Creato da ossimora il 20/10/2004
Juliet Berto: "Bisogna tenere a mente il colore della propria ferita per farlo risplendere al sole"

vignetta del giorno

 

Area personale

 

antonia nella notte

 

blog in inglese

immagine

IL MIO BLOG

IN INGLESE

(più o meno...)

 

Tag

 

Ultime visite al Blog

spagetiansa007archetyponFajrgratiasalavidacostanzatorrelli46Rosecestlaviempt2003merizeta21laboratorioatheneojeanlouis_delislestudiodentisticoestepsico_craziabvbtendeRiccardoPenna
 

Ultimi commenti

comprendo che tu sia addolorata, ma in ogni caso il tuo...
Inviato da: Luxxil
il 06/02/2017 alle 18:32
 
MANCHI.
Inviato da: Roberta_dgl8
il 11/01/2017 alle 13:52
 
non commento leggo e comprendo
Inviato da: angiolhgt
il 14/12/2016 alle 23:28
 
le Favole al telefono, qualcuna era infilata nel libro di...
Inviato da: several1
il 06/10/2016 alle 17:29
 
Hai ragione , proprio così, ancora non mi capacito di cosa...
Inviato da: ossimora
il 30/09/2016 alle 20:02
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 313
 

ICONE

 

 

 

 

 

          

          

 

 

 

kill your television

                     

 

 

 

 
 
     Blog counter

    Registra il tuo sito nei motori di ricerca

     Blog Directory

Migliori Siti

 

 

 

     Libertarian Political Blogs Blogs - BlogCatalog Blog Directory

 

Messaggi di Luglio 2011

grigio2

Post n°1826 pubblicato il 28 Luglio 2011 da ossimora
 


Una settimana novembrina nel cuore dell'estate ; proprio mentre io pensavo,more solito , di potermi crogiolare al sole e rinfrescarmi alternativamente nelle rigeneranti ,fresche acque del mare .

Giornate che di solito nel tran tran seppur sloow  , sfilano fin troppo veloci , al contrario di queste che arrancano con un clima assurdo per il quale non ho neppure gli abiti adatti. Oggi nel tardo pomeriggio  ,dopo una pennica sotto i plaid ,modello alpino , sono stata in centro e superata la melma uniforme delle vetrine saldeggianti sono entrata ( contenta finalmente di trovarla aperta dopo svariati  pluriennali tentativi ) in una locale chiesa che conserva al suo interno due affreschi del Perugino.

Appena entrata mi sono accorta che era in corso una funzione e che una decina di  anime la seguivano nelle prime panche ,lontano dalle due pale da vedere .Sono  quindi scivolata pian piano  ai lati in fondo e di sicuro non ho e non avrei potuto disturbare nessuno... se alla seconda pala che mi apprestavo a gustare ... il prete che certamente per nulla misticamente ispirato e nemmeno concentrato sui suoi ,seppur pochissimi fedeli ...non avesse interrotto le sue formule e mi avesse apostrofato dal microfono in maniera scocciata ed aggressiva ; io mi sono irrigidita e mi sono fermata ,non contento, mi ha (sempre enunciandolo al microfono) mandato una pia donna che mi ha spiegato che le visite non erano consentite

.Le ho risposto che avevo capito bene  e sono uscita incazzata nera. Ho dovuto controllarmi  in verità ,perché sarei voluta salire anche io sull'altare e chiedere ai presenti se li avevo disturbati con la mia presenza o se potevamo convivere benissimo assieme. Avrei anche voluto chiedere al pretonzolo frustrato perchè non era riuscito a  frenare la sua superbia e la sua smania di protagonismo non disgiunta da un senso di potere da dimostrare  all'altare dal momento che io non infastidivo loro in alcun modo e loro potevano , volendo  ,non infastidire me .

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

grigio

Post n°1825 pubblicato il 23 Luglio 2011 da ossimora
 

 

"Il mare è più bello di una cattedrale " Verlaine

Non riesco a comprendere coloro che affermano che il mare è monotono , sempre uguale ; continuamente cangiante il suo colore ,il suo movimento; a tratti si stria prponendo una danza di azzurri ,poi comincia a muoversi creando lievi creste bianche , quando il vento turbina potente diventa assordante e tumultuoso sovrapponendosi ad ogni altro suono .

Io mi lascio catturare ,lo guarderei per ore .

Sono in terrazza e lo osservo fra le tamerici ;stamattina il cielo è coperto ,plumbeo ,non ne capisco granchè di venti ma credo che i marinai di queste parti direbbero che c'è il "garbin" ,un vento che non promette nulla di buono (compreso l'affollarsi di zanzare e moschini vari) .Non posso andare a prendere il sole che non c'è o sbircia timidoi a tratti 

Il mare è attavolato, azzurro grigiastro,silente ,qualcuno passeggia altezza ginocchio -cellulite  ,pochi bambini aspettano comunque il nulla osta degli adulti per tuffarsi ,c'è pace ,leggerò un pò.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

firma

Post n°1824 pubblicato il 13 Luglio 2011 da ossimora
 

 

 

Pochi altri provvedimenti riescono a descrivere le maggioranze di centro-destra e i governi Berlusconi dal 1994 a oggi meglio di quelli sull'immigrazione. L'ultima misura contenuta nel decreto legge n.89 del 23 giugno 2011 ora all'esame del Parlamento riesce a fare una fotografia persino del declino di quelle maggioranze e di quei governi. Declino i cui contorni sono quelli del classico paradosso "debole coi forti, forte coi deboli".

Nella fattispecie, un governo delegittimato e fortemente in crisi cerca la quadratura del cerchio in provvedimenti che apparentemente non ne intacchino il consenso - e la sopravvivenza. 

Per FIRMARE L'APPELLO: CLICCA QUI  


Prolungare i tempi nei Cie passando da 6 mesi a 18, così come previsto dl n. 89, è una di quelle classiche misure che anzi permettono ai leader del Carroccio e a quelli della destra di promettere strette sull'immigrazione - dipinta come la vera minaccia al futuro del paese. Contro questo provvedimento si sta alzando però un coro di no che si moltiplica di giorno in giorno e che trova nell'appello lanciato dal Forum immigrazione nazionale e dal Partito Democratico. Appello a cui anche l'Unità aderisce. 

«Siamo contrari a che persone innocenti, che scappano dalla povertà alla ricerca di un futuro migliore - si legge nel documento - siano private della loro libertà e siano trattenute nei centri di identificazione fino a 18 mesi solo perché colpevoli di essere senza documenti e per dover essere identificati». Contro una norma che «calpesta i valori di proporzionalità, ragionevolezza ed uguaglianza sanciti dalla nostra Costituzione» hanno già firmato Livia Turco, Giuliano Pisapia, Marta Vincenzi, Gad Lerner, Luigi Manconi e migliaia di comuni cittadini che col loro passaparola stanno moltiplicando le adesioni su www.mobilitanti.it, la piattaforma su cui il Pd lancia le sue campagne. 

Su mobilitanti.it è possibile firmare, ma anche scaricare la cartolina «No al "carcere" per gli innocenti» e spedirla ai propri amici.

Su Facebook è possibile condividere la campagna con un semplice click, di modo che tutti gli "amici" possano rilanciarla, mentre su Twitter chi lo vuole può farla circolare copiando nel proprio status la frase «No al "carcere" per gli innocenti. Fermiamo la vergogna. Firma l'appello! http://bit.ly/nHzVhS».

Da oggi è possibile firmare anche su Unita.it, all'indirizzo

www.unita.it/firme/no_al_carcere.  

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

lucifero

Post n°1823 pubblicato il 10 Luglio 2011 da ossimora
 
Tag: Imago

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

estate

Post n°1822 pubblicato il 04 Luglio 2011 da ossimora
 


°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Si discute da giorni nella mia ridente cittadina  del fatto che ha coinvolto 3 liceali minorenni ,di buona famiglia ,così è riportato in cronaca; i quali hanno violentato a turno una ragazzina di sedici anni durante una notte bianca svoltasi nel litorale adriatico a noi più vicino.

 Sento pareri, dichiarazioni di solidarietà alle famiglie dei tre ragazzi ,famiglie tanto,  tanto , per bene che però quando i tre avvocati hanno  invitato a negare non si sono stupite per nulla che la prima dichiarazione dei figli sia stata che ...la piccola era consenziente...

Questa cosa mi ha immediatamente indignato ,come è possibile che una bambina che  si diverte ad una festa d'estate ,assieme a dei coetanei ...CONSENZIENTE ...venga violentata a turno , riportando ferite  come risulta dai referti medici ed infine denunciando l'accaduto...se consenziente le ferite non avrebbero senso e di certo lei si sarebbe tenuta questa esperienza  nel suo privato.

I ragazzi  adesso sono stati arrestati ; i geniali avvocati  dovrebbero ripensare un attimo a quello che hanno fatto "negare sempre " ,può andare  forse per le barzellette in questo caso ha reso l'accusa più indignata e determinata .Giustamente.

Ma  questo episodio di apertura dell'estate nel suo squallidissimo evolversi mi porta a riflettere  su  questione atavica ma ancora attuale e cioè il fatto che quando i maschi esercitano violenza fisica sulle donne c'è sempre e comunque qualcuno che ridacchia, che si permette di dissertare sull'abbigliamento o sull'atteggiamento o sul comportamento delle donne stesse ,giudici , avvocati compresi , ancora  evidentemente non è chiaro che ogni donna  può essere  la più libertina e smodata sessualmente della terra , può  vestirsi  come diavolo le pare ,nei limiti della legge  e che niente giustifica MAI la violenza. Posso essere una mercenaria del sesso , farne di tutti i colori ma nel momento in cui dico di no scatta l'insopportabile , stessa  , identica violenza.

Per questo il mio invito alle donne è  : DIFENDETEVI DA SOLE ,in tutti i modi possibili , preferibilmente leciti , come le tecniche di  difesa personale o certi  dissuasori e tutto ciò che vi viene in mente .

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Mina

Post n°1821 pubblicato il 01 Luglio 2011 da ossimora
 

 

Il suo corpo ; la forma del suo corpo ,le gambe corte , panciute , il punto vita pronunciato ed i fianchi  ed il sedere disarmonici e piatti , il seno piccolo evidenziato spesso da un decolletè improbabile e rigorosamente monacale anche se scoperto ,  erano antichi , anacronistici proprioo come tutta la sua essenza e la sua  incomprensibile presunzione .

Dalla  testa così sproporzionata , così grande da apparire in  costante pericolo di rotolamento  , ciondolante o rigidissima , resa spiazzante  da una  tinta di capelli opaca  e da una pettinatura anni settanta che non disdiceva semmai  soltanto con le scarpe dal tacco alto e dal laccetto alla caviglia davvero retro ,  emergevano dei piccoli occhi spenti nei quali guizzava qualche barlume di vita soltanto se qualcuno parlava di qualche pettegolezzo succoso , di faccende domestiche , orribile bricolage  o  e sopratutto di denaro .

Forse tutta quella polvere addosso , quei vestiti che sembravano essere riciclati da armadi di madri, zie ,da cerimonie del secolo scorso venivano da lì, il suo rapporto morboso col denaro e con una presunta autosufficienza  derivante esclusivamente dalla "roba", che l'aveva rinchiusa in una realtà inesistente , un piccolo mondo antico nel quale si divertiva a giocare alla casina  con la rigatteria che amava , proprio come le bambine  ma totalmente refrattaria ad ogni forma di contaminazione con la realtà e col presente , assolutamente priva di empatia e di simpatia per il genere umano .

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso