ricomincio da qui

poesie prose e testi di L@ur@

 

UN PASSO INDIETRO PER FARNE UNO AVANTI.

Per chi volesse leggere la storia"Un passo indietro per farne uno avanti" sin dalle prime pagine;basta cliccare sui link.

post. 1post. 2post.3post.4post.5post.6post.7

post. 8post.9post.10post.11post.12post.13pag.14

post.15post.16post.17 ...post.18 ...post.19 ...post.20 ...post.21

 

 

UN PASSO INDIETRO PER FARNE UNO AVANTI.

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Maggio 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 139
 

ULTIME VISITE AL BLOG

lascrivanachiedididario66asculapiosofya_mtanmikmonellaccio19JeanLouis_jdaunfioregabbiano642014poeta_semplicedivinacreatura59QuartoProvvisorioexiettocassetta2
 

ULTIMI COMMENTI

RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
 

Messaggi del 04/03/2020

Il mio canto libero

Post n°1707 pubblicato il 04 Marzo 2020 da lascrivana
 

 

Conoscere l’origine delle proprie paure e delle proprie ansie non aiuta di certo a sconfiggerle. Ero presente da bambina quando queste mi venivano inculcate; ed ero persino consapevole che le paranoie me li sarei trascinata a vita.   A lungo andare i miei timori spesso e volentieri si sono trasformate in un salva vita -chiaramente non si riferisce alla vita in sé stessa- bensì nel riuscire a mantenere salde certe conquiste.

Potrà sembrare strano ma anche le mie paure, spesso immotivate, hanno fortemente contribuito a sviluppare una sensibilità, logica e un’intuizione fuori dal normale che mi ha aiutato a comprendere e a prevenire l’evolversi di alcuni eventi pericolosi per la mia vita.

So bene che con l’età le mie paure non si dissolveranno, ma sicuramente si modificheranno essendo indirizzate dalle difficoltà della vecchiaia.

Chi mi sta vicino da parecchio tempo ha imparato a conviverci con le mie paure e sa bene che le ho innalzate più come corazza di difesa che come problema psicologico.  Qualcuno ha persino caparbiamente cercato di abbattere questo muro che mi protegge dal lasciarmi andare senza usare raziocinio e logica; e non nego che a volte sono stata sul punto di farlo;  ma ho desistito per la paura di dover convivere con un grave peso sulla coscienza.  Ho sempre saputo con certezza quali fossero i sentimenti da proteggere per stare bene: in primo luogo l’amore -e non quello che gli altri provano per me- bensì quello che io provo per loro; la conoscenza della profondità dell’affetto mi aiuta a riconoscere nel perdono la libertà del sentimento.

Con il tempo ho compreso che i vincoli mentali non sono le ansie e le paure; bensì l’orgoglio, l’invidia, la cattiveria, l’odio e il rancore; e anche se a volte è faticoso liberare il pensiero da questi sentimenti negativi, alla fine il sacrificio viene ricompensato dalla libertà assoluta.

 

 
 
 
 
 

INFO


Un blog di: lascrivana
Data di creazione: 19/09/2010