**TEST**

ricomincio da qui

poesie prose e testi di L@ur@

 

UN PASSO INDIETRO PER FARNE UNO AVANTI.

Per chi volesse leggere la storia"Un passo indietro per farne uno avanti" sin dalle prime pagine;basta cliccare sui link.

post. 1post. 2post.3post.4post.5post.6post.7

post. 8post.9post.10post.11post.12post.13pag.14

post.15post.16post.17 ...post.18 ...post.19 ...post.20 ...post.21

 

 

UN PASSO INDIETRO PER FARNE UNO AVANTI.

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Marzo 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 135
 

ULTIME VISITE AL BLOG

occhi_digattamauriziocamagnaQuartoProvvisoriotanmikprolocoserdianalascrivanaciaobettinamonellaccio19Alex74kVince198nahanteresinaurgeseexiettoROSSA.LUNA40olgy120
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
 

 

« Fuga dal coronavirusAudio book, e mangianastri »

Dietro le finestre del whuan

Post n°1692 pubblicato il 30 Gennaio 2020 da lascrivana

Deve essere triste e devastante vivere in Cina oggi.  Mentre leggevo la testimonianza di un giovane studente italiano, che attualmente si trova in Cina, non ho potuto fare a meno di proiettarmi mentalmente dietro la finestra del suo appartamento. Spiare le strade vuote frequentate da pochissimi passanti, frettolosi e rinchiusi in tute ermetiche.  L'unica massa che percorre quelle strade di Whuan, è il gelo della paura che avvolge case e negozi. 

Il terrore dei genitori sembra filtrare da sotto le finestre chiuse.  In punta di piedi faccio capolino nelle loro stanze: una bimba annoiata giocherella con una biro;la mamma ansiosa non riesce nemmeno a cucinare, e il papà invece cerca di divagare il pensiero facendosi un solitario. L'unico che sembra trarre beneficio dalla situazione è il nonno, che finalmente riesce a godere della compagnia della famiglia.  C'è un cane? Non ho idea. I cinesi tengono cani in casa? Credo di si. Immagino le loro case con nidi di serpenti e stagni di rane, acquari affollati da ogni razza di pesce.  Ma  no ! Questa non è la casa del cinese, è il ristorante al fianco! Triste e solitario il cuoco guarda la sua cucina ... nessuna richiesta oggi:  i pesci guizzano allegri e i serpenti danzano felici. 

C'è sempre un rovescio della medaglia: qualche giorno di riflessione per tutta la famiglia,e magari anche qualche giorno di vacanza. I cinesi sono instancabili!  Lavorano sempre. In questo momento sono sfiancati dal riposo forzato. Non possono viaggiare, e questo li mette in crisi! Sono confusi e irritati. Non comprendono il perché le autorità hanno chiuso le frontiere; per loro è ridicolo che ci sia tutto questo allarmismo!

Il caos genera dietro le porte chiuse delle stanze degli imprenditori. Dicono che l'unica a guadagnare valori sia la borsa dei vaccini.

Presto un regista prenderà spunto da questa situazione e ne farà un film.

Io ho iniziato la trama di qualche puntata.

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

INFO


Un blog di: lascrivana
Data di creazione: 19/09/2010