia multifocale progressiva associata a Natalizumab

Sono stati esaminati in modo retrospettivo gli effetti della plasmaferesi sulla sopravvivenza e sugli esiti clinici dei pazienti con sclerosi…

Leggi tutto

Efficacia del trattamento con Alemtuzumab rispetto a Natalizumab, Fingolimod e Interferone beta nella sclerosi multipla recidivante-remittente

Alemtuzumab ( Lemtrada ), un anticorpo anti-CD52, ha dimostrato di essere più efficace dell’Interferone beta-1a nel trattamento della sclerosi multipla…

Leggi tutto

FarmaExplorer.it: Aggiornamenti e Novità farmacologiche da Xagena

FarmaExplorer.it

Motore di ricerca sui Farmaci

Xagena Mappa

https://network.xagena.it/mappa/

Nab-Paclitaxel

Qualità di vita correlata alla salute con Carboplatino – Paclitaxel o nab-Paclitaxel con o senza Pembrolizumab nei pazienti con tumore al polmone non-a-piccole cellule squamoso metastatico

Nello studio di fase 3 KEYNOTE-407, l’aggiunta di Pembrolizumab ( Keytruda ) a Carboplatino + Paclitaxel / nab-Paclitaxel ha migliorato…

Leggi tutto

Atezolizumab in combinazione con Carboplatino più chemioterapia con nab-Paclitaxel rispetto alla sola chemioterapia come trattamento di prima linea per il carcinoma polmonare non-a-piccole cellule non-squamoso metastatico: studio IMpower130

Atezolizumab ( Tecentriq ), un anticorpo monoclonale contro PD-L1 che ripristina l’immunità antitumorale, ha migliorato la sopravvivenza globale nei pazienti…

Leggi tutto

NAB-Paclitaxel migliora la sopravvivenza libera da malattia nel tumore mammario in fase iniziale: GBG 69-GeparSepto

Lo studio GeparSepto ha dimostrato che le nanoparticelle di Paclitaxel legate all’albumina ( NAB- Paclitaxel; Abraxane ) settimanale migliora significativamente…

Leggi tutto

XagenaNewsletter

NAB-Paclitaxel migliora la sopravvivenza libera da malattia nel tumore alla mammella in fase iniziale: studio GBG 69–GeparSepto

Lo studio GeparSepto ha dimostrato che Paclitaxel legato all’albumina formulato in nanoparticelle ( NAB; Abraxane ), somministrato settimanalmente, migliora significativamente…

Leggi tutto

Atezolizumab più nab-Paclitaxel nel trattamento del tumore mammario triplo negativo metastatico con follow-up di sopravvivenza a 2 anni

L’anticorpo monoclonale umanizzato Atezolizumab ( Tecentriq ) è mirato a PD-L1, e ha dimostrato una durevole attività come singolo agente…

Leggi tutto

Atezolizumab e Nab-Paclitaxel nel cancro alla mammella triplo negativo avanzato

Il carcinoma mammario non-resecabile localmente avanzato o metastatico triplo negativo ( negativo al recettore dell’ormone [ HR- ] e negativo…

Leggi tutto

FarmaExplorerMediexplorer.it

Tumore alla mammella triplo negativo metastatico nelle pazienti PD-L1+: efficacia della terapia di combinazione, come prima linea, Atezolizumab e nab-Paclitaxel

Atezolizumab ( Tecentriq ), un anticorpo monoclonale anti PD-L1, ha dimostrato di essere efficace in associazione alla chemioterapia ( nab-Paclitaxel…

Leggi tutto

FDA: Keytruda in combinazione con Carboplatino e Paclitaxel o nab-Paclitaxel nel trattamento di prima linea dei pazienti con carcinoma al polmone non-a-piccole cellule squamoso metastatico

La FDA ( Food and Drug Administration ) ha approvato Keytruda ( Pembrolizumab ), una terapia anti-PD-1, in associazione con…

Leggi tutto

FarmaExplorer.it: Aggiornamenti e Novità farmacologiche da Xagena

FarmaExplorer.it

Motore di ricerca sui Farmaci

Xagena Mappa

https://network.xagena.it/mappa/

Moxifloxacina

Efficienza e sicurezza della combinazione di Moxifloxacina, Pretomanid e Pirazinamide durante le prime 8 settimane di trattamento antitubercolare nella tubercolosi polmonare farmaco-sensibile o farmaco-resistente

Nuovi regimi antitubercolari sono urgentemente necessari per abbreviare il trattamento della tubercolosi. A seguito di una valutazione favorevole in uno…

Leggi tutto

Effetto del trattamento empirico con Moxifloxacina vs Meropenem sulla disfunzione d’organo correlata a sepsi in pazienti con sepsi grave

L’uso precoce di una terapia antimicrobica appropriata porta a minori tassi di mortalità associata a sepsi grave. Il ruolo della…

Leggi tutto

Attività battericida a 14 giorni delle combinazioni di PA-824, Bedaquilina, Pirazinamide e Moxifloxacina

Sono necessari nuovi farmaci ma anche regimi di trattamento più brevi e meglio tollerati per affrontare la tubercolosi complicata da…

Leggi tutto

XagenaNewsletter

Sicurezza della Moxifloxacina nelle infezioni respiratorie rispetto ad altre classi di antibatterici

Moxifloxacina ( Avalox ), un fluorochinolone con una potente attività contro i patogeni respiratori, è considerata un’alternativa ai beta-lattami e…

Leggi tutto

EMEA ha raccomandato di limitare l’uso delle formulazioni orali dei medicinali contenenti Moxifloxacina

Al termine di una revisione della sicurezza delle formulazioni orali dei medicinali contenenti Moxifloxacina, l’European Medicines Agency ( EMEA) ha…

Leggi tutto

Il trattamento con Moxifloxacina è associato al rischio di sviluppare manifestazioni pericolose per la vita del paziente

Bayer, in accordo con l’EMEA ( European Medicine Agency ) e con l’Agenzia Italiana del Farmaco ( AIFA ), ha…

Leggi tutto

Xapedia.itMedFocus

Moxifloxacina come potenziale terapia per le infezioni urogenitali da micoplasma o clamidia

L’attività della Moxifloxacina ( Avalox ) è stata confrontata con quella di altri farmaci antimicrobici contro 54 ceppi di Ureaplasma…

Leggi tutto

Moxifloxacina versus Levofloxacina nel trattamento delle esacerbazioni acute della bronchite cronica

E’ stata confrontata l’efficacia e la sicurezza della Moxifloxacina ( Avalox ) e della Levofloxacina ( Tavanic ) nel trattamento…

Leggi tutto

1 2 3 4 14