Aggiornamento in Diabetologia by Xagena

Newsletter Xagena

Aggiornamento in Medicina

Effetti renali e vascolari dell’inibizione di SGLT2 combinata con l’inibizione dell’enzima di conversione dell’angiotensina

Gli effetti cardiorenali dell’inibizione del cotrasportatore sodio-glucosio 2 [ SGLT2 ] ( Empagliflozin [ Jardiance ] 25 mg una volta al giorno ) in combinazione con l’inibizione dell’enzima di conversione dell’angiotensina [ Ace inibitori ] ( Ramipril [ Triatec ] 10 mg una volta al giorno ) sono stati valutati in uno studio meccanicistico in pazienti con diabete di tipo 1 con potenziale iperfiltrazione renale.

In tutto 30 pazienti su 31 randomizzati hanno completato uno studio crossover in doppio cieco, controllato con placebo.
Il reclutamento è stato interrotto precocemente a causa di una percentuale inaspettatamente bassa di pazienti con iperfiltrazione.

Le misurazioni sono state ottenute dopo ciascuna delle 6 fasi di trattamento in 19 settimane: basale senza trattamento, 4 settimane di run-in con il solo trattamento con Ramipril, 4 settimane di trattamento combinato con Empagliflozin – Ramipril, washout di 4 settimane, trattamento combinato placebo – Ramipril di 4 settimane e follow-up di 1 settimana.

L’endpoint primario era la velocità di filtrazione glomerulare ( GFR ) dopo il trattamento di associazione con Empagliflozin – Ramipril rispetto a placebo – Ramipril.

GFR è stato corretto per il trattamento con Ramipril da solo prima della randomizzazione.
Alla fine della fase di studio, sono stati misurati i seguenti esiti con euglicemia bloccata ( da 4 a 6 mmol/l ): clearance di inulina ( GFR ) e di acido para-aminoippurico ( flusso plasmatico renale efficace ), gestione del sodio tubulare, pressione sanguigna ambulatoriale, rigidità arteriosa, variabilità della frequenza cardiaca, monitoraggio non-invasivo della gittata cardiaca, biochimica del plasma e delle urine, marcatori del sistema renina-angiotensina-aldosterone e stress ossidativo.

Il trattamento di associazione con Empagliflozin – Ramipril ha determinato un valore GFR inferiore di 8 ml/min/1.73 m2 rispetto al trattamento con placebo – Ramipril ( P=0.0061 ) senza modifiche significative al flusso plasmatico renale efficace.

La diminuzione di GFR è stata accompagnata da un tasso di riassorbimento di liquidi prossimale assoluto inferiore di 21.3 ml/min ( P=0.0092 ), un tasso di riassorbimento di sodio prossimale assoluto inferiore di 3.1 mmol/min ( P=0.0056 ), rispetto al trattamento di associazione placebo – Ramipril.

Il trattamento combinato con inibitore SGLT2 / inibitore Ace ha prodotto effetti additivi di riduzione della pressione arteriosa ( pressione sistolica clinica inferiore di 4 mm Hg, P=0.0112; pressione sanguigna diastolica inferiore di 3 mm Hg, P=0.0032 ) in combinazione con una resistenza periferica totale inferiore di 94.5 dine x sesso/cm5 ( P=0.0368 ).

Non sono state osservate variazioni significative della pressione sanguigna ambulatoriale, rigidità arteriosa, variabilità della frequenza cardiaca o gittata cardiaca con l’aggiunta di Empagliflozin.

L’aggiunta del trattamento con l’inibitore SGLT2 all’inibitore Ace ha comportato un calo del GFR previsto, la soppressione dei marcatori dello stress ossidativo, cali aggiuntivi della pressione sanguigna e resistenza periferica totale.

Questi cambiamenti sono coerenti con un profilo fisiologico protettivo caratterizzato dall’abbassamento della pressione intraglomerulare e dal relativo rischio cardiorenale quando si aggiunge un inibitore SGLT2 alla terapia conservativa. ( Xagena2022 )

Lytvyn Y et al, Circulation 2022; 146: 450-462

Aggiornamento in Diabetologia by Xagena

Durabilità dell’Insulina degludec più Liraglutide rispetto all’Insulina glargine U100 come terapia iniettabile iniziale nel diabete di tipo 2: studio DUAL VIII

La durata del controllo glicemico potrebbe ridurre il carico della malattia e migliorare gli esiti a lungo termine. DUAL VIII ha studiato la durabilità dell’Insulina degludec più Liraglutide ( IDegL …


 

Efficacia e sicurezza di Semaglutide orale con aggiustamento della dose flessibile rispetto a Sitagliptin nel diabete di tipo 2: studio PIONEER 7

Semaglutide orale ( Rybelsus ) è la prima formulazione orale di un agonista del recettore del peptide-1 glucagone-like ( GLP-1 ) sviluppato per il trattamento del diabete di tipo 2. Sono state con …


 

Trattamento aggiuntivo di Liraglutide nei pazienti con diabete di tipo 2 persistente o ricorrente dopo chirurgia metabolica: studio GRAVITAS

Molti pazienti con diabete di tipo 2 non ottengono una remissione prolungata del diabete dopo un intervento chirurgico metabolico ( bariatrico ) per il trattamento dell’obesità. Liraglutide ( Victoz …


 

Semaglutide orale ed esiti cardiovascolari nei pazienti con diabete di tipo 2

È importante stabilire la sicurezza cardiovascolare delle nuove terapie per il diabete mellito di tipo 2. Sono disponibili dati di sicurezza per la forma sottocutanea dell’agonista del recettore del p …


 

Diabete di tipo 2: efficacia, sicurezza e tollerabilità di Semaglutide orale aggiunta all’Insulina con o senza Metformina: studio PIONEER 8

L’obiettivo dello studio era studiare l’efficacia, la sicurezza e la tollerabilità della Semaglutide orale ( Rybelsus ) aggiunta all’Insulina con o senza Metformina. I pazienti con diabete mellito …


 

Canagliflozin ed esiti renali nel diabete di tipo 2 e nefropatia

Il diabete mellito di tipo 2 è la principale causa di insufficienza renale in tutto il mondo, ma sono disponibili pochi trattamenti efficaci a lungo termine. Negli studi cardiovascolari sugli inibit …


 

Un anticorpo anti-CD3, Teplizumab, in parenti a rischio di diabete di tipo 1

Il diabete di tipo 1 è una malattia autoimmune cronica che porta alla distruzione delle cellule beta che producono insulina e alla dipendenza dall’insulina esogena per la sopravvivenza. Alcuni inter …


 

Liraglutide in bambini e adolescenti con diabete di tipo 2

La Metformina è il trattamento di scelta approvato per la maggior parte dei giovani con diabete mellito di tipo 2 nelle prime fasi della malattia. Tuttavia, è stata osservata una perdita precoce del …


 

Liraglutide e rischio di eventi cardiovascolari maggiori

Evidenze da studi hanno dimostrato che l’agonista del recettore di GLP-1, Liraglutide ( Victoza ) riduce significativamente il rischio di eventi cardiovascolari maggiori tra i pazienti con diabete di …


 

Atrasentan ed eventi renali nei pazienti con diabete di tipo 2 e malattia renale cronica: studio SONAR

Il trattamento a breve termine per le persone con diabete mellito di tipo 2 che utilizzano una bassa dose dell’antagonista selettivo del recettore dell’endotelina A, Atrasentan riduce l’albuminuria se …


 

Canagliflozin ed esiti renali nel diabete di tipo 2: risultati degli studi clinici del CANVAS Program

Nel Canagliflozin Cardiovascular Assessment Study ( CANVAS ) Program, Canagliflozin ( Invokana ) ha ridotto i tassi di eventi avversi cardiovascolari maggiori e i risultati hanno suggerito un benefici …


 

Dapagliflozin ed esiti cardiovascolari nel diabete di tipo 2

Il profilo di sicurezza cardiovascolare di Dapagliflozin ( Forxiga ), un inibitore selettivo del co-trasportatore sodio-glucosio di tipo 2 ( SGLT2 ) che promuove la glicosuria nei pazienti con diabete …


 

Trapianto di isole pancreatiche versus terapia insulinica nei pazienti con diabete di tipo 1 con grave ipoglicemia o glicemia scarsamente controllata dopo trapianto di rene

Il trapianto di isole pancreatiche è indicato per i pazienti con diabete mellito di tipo 1 con grave ipoglicemia o dopo trapianto di rene. È stato condotto uno studio randomizzato per valutare l’eff …


 

Efficacia dei tocotrienoli misti orali nella neuropatia diabetica periferica

La gestione della neuropatia diabetica periferica dolorosa rimane difficile. La maggior parte delle terapie fornisce sollievo sintomatico con vari gradi di efficacia. I tocotrienoli hanno effetti mo …


 

Dulaglutide versus Insulina glargine nei pazienti con diabete di tipo 2 e malattia renale cronica da moderata a grave: studio AWARD-7

Molti farmaci anti-iperglicemici, inclusa l’Insulina, vengono eliminati principalmente dai reni, limitando le opzioni di trattamento per i pazienti con malattia renale. Dulaglutide ( Trulicity ) è u …

Diabete mellito di tipo 2: esiti cardiovascolari e renali con Efpeglenatide

Newsletter Xagena

Aggiornamento in Medicina

Diabete mellito di tipo 2: esiti cardiovascolari e renali con Efpeglenatide 

È stato dimostrato che quattro agonisti del recettore di GLP-1 ( glucagon-like peptide 1 ) strutturalmente simili al GLP-1 umano riducono il rischio di eventi cardiovascolari avversi tra le persone con diabete di tipo 2.

L’effetto di un agonista del recettore GLP-1 a base di exendina, Efpeglenatide, sugli esiti cardiovascolari e renali nei pazienti con diabete di tipo 2 che sono anche ad alto rischio di eventi cardiovascolari avversi è incerto.

In uno studio randomizzato, controllato con placebo condotto in 344 centri in 28 Paesi, è stato valutato l’Efpeglenatide nei partecipanti con diabete mellito di tipo 2 e una storia di malattia cardiovascolare o malattia renale in corso ( definita come una velocità di filtrazione glomerulare stimata [ eGFR ] da 25.0 a 59.9 ml per minuto per 1.73 m2 di superficie corporea ) più almeno un altro fattore di rischio cardiovascolare.
I partecipanti sono stati assegnati in modo casuale a ricevere iniezioni sottocutanee settimanali di Efpeglenatide alla dose di 4 o 6 mg oppure placebo.

CONTINUA SU DIABETOLOGIA.NET LINK: https://diabetologia.net/articolo/esiti-cardiovascolari-e-renali-con-efpeglenatide-nel-diabete-di-tipo-2

 Diabetologia.net

Diabetologia.net

https://www.diabetologia.net
Diabetologia, le Novità in Diabetologia. Diabetologia.net fornisce informazioni e aggiornamenti sul Diabete e sulle complicanze associate alla Malattia …

Diabetologia News

Esiti a lungo termine dei pazienti anziani con diabete dopo …

Ozempic

Semaglutide ( Ozempic ) è un nuovo analogo di GLP-1 …

Farmaci

Effetti di Dapagliflozin su sviluppo e progressione della malattia …

Diabete mellito

Empagliflozin ed esiti clinici nei pazienti con diabete mellito di …

Insulina

Dulaglutide versus Insulina glargine nei pazienti con …

Fruttosamina e albumina …

Fruttosamina e albumina glicata per la previsione del rischio di …

Links Diabetologia

Diabetologia.net fornisce informazioni e aggiornamenti …

Canagliflozin ed eventi …

Canagliflozin ed eventi cardiovascolari e renali nel …

Infarto miocardico

Risultati ricerca per “Infarto miocardico”. Liraglutide e …

Effetti della terapia aggiuntiva …

Effetti della terapia aggiuntiva con Spironolattone sulla proteinuria …

Diabete mellito di tipo 2 in età giovanile e complicanze a lungo termine

 

Diabetologia – Diabete & Nefropatia: effetti di Canagliflozin sulla potassiemia

CONTINUA: https://www.diabetologia.net/articolo/effetti-di-canagliflozin-sul-potassio-sierico-nelle-persone-con-diabete-di-tipo-2-e-malattia-renale-cronica-lo-studio-credence

 

Diabetologia.net

Diabetologia News

https://www.diabetologia.net
Diabetologia, le Novità in DiabetologiaDiabetologia.net fornisce informazioni e aggiornamenti sul Diabete e sulle complicanze associate alla Malattia …

Farmaci

Diabetologia, le Novità in Diabetologia. Diabetologia.net …

Diabete mellito

Diabetologia, le Novità in Diabetologia. Diabetologia.net …

Ozempic

Diabetologia, le Novità in Diabetologia. Diabetologia.net …

Acarbosio

Effetti dell’Acarbosio sugli esiti cardiovascolari e del diabete in …

2 – Diabetologia.net

Diabetologia, le Novità in Diabetologia. Diabetologia.net …

More links Diabetologia

Diabetologia, le Novità in Diabetologia. Diabetologia.net …

Bydureon

Effetti di Exenatide una volta a settimana sugli esiti …

 

Diabetologia: Novità ed Aggiornamenti sul Diabete mellito da Xagena.it

Diabetologia:aggiornamenti e novità terapeutiche da Xagena

Newsletter Xagena

Aggiornamento in Medicina

Canagliflozin riduce i principali eventi cardiovascolari e l’insufficienza renale nei pazienti con diabete mellito di tipo 2 e malattia renale cronica

I risultati di una nuova analisi di sottogruppi dello studio di fase 3, CREDENCE, hanno mostrato che Canagliflozin ( Invokana ) riduce significativamente il rischio di eventi cardiovascolari maggiori …


L’Insulina basale, le sulfoniluree aumentano il rischio cardiovascolare nel diabete di tipo 2

Uno studio real-world ha mostrato che l’uso di Insulina basale o delle sulfoniluree come trattamento di seconda linea negli adulti con diabete mellito di tipo 2 è associato a un aumento del rischio ca …

XagenaNewsletter


Semaglutide migliora il rischio cardiovascolare nei pazienti con diabete mellito di tipo 2

La Semaglutide, un agonista del recettore GLP-1 riduce in modo significativo il rischio di morte cardiovascolare, infarto miocardico non-fatale o ictus non-fatale negli adulti con diabete mellito di t …


Empagliflozin riduce il rischio di nefropatia nei pazienti con diabete mellito di tipo 2 e accertata malattia cardiovascolare

Nuovi dati hanno mostrato che Empagliflozin ( Jardiance ) riduce il rischio di insorgenza o peggioramento della nefropatia del 39% rispetto a placebo, quando aggiunto allo standard di cura, nelle pers …


FDA: impiego della Metformina, un farmaco antidiabetico, nei pazienti con lieve riduzione della funzione renale e in alcuni casi di insufficienza renale moderata

L’FDA ( Food and Drug Administration ) ha richiesto cambiamenti nella scheda tecnica dei farmaci contenenti Metformina per il diabete mellito di tipo 2 per espandere l’uso della Metformina in alcuni p …

A Focus on CV


Diabete di tipo 2: la riduzione del rischio di ricovero per insufficienza cardiaca o mortalità cardiovascolare con Empagliflozin interessa pazienti sia con insufficienza cardiaca sia senza

Nuovi risultati di una sottoanalisi dello studio EMPA-REG OUTCOME, hanno mostrato come, in pazienti con diabete mellito di tipo 2 ad alto rischio di eventi cardiovascolari, la riduzione del rischio di …


Diabete mellito di tipo 2 – Inibitori SGLT2: i benefici sono superiori al rischio di chetoacidosi diabetica

Gli inibitori SGLT2 ( cotrasportatore di sodio-glucosio di tipo 2 ) dovrebbero continuare ad essere assunti dai pazienti con diabete mellito, in linea con le attuali raccomandazioni dell’American Asso …

Diabetologia:aggiornamenti ed informazioni sulle novità terapeutiche by Xagena

Diabetologia

Xagena Mappa

https://network.xagena.it/mappa/

Newsletter Xagena

Aggiornamento in Medicina

Inibitori di SGLT2 per la prevenzione primaria e secondaria degli esiti cardiovascolari e renali nel diabete di tipo 2

Non è definita l’entità dell’effetto degli inibitori del cotrasportatore sodio-glucosio ( SGLT2 ) su specifici esiti cardiovascolari e renali e non è chiaro se l’eterogeneità sia basata su caratterist …


Associazione tra chirurgia bariatrica ed esiti di malattia macrovascolare nei pazienti con diabete mellito di tipo 2 e grave obesità

La malattia macrovascolare è una delle principali cause di morbilità e mortalità per i pazienti con diabete di tipo 2; la gestione medica, compresi i cambiamenti dello stile di vita, può non avere suc …

Xagena Salute


Malattia polivascolare, diabete di tipo 2 e rischio vascolare a lungo termine: analisi secondaria dello studio IMPROVE-IT

La malattia polivascolare e il diabete mellito di tipo 2 sono associati a un aumento del rischio cardiovascolare, ma non è noto se questi rischi siano additivi. In una analisi esplorativa dello stud …


Impatto del diabete di tipo 1 sul rischio materno a lungo termine di ospedalizzazione e mortalità: studio EPICOM

Sono stati esaminati i tassi di mortalità e morbilità a lungo termine nelle madri con diabete mellito di tipo 1, sia nel complesso sia in base al livello di albuminuria prima della gravidanza, la pres …

Gastrobase.it


Diabete mellito di tipo 2: basso rischio di amputazione degli arti inferiori con gli inibitori di SGLT-2

I nuovi utilizzatori di inibitori SGLT-2 ( co-trasportatore di sodio-glucosio di tipo 2 ) possono essere più soggetti ad amputazione degli arti inferiori rispetto agli utilizzatori di altri trattamen …

Diabetologia:aggiornamenti ed informazioni sulle novità terapeutiche by Xagena

Diabetologia

Xagena Mappa

https://network.xagena.it/mappa/

Newsletter Xagena

Aggiornamento in Medicina

Malattia polivascolare, diabete di tipo 2 e rischio vascolare a lungo termine: analisi secondaria dello studio IMPROVE-IT

La malattia polivascolare e il diabete mellito di tipo 2 sono associati a un aumento del rischio cardiovascolare, ma non è noto se questi rischi siano additivi. In una analisi esplorativa dello stud …


Impatto del diabete di tipo 1 sul rischio materno a lungo termine di ospedalizzazione e mortalità: studio EPICOM

Sono stati esaminati i tassi di mortalità e morbilità a lungo termine nelle madri con diabete mellito di tipo 1, sia nel complesso sia in base al livello di albuminuria prima della gravidanza, la pres …

XagenaNewsletter


Diabete mellito di tipo 2: basso rischio di amputazione degli arti inferiori con gli inibitori di SGLT-2

I nuovi utilizzatori di inibitori SGLT-2 ( co-trasportatore di sodio-glucosio di tipo 2 ) possono essere più soggetti ad amputazione degli arti inferiori rispetto agli utilizzatori di altri trattamen …


Relazione prognostica tra gravità del diabete mellito con o senza malattia renale cronica e rischio cardiovascolare dopo intervento coronarico percutaneo

La presenza di diabete mellito o malattia renale cronica è associata a una prognosi peggiore dopo intervento coronarico percutaneo ( PCI ). È anche noto che gli esiti nei pazienti trattati con Insuli …

A Focus on CV

Associazione tra controllo glicemico e ridotto rischio per malattia dei grandi vasi dopo più di 50 anni di diabete di tipo 1

Precedentemente è stato dimostrato, in individui con diabete di tipo 1 ( T1D ) da 50 o più anni, che il controllo glicemico non-è-correlato a complicanze diabetiche, ad eccezione delle malattie cardio …

Diabetologia:Aggiornamenti ed informazioni sulle novità terapeutiche by Xagena

Diabetologia

Xagena Mappa

https://network.xagena.it/mappa/

Newsletter Xagena

Aggiornamento in Medicina

Controllo glicemico giorno e notte con pancreas bionico rispetto a terapia convenzionale con microinfusore nei preadolescenti con diabete mellito di tipo 1

La sicurezza e l’efficacia della gestione glicemica automatizzata, continua, per più giorni, non sono state testate in studi su preadolescenti con diabete mellito di tipo 1. E’ stata confrontata la …


I biomarcatori cardiaci sono prognostici nei pazienti con diabete mellito di tipo 2 ad alto rischio cardiovascolare

I biomarcatori cardiaci forniscono informazioni sui processi fisiopatologici e offrono una strategia interessante per la valutazione del rischio cardiovascolare. È stato valutato il valore prognosti …

MedFocusMediexplorer.it


Intervento coronarico percutaneo nei pazienti con diabete mellito trattato o meno con Insulina

Studi precedenti hanno dimostrato che i pazienti con diabete mellito trattato con Insulina hanno un rischio più elevato di eventi cardiovascolari. Tuttavia, questo risultato è controverso, dato che al …


Pazienti con diabete mellito di tipo 2: Sitagliptin e ricovero ospedaliero per insufficienza cardiaca

Precedenti studi hanno suggerito che l’uso di inibitori della dipeptidil peptidasi 4 ( DPP4 ) potrebbe aumentare il rischio di insufficienza cardiaca nel diabete mellito di tipo 2. L’inibitore DPP4 …

Medical Meeting


Farmaci a base di incretine e scompenso cardiaco

Si teme che i farmaci antidiabetici a base di incretine, tra cui gli inibitori della dipeptidil-peptidasi 4 ( DPP-4 ) e gli analoghi del peptide 1 glucagone-simile ( GLP-1 ), possono aumentare il risc …


L’aumento delle concentrazioni plasmatiche del frammento medio-regionale del peptide natriuretico proatriale è associato al rischio di disfunzione cardiorenale nel diabete di tipo 1

Sono state esaminate le possibili associazioni tra frammento medio-regionale del peptide natriuretico proatriale ( MR-proANP ) e le complicanze del diabete mellito al basale e rischio di mortalità e m …

Biomedicina.itFarmaExplorer


Avvertenza dell’FDA: rischio di infezioni con gli inibitori SGLT2, farmaci antidiabetici

L’Agenzia regolatoria degli Stati Uniti, FDA ( Food and Drug Administration ) ha inserito un’ulteriore avvertenza nella scheda tecnica dei farmaci per il diabete di tipo 2 a base di inibitori del co-t …

1 2