Creato da ossimora il 20/10/2004
Juliet Berto: "Bisogna tenere a mente il colore della propria ferita per farlo risplendere al sole"

vignetta del giorno

 

Area personale

 

antonia nella notte

 

blog in inglese

immagine

IL MIO BLOG

IN INGLESE

(più o meno...)

 

Tag

 

Ultime visite al Blog

je_est_un_autreamici.futuroieriQuartoProvvisorioCherryslgianor1jigendaisukeossimoraFajrsurfinia60lascrivanaPerturbabileStratocoversmariomancino.mdeborahconlahdiamante961
 

Ultimi commenti

Cerca in questo Blog

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 317
 

ICONE

 

 

 

 

 

          

          

 

 

 

 

 
 
     Blog counter

    Registra il tuo sito nei motori di ricerca

     Blog Directory

Migliori Siti

 

 

 

     Libertarian Political Blogs Blogs - BlogCatalog Blog Directory

 

 

« Appunti di lettura 2021Appunti di lettura 2021 »

Appunti di lettura 2021

Post n°2200 pubblicato il 19 Febbraio 2021 da ossimora


Autobiografia di Petra Delicado - Alicia Giménez Bartlett - copertina

N.8
Alicia Gimenez Bartlett
Autobiografia di Petra Delicado 
Sellerio editore 
Palermo

Ho letto nel tempo tutti i gialli investigativi della Bartlett .
E' stato il mio primo approccio alle storie poliziesche ; la scrittura della Bartlett e piacevolissima, accattivante e scorre via veloce ed infine perchè Petra Delicado ; questa ispettrice della omicidi di Barcellona è un personaggio interessante che lascia lo spazio a curiosità ed aperture .
Forse per questo la sua creatrice ad un certo punto ha sentito il desiderio di raccontarla attraverso una romanzata autobiografia .
Ho letto una stroncatura all'operazione da parte di un lettore nella quale le si rimprovera di essere supponente , di essersi permessa un' operazione che nè Sherlock Holmes nè Marlowe , nè Maigret , nè Montalbano hanno ricevuto dai rispettivi autori , ed allora? 
Non capisco perchè si debba immediatamente derubricare  ad operazione presuntuosa e commerciale l'idea della Bartlett , fra l'altro a mio parere piuttosto riuscita ...che ci sia un pò di maschilismo ?
Tutto sommato , pur con qualche luogo comune di troppo e qualche trasandatezza in alcune parti  , io l'ho letto con crescente divertimento .L'ispettrice appare nei suoi lati più privati , il rapporto coi genitori , la fine  della Spagna franchista e quella  immediatamente post franchista nella transizione verso la democrazia ; la scuola privata dalle suore e la sua repulsione per l'oppressivo senso del peccato che vigeva in quell'ambiente lugubre .
Poi la scuola pubblica , le proteste giovanili dell'epoca ,il suo entusiasmo di ragazza , la partecipazione al rinnovamento del suo paese .La laurea che si dirotta per questioni di cuore da quella in materie letterarie a giurisprudenza. I matrimoni ( ben tre , il primo borghese nel quale Petra recita un pò la condizione / parte di figlia , poi quello con un uomo più giovane nel quale si trova a ricoprire progressivamente il ruolo di madre , fino all'ultimo con Marcos con il quale sembra condividere  anche il presente) .
La scuola di polizia che la dirotta verso quella che sarà la sua professione ed i suoi valori , compreso lo "scetticismo "( che definirei per nulla solipsistico ) valori nei quali i valori del bene non sono mai disgiunti dalla pietà verso il dolore delle vittime e dalla lettura comprensiva verso le realtà , spesso pesantissime , dei carnefici.
 Una lettura rilassante che è ciò che cerco in sto periodo.



Ripeteva una sola parola"Palle, palle", senza esaltarsi , senza gridare, .Immagino di dover dire grazie all'influenza paterna se non sono una rancorosa nè una fatalista .Sono piuttosto una vera scettica , non ho paura di dire che non credo in niente e non sono disposta ad accettare nessuna affermazione che non sia confortata dai fatti.

Il cattolicesimo era un fenomeno che osservavo da fuori , e molto presto capii che non avrei mai acquisito una coscienza religiosa , perchè la condizione indispensabile era la fede .E siccome non si poteva sapere se Dio esisteva o no , assistevo a tutto quel dispiegamento di dogmi , riti, preghiere e favole mistiche con lo sguardo attento ma distaccato di una turista appassionata di antropologia. 

Saper ridere mi sembra una prova di intelligenza , di libertà , un atto di ribellione contro tutto ciò che è tenebroso ' uno spiraglio sull'ineffabile.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Commenta il Post:
* Tuo nome
Utente Libero? Effettua il Login
* Tua e-mail
La tua mail non verrà pubblicata
Tuo sito
Es. http://www.tuosito.it
 
* Testo
 
Sono consentiti i tag html: <a href="">, <b>, <i>, <p>, <br>
Il testo del messaggio non può superare i 30000 caratteri.
Ricorda che puoi inviare i commenti ai messaggi anche via SMS.
Invia al numero 3202023203 scrivendo prima del messaggio:
#numero_messaggio#nome_moblog

*campo obbligatorio

Copia qui: