Aggiornamento in Diabetologia by Xagena

Newsletter Xagena

Aggiornamento in Medicina

Terapia con pompa insulinica precoce versus tardiva nei bambini con diabete di tipo 1 di nuova diagnosi

Sebbene la terapia di infusione continua di Insulina sottocutanea ( ossia, la terapia con pompa di Insulina o microinfusore ) sia associata a un migliore controllo metabolico rispetto alle iniezioni multiple giornaliere di Insulina nei bambini con diabete mellito di tipo 1, non è chiaro quando sia meglio iniziarla dopo la diagnosi.
In uno studio, sono stati confrontati i risultati tra l’inizio precoce e tardivo della terapia con microinfusore in giovani pazienti con diabete di tipo 1.
L’attuale studio si è basato sui dati del Registro di follow-up multicentrico e prospettico del diabete ( Diabetes-Patienten-Verlaufsdokumentation, DPV ).
Il Registro DPV raccoglie i dati di 501 centri per il diabete in Germania, Austria, Svizzera e Lussemburgo.
Sono stati inclusi pazienti con diagnosi di diabete di tipo 1 tra il 2004 e il 2014, di età compresa tra 6 mesi e 15 anni al momento della diagnosi, che avevano iniziato la terapia con microinfusore entro i primi 6 mesi ( gruppo di trattamento precoce ) o dal secondo al terzo anno ( gruppo di trattamento tardivo ) dopo la diagnosi di diabete e che sono stati trattati con terapia con microinfusore per almeno 1 anno.
I parametri di esito includevano l’emoglobina glicata ( HbA1c ), il profilo di rischio cardiovascolare e i tassi di complicanze acute e di ricoveri ospedalieri associati al diabete ( ospedalizzazione ) durante l’anno di trattamento documentato più recente con la terapia con microinfusore.
I modelli statistici sono stati aggiustati per l’età alla diagnosi del diabete, l’anno della diagnosi, il sesso, il background di immigrazione, l’uso del monitoraggio continuo della glicemia, la dimensione del centro e i terzili del German Index of Socioeconomic Deprivation 2012.
Il campione di studio ha compreso 8.332 pazienti provenienti da 311 centri per il diabete in Germania, Austria, Svizzera e Lussemburgo.
Il gruppo di trattamento precoce consisteva di 4.004 su 8.332 pazienti ( 48.1% ) e il gruppo di trattamento tardivo era costituito da 4.328 pazienti ( 51.9% ).
La durata mediana del diabete durante il follow-up è stata di 6.7 anni ( IQR 5.1-8.7 nel gruppo precoce; 5.0-8.7 nel gruppo tardivo ) in entrambi i gruppi.
I pazienti con inizio precoce della terapia con microinfusore rispetto a quelli con inizio tardivo della terapia con microinfusore hanno avuto valori medi stimati di HbA1c significativamente più bassi ( 7.9% e 62.6 mmol/mol vs 8.0% e 64.1 mmol/mol; P=0.0006 ) e tassi più bassi di coma ipoglicemico ( risk ratio di incidenza 0.44; P=0.0064 ) e ospedalizzazione ( 0.86; P=0.0016 ).
È stato osservato un profilo di rischio cardiovascolare migliore nei pazienti con inizio precoce della terapia con microinfusore rispetto a quelli con inizio tardivo: una pressione arteriosa sistolica media stimata di 117.6 mm Hg rispetto a 118.5 mm Hg, P=0.0007; e colesterolo HDL di 62.8 mg/dl rispetto a 60.6 mg/dl, P minore di 0.0001.
Tuttavia, pressione sanguigna diastolica, concentrazioni di colesterolo LDL, colesterolo non-HDL e trigliceridi, e i punteggi stimati della deviazione standard dell’indice di massa corporea ( BMI ) durante il follow-up non sono variati significativamente tra i due gruppi.
I risultati hanno fornito prove di migliori esiti clinici associati all’inizio precoce della terapia con microinfusore di Insulina nei bambini con diabete mellito di tipo 1. ( Xagena2021 )
Kamrath C et al, Lancet Child & Adolescent Health 2021; 5: 17-25

Aggiornamento in Diabetologia: Diabete mellito di tipo 1

Newsletter Xagena

Aggiornamento in Medicina

Diabete di tipo 1 di nuova diagnosi in pazienti pediatrici: terapia con pompa insulinica tardiva versus precoce

Sebbene la terapia di infusione continua di Insulina sottocutanea ( ossia, la terapia con pompa di Insulina o microinfusore ) sia associata a un migliore controllo metabolico rispetto alle iniezioni multiple giornaliere di Insulina nei bambini con diabete mellito di tipo 1, non è chiaro quando sia meglio iniziarla dopo la diagnosi.
In uno studio, sono stati confrontati i risultati tra l’inizio precoce e tardivo della terapia con microinfusore in giovani pazienti con diabete di tipo 1.
L’attuale studio si è basato sui dati del Registro di follow-up multicentrico e prospettico del diabete ( Diabetes-Patienten-Verlaufsdokumentation, DPV ).
Il Registro DPV raccoglie i dati di 501 centri ….

LINK A DIABETOLOGIA.NET – LINK: https://www.diabetologia.net/articolo/terapia-con-pompa-insulinica-precoce-versus-tardiva-nei-bambini-con-diabete-di-tipo-1-di-nuova-diagnosi

 

Diabetologia.net

Diabetologia News

https://www.diabetologia.net
Diabetologia, le Novità in DiabetologiaDiabetologia.net fornisce informazioni e aggiornamenti sul Diabete e sulle complicanze associate alla Malattia …

2 – Diabetologia.net

Negli studi multicentrici, il controllo glicemico stretto che mirava a …

Albiglutide

Albiglutide ( Eperzan ) è un agonista del recettore del GLP …

Diabetologia Farmaci

L’iperkaliemia è una complicanza comune del diabete mellito di …

Aleglitazar

Newsletter Xagena · Risultati ricerca per “Aleglitazar” · Studio …

Actos

La maggior parte dei pazienti con diabete mellito di tipo 2 inizia …

Bydureon

È necessario che i trattamenti contro il diabete siano …

Ozempic

I pazienti con diabete mellito di tipo 2 hanno un alto rischio di …

Insulina

La durata del controllo glicemico potrebbe ridurre il carico della …

More links Diabetologia

Il Network Xagena utilizza i cookies per offrirti un …

 

Aggiornamento in Diabetologia: Efpeglenatide

Newsletter Xagena

Aggiornamento in Medicina

Diabete mellito di tipo 2: esiti cardiovascolari e renali con Efpeglenatide 

È stato dimostrato che quattro agonisti del recettore di GLP-1 ( glucagon-like peptide 1 ) strutturalmente simili al GLP-1 umano riducono il rischio di eventi cardiovascolari avversi tra le persone con diabete di tipo 2.
L’effetto di un agonista del recettore GLP-1 a base di exendina, Efpeglenatide, sugli esiti cardiovascolari e renali nei pazienti con diabete di tipo 2 che sono anche ad alto rischio di eventi cardiovascolari avversi è incerto.
In uno studio randomizzato, controllato con placebo condotto in 344 centri in 28 Paesi, è stato valutato l’Efpeglenatide nei partecipanti con diabete mellito di tipo 2 e una storia di malattia cardiovascolare o malattia renale in corso ( definita come una velocità di filtrazione glomerulare stimata [ eGFR ] da 25.0 a 59.9 ml per minuto per 1.73 m2 di superficie corporea ) ….

CONTINUA SU DIABETOLOGIA.NET – LINK: https://diabetologia.net/articolo/esiti-cardiovascolari-e-renali-con-efpeglenatide-nel-diabete-di-tipo-2

 

Diabetologia.net

Diabetologia News

https://www.diabetologia.net
Diabetologia, le Novità in DiabetologiaDiabetologia.net fornisce informazioni e aggiornamenti sul Diabete e sulle complicanze associate alla Malattia …

2 – Diabetologia.net

Negli studi multicentrici, il controllo glicemico stretto che mirava a …

Albiglutide

Albiglutide ( Eperzan ) è un agonista del recettore del GLP …

Diabetologia Farmaci

L’iperkaliemia è una complicanza comune del diabete mellito di …

Aleglitazar

Newsletter Xagena · Risultati ricerca per “Aleglitazar” · Studio …

Actos

La maggior parte dei pazienti con diabete mellito di tipo 2 inizia …

Bydureon

È necessario che i trattamenti contro il diabete siano …

Ozempic

I pazienti con diabete mellito di tipo 2 hanno un alto rischio di …

Insulina

La durata del controllo glicemico potrebbe ridurre il carico della …

More links Diabetologia

Il Network Xagena utilizza i cookies per offrirti un …

Diabetologia News: Aggiornamenti e Novità in Medicina da Xagena

Diabetologia: Aggiornamenti ed Informazioni sulle Novità terapeutiche by Xagena

Diabetologia.net

Diabetologia

Xagena Mappa

https://network.xagena.it/mappa/

Newsletter Xagena

Aggiornamento in Medicina

DiabeteMellito.net | Diabetologia.net

Fattori clinici che predicono la remissione del diabete dopo diverse procedure di chirurgia bariatrica

Gli obiettivi dello studio sono stati quelli di indagare la perdita di peso e i parametri di controllo glicemico dopo diverse procedure di chirurgia bariatrica nei pazienti obesi con diabete mellito d …


 

Pazienti con diabete mellito di tipo 2 di nuova diagnosi: prevalenza di neuropatia autonomica cardiovascolare

La neuropatia autonomica diabetica cardiovascolare è una grave complicanza del diabete. Non ci sono dati attendibili sulla prevalenza di neuropatia autonomica cardiovascolare ( CAN ) tra i pazienti …

A Focus on CV


 

Associazione tra 7 anni di trattamento intensivo per diabete mellito di tipo 1 e mortalità a lungo termine

Non è stato stabilito se la mortalità nel diabete mellito di tipo 1 sia influenzata dalla terapia intensiva per la glicemia. Si è determinato se la mortalità differisse tra i gruppi di trattamento i …


 

Terapia intensiva del diabete e chirurgia oculare nel diabete mellito di tipo 1

Lo studio DCCT ( Diabetes Control and Complications Trial ) ha mostrato un effetto benefico del controllo glicemico intensivo di 6.5 anni sulla retinopatia nei pazienti con diabete mellito di tipo 1. …

Medical Meeting


 

Sopravvivenza tra i pazienti con cancro del pancreas e insorgenza del diabete mellito da lunga data o recente

Il diabete mellito da lunga data è un fattore di rischio per il cancro al pancreas, e il diabete di recente insorgenza diversi anni prima della diagnosi è una conseguenza della malignità pancreatica s …


 

Terapia con incretine e rischio di ricovero in ospedale per pancreatite acuta in pazienti con diabete mellito di tipo 2

Precedenti studi hanno dato risultati contrastanti circa l’associazione tra le terapie con incretine e la pancreatite acuta. È stata confrontata la presenza di pancreatite acuta in una popolazione d …

Xapedia.itFarmaExplorer


 

Fruttosamina e albumina glicata per la previsione del rischio di diabete e di complicanze microvascolari

L’emoglobina glicosilata ( HbA1c ) è la misura standard con cui monitorare ( 2-3 mesi ) il controllo del glucosio a lungo termine nelle persone con diabete mellito ed è ora utilizzato per la diagnosi …

Diabetologia: Aggiornamenti e Novità terapeutiche by Xagena

Aggiornamenti, informazioni e notizie sulla Diabetologia ( Diabete mellito )

DiabeteMellito.net | Diabetologia.net |

Avvertenza dell’FDA: rischio di infezioni con gli inibitori SGLT2, farmaci antidiabetici

L’Agenzia regolatoria degli Stati Uniti, FDA ( Food and Drug Administration ) ha inserito un’ulteriore avvertenza nella scheda tecnica dei farmaci per il diabete di tipo 2 a base di inibitori del co-t …

L’aumento delle concentrazioni plasmatiche del frammento medio-regionale del peptide natriuretico proatriale è associato al rischio di disfunzione cardiorenale nel diabete di tipo 1

Sono state esaminate le possibili associazioni tra frammento medio-regionale del peptide natriuretico proatriale ( MR-proANP ) e le complicanze del diabete mellito al basale e rischio di mortalità e m …

Xapedia.itMediexplorer.it

Pazienti con diabete mellito di tipo 2: Sitagliptin e ricovero ospedaliero per insufficienza cardiaca

Precedenti studi hanno suggerito che l’uso di inibitori della dipeptidil peptidasi 4 ( DPP4 ) potrebbe aumentare il rischio di insufficienza cardiaca nel diabete mellito di tipo 2. L’inibitore DPP4 …

I biomarcatori cardiaci sono prognostici nei pazienti con diabete mellito di tipo 2 ad alto rischio cardiovascolare

I biomarcatori cardiaci forniscono informazioni sui processi fisiopatologici e offrono una strategia interessante per la valutazione del rischio cardiovascolare. È stato valutato il valore prognosti …

Immunoterapia OncologicaBiomedicina.it

Controllo glicemico giorno e notte con pancreas bionico rispetto a terapia convenzionale con microinfusore nei preadolescenti con diabete mellito di tipo 1

La sicurezza e l’efficacia della gestione glicemica automatizzata, continua, per più giorni, non sono state testate in studi su preadolescenti con diabete mellito di tipo 1. E’ stata confrontata la …

Rischio di sviluppare alterato metabolismo del glucosio ed eventuale progressione da prediabete a diabete di tipo 2

I dati sono scarsi per il rischio di sviluppare un alterato metabolismo del glucosio, tra cui il pre-diabete, così come lo sono i dati per il rischio di eventuale progressione da prediabete a diabete …

A Focus on CV

Terapia con incretine e rischio di ricovero in ospedale per pancreatite acuta in pazienti con diabete mellito di tipo 2

Precedenti studi hanno dato risultati contrastanti circa l’associazione tra le terapie con incretine e la pancreatite acuta. È stata confrontata la presenza di pancreatite acuta in una popolazione d …