Creato da ossimora il 20/10/2004
Juliet Berto: "Bisogna tenere a mente il colore della propria ferita per farlo risplendere al sole"

vignetta del giorno

 

Area personale

 

antonia nella notte

 

blog in inglese

immagine

IL MIO BLOG

IN INGLESE

(più o meno...)

 

Tag

 

Ultime visite al Blog

lusimia2005spagetiansa007archetyponFajrgratiasalavidacostanzatorrelli46Rosecestlaviempt2003merizeta21laboratorioatheneojeanlouis_delislestudiodentisticoestepsico_crazia
 

Ultimi commenti

comprendo che tu sia addolorata, ma in ogni caso il tuo...
Inviato da: Luxxil
il 06/02/2017 alle 18:32
 
MANCHI.
Inviato da: Roberta_dgl8
il 11/01/2017 alle 13:52
 
non commento leggo e comprendo
Inviato da: angiolhgt
il 14/12/2016 alle 23:28
 
le Favole al telefono, qualcuna era infilata nel libro di...
Inviato da: several1
il 06/10/2016 alle 17:29
 
Hai ragione , proprio così, ancora non mi capacito di cosa...
Inviato da: ossimora
il 30/09/2016 alle 20:02
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 313
 

ICONE

 

 

 

 

 

          

          

 

 

 

kill your television

                     

 

 

 

 
 
     Blog counter

    Registra il tuo sito nei motori di ricerca

     Blog Directory

Migliori Siti

 

 

 

     Libertarian Political Blogs Blogs - BlogCatalog Blog Directory

 

Messaggi di Maggio 2015

Lolli

Post n°2043 pubblicato il 24 Maggio 2015 da ossimora
 

 

Oggi va così...un pò di nostalgia , un pò di utopia ; domenica grigiosa , qualche lettura , voglia immarcescibile di ribaltare tutto!

 

Vecchia piccola borghesia per piccina che tu sia
non so dire se fai più rabbia, pena, schifo o malinconia. 


Sei contenta se un ladro muore o se si arresta una puttana 
se la parrocchia del Sacro Cuore acquista una nuova campana. 
Sei soddisfatta dei danni altrui ti tieni stretta i denari tuoi 
assillata dal gran tormento che un giorno se li riprenda il vento. 
E la domenica vestita a festa con i capi famiglia in testa 
ti raduni nelle tue Chiese in ogni città, in ogni paese. 
Presti ascolto all'omelia rinunciando all'osteria 
così grigia così per bene, ti porti a spasso le tue catene. 

Vecchia piccola borghesia per piccina che tu sia
io non so dire se fai più rabbia, pena, schifo o malinconia. 

Godi quando gli anormali son trattati da criminali 
chiuderesti in un manicomio tutti gli zingari e gli intellettuali. 
Ami ordine e disciplina, adori la tua Polizia 
tranne quando deve indagare su di un bilancio fallimentare. 
Sai rubare con discrezione meschinità e moderazione 
alterando bilanci e conti fatture e bolle di commissione. 
Sai mentire con cortesia con cinismo e vigliaccheria 
hai fatto dell'ipocrisia la tua formula di poesia. 

Vecchia piccola borghesia per piccina che tu sia
io non so dire se fai più rabbia, pena, schifo o malinconia. 

Non sopporti chi fa l'amore più di una volta alla settimana 
chi lo fa per più di due ore o chi lo fa in maniera strana. 
Di disgrazie puoi averne tante, per esempio una figlia artista 
oppure un figlio non commerciante, o peggio ancora uno comunista ... ex 
Sempre pronta a spettegolare in nome del civile rispetto 
sempre fissa lì a scrutare un orizzonte che si ferma al tetto. 
Sempre pronta a pestar le mani a chi arranca dentro a una fossa 
e sempre pronta a leccar le ossa al più ricco ed ai suoi cani. 

Vecchia piccola borghesia, vecchia gente di casa mia 
per piccina che tu sia il vento un giorno, forse, ti spazzerà via.



 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Campagna Unesco

Post n°2042 pubblicato il 18 Maggio 2015 da ossimora
 

*** Grazie a  Cecilia per questo post 

 

L'UNESCO ha lanciato una campagna mondiale di sensibilizzazione e denuncia sulla distruzione del patrimonio culturale del pianeta, il cui focus è naturalmente la distruzione sistematica e velleitaria operata dall'Isis.

Si chiama #Unite4Heritage(cioè: uniti in difesa dell'eredità culturale.

Il simbolo #, l'hashtag, ha ormai una ben chiara intenzione, su internet, di identificare un argomento specifico, per etichettarlo e tracciarlo attarverso tutti i canali sui quali se ne parli.)

Vi consiglio di andare alla HOMEPAGE della campagna, dove appaiono delle foto molto simboliche e belle dei luoghi a rischio e dei loro tesori.Inserisco qui qualcosa che mi ha molto colpita, un'immagine della adesione alla campagna che viene da Firenze: la statua della Primavera, sul Ponte Santa Trinita, ammantata di nero.

E la GALLERIA FOTOGRAFICA su Repubblica dello splendido sito archeologico di Palmira, in Siria, minacciato proprio in queste ore dall'assedio dell'Isis.


Capisco, capiamo tutti, che le minacce al genere umano sono molte e che l'uccisione di donne, bambini, uomini, è una tragedia con risvolti drammatici ed umanitari maggiori, ma se perdiamo il senso della storia, perderemo anche l'altra battaglia, perché pian piano anche l'essere umano e la nostra capacità di scandalizzarci per la sua sofferenza non avrà più nessun significato.Esistiamo e siamo in virtù di quello che siamo stati. Ci riconosciamo e ci identifichiamo su questo passato e sulla storia.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Roba da chiodi

Post n°2041 pubblicato il 10 Maggio 2015 da ossimora
 





Mi sembra che pur con le vicende a volte disgustose legate all’accoglienza dei migranti , come il rifiuto della regione Val D’Aosta di accogliere profughi (ovviamente mi associo a Gad Lerner nel dire che io mai e poi mai andrei in vacanza in un posto del genere!) e la difficoltà di uscire dalla paura e dal razzismo nel valutare i flussi migratori sulle coste italiane ,mai si sia definito “schiavismo” questa ondata di migrazione . 
Gli schiavi che venivano portati in catene , in condizioni inumane verso gli Stati Uniti non fuggivano dalla miseria totale e dalla devastazione delle guerre , erano costretti , imprigionati e coerciti per dare forza lavoro e braccia forti , venivano venduti e considerati merce di scambio . 

Adesso i nuovi dannati della terra scappano , da miseria totale , da siccità , da guerre , non hanno alternative e seppur la loro sia una scelta coatta , piena di sacrifici economici ed affettivi , certamente non si possono definire …schiavi.

 Questo fino a qualche giorno fa , quando il ministro dell’interno Alfano ha invitato i sindaci coinvolti negli sbarchi a …fare lavorare gratis i poveretti scappati a carestie , guerre , scafisti e mafiosi . 

Un uomo di grande statura umana e politica Angelino , sì sì .

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

stregoni

Post n°2040 pubblicato il 02 Maggio 2015 da ossimora
 




Ho visto nel mio navigare mattutino un video di Veronesi , l’oncologo  , il quale sostiene che è difficile fare ricerca in Italia in quanto le persone hanno una diffidenza,radicata,  verso la scienza , gli scienziati ed il metodo scientifico In  una parola,  sostiene lui :“ l’Italia è un paese  di madonne  che piangono”.

Un sacco di persone sono pronte a credere senza se e senza ma al primo “stregone” che si inventa una panzana che a chi  se ne sta chiuso in un laboratorio sottoponendo le eventuali scoperte alle prove ed ai necessari riscontri.

Di esempi se ne possono fare molti . Uno su tutti , quello dei vaccini .Da sempre si sa che i vaccini , basandosi sul metodo omeopatico , possono essere pericolosi dato che seppur in piccola parte ci ammalano.

Di pari passo con una giusta cautela verso le profilassi selvagge però l’Italia è stata richiamata dall’OMS perché ancora diversi bambini si ammalano di morbillo e rosolia congenite ed i vaccini non sono così diffusi come nel resto d’Europa .

Certamente la scarsa fiducia nella scienza e nel mondo scientifico da noi sono acuite da due fattori ; il primo è la pessima abitudine sempre più dilagante a credere ad un’informazione chiacchierona e scandalistica che fa scoop e produce come prodotto vulgate da bar .( Di prodotti "naturali "che fanno bene alla salute è pieno il parlottare , spesso si dimentica però che per avere i benefici conclamati da molti di loro ...se ne dovrebbe consumare quintali onde attivare  il principio attivo !)

Il secondo , certo più comprensibile , che siamo così abituati al sistema delle mazzette e del nepotismo che la diffidenza nei confronti delle case farmaceutiche e di coloro che fanno informazione di base sta entrando nel nostro modo di giudicare e scegliere .

Ed in questo caso la serietà delle istituzioni dovrebbe/ potrebbe  riprendersi spazio e credibilità.Non c'è altra via.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso