Creato da ossimora il 20/10/2004
Juliet Berto: "Bisogna tenere a mente il colore della propria ferita per farlo risplendere al sole"

vignetta del giorno

 

Area personale

 

antonia nella notte

 

blog in inglese

immagine

IL MIO BLOG

IN INGLESE

(più o meno...)

 

Tag

 

Ultime visite al Blog

spageticostanzatorrelli46Rosecestlaviearchetyponmpt2003merizeta21laboratorioatheneoFajrjeanlouis_delislestudiodentisticoestepsico_craziagratiasalavidabvbtendeRiccardoPennaEwideS
 

Ultimi commenti

comprendo che tu sia addolorata, ma in ogni caso il tuo...
Inviato da: Luxxil
il 06/02/2017 alle 18:32
 
MANCHI.
Inviato da: Roberta_dgl8
il 11/01/2017 alle 13:52
 
non commento leggo e comprendo
Inviato da: angiolhgt
il 14/12/2016 alle 23:28
 
le Favole al telefono, qualcuna era infilata nel libro di...
Inviato da: several1
il 06/10/2016 alle 17:29
 
Hai ragione , proprio così, ancora non mi capacito di cosa...
Inviato da: ossimora
il 30/09/2016 alle 20:02
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 313
 

ICONE

 

 

 

 

 

          

          

 

 

 

kill your television

                     

 

 

 

 
 
     Blog counter

    Registra il tuo sito nei motori di ricerca

     Blog Directory

Migliori Siti

 

 

 

     Libertarian Political Blogs Blogs - BlogCatalog Blog Directory

 

Messaggi di Ottobre 2015

Gianni Rodari

Post n°2053 pubblicato il 25 Ottobre 2015 da ossimora
 




Chiedo scusa alla favola antica 

se non mi piace l'avara formica.

Io sto dalla parte della cicala.

Che il più bel canto, non vende, regala!

G.R.


Due giorni fa era l’anniversario della nascita di Gianni Rodari.

Mi piace ricordarlo qui .

Ha accompagnato la mia storia di maestra fin dagli esordi , la mia scuola è intitolata a lui anche grazie a me ed io ho sempre utilizzato le sue storie , i  non sense e  le sue filastrocche nella pratica quotidiana coi bambini. 

 Ho visto spesso colleghe storcere il naso e sostenere che non amano particolarmente il suo lavoro . Va beh ... Non voglio farne nessuna esagerata esaltazione . Pur essendo stato l’unico scrittore per l’infanzia a vincere il premio Andersen internazionale , Rodari era  soprattutto un giornalista , scrisse le sue “Favole al telefono “, sulla traccia di quelle che raccontava alla figlia quando era in Cina , a  raccontare , fra i primi , i vertiginosi cambiamenti di quel paese . In alcune filastrocche e storie è  un po ’troppo “ideologico” , figlio della sua storia , del PCI , della morale del lavoro (…i fannulloni puzzano un po’…) però…una cosa che mi ha sempre colpito è la capacità di molti dei suoi scritti di colpire automaticamente attenzione e fantasia dei bambini anche di più di quanto , noi  che li proponiamo  , avessimo immaginato. Ricordo la meraviglia di una classe prima , dopo la lettura di “Alice Cascherina” ,questa bimba minuscola che si cacciava nei guai perché cascava dentro il collo di una bottiglia o  precipitava  dentro un cassetto e spariva. ..Per me i suggerimenti della sua “Grammatica della fantasia “ sono stati preziosi spunti per far scattare quel corto circuito fra due parole di contesti diversi che tanto diverte i bambini e …l’ipotesi fantastica …pensa a ciò che succederebbe se domattina non ci fossero più bottoni…

Ancora attingo spesso da questo ed altro regalatoci da lui , era del 20 , è mancato giovane , mi sarebbe piaciuto averlo di più, chissà come si sarebbe evoluto e come si sarebbe posto rispetto alla scuola o all'idea di scuola primaria che abbiamo adesso.!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

piccolo uovo

Post n°2052 pubblicato il 23 Ottobre 2015 da ossimora
 

 

 

"Piccolo Uovo" di Altan

pericoloso libro , 

messo all'indice .

No comment.

 

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

ripartenza

Post n°2051 pubblicato il 21 Ottobre 2015 da ossimora
 



Ci sono state diverse fasi del Blog. 
Quella della prima scoperta (il mio blog è vecchiotto!!!) , il primo abbandono ,la riconquista poi l’innamoramento .
Ogni giorno spunti e spuntini si accalcavano alla mente nel gusto di proporli , di scrivere , di cercare immagini ...già camminando o viaggiando verso casa si formavano pensieri e suggestioni ...impazienti.
In quel periodo si era  anche formato un bel gruppo di “amici di penna” ; abbiamo fatto vere e proprie feste …di blog…saltellando da un post all’altro in serate vissute a metà fra la virtualità ed il …prosecchino. 
Molta gente non scrive più nulla , molti hanno cancellato del tutto il blog e le sue tracce , alcuni sono diventati amici meno virtuali , altri si reincontrano su FB .
Anche io scrivo poco ma  mi dispiace , fatico sempre di più a scrivere , la santa indignazione che mi caratterizzava va scemando in forme di disillusione ed infondo anche di disinteresse oltre che in sempre più difficoltà ad esprimere quelle che son rimaste vere ...incazzature , pudore vuole che tenersele mi appaia la migliore delle scelte. 
Ma non voglio lasciare questo luogo e questo spazio , del resto passo  sempre a leggere qualche blog ...a volte penso che dovrei cambiare forma …farne un blog sulla scuola , sui fiori …sulle immagini e basta ...ma non mi convinco , quindi per l’ennesima volta rilancio e mi impegno a produrre seppur non sapendo bene cosa. 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso