Creato da e_d_e_l_w_e_i_s_s il 16/06/2012

Random

Cose a Caso

 

« io vivo *per * te40 anni e più, ma solo s... »

saturi di satira

Post n°398 pubblicato il 16 Gennaio 2015 da e_d_e_l_w_e_i_s_s
 
Tag: satira

 

Era un vassoio riempito di offerte da portare agli dei.
Un piatto ricco di pietanze e di sapori mordaci e contradditori su cui facevano bella mostra di sé fatti di politica e  di società, di religione, di sesso.































Perché ridendo pare più facile veicolare delle piccole verità, seminare dei dubbi, smascherare certe  ipocrisie, attaccare i pregiudizi e mettere in discussione le convinzioni dei luoghi comuni.

Geniale alla Arbore, graffiante alla Crozza, compassata alla Altan, pungente alla Vauro, la satira sa mandare segnali chiari.

 Se nell'Antica Grecia gli autori satirici ridicolizzavano la religione politeistica, in Italia del 1500 la satira religiosa è accuratamente censurata.

Finisce il fascismo e nel 1950 scoppia il caso Einaudi.
La colpa sarebbe di una vignetta in cui l'allora Presidente della Repubblica era ritratto mentre passava in rassegna una fila di bottiglie invece che di Corazzieri.
Si riteneva che sfruttasse la sua carica a fini commerciali.
Il direttore responsabile, fu condannato a 8 mesi con la condizionale per "vilipendio al Capo dello Stato".

Oggi, da noi la satira è un diritto costituzionale.


 

Satira: e' l'umorismo quando perde la pazienza.
G. Mosca

La satira non ha padroni, quindi sta bene sotto ogni padrone.
N. Moretti

Il potere censura solo le battute che riesce a capire.
K. Kraus

La satira non offende le persone, ma solo i loro pregiudizi.
D. Luttazzi

Oggi la satira non c'è, è tutto affidato al sarcasmo.
D.
Fo


La satira è quella cosa che fa pensare le persone intelligenti
e invece induce gli imbecilli a dire "Di cattivo gusto !" .
M. E. Monti

Il bello della satira è che c’è sempre qualcuno che si irrita.
microsatira

La satira non puo' superare i limiti della decenza.
A quello ci pensa la realta
.
G.Laurenzi




 

Per Giorgio Forattini, la satira è una grande dimostrazione, la più alta espressione, di libertà e di democrazia.

 

Secondo voi, in generale, c’è una linea di confine oltre cui la satira diventa mancanza di rispetto?

O invece in nome dell’intelligenza critica  si può dire tutto e ridere di tutto?

 

 

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

 

 

ULTIME VISITE AL BLOG

Terzo_Blog.GiusEMMEGRACEsatanonamonellaccio19gabbiano642014carloreomeo0virgola_dfdiogene51e_d_e_l_w_e_i_s_shrc.rossanoNoirNapoletanovisi_seniormarotecnicanina.monamour
 

 




 

 

 

 

 

BIANCOLUNGO