Creato da ossimora il 20/10/2004
Juliet Berto: "Bisogna tenere a mente il colore della propria ferita per farlo risplendere al sole"

vignetta del giorno

 

Area personale

 

antonia nella notte

 

blog in inglese

immagine

IL MIO BLOG

IN INGLESE

(più o meno...)

 

Tag

 

Ultime visite al Blog

surfinia60Cherryslamici.futuroierimassimocoppaossimorajigendaisukealf.cosmosraffaele.franco3daunfioretempestadamore_1967nurse01QuivisunusdepopuloSignorina_Golightlymemole123451je_est_un_autre
 

Ultimi commenti

Io mi aspettavo un giallo ed invece questo è un libro un pò...
Inviato da: ossimora
il 14/07/2021 alle 10:30
 
Non so, mi sono un po' disamorato di Carofiglio.
Inviato da: jigendaisuke
il 13/07/2021 alle 12:39
 
Ciao jei Jei ; in realtà il finale potrebbe avere varie...
Inviato da: ossimora
il 12/07/2021 alle 15:48
 
Non proprio a lieto fine
Inviato da: jigendaisuke
il 11/07/2021 alle 14:47
 
Non mi sconfinfera
Inviato da: jigendaisuke
il 07/07/2021 alle 12:01
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 317
 

ICONE

 

 

 

 

 

          

          

 

 

 

 

 
 
     Blog counter

    Registra il tuo sito nei motori di ricerca

     Blog Directory

Migliori Siti

 

 

 

     Libertarian Political Blogs Blogs - BlogCatalog Blog Directory

 

 

« PorcherieSprezzatura »

ICI

Post n°1309 pubblicato il 29 Settembre 2008 da ossimora
 

La Finanziaria non finisce di stupire.

Tremonti taglia i fondi per la cooperazione allo sviluppo e la lotta alla povertà portandoli dallo 0,19 del prodotto interno lordo allo 0,10.

«Taglio che non ha pari negli ultimi trent’anni».

A dirlo è il consorzio di Organizzazioni non governative Link2007 che  in un incontro all’Unicef promosso con l’Agi ha presentato il Dossier«Siamo ancora in tempo?» di Stefano Piziali e Vera Melgari.

Pare di no. O almeno siamo all’ultima chiamata.
Con il dimezzamento dei fondi, infatti, l’Italia non rispetterà gli impegni presi nel 2000 con il programma
«Obiettivi del Millennio» delle Nazioni Unite.

Impegni che riguardano la fame nel mondo, l’istruzione universale, l’uguaglianza di genere, la mortalità infantile, la salute materna, l’Aids, la sostenibilità ambientale verso i quali il nostro paese aveva preso un impegno di dare risorse fino ad una percentuale di Pil pari allo 0,51 entro il 20010. Mancano due anni ad allora e il governo torna indietro.

 Questo proprio nell’anno del G8 a presidenza italiana e in vista dell’Expo 2015 di Milano dove si dovrà discutere proprio della «sicurezza alimentare» primo degli otto obiettivi del Millennio che per allora dovrà essere raggiunto almeno per metà.
Pensare che l’intento programmatico del Ministro del Tesoro è quello di «rubare ai ricchi per dare i poveri».

Invece è proprio il capitolo di spesa riguardante la lotta alla povertà nel mondo ad essere tagliato e proprio nel momento in cui il segretario generale della Fao Jacques Diouf denuncia che a causa dell’impennata dei prezzi 75 milioni di persone in più sono sottoalimentate e si appella all’Italia in vista del G8 del 2009 affinché si faccia promotrice di un impegno maggiore da parte dell’Europa. L’Italia prontamente risponde con «il massimo disinteresse mai raggiunto finora». Da qui l’appello delle Ong che chiedono al governo italiano di impegnarsi a reintegrare le risorse per il raggiungimento degli obiettivi del Millennio.
L’appello è stato raccolto dal sottosegretario di Stato per gli Affari Esteri Vincenzo Scotti.

«Il governo è disposto a rivedere i tagli alla cooperazioni contenuti della Finanziaria – ha promesso Scotti – ma il Parlamento deve indicare dove reperire le risorse non si può continuare ad accrescere la spesa senza ridurla in altri settori». Per farla breve secondo il sottosegretario i soldi non ci sono, qualcuno si faccia venire un’idea.

«L’idea migliore per reperire fondi non è certo quella di tagli orizzontali sui capitoli di spesa fatta fa Tremonti – risponde a Scotti Giorgio Tonini del Pd – Ci sono spese che riguardano impegni mondiali e priorità come quella di sconfiggere la fame nel mondo che non possono essere tagliati arbitrariamente.

Semmai – ha aggiunto Tonini – si potrebbe tagliare nell’ambito dello stesso ministero degli esteri altre spese».
«Sono contenta che l’interessamento alla questione della cooperazione sia bipartisan – ha commentato all’incontro il direttore Generale della cooperazione allo Sviluppo Elisabetta Belloni – Io lotterò con tutte le forze – ha aggiunto – perché il Mae sia più operativo possibile e possa sfruttare al meglio le esigue risorse che ci sono». Al di là degli intenti programmatici resta il fatto che l’Italia dovrà decidere se «intende continuare a sedere tra i paesi che contano e quindi si impegnano ad affrontare seriamente i problemi che pesano drammaticamente su circa due miliardi di persone oppure se non debba rinunciarvi».

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/ossimora/trackback.php?msg=5539517

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
MacRaiser
MacRaiser il 29/09/08 alle 20:38 via WEB
Ricordo che negli anni '70 fu fissato dall'ONU (quindi anche dall'Italia) l'obiettivo minimo dello 0,7% del PIL da versare per combattere lo sterminio per fame, sete e annessi e connessi. Dopo la diffusione del manifesto appello dei premi Nobel e la campagna radicale annessa, fu raggiunto (se non ricordo male) un incredibile 0,3% per qualche anno. Eroso dopo gli anni '80, governo dopo governo (sia di sinistra che di destra). Tremonti volge solo al peggio il tutto, come gran parte dei suoi colleghi del resto. Ma poco importa; sono stupide illusioni. Piu' stringiamo i cordoni della borsa, sfruttando nel contempo le risorse e la forza lavoro del mondo povero, piu' ci ritroveremo moltitudini che bussano alla porta, senza speranza di poterle arginare oltre quelle offerte dalle solite svolte autoritarie e liberticide. Quella risoluzione dell'ONU, quel manifesto appello, erano incredibilmente lungimiranti e oggi paghiamo (le nazioni "sviluppate" intendo) lo scotto di non avervi ottemperato. E siamo solo all'inizio.
(Rispondi)
kris1965
kris1965 il 29/09/08 alle 21:38 via WEB
...la finanza creativa di tremonti non colpisce solo l'italia a quanto leggo!....grazie per averlo postato, quest'ultima chicca ideata da questa banda di mentecatti me l'ero persa!...buona serata antonia, kris
(Rispondi)
 
kris1965
kris1965 il 29/09/08 alle 21:47 via WEB
..ho appena finito di vedere il documentario...penso proprio che ne faro' un post!..grazie, kris
(Rispondi)
 
 
ossimora
ossimora il 30/09/08 alle 18:11 via WEB
ciao ;una vera porcheria ,siamo in un medioevo pessimo.
(Rispondi)
Basta_una_scintilla
Basta_una_scintilla il 29/09/08 alle 23:25 via WEB
Pochi giorni fa a questo riguardo ho linkato da me un appello di Avaaz.org per mandare una mail al "caro" ministro. Non voglio cominciare a vergognarmi di essere Italiana, ma se va avanti così...Un sorriso
(Rispondi)
 
ossimora
ossimora il 30/09/08 alle 18:12 via WEB
temo che non sappia aprire una mail il tremonti nazionale...
(Rispondi)
 
 
Basta_una_scintilla
Basta_una_scintilla il 30/09/08 alle 23:42 via WEB
Temo pure io....
(Rispondi)
satirosolitario
satirosolitario il 30/09/08 alle 11:44 via WEB
Come sempre non hai il minimo di originalità!Solito copia e incolla dell'articolo di Alessia Grassi su Wordpress.Almeno citane la fonte!!!
(Rispondi)
 
ossimora
ossimora il 30/09/08 alle 18:09 via WEB
NON cerco certo da te riconoscimenti di alcun tipo e tanto meno all'originalità.E' la centesima volta che ti spiego che il TAG "adozioni" ,significa quel che significa.Tu comunque devi curarti la demenza perchè non so se ti rendi conto che sei capace a criticare ciò che propongo ,adottato o no poco importa (L'unità..io l'ho preso sull'UNITA'),criticando solo le mie scelte ma non argomenti mai sulle questioni proposte.
(Rispondi)
ambra.albericci
ambra.albericci il 30/09/08 alle 12:50 via WEB
Ciao, non sapevo di questa ennesima porcata del governo berlusconi! Che schifo! Come sono stanca di questa gentaglia! Chissà perchè per le missioni di guerra e per le loro leggi vergogna i soldini non mancano mai... ma per aiutare chi sta morendo beh, allora siamo alle strette economiche! Ma non si vergogneranno mai? Ti dispiace se faccio un post nel mio blog trattando questo tema e ovviamente linkando il tuo blog? Ci tengo molto che la gente sappia chi ci sta governando! Baci
(Rispondi)
 
ossimora
ossimora il 30/09/08 alle 18:10 via WEB
Figurati ,sono cose che più si sanno e meglio è...vedi il signor satirosolitario si arrabbia proprio pe rquesto...gli scoccia che tante persone siano al corrente delle porcherie del suo amato governicchio
(Rispondi)
 
 
ambra.albericci
ambra.albericci il 30/09/08 alle 20:32 via WEB
Non ti curare di chi cerca di infangare la verità, tu prosegui per la tua strada! Dovessi ascoltare tutti quelli che mi offendono o che cercano di smontarmi dovrei ritirarmi dalla scena, e invece aumento la dose! La verità vince sempre! Un bacio :)
(Rispondi)
Roberta_dgl8
Roberta_dgl8 il 01/10/08 alle 16:52 via WEB
Cara Antonia, sai, personalmente, sono un poco avvilita per tutto quello che sta accadendo. Mi sembra di percepire una sorta di deriva mentale generale. Tu sai che stato di angoscia può provocarmi tutto questo. Non riesco nemmeno più a vedere la televisione. Io amo il mio paese, e credo che ci siano tante persone perbene, intendendo il perbene, come pensare alla civiltà, alle cose giuste, e ai diritti. Però ormai è tutto globalizzato e i cervelli ce li vogliono mandare in pappa. Ci stanno riuscendo, ci sono riusciti. Non con noi, ovviamente. Già il fatto che ne parliamo è importante. Io non riesco più nemmeno a guardare la televisione, o a leggere un giornale. Mi sembra tutto inutile. Forse sono solo troppo pessimista. Forse devo ben guarire,per evitare di sentirmi "un marziano" in questo mondo. Ne faccio parte, e credimi, che nel mio piccolo combatto ogni giorno le mie lotte quotidiane, contro un mondo, che non accetta chi è diverso. Sei sempre tanto istruttiva e impegnata, e appassionata, ed è davvero un bene, che esistano persone come te. Da te dovrebbero prendere esempio tutti i nostri politici. Di ogni colore. Buon pomeriggio. p.s. riguardo a Tremonti. Ricordo l'intervista con Lucia Annunziata di qualche tempo fa. Ma come è possibile che la gente, davvero non abbia capito con chi ha a che fare?
(Rispondi)
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.