Io gli angeli li ho visti davvero.

Mentre aspettavo all’uscita della stazione centrale mio figlio che rientrava da Milano, tra le luci dei lampioni che rischiaravano le tenebre, li ho visti attraversare la strada e dirigersi verso i tanti disperati che dalla mattina alla sera vi soggiornano nell’atrio e nei dintorni chiedendo l’elemosina o offrire se stessi in cambio di qualche spicciolo per comprarsi un caffè, un panino o una dose per farsi.

Gli angeli della notte

Io gli angeli li ho visti davvero.

Mentre aspettavo all’uscita della Stazione Centrale mio figlio che rientrava da Milano, tra le luci dei lampioni che rischiaravano le tenebre, li ho visti attraversare la strada e dirigersi verso i tanti disperati che dalla mattina alla sera vi soggiornano nell’atrio e nei dintorni chiedendo l’elemosina o offrire se stessi in cambio di qualche spicciolo per comprarsi un caffè, un panino o una dose per farsi.

Gli angeli sono arrivati in gruppo di cinque/sei persone, ragazzi e ragazze. Non avevano candide ali alle spalle ma indossavano gilet gialli. Chi di loro portava un termos con il thè caldo, chi delle coperte, chi delle buste con dentro del mangiare. […]

PER LEGGERE LA VERSIONE INTEGRALE DEL POST CLICCARE SU www.vincenzogiarritiello.it

Gli angeli della notteultima modifica: 2021-12-05T07:06:22+01:00da kayfakayfa

Lascia un commento