Creato da e_d_e_l_w_e_i_s_s il 16/06/2012

Random

Cose a Caso

 

« Voi che lasciate questo ...Il lavoro nobilita l'uomo »

Un giorno quasi sacro o da depennare?

Post n°726 pubblicato il 18 Marzo 2019 da e_d_e_l_w_e_i_s_s
 

Prima una sola cifra, poi due cifre e tanta emozione.
Si pensa alla festa, alla torta, ai regali.
Perché quel giorno è un giorno speciale: è il nostro compleanno!

Intanto gli anni passano e si comincia a sentirsi grandi: i 18 arrivano in un baleno.
Mega festa, tanti amici e un sacco di regali.
Ci si sente al top! Maggiorenni e con il mondo fra le mani.

Però  poi  lungo la strada della vita molti iniziano a temere il giorno del proprio compleanno tant'è che quella magica data che è l'anniversario della nostra nascita  diventa sempre meno importante. Infatti,  pare che,  se nel periodo dell'infanzia e dell'adolescenza il compleanno è considerato una tappa entusiasmante, dopo i 20 anni si iniziano piuttosto a festeggiare le decine o le ‘cinquine’

Diceva lui:  " L'idea di spegnere tutte quelle candeline che mi ritrovo sulla torta è desolante: marca il tempo che se ne è andato e accentua l'ansia di quello che rimane o di cosa si ha  o non si ha concretizzato."

" Sì,  -  faceva eco l’altro - è il giorno in cui amici e parenti che non senti da secoli ti intasano la messaggeria di auguri e intanto tu invecchi di un anno: che ci sarà mai da festeggiare?"

"A me, invece - sosteneva quella- piace essere ricordata e lo festeggio facendo ciò che voglio e che mi fa star bene"   
































E voi come state a voglia di festeggiare il compleanno?

Ogni anno vi  cala?

Siete tra quelli che credono che non sia necessario dare enfasi a questo evento tutti gli anni?

O fra quelli che lo ritengono un giorno quasi sacro?

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

 

 

 

ULTIME VISITE AL BLOG

nahane_d_e_l_w_e_i_s_smonellaccio19hrc.rossanodiogene51Zero.elevato.a.Zerowoodenshipdivinacreatura59basilissalauradolcesettembre.1comelunadinonsolopolnina.monamourkhenobigianna042013
 

BIANCOLUNGO