I sensitivity reader sono espressione di progresso o di censura?

The rise (or fall) of sensitivity readers — Harpy.

Con l’espressione “appropriazione culturale” si intende la pratica attraverso cui una cultura dominante si appropria, grossolanamente, di linguaggi artistici e credenze propri di gruppi etnici minoritari. Per scongiurare ulteriori scivoloni – cinema e letteratura ne sono già ricchi, ma non lo sarebbero se si contestualizzassero gli anni a cui le opere incriminate appartengono -, gli editori statunitensi assoldano i sensitivity reader, ovvero editor che analizzano i file dal punto di vista linguistico e culturale, segnalando poi all’editore espressioni e passaggi che potrebbero offendere le minoranze. In quest’ottica eticamente vigile il caso più emblematico risale al 2011, quando Alan Gribben riscrisse Huck Finn, sostituendo il vocabolo “nigger“, che nell’originale di Mark Twain ricorre 219 volte, con schiavo.

A febbraio il Times di Londra ha pubblicato un articolo che può essere considerato un campanello d’allarme per chi aborrisce la cancel culture; il lettore svogliato sarà risparmiato dalla fatica di leggerlo, perché già titolo fa il punto: Is the rise of sensitive readers progress or censorship?

Il repulisti è attivo in America da anni, soprattutto per quanto riguarda la narrazione young adult, tuttavia ora si sta estendendo alla fiction e ai saggi. Ed è quest’ultima deriva tentacolare a insospettire chi nel lavoro certosino dei sensitivity reader intravede il ghigno moralista del censore.

Abbattere le statue di Cristoforo Colombo è un’assurdità

Perché odiare Colombo? – Il blog di Orlando Sacchelli

Generalizzare la distruzione dei monumenti mi sembra una follia. Bisogna distinguere, magari tenendo presente la casistica. È comprensibile che il 25 luglio 1943 la gente si sia messa a distruggere i fasci: non si può rimproverare retrospettivamente un’azione del genere. Ma distruggere oggi tutte le statue di Cristoforo Colombo mi pare un’assurdità. Per esempio, in Cile, c’è un monumento in cui Colombo calpesta un indiano che chiaramente soffre. È una statua molto ambigua, ma secondo me abbatterla sarebbe un gravissimo errore, perché si cancellerebbe una parte della storia. In generale, il passato va conservato e analizzato: cancellare tutti i documenti legati a un regime orribile significherebbe cancellare l’orrore“.

Dedicato ai sostenitori della cancel culture che non riescono a contestualizzare statue, film e lessico. Cancellare la memoria di ciò che impoverisce l’umanità è un controsenso.

Carlo Ginzburg, storico

foto: la statua di Cristoforo Colombo abbattuta in Minnesota

Gli Stones non canteranno più Brown Sugar, è scorretta

I Rolling Stones - Londonita

La cancel culture non risparmia neppure il lessico in musica, e del resto perché dovrebbe se è tutta presa da un repulisti epocale? Di conseguenza i Rolling Stones, caduti nella rete del politicamente corretto, non hanno inserito nella scaletta del tour americano Brown Sugar, il cui testo riporta ai tempi della tratta dei neri e delle navi schiaviste, con quel brown sugar che, oltre a indicare un tipo eroina, fa riferimento a una ragazzina di colore e al suo sfruttamento. Pazienza se Mick Jagger, già nel 1995, diceva che non avrebbe riscritto un testo del genere, nulla ha placato la campagna di odio, neppure le dichiarazioni di Keith Richards al Los Angeles Times: “Non capiscono che è una canzone contro gli orrori della schiavitù? Spero però che saremo in grado di resuscitare la bambina nella sua gloria da qualche parte lungo il cammino“. Qualche esercizio di comprensione del testo sarebbe raccomandabile ai puritani del terzo millennio.

P.S. Stando alle statistiche di setlist.fm, Brown Sugar è la canzone che gli Stones hanno suonato più volte dal vivo dopo Jumpin’ Jack Flash.

Un articolo su molte canzoni a rischio censura qui.

Traduzione di “Brown Sugar”

La nave di schiavi della costa d’ oro è diretta ai campi di cotone
Venduta giù al mercato di New Orleans
Il vecchio schiavista deturpato sa che fa bene
Sentilo frustare le donne proprio intono la mezzanotte
Zucchero di canna come mai sei così buono
Zucchero di canna proprio come una ragazzina dovresti- ah hum oh …
woo!
Tamburi battenti, freddo sangue inglese scorre caldo
La padrona di casa si chiede quando finirà
Il ragazzo di casa sa che fa bene
Avresti dovuto sentirlo proprio intorno la mezzanotte
Zucchero di canna come mai sei così buono
Zucchero di canna proprio come una ragazzina dovresti- ah hum oh …
woo!
Ah, scendi zucchero di canna, come mai sei così buono?
Ah, scendi, scendi zucchero di canna proprio come una ragazza dovrebbe
Ah scommetto che tua mamma era uno spettacolo da baraccone
E tutti i suoi fidanzati erano dolci sedicenni
Non sono uno scolaretto, ma so quello che mi piace
Avresti dovuto sentirmi proprio intorno la mezzanotte
Zucchero di canna come mai sei così buono
Ah, vieni giù zucchero di canna, proprio come una ragazza dovrebbe
Ah, scendi, scendi zucchero di canna, come mai sei così buono
Ah scendi piccolo zucchero, zucchero di canna, muovilo tutto verso il basso [?]
Ah scendi piccolo zucchero di canna [?]
Ah piegati sulle tue ginocchia zucchero di canna
Come mai, come mai
woo!